Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Usi progettuali e definizione commerciale della pietra naturale

NEWS Soluzioni progettuali11 Maggio 2015 ore 14:53
Con la definizione commerciale di pietra si intendono tutte le rocce non lucidabili utilizzate in edilizia, tra cui ad esempio il tufo, l'arenaria e il basalto.
pietra naturale , arenaria , pietra serena , tufo

Definizione commerciale di pietra


Nel linguaggio corrente, riferendosi alla pietra si intendono due cose molto diverse: nell'uso di tutti i giorni, qualsiasi roccia o perfino i mattoni di laterizio (chiamati appunto pietre in alcune località), mentre nel gergo commerciale, tutti i materiali lapidei di origine naturale non lucidabili.


Rocce comprese nella definizione commerciale di pietra


In questa definizione rientrano perciò svariate rocce molto diverse per colore, consistenza, origine (magmatica, sedimentaria o metamorfica) e caratteristiche tecniche.

Tra le più comuni abbiamo:


Arenaria


Il Palazzo Vecchio di Firenze, interamente costruito in pietra arenaria.Dal punto di vista petrografico, l'arenaria è una roccia sedimentaria formata dall'accumulo e successiva compattazione di sabbia.

Spesso ricca di piante e animali fossili, si caratterizza per una consistenza abbastanza friabile e una tinta giallastra variabile dal beige al color nocciola. É purtroppo particolarmente sensibile al degrado dovuto all'inquinamento atmosferico, e in particolare alla formazione di croste nere e alla corrosione delle piogge acide.

Facilmente reperibile in natura, costituisce uno dei materiali da costruzione più diffuso nell'edilizia storica di molte città come Firenze: l'intero Palazzo Vecchio è infatti costruito con questo materiale.

In alcune località - tra cui Siena - viene erroneamente definita tufo.


Pietra serena


Esempio di lavorazione della pietra extra dura del Bucine®: subbiatura (rigatura) a spina fiorentina. Dal catalogo dell'Azienda Berti Sisto & C.La pietra serena è una particolare varietà di arenaria, dal colore grigio brillante con piccole scaglie luminescenti dovute alla presenza di cristalli di mica, grana da fine a grossolana, una minore porosità rispetto all'arenaria comune, e infine buona resistenza meccanica.

Molto diffusa in Toscana, ne esistono due tipologie: l'arenaria di Monte Modino, a grana medio-fina, estratta in numerose cave a nord di Firenze (e in particolare a Fiesole, Settignano e nella Valle del Mugnone), e l'arenaria Macigno, a grana più grossolana e molto comune a sud del capoluogo toscano (ne esistono giacimenti ad esempio a Lastra a Signa, Impruneta e nel Chianti).

Tuttavia, in Italia si trovano numerose altre qualità di arenaria grigia, di aspetto e caratteristiche analoghe alla pietra serena, tra le quali possiamo ricordare la cosiddetta pietra di Montovolo estratta sull'appennino bolognese.

La pietra serena viene selezionata per compattezza, resistenza e grana uniforme.


Conglomerati


Chiamate anche ruditi, si tratta di rocce di aspetto eterogeneo, che, nella formazione di una roccia sedimentaria a matrice compatta, in pratica costituiscono lo stadio evolutivo precedente a quello delle brecce e puddinghe: infatti, in questo materiale i ciottoli e la ghiaia (a seconda dei casi di forma irregolare oppure arrotondata) sono ancora perfettamente riconoscibili, sebbene immersi in una matrice di arenaria, e spaccando la roccia talvolta si riescono perfino a estrarre e staccare.

É quindi una pietra abbastanza scadente e con una scarsa resistenza meccanica, che tuttavia in passato è stata utilizzata anche per la costruzione di murature o elementi architettonici come colonne, capitelli, colonnini e bancali.


Basalto


Un blocco di basalto. Dal catalogo dell'Azienda Romana Selciati s.r.l.Il basalto è una roccia effusiva di origine vulcanica, cioè lava solidificata molto velocemente a contatto con l'aria o l'acqua.

Di colore tendenzialmente scuro (grigio o addirittura nero), è molto duro e compatto, scarsamente poroso e dotato di un'ottima resistenza all'usura e agli sforzi di compressione.

In Italia è ovviamente molto comune nelle principali zone vulcaniche, tra cui il golfo di Napoli, l'Etna e le Isole Eolie.


Tufo


Elementi in tufo per la costruzione di edifici. Dal catalogo dell'Azienda Marmi ZEM.Il tufo è una roccia di origine vulcanica, derivante non dalla solidificazione delle colate laviche (come avviene appunto per il basalto), ma dalla compattazione dei prodotti piroclastici, e cioè della cenere e dei lapilli.

