Consigli per la coltivazione e la cura del Pisello odoroso

NEWS DI Piante11 Agosto 2017 ore 09:29
Con la sua forma elegante ed il profumo intenso, il Pisello odoroso è una pianta amante del clima temperato, adatta a decorare sia i terrazzi che i giardini.

Caratteristiche del Pisello Odoroso


Il Pisello Odoroso, conosciuto anche col nome scientifico di Lathyrus Odoratus, è una pianta annuale erbacea di tipo rampicante, appartenente alla famiglia dei Piselli.

Originaria dell’Europa Meridionale, questa specie presenta dei fusti eretti e slanciati che possono arrivare anche a 180 cm di altezza.

Varietà di Pisello Odoroso da gardenofeaden.blogspot.it
Le foglie sono formate da due foglioline verde chiaro mentre i fiori, che sbocciano tra la primavera e l’estate, hanno la forma di una farfalla e sono uniti in grappoli, con diversi colori, dal bianco al rosa fino a rosso, al viola e al giallo.

A rendere unico e particolarmente affascinante il Pisello Odoroso, sono la consistenza leggera dei boccioli, somiglianti a dei tulle, e il profumo gradevole e avvolgente.

Bocciolo lilla di Pisello Odoroso da PinterestGrazie al suo aspetto raffinato e notevolmente decorativo, il Pisello Odoroso viene impiegato spesso in composizioni floreali di ogni tipo e per i bouquet.

Nonostante le caratteristiche che la rendono senza dubbio una varietà adatta ad abbellire i terrazzi e i giardini della casa , questa pianta non è stata mai tenuta in gran conto in Italia, dove la sua coltivazione è abbastanza rara.

Il Pisello Odoroso è invece molto diffuso nel Regno Unito dove, già dal suo arrivo nel XVIII Secolo, venne apprezzato soprattutto per la sua grazia e per la molteplicità dei colori.

Per questo, i fiorai anglosassoni iniziarono subito a ibridare la pianta, ottenendo nuove specie dalle forme e dagli accostamenti cromatici inediti, da utilizzare a scopo ornamentale soprattutto negli spazi esterni delle abitazioni.


Mix di fiori di Pisello Odoroso da suttons.co.uk

Mix di fiori di Pisello Odoroso da suttons.co.uk

Mix di fiori di Pisello Odoroso da suttons.co.uk
Pisello Odoroso bianco da fiftyflowers.com

Pisello Odoroso bianco da fiftyflowers.com

Pisello Odoroso bianco da fiftyflowers.com
Bocciolo di Pisello Odoroso da macgardens.org

Bocciolo di Pisello Odoroso da macgardens.org

Bocciolo di Pisello Odoroso da macgardens.org
Pisello Odoroso in prato da petpoisonhelpline.com

Pisello Odoroso in prato da petpoisonhelpline.com

Pisello Odoroso in prato da petpoisonhelpline.com
Mazzo di Pisello Odoroso da rareseeds.com

Mazzo di Pisello Odoroso da rareseeds.com

Mazzo di Pisello Odoroso da rareseeds.com

Dall’Inghilterra, la coltivazione del Pisello odoroso si diffuse presto anche in Francia, tornando poi a essere coltivato anche in Italia, specialmente nelle regioni settentrionali.

Coltivazione del Pisello Odoroso


Per far crescere al meglio il Pisello Odoroso, in vaso oppure in giardino , è necessario prestare molta attenzione alle esigenze della pianta.

Pisello Odoroso lilla da gardenclinic.com
L’esposizione, ad esempio, deve essere preferibilmente in pieno sole, nonostante il Pisello odoroso sia in grado di svilupparsi anche in zone parzialmente ombreggiate.

Il terreno ideale è molto ricco e ben drenato. È consigliato aggiungere del concime organico al terriccio per migliorare la vegetazione, che si presenterà con un aspetto più compatto se la pianta verrà seminata in zone differenti del giardino.

Pisello odoroso rosso da http://homes.winnipegfreepress.com
Prima della messa a dimora, invece, la zona prescelta dovrà essere preparata in anticipo scavando in profondità e collocando sul fondo della ghiaia unita a del concime ricco di fosforo e di potassio, così da creare uno strato drenante e fertile.

