• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Pittura termica anticondensa: che cos'è e come funziona

Un modo per proteggere la nostra casa dalla formazione di muffa è la pittura termica anticondensa che grazie alla presenza di microsfere riduce lo scambio termico
Pubblicato il / Aggiornato il

Pittura termica anticondensa


Un prodotto di cui si parla sempre più frequentemente è la pittura termoisolante pensata per un aumento del benessere dell'abitazione.

L'isolamento termico è un'operazione molto delicata a cui prestare particolare attenzione per poter conseguire una diminuzione dei consumi energetici.

Pittura termoisolante
La formazione di muffa e condensa attanaglia molti edifici e accade perché l'aria umida, nel momento in cui entra in contatto con una superficie fredda, rilascia acqua.
A tal proposito, le pitture termiche vengono in soccorso, dando una mano nella protezione delle pareti e ostacolando la creazione di muffa e condensa.


La formazione di muffa e condensa


Spesso pur arieggiando o deumidificando l'ambiente, non si impedisce la formazione di muffa o condensa. Questo avviene perché si ha una bassa coibentazione degli ambienti che causa dispersioni termiche, condizione che influenza la nascita di muffa.

Sulla superficie di pareti non isolate in maniera adeguata vanno a crearsi delle piccole goccioline che facilitano lo sviluppo di colonie fungine.

Ciò accade in posti dove la circolazione dell'aria risulta ostacolata e la condensa non riesce ad asciugarsi.

Preparazione pittura termica
Una conseguenza dovuta alla muffa è il distacco di parti di intonaco o pitture, il deterioramento di mobili e le allergie che potrebbero causare all'uomo.

La soluzione per ovviare al problema consiste nella realizzazione di un perfetto isolamento delle pareti, intervento molto spesso troppo oneroso e talvolta impossibile.

È per questo che entrano in gioco le pitture anticondensa che, anche non risolvendo il problema alla base, diminuiscono i fenomeni accennati.


Pitture termoisolanti caratteristiche


La pittura anticondensa combina le caratteristiche delle vernici a quelle di isolamento, abbassando lo scambio termico tra esterno e interno e viceversa.
Il suo compito è agire sulle cause che provocano la comparsa di muffa.

La vernice anticondensa è un prodotto acrilico a cui vengono aggiunte sostanze additivanti tali da creare un film protettivo.
C'è la pittura termica con microsfere di ceramica e la pittura con microsfere di vetro cave (glass bubbles) che restano incorporate nello strato di pittura, formando un microcuscinetto di aria che ha funzione isolante.
Talvolta sono additivate anche con sostanze battericide a lento rilascio che diminuiscono notevolmente la creazione di muffa.

L'aumento della superficie dovuto alla rugosità della finitura innesca un aumento dello scambio termico convettivo che porta a un'agevolazione nell'asciugatura della condensa.

La sua applicazione è sia per esterni (migliorando le temperature interne), che per interni (bloccando gli sbalzi termici).

Vernice antimuffa e anticondensa a confronto


Pur sembrando lo stesso prodotto, esiste una sottile differenza tra pittura antimuffa e anticondensa.

La prima è adoperata per risolvere il problema della creazione di muffa sulle pareti, ha infatti la capacità, grazie ad alcuni biocidi presenti nella sua struttura chimica, di contrastarne la propagazione ma l'applicazione avviene a muffa già presente.

La pittura contro la formazione di muffa
La pittura isolante anticondensa invece agisce preventivamente, eliminando la possibilità che si crei la muffa. Inoltre, a differenza della prima, ha una durata maggiore.


Come si applica la vernice termica per muffa


L'applicazione è come le normali idropitture.
La diluizione con acqua varia dal 20% al 25% e sono necessarie due mani successive per fare in modo che il rivestimento risulti più spesso delle pitture tradizionali.



Inizialmente si prepara la base, eliminando eventuali residui di intonaco, poi si passa alla stesura dello stucco e all'applicazione del fissativo, tale da assicurare perfetta aderenza della pittura al muro.

