Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Proroga del Piano Casa Marche

NEWS Piano casa17 Febbraio 2017 ore 10:16
Anche le Marche concedono un'ulteriore proroga del Piano Casa al 31 dicembre 2018. Vediamo i contenuti della L.R. 22/2009 e le novità introdotte dalla L.R. 26/2016.

Proroga del Piano Casa Marche


La Regione Marche proroga la scadenza del Piano Casa e lo fa posticipandola alla data del 31 dicembre 2018, diversamente da quanto previsto nella Legge regionale n. 22/2009 e ss.mm. ii.

La modifica della data di scadenza e altre novità in materia sono state introdotte con la Legge Regionale n. 26 del 25 novembre 2016, «Modifiche alla legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 Interventi della regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile e alla legge regionale 4 dicembre 2014, n. 33 Assestamento del bilancio 2014, pubblicata sul B.U. n. 133 del 7 dicembre 2016».


Piano Casa Marche

Piano Casa Marche

Piano Casa Marche
Piano Casa Regione Marche contenuti

Piano Casa Regione Marche contenuti

Piano Casa Regione Marche contenuti
Piano Casa Marche norma

Piano Casa Marche norma

Piano Casa Marche norma
Piano Casa Regione Marche sottotetti

Piano Casa Regione Marche sottotetti

Piano Casa Regione Marche sottotetti
Piano Casa Regione Marche procedure

Piano Casa Regione Marche procedure

Piano Casa Regione Marche procedure

Vediamo quali sono gli aspetti che rimangono invariati e le sostanziali novità introdotte dalla nuova legge.


Contenuti e novità del Piano Casa della regione Marche


La Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22, «Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l'occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile», ha introdotto la possibilità di effettuare interventi di ampliamento o demolizione e successiva ricostruzione di edifici residenziali e non, di proprietà pubblica e privata.

Per quanto riguarda l'ampliamento di edifici a destinazione residenziale l'aumento è consentito nel limite del 20% della volumetria esistente, e fino ad un massimo di 200 mc, anche per immobili ricadenti in aree agricole.

Gli immobili che presentino una superficie complessiva inferiore agli 80 mq possono essere ampliati fino al raggiungimento della superficie utile netta prevista dalla Legge 5 agosto 1978, n. 457 (Norme per l'edilizia residenziale).

Per gli edifici non residenziali situati nelle zone omogenee a destinazione industriale, artigianale, direzionale, commerciale e agricola l'ampliamento concesso è pari al 20% massimo della Superficie Utile Lorda.

Piano Casa Marche
Alcune novità, introdotte dalla L.R. 33/2014, rimangono invariate: per gli edifici situati in zona agricola, non dotati di valore storico e architettonico, è possibile accorpare la volumetria degli accessori di pertinenza per una superficie massima di 100 mq, anche con cambiamento della loro destinazione d'uso. Nella Legge 22/2009 e ss.mm.ii. il limite era fissato a 70 mq.

Tutti gli interventi di ampliamento previsti nell'art.1 sono finalizzati al miglioramento delle prestazioni dell'edificio a livello energetico.

L'articolo 1 bis, sempre introdotto dalla L.R. 33/2014, è dedicato al recupero dei sottotetti: oltre all'ampliamento, già previsto, viene introdotta la possibilità di trasformazione dei sottotetti mediante recupero a fini abitativi, purché sia assicurata un'altezza media non inferiore a 2,40 metri per gli spazi ad uso abitativo, e a 2,20 m per gli spazi accessori e di servizio. Per gli immobili situati all'interno di centri storici non è possibile intervenire sulle altezze complessive, modificando falde o linee di gronda.


Una prima ed importante novità che riguarda sia l'ampliamento che gli interventi di demolizione e ricostruzione è contenuta nell'art. 2 della L.R. 26/2016: in caso di interventi strutturali volti ad un adeguamento sismico del fabbricato, è prevista una premialità del 15% sulla superficie utile lorda o sul volume.

