Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Posti auto in condominio, cosa fare e come comportarsi

Posti auto in condominio: come gestire l'utilizzo del parcheggio condominiale, come comportarsi in caso di comportamenti abusivi e quali maggioranze in assemblea
- NEWS Regolamento condominiale

Posto auto condominiale


Motivo di accese discussioni in contesti condominiali sono le questioni afferenti al parcheggio condominiale.

Occupazione abusiva cortile comune, dubbi in merito alla distanza parcheggio da abitazione o comportamenti poco rispettosi di condomini per l’ utilizzo box auto come deposito, sono solo alcuni dei motivi più dibattuti, che sovente possono sfociare in annosi contenziosi.

Posto macchina
Conoscere le principali regole di comportamento per l’utilizzo di un posto auto, in particolare se sito in contesti condominiali, è dunque di fondamentale importanza.

È bene precisare che quanto in seguito verrà esposto, riguarda il parcheggio condominiale, ovverosia di proprietà di tutti i condomini, in quanto bene comune.

È di immediata evidenza che, nelle ipotesi in cui i parcheggi non siano condominiali, valgono regole diverse e, pertanto, al singolo condomino è riconosciuto il diritto all’uso esclusivo posto auto, che potrà garantire anche mediante installazione di dissuasori parcheggio area condominiale.


Differenza tra box privato e garage e differenza tra parcheggio e posteggio


Attualmente sussistono diverse soluzioni per garantire il parcheggio in cortile condominiale.

Se il Legislatore, nell’indicare il posto auto utilizza termini quali box, o aree destinate al parcheggio o autorimessa,nella prassi quotidiana si è soliti fare riferimento a termini diversi quali garage, spesso confondendo le differenze.

La differenza tra box privato e garage attiene essenzialmente alle dimensioni posto auto.

Il garage è solitamente un locale di proprietà che può ospitare anche più veicoli, poiché avente misure parcheggio auto più ampie rispetto al box ed è sovente collocato sotto il piano stradale, dedicato al parcheggio condominiale.

Il box auto definizione, di proprietà di singoli condomini, ha invece dimensioni di un posto auto (in particolare, la larghezza posto auto) nettamente inferiori tali da ospitare un solo autoveicolo.

Sussiste altresì una chiara differenza tra posto auto e autorimessa.

Per autorimessa si intende quell'area coperta destinata esclusivamente al ricovero, alla sosta e alla manovra degli autoveicoli con i servizi annessi.

Ulteriore motivo di confusione è dovuto all’indiscriminato utilizzo del termine parcheggio quale sinonimo di posteggio. In realtà, è possibile tracciare una chiara differenza tra parcheggio e posteggio.

Il parcheggio riservato ai condomini è uno spazio pubblico o privato destinato alla sosta dei veicoli. Il posteggio, invece, ha un significato più ampio in quanto è un luogo adibito alla sosta di vari tipi di veicoli e non solo.


Posti auto condominiali normativa


A seguito della riforma condominiale, l’art. 1117, al punto 2, contempla il parcheggio condominiale nel novero delle parti comuni dell’edificio condominiale.

Oltre tale precisa classificazione del posto macchina come parte comune, il codice civile non fornisce altri riferimenti normativi che disciplinino in maniera chiara la gestione e l’esercizio del diritto di parcheggio in area condominiale.

Ciò significa che, per conoscere i diritti e i doveri in merito, occorre fare riferimento al regolamento condominiale o a principi sanciti dalla spesso ondivaga giurisprudenza, in particolare, della Corte di cassazione.

Ciò nondimeno, pur non sussistendo per i posti auto condominiali normativa chiara, è possibile individuare regole generali di gestione del posto auto, che tuttavia, è bene precisare, possono essere derogate da diverse pattuizioni dell’assemblea condominiale.


Utilizzo del parcheggio condominiale


Come rilevato, salvo diversa previsione, il posto auto condominiale è considerato una parte comune e come tale può essere utilizzato da tutti i condomini, nel rispetto della destinazione d’uso e senza ledere o limitare il diritto degli altri condòmini di farne uso.

In caso di uso paritario fra i condomini, per eventuali piani di riparto delle spese per il rifacimento o la manutenzione del posto auto, occorre fare riferimento alle tabelle millesimali di proprietà.