Infine si stenderanno due mani di vernice termica a distanza di 12 ore circa ed eventualmente si rifinirà con una rasatura finale.


Idropittura termoisolante vantaggi e svantaggi


La pittura termica anticondensa ha numerosi vantaggi:

  • le pareti a cui si applica sono molto più calde;

  • la temperatura uniforme porta a una diminuzione della condensa;

  • è possibile beneficiare di un risparmio in bolletta, grazie all'aumento della temperatura interna;

  • le temperature delle pareti esterne esposte a nord saranno maggiormente uniformi;

  • l'ambiente risulterà più salubre.


Ci sono anche degli svantaggi da tenere in considerazione:

  • l'aumento della temperatura delle pareti è minimo (circa 0,4-0,8 °C);

  • anche la fonoassorbenza ha un aumento minimo.


Pittura anticondensa e cappotto termico


È importante precisare che la pittura anticondensa non può sostituirsi a un cappotto termico, nonostante apporti numerosi benefici all'ambiente.

Il cappotto è un sistema di isolamento che assicura l'eliminazione dello sbalzo termico ed è formato da diversi strati:

  • il collante: per far aderire il pannello al supporto;

  • il materiale isolante (come poliuretano o polistirene);

  • l'intonaco di base per proteggere il pannello da urti;

  • l'intonaco termoisolante di rifinitura.


Per capire meglio bisogna considerare la conduttività termica e la resistenza termica.
La conduttività termica (W/mK) rappresenta la capacità che ha un materiale di trasmettere o meno calore, un basso valore è caratteristica di un materiale isolante.

La resistenza termica (mqK/W) rappresenta invece la capacità che ha un materiale di contrastare la trasmissione del calore, più alto sarà il valore, maggiori capacità isolanti avrà un materiale.

CONSIGLIATO amazon-seller
Pittura termica anticondensa
€ 69.9
COMPRA


Questo significa che sarebbero necessarie molte mani di pittura termica per arrivare a raggiungere la stessa efficienza di un cappotto.

Quanto costa la pittura termoisolante


Il costo di una pittura termica anticondensa è lievemente superiore rispetto alle tradizionali idropitture, proprio per i vantaggi che assicura.
In genere il prezzo varia tra i 50 e i 150 euro.


Quale pittura usare per la muffa


Un prodotto interessante proposto dall'azienda Weber è weberpaint thermo, una tipologia di idropittura termoisolante anticondensa che resiste a funghi e muffe.
Grazie alla presenza di microsfere di vetro cave, ha la capacità di ridurre lo scambio termico e la creazione di condensa.

Weberpaint thermo di Weber
Munito di una grande capacità mascherante, weberpaint thermo è perfetto per ambienti altamente umidi come bagno o cucine e la sua azione è duratura nel tempo.

Ha poteri fonoassorbenti e migliora il benessere ambientale.
Può essere applicato su superfici in calcestruzzo, su intonaci e su gesso o cartongesso.


Tipologia di pittura isolante termico


Anche San Marco propone una tipologia di pittura termica antimuffa e anticondensa
Superconfort è un'idropittura lavabile antimuffa per interni capace di contrastare la formazione di condensa.

Pittura termica anticondensa Superconfort di San Marco
Ha un alto potere coprente e un effetto opaco tali da assicurare un aspetto omogeneo e è un prodotto che si asciuga in tempi brevi.

Combat 6000 è disponibile in tonalità chiare e pastello e ha un basso contenuto di VOC. Si può applicare su intonaci, pannelli prefabbricati e gesso o cartongesso.


Anticondensa pittura


Un'altra tipologia di pittura contro la muffa è consigliata da Nanotech Inside di Barozzi Vernici Srl.

Thermo-coll è un rasante in pasta certificato che possiede altissime proprietà termoisolanti.

Applicato su supporti edili verticali esterni e interni, trova utilizzo per trattare facciate che hanno problemi di spessore e in cui non è possibile la realizzazione di un cappotto tradizionale.

