Pittura per esterni ai silossani

NEWS DI Materiali edili20 Luglio 2015 ore 17:43
Dati i loro numerosi vantaggi, le pitture silossaniche costituiscono una soluzione semplice e affidabile per la tinteggiatura delle facciate di edifici contemporanei.

Cosa sono le resine silossaniche


Le pitture silossaniche costituiscono una finitura di facciata semplice e affidabile. Dal sito dell'Azienda Lechler.Sul mercato, oltre alle tradizionali pitture a tempera (adatte solo per gli interni), a base di grassello di calce e ai silicati, si trova una vasta gamma di prodotti composti da resine organiche e/o materie plastiche: uno dei più interessanti sono le pitture silossaniche.

I silossani sono resine ricavate dalla silice (SiO2) con un processo di polimerizzazione, cioè una reazione chimica che porta alla formazione di molecole complesse (tra cui quelle della plastica) formate da una serie di parti uguali ripetute in sequenza. Oltre ai silossani, in queste pitture troviamo però anche le resine siliconiche o altri prodotti di origine organica, al duplice scopo sia di migliorarne le prestazioni, sia di favorirne una facile lavorabilità.


Pitture silossaniche: prodotti e tecniche di esecuzione


Le pitture silossaniche sono disponibili in colori molto vivaci. Da una brochure dell'azienda Sigma.Sul mercato si trovano perciò svariate formulazioni delle pitture silossaniche. Nel prodotto Q070311 Idropittura Silossanica Prof dell'Azienda Lechler (disponibile in una vasta gamma di tinte e sfumature) troviamo ad esempio cariche a base di quarzo, mentre la ditta Sigma del gruppo PPG ne propone due varianti: silossaniche pure e acril-silossaniche, in grado di esaudire qualsiasi esigenza.

In generale, il ciclo di applicazione comprende le fasi seguenti:

- accurata pulizia del supporto mediante spazzolatura, per togliere ogni traccia di materiali pulverulenti che potrebbero compromettere l'adesione della tinteggiatura;
- stesura di una mano di primer, che deve appartenere alla stessa linea della pittura prescelta;
- stesura a pennello o rullo della pittura (che in certi casi va diluita in acqua secondo le indicazioni del fabbricante) in due o tre mani, stese ad almeno 5-6 ore l'una dall'altra (il tempo di essicazione completa, comunque variabile in base alla temperatura e all'umidità dell'aria, è invece di circa 24 ore).


Applicazioni, vantaggi e svantaggi delle pitture a base di silossani


La migliore applicazione delle pitture silossaniche è la tinteggiatura delle facciate, perchè questi prodotti offrono numerosi vantaggi.

Infatti, la stesura è piuttosto semplice (simile a quella delle pitture lavabili), e perciò la tinteggiatura può essere eseguita anche da manodopera non specializzata o dallo stesso proprietario di casa .

Le pitture silossaniche sono molto adatte agli edifici contemporanei. Da una brochure dell'Azienda Sigma.

Inoltre, nelle condizioni ideali queste tinteggiature presentano un'ottima resistenza agli agenti atmosferici, e in particolare ai raggi ultravioletti e al dilavamento dell'acqua piovana: il colore tende quindi a rimanere inalterato per lunghi periodi, rendendo meno frequente la necessità di dover ritinteggiare la superficie, e perciò abbattendo le spese di manutenzione nel medio-lungo periodo.

Anche la comparsa di danni dovuti all'abrasione, e in generale al degrado da usura, viene ostacolata, e perciò questi prodotti risultano utilizzabili anche nelle parti basamentali degli edifici, rendendo sostanzialmente superflui i rivestimenti in pietra , cotto o intonaco cementizio.

Nelle giuste condizioni ambientali, sono infine permeabili al vapore acqueo e impermeabili all'acqua allo stato liquido: consentono dunque la corretta traspirazione della parete dall'interno verso l'esterno (ostacolando la proliferazione di muffe e impedendo il ristagno di umidità di condensa, con conseguente diminuzione del comfort ambientale), e viceversa impediscono all'acqua piovana o alla rugiada di impregnare la muratura, contribuendo nel medio periodo a ridurre il degrado degli edifici.

Tuttavia, occorre valutare attentamente in base alle caratteristiche dell'edificio (posizione, esposizione ai punti cardinali, materiali costitutivi...) quando il ricorso alle pitture silossaniche risulta davvero conveniente, perchè l'uso nelle posizioni e in ambienti sbagliati può annullarne tutti i pregi o perfino evidenziare alcune criticità.

Infatti, alcuni dei punti di forza di questi prodotti possono purtroppo trasformarsi in veri e propri difetti: ad esempio l'impermeabilità all'acqua e la permeabilità al vapore acqueo diventano problematiche in caso di forte umidità proveniente dall'interno degli edifici (magari dovuta alla presenza di un'infiltrazione in una tubatura dell'acqua o alla rottura di un pluviale incassato), perchè l'acqua non riesce a evaporare all'esterno e genera efflorescenze saline sotto allo strato di tinteggiatura, che ne causano dapprima il distacco e poi la caduta in piccole scaglie.

