Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini

Le parti comuni condominiali possono essere utilizzate da tutti i condomini e nessun può impedire ad altri di farlo: che cosa succede se sono troppo piccole?
31 Luglio 2013 ore 14:43 - NEWS Condominio

CondominioUso delle parti comuni condominiali: che cosa fare se sono troppo piccole?

Una sentenza della Cassazione fornisce la risposta e pone l'accento su un fatto: l'uso da parte di un solo condomino dev'essere tollerato, fintanto che la cosa non serve anche agli altri.

Cerchiamo di capire bene i vari aspetti della vicenda con un esempio.

Nel condominio in cui abito esiste una parte dell'edificio, un piccolo cortile, che può essere utilizzato per la sosta di moto e biciclette.


Ad oggi il piccolo cavedio è utilizzato solamente dal mio vicino Tizio che vi parcheggia la sua moto e le bici di moglie e figli.

Il condominio si compone di sei partecipanti e anche se il cortiletto non fosse utilizzato solamente da Tizio, non entrerebbero tutte le biciclette o motociclette degli altri.


Che cosa possiamo fare?

Il fatto che da qualche tempo quella parte dell'edificio è utilizzata solamente da Tizio, gli dà qualche diritto in più degli altri?

La risposta è la seguente: i condomini in qualunque momento possono dire a Tizio di smetterla di usare solamente lui quello spazio dell'edificio e disciplinarne l'utilizzo.
Se l'uso contemporaneo non è possibile, l'assemblea, salvaguardando il pari diritto di ognuno, può disporre l'utilizzazione turnaria.


Sentenza della Cassazione sull'uso delle parti condominiali


La conferma giurisprudenziale a questa affermazione la troviamo in una sentenza resa dalla Suprema Corte di Cassazione lo scorso mese di aprile (n. 9654 del 19 aprile 2013).

Nella pronuncia, che si rifà ad altri pronunciamenti, il caso esaminato riguarda i parcheggi delle autovetture.

Come dire: un caso similare.

ParcheggioNel provvedimento succitato si legge che se la natura di un bene immobile oggetto di comunione non ne permette un simultaneo godimento da parte di tutti i comproprietari, l'uso comune può realizzarsi o in maniera indiretta oppure mediante avvicendamento; peraltro fino a quando non vi sia richiesta di un uso turnario da parte degli altri comproprietari, il semplice godimento esclusivo ad opera di taluni non può assumere la idoneità a produrre un qualche pregiudizio in danno di coloro che abbiano mostrato acquiescenza all'altrui uso esclusivo, salvo che non risulti provato che i comproprietari che hanno avuto l'uso esclusivo del bene ne abbiano tratto anche un vantaggio patrimoniale (Cass. Sez. 2, n. 24647 del 03/12/2010; Cass. 4.12.1991, n. 13036) (Cass. 19 aprile 2013, n. 9654).

Insomma l'assemblea ha sempre l'ultima parola, ma nel frattempo il singolo condomino, se i suoi vicini non obiettano nulla, può usare la cose comune in modo esclusivo.

riproduzione riservata
Articolo: Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.299 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini che potrebbero interessarti


Che cos'è una terrazza a livello e a chi appartiene e a chi spettano le spese di manutenzione?

Parti comuni - La terrazza a livello si differenzia dal lastrico solare perché è posta a servizio esclusivo di un'unità immobiliare presente nell'edificio.

Termoregolazione e contabilizzazione autonoma

Ripartizione spese - La gestione e manutenzione dell'impianto è di competenza del condominio. In sostanza l'amministratore di condominio, dovrà provvedere a mantenerlo in buono stato.

Riscaldamento a pavimento in condominio

Impianti di riscaldamento - Che cosa c'è da sapere se si prende la decisione d'installare un impianto di riscaldamento a pavimento in un'unità immobiliare ubicata in un edificio in condominio?

Condominio, se una parte è comune c'è poco da discutere!

Parti comuni - Una volta accertato che la parte è comune, nessun condomino può impedirvi l'accesso; così ha deciso recentemente la Corte di Cassazione con sentenza n. 22192/2014.

Come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato?

Ripartizione spese - Ecco alcuni motivi e alcune informazioni su come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale, ma per farlo bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.

Riparto delle spese e rinuncia all'uso delle parti comuni

Parti comuni - Le spese per la conservazione della cosa comune, anche in caso di mancato utilizzo per via della rinuncia all'uso, si pagano in proporzione alla proprietà.

Bonus per lavori condominiali

Condominio - Una risoluzione dell'Agenzia delle Entrate chiarisce che è possibile usufruire del bonus 36% per i lavori eseguiti su tutte le parti comuni del condominio.

L'inquilino, il condominio ed i danni

Condominio - L'inquilino di un un'unità immobiliare in condominio può essere risarcito dal proprietario anche se i danni provengono da parti comuni.

Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano

Ripartizione spese - Che si chiami terrazza, lastrico solare o solaio interpiano, secondo il Tribunale di Trento è indifferente ai fini dell'applicazione analogica dell'art. 1125 c.c.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img liftmetrade
Buongiorno a tutti! Vorrei i vostri suggerimenti per individuare la migliore soluzione di riscaldamento e climatizzazione per una villa di circa 700 mq così composta:- p.
liftmetrade 04 Dicembre 2020 ore 16:12 6
Img arepo sator
Buongiorno, abito in condominio e ho un impianto di riscaldamento a pavimento che, per ragioni di sottodimensionamento, lascia le camere della zona notte molto fredde. È...
arepo sator 28 Novembre 2020 ore 08:39 1
Img giodeco
Buonasera, avrei un dubbio in merito al mio impianto di riscaldamento; quest'ultimo è stato fatto di recente e presenta una centralina con 6 testine termostatiche (una per...
giodeco 24 Novembre 2020 ore 22:19 1
Img kilgoretrout
Buongiorno, mi accingo a ristrutturare un appartamento anni 60, non abitato da circa 10 anni. Questo appartamento aveva un riscaldamento centralizzato con un'altra unità,...
kilgoretrout 01 Novembre 2020 ore 18:32 5
Img 054936
Buon giorno. Premesso che provvederò a realizzare due ristrutturazioni trainanti, di cui una riguardante l'impianto di riscaldamento, più un paio di lavori. Secondo...
054936 31 Ottobre 2020 ore 12:17 1