Thermo-coll di Nanotech Inside
Il suo uso è abbinato a materassini isolanti a basso spessore.
È capace di creare uno strato isolante sottile che consente la riduzione dei ponti termici e il miglioramento della trasmittanza.

Ideale per sottobalconi e spallette di finestre.

pittura anticondensa , pittura termica , pittura antimuffa , pittura termoisolante
riproduzione riservata
Pittura termica anticondensa
Valutazione: 4.44 / 6 basato su 9 voti.
gnews

Pittura termica anticondensa: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Claudiotermografia
    Nessuna Nessuna
    Giovedì 5 Luglio 2018, alle ore 11:58
    Assolutamente no non sono termiche ne termoisolanti, altroconsumo anit e altri hanno testato queste pitture rilevando di fatto la loro inconsisenza, un miglioramento di 0,4 °c non può essere considerato un effetto termoisolante, ne una correzzione di un ponte termico. Nessuno che fa uso delle Glass Bubbles fornisce un certificato di prova di trasmittanza o valori di resistenza termica.
    rispondi al commento
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Sabato 25 Febbraio 2017, alle ore 21:42
    Ogni prodotto ha dei tempi , superati i quali va rinnovato. Tutte queste infromazioni le trovi nelle schede tecniche del prodotto che deciderai di utilizzare !!
    rispondi al commento
  • Andrea
    Andrea
    Venerdì 24 Febbraio 2017, alle ore 16:05
    Ciao volevo chiedere ma queste pitture termiche una volta pitturato hanno delle scadenze o non viene più muffe per sempre?
    rispondi al commento
    • Matteo
      Matteo Andrea
      Domenica 26 Febbraio 2017, alle ore 10:46
      Cerco di chiarire alcuni aspetti.
      Il principio per il quale la pittura è "termica", non ha scadenza e non si esaurisce con il passare del tempo(le particelle di airia contenute nelle microsfere).
      I principi attivi antibatterici e antimuffa, hanno un inizio e una fine, che dipendono da quanto vengono sollecitati.
      Ultimamente questi principi vengono micro-incapsulati e per questo durano molto di più.
      Le nanoparticelle di Argento contenute in alcune pitture, tecnicamente non si esauriscono, ma non hanno uno spettro completo verso tutti i funghi conosciuti e per questo vengono mixati con altri principi.
      La muffa devi sapere per quali motivi si forma.
      Fondamentalmente la muffa ha bisogno di 3 condizioni per vivere e svilupparsi: umidità,luce,parte organica.
      La pittura lavora sul principio di ridurre la condensa causata dallo sbalzo termico, l'additivo antimuffa protegge la pittura e ne impedisce la crescita superficiale impedendo alla muffa di nutrirsi della parte organica rappresentata dai componenti della pittura stessa.
      MORALE: un tasso di umidità corretto nell'ambiente e un corretto modo d'uso degli ambienti, prolunga certamente la vita della pittura.
      Io personalmente mettendo la giusta pittura nella prima tinteggiatura, ha evitato per 22 anni di pitturare il bagno(aprendo la finestra prima di fare la doccia per smaltire meglio il vapore).
      Pitturando con la pittura sbagliata sono tantissimi i casi dove la gente ogni 1 o 2 anni rinfresca la pittura.
      rispondi al commento
      • Chiachiachia
        Chiachiachia Matteo
        Domenica 12 Maggio 2019, alle ore 01:59
        Per caso mi è capitato di riparare una superficie muraria con della vernice medio-normale, per farti svelare il segreto della lunga tenuta, un marchio, un tipo, un materiale posso ipotizzare che le vernici al sale siano più salubri?
        rispondi al commento
  • Nicodx@virgilio.it
    [email protected]
    Giovedì 18 Giugno 2015, alle ore 20:04
    Scusate volevo chiarire che il tecnico ha detto che non è colpa della pittura themopaint ma casomai di qualcosa che c'era sotto probabilmente ha reagito con la pittura preesistente che c'era già.... in sostanza è un caso unico mai successo prima.
    rispondi al commento
    • Eserg