Inoltre, in presenza di pollini, spore e licheni i componenti della tinteggiatura producono ossalati, che, benché non dannosi in se stessi, possono comunque produrre antiestetiche macchie o vere e proprie patine, compromettendo l'aspetto generale della parete .

Infine, se non applicata correttamente, questa tinteggiatura tende a distaccarsi dal supporto, rendendone necessaria la rimozione e successiva ristesura, con ovvio dispendio di tempo e denaro.

Perciò, l'applicazione delle pitture silossaniche è sconsigliabile soprattutto:

- negli edifici storici: il loro aspetto e composizione chimica non risulta infatti particolarmente compatibile (anche dal punto di vista estetico) con i materiali, le tecniche costruttive e le colorazioni degli edifici tradizionali, e specialmente con la malta di calce;
- in presenza di pluviali incassati all'interno della muratura molto vecchi o non eseguiti a regola d'arte;
- in ambienti ed edifici con alti tassi di umidità interna, come saune, piscine, lavanderie, cucine industriali, eccetera.

Viceversa, in tutti gli altri casi rimangono invece una soluzione semplice e affidabile per rifinire una facciata.

riproduzione riservata
Articolo: Pittura resine silossaniche per esterni
Valutazione: 4.05 / 6 basato su 44 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Pittura resine silossaniche per esterni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Alberto
    Alberto
    Sabato 15 Aprile 2017, alle ore 15:32
    L'adesione, la facilità d'uso e l' uniformità di colorazione delle silossaniche è indicata per facciate fuori terra, cappotti di edifici, architetture moderne etc, ma ritengo sbagliato considerarle tecniche applicabili all'esterno in linea generale.
    Per facciate a terra, risanamenti antiumidità, edifici storici etc non mi sembra che sostengano la gradazione di traspirabilità dall'interno all'esterno che è richiesta in questo tipo di interventi.
    Del resto il principio di adesione filmante, seppur in presenza di un indice di traspirabilità basso (ma mai indicato con chiarezza e spesso difficile da reperire nelle schede tecniche) è di per se un freno vapore che che in presenza della spinta negativa del vapore, tipica delgli intonaci naturali a calce, della bioedilizia e del "buon costruire" in senso generale, finisce per "allentare l'adesione superficiale e comporta il degrado della pittura e ancor prima degli intonaci sottostanti.
    Credo che le pitture ai Silicati, seppur in assenza della controprova del tempo (sono un innovazione) siano le uniche che, per caratteristiche del processo di cristallizzazione solida, possano garantire, al pari delle più tradfizionali pitture al Latte di Calce.
    Se quello che indicano i produttori è il reale processo chimico di aggregazione all'intonaco sottostante, dovrebbero al pari della calce degradare col tempo, ma in nessun modo creare fessurazioni, distacchi etc.
     Resta da far intendere che il cristallo (sia di potassio che di calcite è di propria natura bi-rifrangente) pertanto quello che all'occhio (maldestro?) del committente o (impreparato?) del Direttore Lavori, può esser indicato come difetto, in realtà è la cromaticità "non statica" di queste finiture, cangianti al variare dell'incidenza della luce.    
    rispondi al commento
  • Domenico
    Domenico
    Lunedì 22 Agosto 2016, alle ore 14:40
    L'articolo è molto interessante e mi chiedevo se questo tipo di resine può essere applicato a muri esterni di cinta con una forte umidità esterna, e comunque qual'è la pittura migliore (più duratura, perchè il problema dell'umidità all'interno non è certo risolvibile con la pittura) da applicare a questo tipo di muri intonacati?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Pittura resine silossaniche per esterni che potrebbero interessarti
Pitture silossaniche

Pitture silossaniche

Come si ottengono le resine silossaniche e quali sono gli impieghi, ottima idrorepellenza, ottima permeabilità al vapor d'acqua e resistenza all'inquinamento.
Come scegliere la tinteggiatura delle facciate esterne

Come scegliere la tinteggiatura delle facciate esterne

Sul mercato sono ormai disponibili numerose tipologie di tinteggiature da esterni che differiscono per materiali, caratteristiche tecniche e texture superficiale...
Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?...
Come scegliere il colore esterno della casa

Come scegliere il colore esterno della casa

L'uso del colore in facciata deve essere attentamente controllato ed indirizzato, in relazione alla storia, allo stile e all'uso dei materiali dell'edificio.
Difetti delle opere di attintatura

Difetti delle opere di attintatura

Come evitare i difetti piu' comuni impiegando le pitture confezionate.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.261 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Honeywell controllo wi fi radiatori centralizzato evohome
    Honeywell controllo wi fi...
    564.00
  • Ideal standard sanitari sospesi bagno vaso wc
    Ideal standard sanitari sospesi...
    298.00
  • Inferriata in quadro base Mantova
    Inferriata in quadro base mantova...
    140.00
  • Piantone per cancellata
    Piantone per cancellata...
    15.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.