Come usufruire del parcheggio condominiale?


Se si abita in un edificio con molti posti auto, verosimilmente, non vi dovrebbero essere troppe problematiche da gestire, ma se le misure parcheggio auto condominiale sono ridotte, come fare?
Come stabilire chi ha diritto di parcheggio in area condominiale?

È bene precisare sin dal principio che la legge non fornisce criteri direttivi in tal senso per regolamentare il diritto di parcheggio davanti casa.

È infatti, anche in questo caso, competenza dell’assemblea condominiale l’assegnazione posti auto in cortile condominiale e, dunque, è sempre l'assemblea a stabilire chi e come si ha il diritto di fruire del posto auto in condominio.

Di recente, la giurisprudenza maggioritaria sembra concorde nel ritenere che se i posti invece dei box hanno una dimensione minima, tale da non consentire a tutti i condomini il diritto di parcheggio in area condominiale, c'è bisogno di ricorrere ai criteri turnazione posti auto condominiali.

posto auto condominiale
Tale criterio di turnazione rappresenta un'applicazione concreta del principio di cui all’art. 1102 c.c. secondo cui ciascun proprietario può servirsi della cosa comune purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri condomini di farne pari uso.

I condomini avranno, pertanto, diritto di fruire a turno del parcheggio in cortile condominiale.

L’assemblea, viceversa, non ha il potere di escludere alcun condomino dal diritto di parcheggio in area condominiale.

Come garantire l’applicazione dell’utilizzo a turnazione del parcheggio condominiale?


Come rilevato, il Legislatore non è andato oltre la definizione dI parcheggio quale parte comune condominiale. Al fine di regolamentare l’utilizzo del posto macchina, occorre rifarsi al regolamento condominiale.

Qualora tale regolamento non contenga alcuna disposizione in tale senso, il condomino interessato all’applicazione del criterio di turnazione può fare richiesta direttamente all’assemblea condominiale, per l’adozione di tale sistema di assegnazione posti auto in cortile condominiale, con delibera assunta a maggioranza semplice, ovvero con la maggioranza degli intervenuti che rappresentino almeno la metà dei millesimi di cui all'art. 1136, secondo comma, c.c.


Posto auto in condominio le regole


Posto che il potere di disporre dell'area condominiale privata per il parcheggio compete esclusivamente all’assemblea condominiale, è possibile prevedere nel regolamento condominiale che il parcheggio sia destinato ad uso esclusivo dei condòmini.

Ciò significa che il parcheggio condominiale può essere impedito ai non residenti, con la conseguenza che per parenti, amici dei condomini non è possibile parcheggiare, evitando, dunque, il parcheggio di estranei nel cortile condominiale.

posto auto condominiale

Altra regola di solidarietà sociale, prevede il diritto per condomini disabili di avere assegnato gratuitamente un posto auto nel parcheggio condominiale.

Il D.M. del Ministero dei lavori pubblici n. 236/1989, stabilisce le dimensioni posto auto assegnato a un soggetto portatore di handicap.

Le dimensioni posto auto, in questi casi, devono avere le misure parcheggio auto pari ad almeno 1 ogni 50 o frazione di 50, di larghezza non inferiore a m 3,20.


Parcheggio abusivo in area condominiale


Come fare nel caso di un posto auto privato occupato abusivamente o senza titolo, o ancora come non far parcheggiare davanti casa?

In tali circostanze, è bene provare a esporre un avviso di non parcheggiare e a rivolgersi in primis all’amministratore di condominio.




Qualora tale tentativo non dovesse sortire l’effetto desiderato, l’amministratore può procedere all’invio di una diffida alla rimozione del veicolo parcheggiato nel posto auto senza titolo o, ancora, multare il condomino inadempiente o agire in giudizio per chiedere al giudice la rimozione forzata.

Distanze e parcheggi condominiali


Motivo di accese discussioni in ambito condominiale è il problema, relativo alle distanze da rispettare per il parcheggio delle auto dei condomini.

È importante premettere che si tratta di una tematica caratterizzata da lacune normative e da interventi giurisprudenziali, pronunciatesi in singoli casi specifici.

