• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Consigli per coltivare la Peonia, una pianta meravigliosa

Coloratissime e profumate, le peonie sono piante durevoli nel tempo ideali per abbellire ogni tipo di giardino. Ecco alcuni consigli pratici per coltivarle!
Pubblicato il

Coltivazione e cura della peonia


Il genere Paeonia, parte della famiglia delle Paeoniaceae, comprende piante arbustive ed erbacee costituite da radici tuberose, foglie allungate di colore verde intenso e profumatissimi fiori multicolore.

Si tratta di piante robuste, rustiche e facili da mantenere, che sono molto apprezzate per ornare giardini e aiuole.

La peonia è una pianta perenne a crescita lenta e a foglie caduche. Una delle sue principali caratteristiche è la longevità: alcuni esemplari infatti, possono arrivare anche a 100 anni di età.

Le infiorescenze, oltre alle tonalità variegate, possono avere anche conformazioni differenti, a seconda delle specie (a fiore semplice, anemone, semi-doppio, doppio o giapponese, con chiusure a coppa o con apertura totale o parziale).

Scopriamo insieme qualche consiglio utile su come coltivare le peonie.


Differenza tra peonia arbustiva ed erbacea


Prima di definire quali sono i migliori metodi di coltivazione delle peonie, occorre ricordare che ne esistono due gruppi distinti, i quali necessitano di cure differenti: le peonie arbustive e le peonie erbacee.

Fioritura peonie color pesca - Foto: UnsplashFioritura peonie color pesca - Foto: Unsplash

Entrambi i gruppi sono comunque costituiti da piante resistenti al freddo che si adattano bene a condizioni ambientali di diverso tipo.

Peonie erbacee


Le peonie erbacee sono composte da rami erbacei, i quali nascono all'inizio della primavera e, sempre nello stesso periodo, si ricoprono di piccole gemme di colore rosso e verde.

Peonia fucsia - Foto: PixabayPeonia fucsia - Foto: Pixabay

Le varietà appartenenti a questo gruppo possono avere un'altezza massima compresa tra 60 cm e 120 cm e un diametro di 1 m.

Con lo sviluppo delle parti verdi, le piante di peonia erbacea diventano dei veri e propri cespugli: dopo alcuni anni dalla messa a dimora, un singolo esemplare è in grado di produrre oltre 50 fiori.

Generalmente, le fioriture delle peonie erbacee vanno da aprile a giugno, tuttavia, tale fattore può cambiare in base al tipo di peonia con cui si ha a che fare (specie botaniche e cultivar o ibridi).

Peonie arbustive


La peonia arbustiva (conosciuta anche come peonia legnosa o peonia arborea) produce fioriture di dimensioni più grandi rispetto a quella erbacea e sviluppa ramificazioni legnose molto spesse.

I fiori (le cui dimensioni superano i 30 cm di lunghezza) nascono ad aprile e a maggio, mentre la pianta, durante il periodo autunnale e invernale, è costituita soltanto dai rami spogli.

Pianta di peonia, gruppo arbustive - Foto: PixabayPianta di peonia, gruppo arbustive - Foto: Pixabay

Verso la fine di febbraio (se il clima è mite) o a metà marzo, gli steli legnosi iniziano a produrre le gemme e il riposo vegetativo si conclude.

Se la peonia erbacea viene impiegata per realizzare aiuole e bordure, quella arbustiva si inserisce in giardini come esemplare singolo, poiché è molto grande e ha bisogno di spazi ampi per crescere.

CONSIGLIATO amazon-seller
Peonia 1x Rizoma Peonia pianta Piante...
€ 10.82
COMPRA


Gli esemplari di peonie arbustive possono raggiungere facilmente i 2 metri di altezza e i 4 metri di diametro (dopo circa 10 anni dalla messa a dimora), inoltre, sono i più longevi.

Per ottenere un buon effetto visivo e contemporaneamente, far sviluppare al meglio le peonie arbustive, occorre posizionarle almeno a 60 cm l'una dall'altra.


Come e dove piantare le peonie


Uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione quando si piantano le peonie, è il posizionamento degli esemplari.

È fondamentale ricordare che le peonie erbacee prediligono il pieno sole, mentre quelle arbustive, possono essere collocate anche a mezz'ombra.

Peonie bianche - Foto: UnsplashPeonie bianche - Foto: Unsplash

In linea generale, per far sì che le peonie producano fioriture abbondanti, in inverno è bene sistemarle in luoghi dove le temperature sono molto basse (al di sotto dello zero).

Spesso, per evitare il ristagno idrico, le peonie vengono piantate in terreni caratterizzati da una leggera pendenza, sui quali l'acqua può scorrere via.

Il terreno più idoneo per la messa a dimora delle peonie è quello sabbioso.

Queste piante possono essere coltivate anche in superfici costituite da ghiaia a grana grossa, ricoperte di terriccio. Tali elementi, infatti, consentono un drenaggio efficiente della terra.


Irrigazione e concimazione delle peonie


Le peonie hanno bisogno di poca acqua, perché le loro radici sono collocate in profondità nel terreno. Un'irrigazione troppo abbondante può infatti causare un ristagno idrico e, conseguentemente, portare al marciume radicale.

Peonia rosa - Foto: PixabayPeonia rosa - Foto: Pixabay

Per quanto concerne la concimazione delle peonie (tenendo conto che è sempre meglio impiegare prodotti naturali, privi di sostanze chimiche), è consigliabile utilizzare composti organici per piante fiorite o da orto.

In particolare, il compost può essere inserito nel terreno durante le operazioni di rinvaso.