In caso quindi di ampliamento si può arrivare ad un bonus complessivo del 35% della superficie utile lorda realizzabile.

All'art.2 vengono analizzati gli interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici residenziali e non.

Per quanto riguarda gli edifici residenziali, è consentita la demolizione anche integrale e la ricostruzione, con esclusione di quelli situati in zona agricola, che necessitano di essere rinnovati e adeguati sotto il profilo della qualità architettonica.

La ricostruzione può contemplare anche forme architettoniche diverse da quelle preesistenti.

I parametri da rispettare sono i seguenti: l'ampliamento è consentito nel limite del 35% della volumetria esistente da demolire, qualora si ottenga un aumento del 15% dell'efficienza energetica dell'edificio, oppure nel limite del 40% della volumetria esistente, qualora si raggiunga il punteggio 2 della versione sintetica del Protocollo Itaca Marche.

Come sopra descritto, anche per la demolizione e ricostruzione è prevista una premialità del 15% sul volume realizzabile in caso di adeguamento sismico del fabbricato.

Sia l'ampliamento che la ricostruzione sono concessi anche su immobili di proprietà pubblica, con l'obiettivo di restituire alla collettività strutture più sicure e al passo coi tempi.

Gli interventi sopra descritti si applicano agli edifici in corso di ristrutturazione o ultimati alla data del 31 dicembre 2008.

Sono esclusi dalla possibilità del ricorso al Piano Casa Marche gli immobili ricadenti in centri storici -fatto salvo quanto previsto dall'articolo 1 bis e dal comma 3 dell'articolo 2-, in terreni con probabilità di esondazioni o frane, in parchi e riserve naturali, su aree inedeficabili, e gli immobili parzialmente o totalmente abusivi.

I contributi di costruzione, qualora dovuti, sono ridotti del 20% per la porzione in ampliamento, mentre per gli interventi di demolizione e ricostruzione sono determinati in ragione dell'80% per la parte eseguita in ampliamento e del 20% per la parte ricostruita.

Piano Casa Marche interventi di adeguamento
Infine, un'importante novità sempre introdotta dalla L.R. 26/2016 è contenuta all'art. 4 e prevede la sostituzione dell’articolo 35 della l.r. 33/2014.

In sostanza si tratta dell'attuazione art. 2 bis del Testo Unico dell'Ediliza D.P.R. 380/2001 che prevede la possibilità, negli edifici esistenti, di realizzare, nell’ambito della definizione o revisione di strumenti urbanistici comunque funzionali ad un assetto complessivo e unitario o di specifiche aree territoriali, interventi edilizi in deroga ai limiti di cui all’articolo 9 del decreto del Ministero dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, fermo restando il rispetto delle norme del Codice Civile o della disciplina di tutela degli edifici di valore storico, architettonico e culturale.

Vedremo, se come già successo in precedenza, la Corte Costituzionale si pronuncerà su tale articolo.


Procedimento per accedere al Piano Casa Marche


I titoli abilitativi edilizi richiesti sono quelli previsti dal D.P. R. N° 380/01, Permesso di Costruire e Segnalazione Certificata Inizio Attività; la pratica deve essere predisposta da un tecnico abilitato il quale redigerà una relazione che asseveri, relativamente agli interventi di ampliamento, il miglioramento delle prestazioni energetiche.

Piano Casa Marche procedure
Per gli interventi di demolizione e ricostruzione, la relazione deve, invece, asseverare il rinnovamento e l'adeguamento o miglioramento dell'edificio sotto il profilo della sicurezza antisismica, nonché il miglioramento dell'efficienza energetica e l'utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili.