Distanze dei posti auto dal cancello, dall’edificio condominiale, spazio di manovra dal garage: situazioni diverse e soluzioni non sempre coerenti.

Distanza dal parcheggio all’edificio condominiale


Primo dubbio che spesse si pone sul tema riguarda la distanza che deve intercorrere fra l’auto parcheggiata e l’edificio condominiale.

Al riguardo, viene in soccorso l’art. 157, Codice della strada, che pur non potendo trovare applicazione esclusivamente per le aree non aperte al pubblico, si ritiene, per orientamento condiviso, applicabile anche al comparto condominiale.

Tale disposizione prevede che la distanza tra l'auto parcheggiata e l'edificio deve essere tale da assicurare il passaggio dei pedoni e, in ogni caso, non deve essere inferiore a un metro.

Distanze dal parcheggio alle aree garage


Distanze ancora diverse devono essere rispettate nel caso di auto parcheggiate in prossimità di garage. In tal caso, è necessario, in primis, garantire lo spazio di manovra per l’entrata e l’uscita libera.

Sul punto, è importante precisare che non sussiste una normativa chiara applicabile a casi del genere.

Distanze parcheggio condominiale
Il primo riferimento normativo che potrebbe trovare applicazione nel caso di specie è rappresentato dall’art. 3.6.3, Decreto ministeriale del 01.02.1986 (Norme di sicurezza antincendio per la costruzione e l’esercizio di autorimesse e simili) a norma del quale le corsie di manovra devono consentire il facile movimento degli autoveicoli e devono avere ampiezza non inferiore a 4,5 m, e a 5 m nei tratti antistanti i box, o posti auto, ortogonali alla corsia.

Anche se a un primo impatto tale norma sembra risolutiva della problematica, in realtà tale riferimento è applicabile a locali coperti destinati ad autorimesse, con la conseguenza che non può ritenersi applicabile in ambito condominiale.

A medesime conclusioni si giunge con riferimento al CDS, la cui applicazione in ambito condominiale, come rilevato, è controversa.

Alla luce di tali considerazioni, è evidente che in situazioni di tal genere trova applicazione il disposto di cui all’art. l’art. 1102 c.c., secondo cui ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto.

Non sussistendo una specifica normativa al riguardo, si ritiene non sussistente una distanza specifica. La possibilità di manovra in entrata e in uscita deve essere valutata nel caso concreto con l’aiuto di un tecnico, al fine di consentire il corretto bilanciamento fra il diritto al parcheggio e il diritto di manovra di altro condomino.

riproduzione riservata
Articolo: Posto auto condominiale cosa sapere
Valutazione: 5.80 / 6 basato su 5 voti.

Posto auto condominiale cosa sapere: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Paolo
    Paolo
    Sabato 15 Gennaio 2022, alle ore 09:35
    Vivo in un condominio di 7 unitá dove è presente un garage condominiale indiviso con soli 4 posti.
    Negli anni abbiamo sempre falto a turno senza difficoltà.
    Non disponendo più della macchina non ho più interesse a mantenere il mio turno in garage.
    Un altro condomino si è reso disponibile dietro corrispettivo economico ad acquistare il mio diritto.
    É possibile porre in essere un simile negozio?
    In caso di risposta affermativa che tipo di diritto andrei a cedere?
    Quota di proprietà o diritto d’uso?
    Nel primo caso potrei richiedere un ricalcolo del millesimi non avendo più diritti sul garage?
    rispondi al commento
  • Marco
    Marco
    Giovedì 25 Febbraio 2021, alle ore 13:17
    Se io parcheggio l'auto in uno spazio comune ma che si trova davanti ad un box di mia proprietà senza dare fastidio alle manovre degli altri condomini, mi puo' essere contestato?
    Inoltre se tale azione avviene da oltre 30 anni possiamo parlare di usocapione?
    rispondi al commento
  • Francesca
    Francesca
    Lunedì 30 Maggio 2016, alle ore 09:52
    Avrei bisogno di una precisazione riguardo l'uso improprio, a mio avviso, dello spazio antistante la porta basculante del box auto di tre condomini, nel palazzo in cui abito.
    Essi, sono soliti parcheggiare le loro seconde auto davanti le rispettive porte dei box auto, quindi nell'area di manovra, comune, e questo mi impedisce di fare agevolmente manovra giacché ho un'auto di grandi dimensioni e il box in una posizione poco comoda.
    Nello specifico, ho scritto e riscritto più volte all'amministratore per intervenire. lo ha fatto inviando un paio di lettere ai diretti interessati che hanno ignorato i solleciti.
    Rimettendo la questione all'ordine del giorno dell'assemblea, qualora si decidesse di votare e la maggioranza votasse contro lo spostamento delle auto (per evitare le spese del procedimento legale da intraprendere), chi tutela il mio diritto ad avere la possibilità di manovra agevole come tutti gli altri?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Condomina
      Condomina Francesca
      Domenica 11 Novembre 2018, alle ore 06:24
      Ha risolto il suo problema?
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
340.183 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Posto auto condominiale cosa sapere che potrebbero interessarti


