Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Pavimenti e rivestimenti continui in resina: guida alla scelta

NEWS Pavimenti e rivestimenti18 Gennaio 2019 ore 15:17
Tra le varie alternative ai tradizionali pavimenti e rivestimenti, la resina è semplice, di grande impatto e crea una superficie continua. Come e quali scegliere?

Quando e come scegliere i rivestimenti e i pavimenti in resina?


Stiamo iniziando una ristrutturazione e non abbiamo proprio voglia di demolire tutta la pavimentazione per rinnovarla?

Un’alternativa valida sono i pavimenti in resina, un tempo associati solo ad ambiti commerciali e industriali per la loro resistenza meccanica e chimica e ad ambienti sanitari perché igienici, ma che nel tempo si sono fatti largo anche tra le soluzioni impiegate in ambito residenziale per i numerosi vantaggi offerti e di cui parleremo nel seguito.


Gli open space ben si prestano ad accogliere pavimenti in resina continua

Gli open space ben si prestano ad accogliere pavimenti in resina continua

Gli open space ben si prestano ad accogliere pavimenti in resina continua
Pavimento in resina Arteviva

Pavimento in resina Arteviva

Pavimento in resina Arteviva
Litokol Spaziocemento

Litokol Spaziocemento

Litokol Spaziocemento
Pavimento in resina effetto specchio Biopav

Pavimento in resina effetto specchio Biopav

Pavimento in resina effetto specchio Biopav

É una soluzione applicabile anche con il fai da te, perché relativamente semplice, ma sicuramente per avere risultati ottimali è sempre bene affidarsi a professionisti del settore, che ci aiuteranno a portare alla massima espressione tecnica ed estetica le resine.


Resina per pavimenti interni: vantaggi e difetti


I vantaggi offerti da questa tecnologia sono molteplici. Innanzitutto, si possono applicare direttamente sul supporto che abbiamo in casa , che sia un massetto nuovo o un pavimento esistente nei vari materiali possibili, legno, cotto, cartongesso, ceramica o altro.
In secondo luogo, si evitano demolizioni e smaltimenti dei materiali di risulta, riducendo in questo modo i costi.

Un altro vantaggio che riduce i costi è che non si devono modificare le finiture, arredi, sanitari, infissi, dal momento che lo spessore finale della resina applicata è molto ridotto; esso, infatti, si aggira intorno ai 2-3 mm.

Litokol Spazio Resina
Le resine sono, inoltre, igieniche, resistenti all’acqua, adattabili a tutte le condizioni, assolutamente personalizzabile sia come materiali sia come colori e finiture, come vedremo in seguito, ma ancora, essendo prive di fughe e idrorepellenti, sono facilmente lavabili.

Importantissimo poi è considerare i fattori salute e ambiente.
Le resine, infatti, sono atossiche e ne esistono in commercio di ecologiche, costituite da materiali a basso impatto ambientale.

Un pavimento in resina, inoltre, ha tempi di posa molto rapidi, per cui essi offrono anche il vantaggio di vedere i risultati molto prima di un pavimento tradizionale.

Infine, non meno importante è sapere che la resina ha un ottimo comportamento termico, per cui trattiene il calore e ci consente anche un risparmio energetico.

Pavimento in resina Kromax
Ci sono poi i difetti di un pavimento in resina.

In primis, se il pavimento non è stato posato adeguatamente o è stato posato su un sottofondo non ben preparato, esso può essere soggetto a crepe e fessure, ma la buona notizia è che i pavimenti in resina sono facilmente manutenibili, in quanto se si dovessero rovinare in alcuni punti, si potrebbe intervenire localmente senza doverli rifare tutti da capo.

Certamente non si interverrà su piccoli graffi, cui comunque il pavimento in resina è soggetto, soprattutto nel caso di finiture lucide, ma si può ovviare coprendo con tappeti o decidendo per una finitura diversa nelle zone soggette a maggiore calpestio.