      Eserg [email protected]
      Domenica 10 Maggio 2020, alle ore 17:47
      Mi sa che non sei l'unico con questo problema, nel mio caso sono passati 5 mesi dopo l'applicazione, e ora che è arrivato il caldo di sente la puzza forte tanto che fa venire il mal di testa e nausea, e viene dai muri si sente di più se avvicino il naso al muro verniciato:
      Volevo chiederti come hai risolto ?
      Hai dovuto toglierla o è passato tutto dopo un po'?
      rispondi al commento
  • Nicodx@virgilio.it
    [email protected]
    Mercoledì 17 Giugno 2015, alle ore 23:42
    Ho dato la pittura themopaint della barozzi a ottobre, all'inizio non c'era odore ma con l'arrivo del caldo si è cominciato a sentire un forte odore tanto che il tecnico della barozzi che è uscito ha detto che non è normale. Il risultato è che vorrei toglierla ma ne il pittore ne la barozzi si vogliono accollari la spesa. Onestamente non so più come fare...
    rispondi al commento
  • Matteobarozzi
    Matteobarozzi
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 12:27
    Ho dimenticato una cosa importante: il Thermopaint della Barozzi vernici(www.pitturatermica.com) è una pittura formulata con la nanotecnologia. Grazie a questo posso avere diversi vantaggi:-Influisce in modo positivo sullo I.A.Q. (indoor air quality)-è antumuffa e antibatterica-riduce la formazione di ponti termici-miglioramento dell'efficienza energetica-bassissimo VOC-facile applicazione con effetto finale liscio
    rispondi al commento
  • Gil86
    Gil86
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 09:50
    Grazie a te matteo per tutte queste informazioni così dettagliate!!!!!
    rispondi al commento
  • Matteobarozzi
    Matteobarozzi
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 07:31
    Buongiorno,con la linea Thermoline Nanotech inside (www.pitturatermica.com), possiamo tinteggiare esternamente scegliendo colori scuri, ma termoriflettenti.Inoltre con la linea Cool materials possiamo colorare anche tetti e coperture industriali, rendendoli così dei veri "cool roofs" diminuendo così il calore proveniente dall'alto.GrazieMatteo
    rispondi al commento
  • Matteobarozzi
    Matteobarozzi
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 07:22
    Buongiorno a tutti,le informazioni qui riportate sono corrette.Di seguito alcune considerazioni in ordine sparso ma utili a tutti.- visitate il sito www.pitturatermica.com (Thermopaint)- E' consigliabile farlo su tutte le pareti,soffitti compresi(abbiamo così un "effetto thermos")-solo bianco o colori molto chiari poiché le "sfere" non si fanno colorare.-NON ricoprire con altre pitture o decorativi di natura diversaGrazieMatte
    rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
346.178 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img .matteo
Buongiorno, ragazzi sono nuovo. Volevo delle delucidazioni essendo ignorante. In pratica la parete nord presenta muffa e ogni inverno mi tocca spruzzare prodotti per eliminarla.
.matteo 05 Maggio 2021 ore 15:22 2
Img nicolatenente2
Per cercare di arginare un bagno grande che è sempre freddo per ponti termici (ho provato di tutto) ho rimosso le piastrelle e messe 1 cm di calce clima Roefix, quindi una...
nicolatenente2 23 Ottobre 2020 ore 09:53 2
Img lurch
Buongiorno,mia madre ha dei problemi di muffa su due pareti che danno verso l'esterno nel suo appartamento.In particolare si è formata muffa dietro quadri e mobili che...
lurch 17 Novembre 2019 ore 17:30 10
Img veronicaurban
Buongiorno, stiamo facendo dei lavori di ristrutturazione in casa, in particolare nel bagno. Le vecchie piastrelle alle pareti non verranno eliminate (troppo costoso), ma verranno...
veronicaurban 12 Settembre 2019 ore 21:42 1
Img b.lore
Salve. Ho un problema con la stanza da letto: tre anni fa abbiamo aggiunto elementi al termosifone perché era la stanza più fredda; due anni fa ho dovuto fare i...
b.lore 20 Agosto 2017 ore 14:53 2