Parcheggio condominiale: i turni sono legittimi?

Parti comuni - L'uso del parcheggio condominiale insufficiente ad accogliere le auto dei condomini può essere disciplinato dall'assemblea con i turni, vediamo la Legge cosa dice.

SUV e posti auto condominiali

Condominio - Chissà quante persone nella decisione sull?automobile d?acquistare fanno i conti con le dimensioni del proprio box o del proprio posto auto.Capita,

Parcheggio condominiale e servitù di parcheggio

Parti comuni - I parcheggio in condominio accende spesso liti, ma non è configurabile una servitù di parcheggio per due motivi molto semplici che andremo ad approfondire ora.

È legittima la trasformazione di parte del giardino in parcheggio condominiale?

Parti comuni - L'assemblea, con la maggioranza semplice, può deliberare la trasformazione di una piccola parte del giardino condominiale in parcheggio

Divieto di sosta in area condominiale

Parti comuni - Non è raro che i condomini lamentino la scorrettezza dei propri vicini che parcheggiano l'autovettura in modo tale da rendere difficoltoso il passaggio

Area cortiliva

Sistemazione esterna - Il cortile è un'area scoperta compresa i corpi di fabbrica di un edificio, destinata a varie funzioni e classificata come pertinenza e parte comune condominiale

Uso della cosa comune e divieto di parcheggio

Parti comuni - In un cortile condominiale ogni comproprietario, in assenza di norme e modalità d'uso, potrà trarre da quel parte il beneficio che ritiene migliore.

Parcheggio in condominio: posti auto scoperti

Parti comuni - Principali caratteristiche dei posti auto scoperti nei condomini, come vengono regolamentati, cosa dice la legge, cosa accade se sono in numero minore rispetto ai condomini?

Parcheggi in condominio e modifiche per posizionare i bidoni

Parti comuni - La trasformazione di una parte del parcheggio condominiale per alloggiare i bidoni della raccolta differenziata è un'innovazione? Che cosa dice la giurisprudenza?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img flv.castellani@gmail.com
Buongiorno,se possibile vorrei avere chiarimenti rispetto a questo problema:In un area condominiale, dove abito, c'è un parcheggio comune che è confinante con il mio...
flv.castellani@gmail.com 28 Giugno 2022 ore 06:33 5
Img silviag71
Buongiorno,la mia proprietà confina con un cortile condominiale, dal quale è divisa da un muretto e da una recinzione metallica che lo sovrasta, il tutto di mia...
silviag71 17 Marzo 2021 ore 17:57 1
Img bottadaniela
Buongiorno avrei bisogno di alcuni chiarimenti e ringrazio in anticipo. Ho acquistato un immobile lo scorso anno in una palazzina di 4 appartamenti. Annesso vi è un posto...
bottadaniela 18 Agosto 2020 ore 11:04 6
Img trixy
Buongiorno, vado subito al punto, un condomino ha abbandonato la propria auto inutilizzabile nel cortile condominiale, lasciandola lì per anni, parcheggiata sempre nello...
trixy 31 Ottobre 2019 ore 16:25 5
Img sabi1974
Nel 2015 ho acquistato un appartamento in un condominio edificato nel 2000 con 7 appartamenti ed un locale commerciale (vuoto da anni) al piano terreno.Chi mi ha venduto la casa...
sabi1974 19 Maggio 2016 ore 19:15 9