Un ulteriore difetto del pavimento in resina è che esso tende a ingiallirsi col tempo, in quanto la resina ha una bassa resistenza ai raggi UV. Per questo inconveniente esistono dei prodotti ad hoc, che rallentano l’invecchiamento, e poi si potrebbe ovviare anche scegliendo una tonalità che in qualche modo contenga anche già in partenza la gamma cromatica del giallo.


Impieghi e tipologie dei pavimenti in resina


Già si è detto che i pavimenti in resina sono stati tradizionalmente impiegati per usi commerciali e industriali. In ambito residenziale questa tecnologia è stata adottata relativamente di recente.
Gli ambienti della casa in cui può essere posato un pavimento in resina sono praticamente tutti.

Avendo un aspetto monolitico, in quanto privo di fughe, esteticamente è molto piacevole un pavimento in resina posato nei living o comunque negli open space, dove accompagna visivamente la sensazione di ampiezza.
Nelle cucine e nei bagni questa soluzione può essere apprezzata per la sua igienicità e facilità di pulizia e può essere adottata anche per i rivestimenti o per rifinire un piano di lavoro per la cucina e la zona lavandino nel bagno.
Un esempio è il sistema decorativo in resina Kromax Srl impiegato anche per personalizzare il top di una cucina.

Top cucina in resina Kromax
In commercio ci sono varie tipologie di resine.

Tra queste possiamo elencare innanzitutto le resine epossidiche autolivellanti, che hanno la proprietà di livellarsi sul sottofondo e quindi di garantire un’ottima resistenza agli urti e all’usura.
Un esempio di resina autolivellante è Floortex Glass di Kromax, in cui si possono inglobare anche stampe e oggetti di diverso tipo.

Ci sono poi le soluzioni in metacrilato, che offrono il vantaggio di una posa ultrarapida e di essere molto resistenti chimicamente. A ciò si aggiunge che il metacrilato è un materiale plastico a basso impatto ambientale, i cui scarti vengono reimmessi nella filiera produttiva in quanto raccolti da ditte specializzate e trasformati in altri prodotti.
Si tratta, comunque di un materiale impiegato soprattutto in ambito commerciale e industriale.
Un esempio di questi pavimenti in metacrilato sono quelli prodotti da Kemper System Italia Srl

Pavimento in metacrilato Kemper
Linee molto valide sono quelle di Litokol che ha creato un nuovo brand, Spazio Continuo, con il quale l’azienda si lancia nel settore delle pavimentazioni continue, con quattro suddivisioni:

  • Spazio cemento

  • Spazio metallo

  • Spazio resina

  • Spazio chiaroscuro

Segnaliamo Spazio metallo, caratterizzato da una finitura metallizzata opaca che dona luminosità ed eleganza agli ambienti.

Spazio Metallo di Litokol
Ancora, interessanti sono le soluzioni proposte da Errelab Srl
Molto particolari sono le collezioni Pietra Continua e Cemento Seta.

Pietra Continua è una resina dura ad effetto pietra, per la quale è la stesura artigiana a creare ogni volta una finitura diversa, in modo che ogni stesura è unica e irripetibile.

Cemento Seta, invece, riprende la disomogeneità cromatica del cemento, cui si aggiunge l’energia e la luminosità regalate dall’additivo Glitter.

Resina Cemento Seta ERRELAB
Sempre ERRELAB propone una soluzione per gli esterni. É Spatolato Outdoor, per patii, balconi, terrazzi, camminamenti, marciapiedi e bordo piscina.

Spatolato Outdoor di ERRELAB
Un'altra azienda che proponiamo, ma di sicuro non meno importante è KERAKOLL che ha la sua collezione di resine. In particolare c’è Cementoflex, un pavimento continuo a tre strati, con texture cemento vibrato, che vanta tra le sue proprietà quella di essere ecocompatibile e a bassa proliferazione batterica, basso contenuto di VOC e adatto anche per il riscaldamento a pavimento.