L'utilizzo delle tecniche costruttive e il rispetto di queste condizioni sono attestati dal direttore dei lavori o da altro professionista abilitato con la comunicazione di ultimazione dei lavori, alla quale seguirà il rilascio dell'agibilità.

riproduzione riservata
Articolo: Piano Casa Regione Marche: la proroga
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Piano Casa Regione Marche: la proroga: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
306.703 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Panca italiana con gambe in ferro forgiato
    Panca italiana con gambe in ferro...
    340.00
  • Console veneziana laccata e dipinta
    Console veneziana laccata e dipinta...
    690.00
  • Tavolo italiano di design in mogano acero
    Tavolo italiano di design in...
    2300.00
  • Console francese a mezzaluna in metallo dipinto
    Console francese a mezzaluna in...
    750.00
  • Piano cottura a gas da incasso Candy
    Piano cottura a gas da incasso...
    57.99
  • Piano cottura a gas da incasso Hotpoint
    Piano cottura a gas da incasso...
    208.67
Notizie che trattano Piano Casa Regione Marche: la proroga che potrebbero interessarti
Proroghe Piano Casa in più regioni

Proroghe Piano Casa in più regioni

Piano casa - Negli scorsi mesi sono state approvate e pubblicate in Gazzetta Ufficiale le proroghe del Piano Casa nelle Regioni in cui ne era prevista la scadenza a breve.
Piano Casa Marche: aspetti principali e proroga dei termini di validità

Piano Casa Marche: aspetti principali e proroga dei termini di validità

Piano casa - Aspetti principali del Piano Casa Regione Marche (L.R. 8 ottobre 2009 n.22), proroga dei termini di validità, novità introdotte dalla L.R. n.8 del 3 maggio 2018

Ritenute incostituzionali le sanatorie edilizie previste dal Piano Casa in Campania

Leggi e Normative Tecniche - Il Piano Casa della Regione Campania contiene troppe sanatorie ponendosi in contrasto con il Testo Unico dell'edilizia. Lo ha affermato la Corte Costituzionale

Ampliare o ricostruire con il Piano Casa

Piano casa - Il Piano Casa è un sistema di norme nazionali, regionali e locali che mirano a soddisfare le esigenze abitative dei citttadini e a rilanciare il settore edile.

Piano Casa Puglia: prorogato per tutto il 2018

Piano casa - Approvata dal Consiglio regionale della Puglia la proposta di legge che proroga le misure del Piano Casa a dicembre 2018. Approvate modifiche alla legge 1472009

Scegliere il piano cottura: a gas, a induzione o in vetroceramica?

Cappe e piani cucina - Piani cottura: come sceglierli? Non esiste una verità assoluta, ogni scelta è legata a una serie di fattori, ad esempio, estetici, economici, tecnico-funzionali

Aggiornamenti sul piano casa nel 2019

Piano casa - Tutti gli aggiornamenti sul Piano Casa, ormai attivo da nove anni, che in alcune Regioni è tuttora vigente o prorogato, mentre in altre è stato ormai abrogato.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img damiano10
Buonasera,vorrei aggiungere un bagno al mio appartamento posto in un condominio di 35 famiglie in Firenze.La metratura la comprerei dalla mia vicina che ha uno spazio che non usa...
damiano10 19 Ottobre 2015 ore 23:08 1
Img francesco1980pn
Buongiorno,Ho un caso di cui non riesco ad uscirne e vi chiedo il vostro gentile aiuto.Vorrei costruire una nuova unità immobiliare sul terreno di mia proprietà...
francesco1980pn 25 Gennaio 2014 ore 18:16 1
Img pinuz80
Buongiorno a tutti i frequentatori del forum.a breve dovrò partire con il progetto dell'ampliamento della prima casa dove risiedo (in famiglia).Come ampliamento verrà...
pinuz80 28 Aprile 2012 ore 12:07 4
Img bribri1988
Salve, devo presentare la DIA Piano Casa ma volevo sapere se, una volta protocollata, in seguito posso cambiare la ditta esecutrice per mie esigenze?Grazie della collaborazione,...
bribri1988 26 Novembre 2013 ore 21:59 1
Img enfantterrible
Un saluto a tutto il forum, vi ho appena scoperto e provo subito a chiedere aiuto in quanto disperato:io e mia moglie abbiamo appena traslocato in un vecchio appartamento degli...
enfantterrible 12 Marzo 2014 ore 22:59 1