Mix di Pisello odoroso da venditapianteonline.itQueste indicazioni sono valide sia per la messa a dimora in piena terra che in vaso; in quest’ultimo caso, bisognerà però avere una maggiore cura del drenaggio, che dovrà essere favorito da uno strato di ghiaia particolarmente spesso unito ad argilla espansa.

Il concime presente sul fondo, inoltre, dovrà essere mescolato a un’abbondante quantità di sabbia.
La moltiplicazione del Pisello Odoroso avviene per seme, generalmente in primavera, tra marzo e aprile, oppure in autunno.

Se si sceglie la stagione autunnale, sarà possibile ottenere delle piantine sviluppate a inizio primavera e la fioritura durerà più a lungo, per circa due mesi. La semina primaverile è invece consigliata in zone dal clima rigido.

La germinazione della pianta richiede dei tempi abbastanza estesi, dal momento che la copertura del seme possiede una consistenza molto rigida, ma è possibile cercare di accelerare il processo in due modi:

- il primo consiste nel conservare i semi di Pisello Odoroso in acqua tiepida per almeno una notte, avendo però cura di applicare sulla semenza del fungicida per evitare la formazione di marciumi sulla radice del futuro germoglio;

- in alternativa, è possibile incidere delicatamente il seme con un coltellino, possibilmente dalla parte opposta rispetto a quella dell’occhio.

I semi, una volta pronti, dovranno essere collocati o su un vassoio alveolare abbastanza ampio da contenere le radici fino alla messa a dimora finale, oppure in piccoli vasi, a una profondità di mezzo centimetro.

Il substrato migliore per la semina è senz’altro costituito da torba o da terriccio arricchito con sabbia e perlite. Il seme, infine, può essere coperto utilizzando della vermiculite, che contribuirà a mantenere il giusto livello di umidità del terreno.


Semi di Pisello Odoroso


I semi di possono essere acquistati online oppure in sede presso tutti i vivai.

CONSIGLIATO
Pisello odoroso JUST SEED
Parte della gamma "La differenza è justseed" sementi...
prezzo € 1,10
COMPRA



Su Amazon, ad esempio, si può usufruire di offerte speciali sulle semenze tradizionali, mentre sul sito di Vendita piante online sono disponibili interessanti mix che comprendono varietà ornamentali di Pisello Odoroso di vari colori: bianco, rosa, lavanda e porpora.
Sul portale sono inoltre disponibili preziose indicazioni da seguire durante la semina.


Manutenzione e cura del Pisello odoroso


Le piante di Pisello Odoroso, una volta cresciute, hanno bisogno di essere innaffiate in modo regolare, specialmente nei mesi più caldi. Durante le irrigazioni, bisognerà cercare di non far asciugare troppo il terreno, che dovrà risultare sempre un po’ umido ma mai zuppo.

Ogni dieci o quindici giorni, è poi consigliato aggiungere del concime per piante da fiore all’acqua dell'innaffiatura.

Il Pisello Odoroso color fucsia
Per mantenere sempre forte e in salute il Pisello odoroso, è necessario eseguire con frequenza delle cimature, soprattutto durante i primi mesi di vita della pianta.

Una cimatura iniziale può avvenire subito dopo lo sviluppo delle prime due foglie, inserendo profondamente nel terreno un tutore ramificato di altezza minima di 15 cm.

Una particolare attenzione va poi dedicata alla cura del Pisello Odoroso in inverno, nelle zone dal clima rigido, dove è necessario mettere la pianta in una serra fredda e ben aerata per evitare la formazione di umidità eccessiva.

Pisello Odoroso rosa da rareseeds.com
Molto importante per il benessere della pianta è anche l’eliminazione periodica di tutte le parti secche, operazione che garantisce alla specie vigore e longevità.

Ad attaccare il Pisello Odoroso, infine, sono soprattutto parassiti come gli afidi mentre è molto pericoloso il marciume radicale che può compromettere e minacciare la vita stessa della pianta.