Cementoflex di Kerakoll
Ci sono, infine, le linee ecologiche ed ecocompatibili.
Tra queste annoveriamo innanzitutto le resine ecologiche di Kromax.

C'è poi Arte Viva con le sue resine biocompatibili.

Rivestimento in resina ARTEVIVA
Un prodotto molto semplice da applicare e valido è anche Biopav di Prochima Srl un prodotto ecologico per la bioarchitettura, VOC free.


Resina per pavimenti: come effettuare la posa in opera


Per quanto riguarda la messa in opera, fermo restando che ogni azienda propone dei prodotti con delle caratteristiche peculiari che necessitano di attenzioni differenti, in linea di massima si può dire quanto segue.

Innanzitutto bisogna fare attenzione all’ambiente in cui si posa la resina, perché un fattore molto importante è l’umidità, da non sottovalutare mai, in quanto causa delle crepe e degli altri segni di ammaloramento.

Essa può derivare tra l’altro anche da una scarsa stagionatura del sottofondo, se questo è di nuova realizzazione. L’umidità residua nel caso di una resina non permeabile al vapore non deve superare il 4%, mentre nel caso di una resina permeabile si può arrivare anche al 7%.

Bisogna dunque preparare il fondo, livellandolo e rendendolo regolare, facendosi aiutare anche dall’uso di prodotti rasanti e autolivellanti. Si stende uno strato di primer, costituito da una resina epossidica che rende la superficie più porosa e pronta per accogliere gli strati successivi.
Si aspettano 48 ore, si carteggia e si pulisce la superficie dalla polvere residua.

Successivamente, viene steso uno strato di resina poliuretanica, che dona alla superficie brillantezza, colore e resistenza strutturale e ai graffi.

Infine, viene posto un film protettivo, trasparente o colorato a secondo delle esigenze e degli effetti che si vogliono ottenere.

Quanto costa fare un pavimento in resina


I costi di un pavimento in resina variano a seconda della tipologia di materiale scelta e di come si vuole posarlo, ossia se fare affidamento su se stessi o affidarsi ad un professionista del settore.

In alcuni casi, considerando l’intera economia dei lavori da effettuare – demolizioni, smaltimenti, modifiche delle finiture interne e quant'altro – scegliere un pavimento in resina è una soluzione molto più economica rispetto al rifacimento dell’intera pavimentazione. Stessa cosa vale anche se si parla di rivestimenti.

In linea di massima un pavimento in resina può costare in media dai 70 ai 120 euro al mq, cui vanno aggiunti i costi della manodopera specializzata.

riproduzione riservata
Articolo: Pavimenti e rivestimenti continui in resina
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 4 voti.

