Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Pannelli Solari: Congelamento, Stagnazione

Il raggiungimento di temperature molto basse o molto alte può provocare notevoli danni ai pannelli solari termici compromettendone il corretto funzionamento.
21 Luglio 2011 ore 00:13 - NEWS Impianti

Congelamento pannelli solari termici


Il fluido termovettore, con i quali viene caricato l'impianto solare termico durante l'installazione e responsabile del trasporto dell'energia termica dai pannelli solari termici al serbatoio di accumulo, è costituito da acqua e glicole .

ColdLa quantita' di glicole da aggiungere all'acqua dei pannelli solari termici è funzione della capacità degli stessi impianti e della loro posizione geografica, e con l'aggiunta del glicole l'acqua dei pannelli solari termici abbassa la naturale temperatura di congelamento ed innalza quella di evaporazione.

Una regola da poter seguire per la scelta della quantità di glicole da aggiungere all'acqua dei pannelli, è quella necessaria ad abbassare di circa 10 °C la temperatura minima di riferimento della località nella quale sono installati i pannelli.

Nel nostro Paese le temperature minime tra le varie città hanno variazioni anche molto ampie, ad esempio in alcune città meridionali può aggirarsi intorno ai 5 ° C mentre in alcune città settentrionali le temperature minime possono arrivare anche ad una ventina di gradi centigradi sotto lo zero.


In tal modo la quantità di glicole da aggiungere all'acqua dei pannelli termici, nella città con la temperatura minima esterna pari a 5°C, dovrebbe garantire il non congelamento del fluido termovettore fino a – 15°C; nella città con la temperatura esterna minima pari a – 20°C , dovrà essere aggiunta una quantità, notevole, di glicole tale da garantire il non congelamento del fluido termovettore fino a – 30°C.

Le temperature minime delle principali città italiane sono descritte ufficialmente nel D.P.R. 1052 DEL 1977, possono essere estese anche alle località meno note in prossimità delle stesse città, ed inoltre sui siti web ufficiali di tutti i comuni italiani è possibile trovare gli stessi dati con un buon grado di affidabilità.

Le temperature descritte possono ritenersi valide per una variazione di quota fino a circa 200 m, ma oltre tale valore la temperatura di riferimento può essere quella tabellata incrementata di circa un grado per ogni 150 m.


Stagnazione


TemperatureIl fenomeno della stagnazione è l'opposto del fenomeno del congelamento del fluido termovettore dei pannelli solari termici, ossia il raggiungimento di una temperatura particolarmente elevata, dell'ordine di 200°C.

Tale fenomeno si innesca a causa di uno scarso, talvolta nullo smaltimento dell'energia termica captata dai pannelli, per cause che possono essere diverse: per l'assenza di persone in casa (come potrebbe accadere nel periodo estivo); l'utilizzo solo di una minima parte dell'energia termica dei pannelli, in giornate di forte insolazione; il cattivo funzionamento del circolatore dell'impianto a pannelli che non permette al fluido termovettore di trasportare l'energia termica nel serbatoio di accumulo; una scarsa presenza di glicole nell'acqua del circuito dei pannelli, che ne facilita un rapido surriscaldamento in giornate intensamente soleggiate.

Nei casi su descritti, la temperatura del fluido termovettore crescerà con continuità, fino a quando i pannelli termici raggiungeranno la condizione nella quale dissiperanno la quantità di energia termica pari a quella captata: in tale condizione di equilibrio i pannelli stagneranno ad una temperatura elevata.

L'elevata temperatura potrà essere deleteria per gli stessi pannelli ed i relativi componenti accessori con il conseguente rischio di fuoriuscita del fluido termovettore dal circuito e la rottura del circolatore a seguito della formazione di bolle, vapori e schiuma.
project
Come conseguenza della stagnazione, lo stesso fluido termovettore potrà essere danneggiato ed il normale funzionamento dei pannelli sarà compromesso, ma tali conseguenze potranno essere in parte limitate dall'installazione delle valvole di sfogo sull'impianto dei pannelli.