É generalmente leggero, facilmente lavorabile e caratterizzato da una struttura molto porosa e di aspetto spugnoso, con pori e cavità di varia misura.

La varietà più comune è giallastra, ma ne esistono anche di colore verde (molto abbondante sull'Isola di Ischia), bruno o violaceo (visibile nei pressi di Teano in provincia di Caserta), grigio (estratto anche a Nocera) e rosso.


Usi progettuali della pietra


Come già anticipato, queste rocce sono molto eterogenee, e perciò presentano caratteristiche tecniche e meccaniche molto diverse: anche i possibili usi coprono quindi le esigenze più svariate, e ciascuna roccia si è specializzata per un impiego particolare.

Un tipico vialetto da giardino in pietra.Uno degli usi più comuni del tufo, soprattutto nel Lazio e in Campania, è la costruzione di edifici. A tale scopo, la roccia viene tagliata in blocchi a forma di parallelepipedo con dimensioni standardizzate (ne vediamo alcuni nel catalogo dell'Azienda Marmi ZEM), che formano murature leggere e resistenti al fuoco, ma non adatte a edifici molto alti. É inoltre possibile eseguire recinzioni, muri di contenimento per terrapieni e bordure di aiuole.


L'arenaria gialla e la pietra serena si prestano bene all'esecuzione di rivestimenti esterni, e - nel caso della pietra serena - di arredi da giardino come panche, fioriere e fontane, e soprattutto di pavimentazioni esterne: le strade del centro storico di molte città toscane, tra cui Siena e Firenze, sono infatti pavimentate da grandi lastre di questo materiale, appositamente lavorate con una serie di fenditure a forma di V per renderle meno scivolose in caso di pioggia o formazione di ghiaccio. L'Azienda Berti Sisto & C. si è specializzata proprio in questo genere di prodotti.

Anche il basalto è molto adatto alla formazione di pavimentazioni da esterni (in lastre o cubetti), scale o bordure per marciapiedi: l'Azienda Romana Selciati s.r.l. propone una vasta gamma di elementi adatti per ogni esigenza, tra cui ovviamente la realizzazione di vialetti da giardino.

riproduzione riservata
Articolo: Pietra naturale
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 3 voti.

Pietra naturale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
316.408 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Pietra naturale che potrebbero interessarti


Caratteristiche, usi e lavorazione della Pietra Serena

Materiali edili - La pietra serena è una pregiata varietà di arenaria grigia tipica soprattutto della Toscana, molto amata per i suoi usi in architettura, scultura o arredamento.

Muri e rivestimenti parietali con pietre a spacco senza malta

Affittare casa - I muri a secco si inseriscono armoniosamente nel paesaggio e sono molto adatti per la costruzione di recinzioni e muri di contenimento in pendii e terrazzamenti.

Materiali e idee per rivestire una scala interna in muratura

Scale - Si può rimodernare la scala interna della propria abitazione ormai obsoleta scegliendo un nuovo rivestimento in marmo, legno, ietra naturale o gres porcellanato.

Pareti stupefacenti

Pavimenti e rivestimenti - Superfici da ammirare. Anche le pareti di un ambiente oggi diventano elemento d?arredo allo stato puro. Il merito, questa volta, non è delle variopinte

La pietra Pece

Arredamento - Dall'unione della pietra calcarea e degli idrocarburi presenti nel sottosuolo si ottiene un materiale naturale dalle caratteristiche uniche.

Pietra sintetica

Progettazione - Difetti e pregi di un prodotto largamente impiegato.

Naturalità della pietra nel gres porcellanato

Pavimenti e rivestimenti - Riprodurre gli effetti naturali della pietra da rivestimento adoperando i materiali ceramici è oggi possibile e consuetudine diffusa, come dimostrano

Pavimenti e rivestimenti effetto pietra

Pavimenti e rivestimenti - Perchè scegliere un rivestimento effetto pietra piuttosto che uno in pietra vera? E come provvedere alla pulizia? Eccovi qualche consiglio ed un po' di novità.

Acqua e pietra per il bagno

Bagno - L'acqua e la pietra sono due elementi naturali.L'acqua rappresenta un elemento che quotidianamente contribuisce a purificare e rigenerare l'organismo.La
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ormao75
Buongiorno, ho acquistato delle piastrelle decorative costituite da tasselli di pietra naturale pre-incollati e vorrei posarle io, ho anche preso una buona colla (Mapei Keraflex...
ormao75 29 Aprile 2020 ore 09:03 2