Pavimenti e rivestimenti continui in resina: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Puleo santo
    Puleo santo
    Martedì 14 Maggio 2019, alle ore 12:09
    Al momento non faccio commenti, ma mi servirebbe il link dei prodotti per un pavimento in resina apposidica autolivellante e i prezzi dei materiali. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.caterina Scamardella
      Arch.caterina Scamardella Puleo santo
      Martedì 14 Maggio 2019, alle ore 14:15
      Provi a guardare sul sito dell'azienda ERRELAB, citata nell'articolo.
      Troverà diverse soluzioni che fanno al Suo caso.
      rispondi al commento
  • Jovis
    Jovis
    Lunedì 21 Gennaio 2019, alle ore 11:26
    Interessante lettura, ma i costi della resina sopra citati 70/120 mq, valgono anche per il riscaldamento a pavimento?dato che ne parlavo con un amico che ha da rifare gli impianti in una casa di collina"siamo a circa 600 metri di altitudine" dove ci va nei periodi di vacanza.Attualmente il riscaldamento è convenzionale con i radiatori di metallo. 
    rispondi al commento
    • Arch.caterina Scamardella
      Arch.caterina Scamardella Jovis
      Lunedì 21 Gennaio 2019, alle ore 12:10
      Si, i costi indicati sono validi anche in questo caso.
      Ovviamente poi bisogna sommare i costi della manodopera e quelli per la realizzazione dell'impianto in questione.
      rispondi al commento
  • Mbrstudio
    Mbrstudio MBRstudio
    Venerdì 23 Dicembre 2016, alle ore 11:58
    Degli effetti davvero particolari
    rispondi al commento
    • Pancotti
      Pancotti Pancotti Superfici Mbrstudio
      Domenica 8 Luglio 2018, alle ore 15:20
       Siamo lieti di leggere l'apprezzamento di importanti Studi Professionali come il Vostro che attraverso il loro lavoro diffondono ed esaltano le aziende italiane operanti nel settore delle superfici di pregio.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
308.215 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Wienerberger
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Jumbo carrello
    Jumbo carrello...
    119.56
  • Metal gemini carrello
    Metal gemini carrello...
    70.76
  • Metal 60
    Metal 60...
    60.39
  • Asta orientamento 1525
    Asta orientamento 1525...
    2.50
  • Robot aspirapolvere iRobot Roomba
    Robot aspirapolvere irobot roomba...
    298.98
  • Consolle ingresso
    Consolle ingresso...
    68.99
Notizie che trattano Pavimenti e rivestimenti continui in resina che potrebbero interessarti


Pavimenti e rivestimenti in pannelli di resina

Pavimenti e rivestimenti - L'idea di prodotti per il rivestimento e la pavimentazione per il bagno ci fa pensare istintivamente alle classiche piastrelle in ceramica o gres porcellanato,

Resine luminose

Pavimenti e rivestimenti - La resina, integrata con sistemi di illuminazione, trova applicazione in diversi angoli della nostra casa: rivestimenti, pavimentazione, oggettistica e complementi.

Rivestire i pavimenti, pareti e arredi con la resina

Pavimenti e rivestimenti - La resina è un materiale usato oggigiorno per rivestire le superfici delle case e non più solo di uffici o di attività commerciali: è resistente e scenografica.

Microcemento ®: pavimenti e rivestimenti continui

Pittura e decorazioni - Il rivestimento minerale Microcemento per pavimenti e rivestimenti a marchio Pancotti Superfici, fonde in un solo elemento bellezza, eleganza e funzionalità.

Pavimenti in cemento spatolato per rivestire la casa con materiali naturali e funzionali

Pavimenti e rivestimenti - I pavimenti continui minerali a marchio Microcemento® prodotti e commercializzati da Pancotti Superfici, sono belli, eleganti, funzionali e rispettosi dell'ambiente

Il collante

Ristrutturazione - In commercio esistono diversi tipi di collanti per l'edilizia: l'utilizzo più frequente è per la posa di pavimenti e di rivestimenti interni.

Rivestimenti a superfici continue per pavimenti in cemento spatolato

Pavimenti e rivestimenti - Le superfici continue in cemento spatolato sono rivestimenti oggi di grande tendenza per la realizzazione di pavimenti esteticamente belli da vedere e pratici.

Materiali e finiture alternative

Ristrutturazione - Arricchire gli spazi abitativi, sia residenziali sia per uso promiscuo, comporta scelte che possono riguardare l'organizzazione degli spazi e la qualità

Tavoli in resina

Arredamento - Non solo pavimenti e rivestimenti: oggi la resina si utilizza anche per creare complementi d'arredo, come i tavoli, dagli effetti straordinari.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alessandra08
Salve, presto dovremo occuparci della ristrutturazione di una villetta a schiera e vogliamo cambiare il pavimento della zona giorno (pavimento in cotto stile anni '90).Stiamo...
alessandra08 06 Maggio 2019 ore 19:08 5