Per uno sviluppo corretto delle piante, è possibile usare il fertilizzante a lenta cessione una volta al mese, aumentando la frequenza di concimazione nel periodo primaverile.

È importante prediligere i concimi che contengono poco azoto e molto potassio per garantire fioriture rigogliose.


Potatura delle peonie


Occorre effettuare la potatura delle peonie arbustive per due motivi specifici: il taglio delle parti secche (rami e foglie), per una pulizia generale delle piante, e la rimozione di alcune ramificazioni per rimodellare le forme dei cespugli.

Peonia viola - Foto: PixabayPeonia viola - Foto: Pixabay

Le peonie arboree, dato il folto fogliame, devono inoltre essere tagliate al centro, per ottenere un buon ricambio d'aria tra le fronde.

Le operazioni di potatura delle peonie legnose vanno svolte tra novembre e dicembre.

La potatura delle peonie erbacee, invece, va effettuata in autunno e consiste, essenzialmente, nel taglio delle foglie secche e ingiallite e dei fiori appassiti.


Coltivare le peonie in piena terra


Per coltivare le peonie in piena terra è necessario avere a disposizione uno spazio esterno piuttosto ampio. La piantumazione deve avvenire in profondità (a circa 50 cm), possibilmente, quando il terreno è asciutto e friabile.

Peonia rossa - Foto: PixabayPeonia rossa - Foto: Pixabay

Prima di inserire la pianta all'interno della buca, è opportuno riempire quest'ultima con una piccola quantità di concime organico, mischiandolo bene con la terra.

Una volta effettuata tale operazione, occorre ricoprire l'esemplare, lasciando sporgere i rami per circa 4 cm, e irrigare abbondantemente.

Una delle accortezze da avere quando si mette a dimora una peonia in piena terra, consiste nel ricoprire al meglio tutte le radici.
È bene piantare le peonie soltanto nel periodo che va da settembre a novembre.


Come coltivare le peonie in vaso


Le peonie sono piante più adatte alla coltivazione in piena terra, tuttavia, con alcuni accorgimenti, è possibile piantarle anche in vaso.

Peonia gialla - Foto: PixabayPeonia gialla - Foto: Pixabay

Dato che questi vegetali sono dotati di radici voluminose e molto profonde, bisogna utilizzare vasi da esternomedio-grandi, come quelli da 40x40 cm.

È bene ricordare però, che ogni esemplare ha dimensioni diverse, quindi occorre scegliere un contenitore adeguato in base a ciò.

Se le peonie sono in vaso, è opportuno collocarle outdoor, perché necessitano di temperature molto fredde.

Infine, per la coltivazione in vaso, è consigliabile selezionare esclusivamente peonie arbustive o ibridi intersezionali.


Malattie delle peonie


Quando si ha a che fare con le peonie, si deve prestare molta attenzione alle patologie fungine. Per evitare che le piante si ammalino, è bene pulire le aree attorno ad esse, eliminando le foglie cadute.

Fiore peonia doppio con sfumature - Foto: PixabayFiore peonia doppio con sfumature - Foto: Pixabay

Tra le principali malattie fungine a cui è soggetta la peonia vi è la muffa grigia, che colpisce maggiormente le gemme e i rami durante l'inverno.

Per curare la muffa grigia è sufficiente potare la parte malata della pianta o usare il verderame e l'olio di Neem.

Di solito, le peonie non vengono attaccate dagli insetti.


Ibridi Intersezionali: gli Ibridi di Itoh


Grazie al lavoro dell'ibridatore giapponese Toichi Itoh, oggi è possibile avere varietà di peonie che producono infiorescenze dalle colorazioni uniche, le quali possiedono i caratteri sia delle specie arbustive, sia di quelle erbacee.

Peonia Itoh Bartzella - Foto: PixabayPeonia Itoh Bartzella - Foto: Pixabay

Tutto iniziò all'incirca negli anni Cinquanta, con l'ibridazione di una peonia lactiflora (erbacea) e di una peonia lutea (arbustiva). Tale operazione, portò a risultati incredibili: non solo nacquero peonie bellissime da vedere, ma anche vegetali durevoli nel tempo e resistenti a malattie fogliari e radicali.

Si tratta degli Ibridi di Itoh (comunemente detti, ibridi intersezionali), piante caratterizzate da lunghe fioriture e da un fogliame presente anche durante la stagione autunnale.

Queste varietà sono molto rare e piuttosto costose, e, attualmente, si possono ordinare soltanto presso vivai specializzati.

Tra i più noti Ibridi di Itoh vi sono la Paeonia Julia Rose, la Paeonia Coral Louise, la Paeonia Bartzella, la Paeonia Pastel Splendor e infine, la Paeonia Old Rose Dandy.

In seguito alle sperimentazioni di Itoh, moltissimi ibridatori di peonie (tra cui Louis Smirnow, Donald Smith, Roger Anderson e Bill Seidl) hanno creato esemplari le cui peculiarità sono sempre la resistenza e l'elevato valore estetico.

Fra le specie di peonia più apprezzate vi sono anche la Peonia Coral Sunset (ibrido con grandi fioriture color pesca), la Peonia Jacorma (con fiore doppio in nuance rosa intenso) e la Paeonia Officinalis (peonia selvatica).

riproduzione riservata
Peonia: coltivazione e cura
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.559 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img valeria.vitali.84
Buongiorno a tutti,avrei bisogno di qualche consiglio per il giardino, devo partire da zero, al momento si presenta invaso da erbe infestanti, qualche consiglio per...
valeria.vitali.84 31 Gennaio 2014 ore 20:24 1