Bouquet di Pisello Odoroso


Profumati, dall’aspetto leggero e vaporoso e con sfumature di colore molto tenui, i fiori di Pisello Odoroso si prestano molto bene a tutti i tipi di composizioni floreali e in particolar modo per bouquet nuziali estivi.

Bouquet di Pisello odoroso da loveflowers-com.au

Per ottenere fiori più grandi e quindi adatti a tutte le creazioni floreali, compresi i bouquet, si consiglia di coltivare la pianta in filari, seguendo una procedura ben precisa.

Innanzitutto sarà necessario costruire dei supporti utilizzando un paio di pali a forma di T, da distanziare sul terreno l’uno dall’altro.

Pisello Odoroso candido da 420chan.blogspot.comA questo punto, bisognerà tendere dei fili a cui legare delle canne che, a loro volta, faranno da sostegno alle piante.

Quando queste saranno arrivate all’altezza della cima, dovranno essere slegate e poi legate a una nuova canna più alta, in modo da poter crescere ulteriormente.

Esempi di bouquet già pronti, dal carattere unico ed estremamente elegante, sono proposti dal Flower designer napoletano Roberto Di Guida.

Giovane fiorista con esperienza decennale e soprattutto con una grande passione per i fiori, Di Guida offre composizioni curate nei particolari ed arricchite da idee e materiali estremamente innovativi.

Oltre ai bouquet nuziali, Di Guida Fiori offre anche la vendita al dettaglio di fiori e piante e, nella sezione wedding, la progettazione di addobbi floreali personalizzati ed accessori per testimoni e damigelle.

riproduzione riservata
Articolo: Pisello odoroso: coltivazione e cura
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Pisello odoroso: coltivazione e cura: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Pisello odoroso: coltivazione e cura che potrebbero interessarti
Piante rampicanti da esterno, come scegliere

Piante rampicanti da esterno, come scegliere

Giardinaggio - Le piante rampicanti, fiorite o sempreverdi, sono un importante elemento d'arredamento per il giardino. Possono costituire una siepe o coprire una parte di muro.
Coltivazioni in scatola curiose

Coltivazioni in scatola curiose

Giardino - Coltivare in scatola? Dopo i terrari, sembra sia l'ultima moda. E a quanto pare, se ci si vuole sbizzarrire, si trova un po' di tutto, come alcuni kit a metà strada tra un orto e un giocattolo.
Le fasi lunari in giardino da Marzo a Maggio

Le fasi lunari in giardino da Marzo a Maggio

Giardinaggio - Che la luna con le sue fasi influenzi gli organismi viventi è noto da millenni, la cultura agricola ha redatto un vero e proprio calendario per le piante.

Sovescio nell'orto

Giardino - Per fertilizzare e arricchire di sostanze nutritive tutte naturali il terreno del nostro piccolo orto, possiamo utilizzare la tecnica agricolturale del sovescio.

Lavori in giardino di aprile

Giardinaggio - Il mese di aprile segna, per gli appassionati di giardinaggio, un periodo denso di attività, in cui si gettano le basi di ciò che sarà il giardino in futuro.

Lavori in giardino di novembre

Giardinaggio - In questo periodo dell'anno il giardino deve essere opportunamente preparato ad affrontare i mesi più freddi: vediamo quali sono i lavori da fare a novembre.

Lavori in giardino di maggio

Giardinaggio - Il mese di maggio segna il risveglio vegetativo di varie specie di piante ed inizia un periodo di intensa attività per chi si dedica alla cura degli spazi verdi.

Lavori in giardino di ottobre

Giardinaggio - Nel mese di ottobre ci sono molti lavori da fare, fondamentali per avere un bel giardino fiorito in primavera, tra cui la messa a dimora nuove essenze.

Lotta ai parassiti utilizzando le coccinelle

Giardinaggio - Per eliminare in modo naturale i parassiti che infestano le piante del vostro giardino esiste un metodo completamente naturale, che consiste nell'utilizzo di coccinelle.
REGISTRATI COME UTENTE
293.135 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tenda bouquet 160x300
    Tenda bouquet 160x300...
    420.00
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Pensiline.net
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.