• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Prepararsi al trasloco senza stress

Il trasloco è un momento di grande travaglio: prepariamoci nel modo adeguato, per affrontarlo senza stress.
Pubblicato il
Indice dei Contenuti

Stress da traslocoGli psicologi annoverano il trasloco tra i momenti più travagliati che si attraversano nella vita.

Non è strano se si pensa che spesso il trasloco coincide con altri momenti fondamentali, come il matrimonio o la separazione o il trasferimento in altra città per motivi di lavoro.

Se si aggiunge, poi, che al cambiamento di casa si accompagna la ricerca di una nuovo abitazione o una ristrutturazione, si può capire come possa rappresentare un evento di grande stress.

Per evitarlo, basta organizzarsi per tempo, con un programma preciso di tutti i passi da seguire, ma senza porsi obiettivi troppo rigidi che, se non rispettati, potrebbero causare ulteriori nervosismi.

È importante, ad esempio, non saltare i pasti e il sonno per evitare di arrivare alla fine troppo stanchi e concedersi durante il periodo qualche momento di svago.

Il trasloco va articolato per fasi, considerando un po' di anticipo per evitare contrattempi.
La prima operazione, garanzia per conservare integri gli oggetti di casa, è effettuare un adeguato imballaggio.


Imballaggi per il traslocoPer prima cosa è necessario procurarsi un numero adeguato di scatole, di diverse dimensioni:
• piccole per i libri (30x40x40 cm);
• medie e robuste per gli oggetti fragili (35x45x45 cm);
• grandi (60x40x40).

Altro materiale occorrente:
• giornali quotidiani;
• plastica a bolle d'aria;
• nastro adesivo per pacchi;
• pennarelli.


Le scatole vanno riempite a misura: non troppo, per evitare che si sfascino, e non poco, per evitare che si schiaccino se impilate.

Su ogni scatola va scritto col pennarello il contenuto e il locale di destinazione, lateralmente, in modo che sia leggibile quando sono impilate.

Occorre avvolgere nella plastica a bolle piatti e oggetti fragili e nei fogli di giornale quelli che possono graffiarsi.

La maggior parte delle persone esegue da sé questa operazione, magari utilizzando le scatole fornite dalla ditta che si occupa del trasloco. In questo modo è possibile effettuare una cernita degli oggetti da trasportare e selezionare quelli che non è più necessario conservare.

Ditta di traslochiQuesto lavoro deve però essere incominciato molto tempo prima. In alternativa ci si potrà affidare allo stesso traslocatore che, eseguendo l'operazione in modo professionale, impiegherà uno o due giorni.

Si può scegliere anche la soluzione di compromesso di affidare alla ditta il solo imballaggio dei pezzi più fragili. In entrambi i casi il sovrapprezzo da pagare non sarà molto elevato.

Le aziende di qualità forniscono scatole nuove e quindi igienicamente sicure.
Alcuni forniscono anche scatole o bauli attrezzati con barre appendiabiti.


Noleggiare un furgonePer il disimballaggio si può fare un discorso analogo, affidando l'incarico al traslocatore, ma è importante essere presenti al momento per indicargli il luogo dove collocare ogni cosa, anche se alcune ditte forniscono un lavoro “chiavi in mano”.

I mobili trasportati sono, generalmente, smontati e rimontati dalla ditta. Se però è necessario effettuare delle modifiche per adattarli alla nuova casa, bisognerà rivolgersi ad un falegname.

Per effettuare gli allacciamenti necessari per lavatrice, lavastoviglie e lavello occorrerà, invece, rivolgersi ad un idraulico di fiducia.

Sarà poi necessario svolgere tutte le pratiche burocratiche per gli allacciamenti delle utenze presso gli enti erogatori di acqua, gas ed elettricità.

Non tutti, però si affidano ad una ditta di trasloco. Quando la casa è piccola, si ha buona volontà e si ha qualche amico disposto ad aiutare, si può semplicemente noleggiare un furgone e, al limite, anche guidarlo da sé.

A volte si è costretti a traslocare senza avere ancora la disponibilità di un nuovo alloggio. In questo caso i mobili possono essere lasciati in deposito presso i magazzini dei traslocatori, che spesso sono attrezzati con containers di legno o metallo.

riproduzione riservata
Prepararsi al trasloco
Valutazione: 5.25 / 6 basato su 8 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Danieleaurelio
    Danieleaurelio
    Giovedì 5 Novembre 2015, alle ore 17:39
    Se hai preparato il tuo trasloco casa seguendo i consigli suggeriti potresti richiedere un preventivo di trasloco su Alex Traslochi che permette infatti di ricevere delle offerte vantaggiose da ditte di trasporto specializzate nel trasloco casa.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.833 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simonestella
Buongiorno a tutti,vi spiego velocemente la mia situazione:a novembre traslocherò dal mio appartamento in una villetta, la cucina angolare che ho vorrei portarla in taverna...
simonestella 24 Giugno 2016 ore 17:31 6
Img undertherain
Ciao a tutti.Ho un kit multisplit formato da n°3 split e da n°1 unità esterna trial SAMSUNG:- Split 12000 BTU SAMSUNG AR12FSSYAWTNEU SERIE Y- Split 9000 BTU SAMSUNG...
undertherain 25 Luglio 2015 ore 13:06 1