• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Pressione nell'impianto termico

Tra le principali grandezze fisiche di un impianto termico a caldaia c'è la pressione misurata a valle del generatore termico, i cui giusti valori sono importantissimi.
Pubblicato il

Sia in fase di realizzazione di nuovi edifici che in fase di ristrutturazione di edifici esistenti, la progettazione degli impianti termici, spesso, passa erroneamente in secondo piano rispetto agli altri progetti; tra essi quelli relativi agli altri impianti tecnologici, gli architettonici e quelli strutturali.

FirmaNella progettazione di un impianto termico particolare attenzione meritano le condizioni di lavoro nel quale si troverà l'impianto, il valore di pressione massima con cui può essere sollecitato un qualsiasi componente dell'impianto rapportato alla pressione dello stesso impianto; su tutti i componenti degli impianti termici dovrebbero essere, infatti, indicate le principali grandezze fisiche coinvolte con i relativi valori associati ad un corretto funzionamento.

Tra le principali grandezze fisiche di un impianto termico c'è la pressione misurata a valle del generatore termico, generalmente misurata con il manometro fornito in dotazione con lo stesso generatore: essa è un parametro influenzato sia dal generatore che dall'impianto, ossia dalla differenza di quota tra il generatore e l'impianto e dal contenuto di acqua di quest'ultimo.


Pressione nel generatore termico


Alla pressione esercitata dall'acqua nelle colonne montanti del'impianto, anche ad impianto freddo, nella tipica centrale termica che serve un edificio condominiale o nel caso di un appartamento su più livelli, si aggiunge la pressione prodotta dall'espansione del volume dell'acqua con la temperatura ad impianto attivo.

La pressione massima di esercizio per un generatore di calore è indicata dalla casa produttrice, che di regola fornisce, a corredo del generatore, la valvola di sicurezza tarata con una soglia di intervento, a meno della tolleranza della stessa valvola che è generalmente inferiore del 10% al precedente valore; singolare è il caso di alcuni generatori di calore per i quali la massima pressione ammessa è di 4,4 bar e dotati di una valvola di sicurezza tarata a 4 bar certificata dalla casa produttrice, omologata ISPESL (INAIL) e caratterizzata da una tolleranza di 0,4 bar.

Tale tolleranza indica che la valvola potrebbe intervenire con la stessa probabilità in corrispondenza della pressione nel generatore di 3,6 bar o di 4,4 bar; ossia la pressione potrebbe raggiungere il valore di 4,4 bar senza un precedente intervento della valvola, mentre le norme indicano che l'intervento della valvola dovrebbe aversi prima del raggiungimento della massima sollecitazione in pressione sopportabile dal generatore.

manometroIn valore assoluto la pressione massima dell'impianto, in corrispondenza del punto di installazione della caldaia, viene stimata come il valore di taratura della valvola di sicurezza incrementata dell'espansione dell'acqua riscaldata nell'impianto.

Più precisamente, dai più semplici impianti termici a quelli che servono interi edifici condominiali, si può verificare che la pressione di taratura della valvola di sicurezza debba essere inferiore alla pressione massima del vaso di espansione incrementata al più di una unità in bar.

La pressione del vaso di espansione deve essere pari a quella definita dal battente idrostatico più un valore pari a circa il suo 20%; mentre la pressione massima di esercizio del generatore deve essere maggiore di quella di soglia della valvola di sicurezza incrementata del 20%.

riproduzione riservata
Pressioni Impianto Termico
Valutazione: 5.33 / 6 basato su 3 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.955 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pier23
Buongiorno,ho un quesito da porvi .Ho un immobile formato da 2 piani riscaldati con caldaia a condensazione. Al secondo ed ultimo piano vorrei eliminare il riscaldamento...
pier23 04 Giugno 2024 ore 15:17 1
Img niodeipoveri
Buongiorno,spiego in breve, abbiamo ristrutturato uno stabile, dopo due anni dalla fine dei lavori al momento della verifica della caldaia, la ditta ha fatto presente che non...
niodeipoveri 22 Maggio 2024 ore 15:20 2
Img lucas2
Salve,nel 2022 ho sostituito la caldaia "tradizionale" con una a condensazione e nel 2023 ho usufruito per 8000 euro (tetto max 2023) del bonus mobili.Se oggi (2024) cambio il...
lucas2 29 Aprile 2024 ore 19:32 2
Img enricoruggi
Buongiorno, ho una vecchia caldaia Vaillant a metano e presenta dei problemi come il blocco almeno 3 o 4 volte al giorno, allo spegnimento termosifoni tramite termostato esterno...
enricoruggi 29 Marzo 2024 ore 16:38 1
Img gianfi41
Posto un quesito idraulico: ho un problema di flusso acqua calda dal solo rubinetto del lavello bagno, mentre il lavandino cucina è ok così come il bidè e la...
gianfi41 07 Marzo 2024 ore 18:18 3