Il fenomeno della stagnazione potrebbe essere causato anche da un errato dimensionamento dei pannelli, con superfici particolarmente grandi rispetto alle esigenze dell'edificio servito; in ogni caso la copertura dei pannelli nei casi di non utilizzo dell'energia termica prodotta è la soluzione più semplice ed economica, oppure, in alternativa, possono essere utilizzati eventuali dissipatori o , quando possibile, cambiare l'inclinazione delle superfici captanti l'energia termica solare.

riproduzione riservata
Articolo: Pannelli Solari: Congelamento, Stagnazione
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Pannelli Solari: Congelamento, Stagnazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Caria Ennio
    Caria Ennio
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 17:15
    Gentile Ing. Granato vorrei chederle se secondo lei un impianto solare termico può andare in stagnazione anche in periodo invernale.
    Al mio impianto succede in questi giorni la temperatura del collettore segna 115° mentre il bollitore non supera i 25°, la pompa funziona regolarmente e la centralina mi segne circolazione notturna e DT troppo troppo alto.
    Grazie per l'eventuale risposta.
    rispondi al commento
  • Vincenzo Tammaro
    Vincenzo Tammaro
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 17:52
    Gentile Ingegnere, circa 10 anni orsono ho installato sul tetto della mia casa al mare (Fondi) LT, un pannello solare termico del tipo a condensazione Heat pipe con il serbatoio di accumulo (100 lt) posto dietro al pannello.
    Il pannello continua a produrre regolarmente acqua calda, ma la stessa a uno strano sapore tipo liquido svitante per perni arrugginiti.
    Sa dirmi se la cosa comporta un qualche pericolo?
    Grazie per una sua eventuale risposta.
    rispondi al commento
    • Ing.granato
      Ing.granato Vincenzo Tammaro
      Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 11:04
      Per Vincenzo Tammaro: l'acqua per uso sanitario, riscaldata dal pannello, viene dalla rete è la stessa che esce dal rubinetto.
      Verifichi se il circuito del pannello (collettore serbatoio) è integro.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.382 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Pannelli Solari: Congelamento, Stagnazione che potrebbero interessarti


Riempimento e Manutenzione Pannelli Solari Termici Naturali

Impianti rinnovabili - La fase di riempimento di un impianto a pannelli solari termici è costituita dal riempimento del circuito sanitario e dal riempimento del circuito solare termico.

Pannello Solare Circolazione Naturale

Impianti - Tra i vari modelli disponibili sul mercato i pannelli solari termici a circolazione naturale costituiscono il modello più semplice di pannelli solari termici.

Impianti e Pannelli Solari

Impianti - Per i moderni edifici o in caso di ristrutturazioni di impianti esistenti, sono semplicemente reperibili in commercio le tecnologie per ridurre la spesa energetica.

Pannelli Solari: Componenti parte 2

Impianti - Vediamo quali sono gli altri componenti indispensabili al corretto funzionamento di un impianto a pannelli solari termici per la produzione di acqua calda.

Pannelli Solari, Inverno

Impianti - I pannelli solari termici contribuiscono a ridurre la spesa energetica degli edifici e le emissioni di sostanze inquinanti anche nel periodo invernale.

Solare a circolazione naturale

Impianti - Gli impianti solari termici a circolazione naturale sfruttano i moti naturali di circolazione all'interno dell'impianto che si innescano grazie al riscaldamento.

Pannelli Solari e INAIL

Impianti - Il nuovo testo sugli impianti termici prodotto dall'INAIL ex ISPESL interessa anche i pannelli solari termici.

Pannelli solari e calcare

Impianti - Le attuali tecnologie permettono la realizzazione di edifici con basse spese energetiche e bassi impatti ambientali, nuovi problemi spesso nascono da nuove tecnologie.

Progettazione pannelli solari circolazione naturale

Impianti di riscaldamento - I pannelli solari termici a circolazione naturale, più ecologici, economici e semplici di quelli a circolazione forzata, sono un'ottima scelta impiantistica.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img spiderman76
Buongiorno mi chiamo Davide e sono nuovo del forum. Chiedo a voi che di sicuro sarete degli esperti! :-) Se acquisto un immobile di nuova costruzione con già i pannelli...
spiderman76 05 Ottobre 2020 ore 10:28 1
Img turaz
Salve a tutti. Vi spiego la mia questione cercando di essere breve. Circa 3 anni fa ho comprato casa in un complesso di villette a schiera. La società costruttrice è...
turaz 15 Luglio 2020 ore 16:23 1
Img pasquy1987
Buongiorno. Possiedo un'abitazione unifamiliare mi riscaldo con caldaia a condensazione a metano. Vorrei fare isolamento termico di una superficie superiore al 25% e per...
pasquy1987 14 Giugno 2020 ore 10:06 2
Img the.kysersose
Buonasera,volevo porre questo quesito a chi si intende più di me di idraulica.Ho una casa molto grande su due livelli e la mia caldaia è stata cambiata da poco tempo...
the.kysersose 21 Aprile 2020 ore 01:12 5
Img francocausio
Ho un impianto fotovoltaico da 5 kw ed è incentivato dal 5° conto energia. La tempesta di grandine del 29 giugno mi ha rotto alcuni pannelli. I pannelli rotti sono 2...
francocausio 29 Novembre 2019 ore 18:35 1