Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Mancato pagamento IMU: conseguenze per Bonus ristrutturazioni e Superbonus

Quali sono i documenti da conservare per poter beneficiare del Bonus ristrutturazioni e del Superbonus 110? La ricevuta di pagamento Imu in quali casi è richiesta?
28 Gennaio 2021 ore 13:43 - NEWS Fisco casa

Pagamento Imu e bonus casa


Per poter beneficiare del Bonus ristrutturazioni, la detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio, è necessario fornire la documentazione che attesti l’avvenuto pagamento dell’Imu sull’immobile oggetto dei lavori.

pagamento Imu e Superbonus 110%
Ci chiediamo se lo stesso adempimento sia necessario per ottenere il riconoscimento del Superbonus 110% introdotto dal Decreto Rilancio per il miglioramento dell'effecienza energetica degli immobili.

In questo articolo esamineremo quella che è la documentazione indispensabile da conservare per poter accedere ai suddetti benefici fiscali.


Niente bonus ristrutturazioni se l’Imu non è stata pagata


Nessun bonus ristrutturazioni verrà riconosciuto in caso di lavori di riqualificazione del patrimonio edilizio se non si è in regola con il versamento dell’Imu, l’imposta municipale unica che si deve pagare in due rate annuali.

Imu e bonus ristrutturazioni
Sulla base di quanto riportato dall’Agenzia delle Entrata nella Guida al Bonus ristrutturazioni ultimo aggiornamento disponibile, per poter portare in detrazione il 50% delle spese sostenute nel corso del periodo di imposta precedente, occorre conservare determinati documenti attestanti il rispetto dei requisiti richiesti.

In sede di controllo della dichiarazione dei redditi, tali documenti dovranno essere esibiti all'Amministrazione finanziaria. Vediamoli insieme.


I documenti da conservare per accedere al Bonus ristrutturazioni


Al fine di ottenere il riconoscimento del Bonus ristrutturazioni è necessario conservare i documenti indicati nel Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 2 novembre 2011.

Superbonus 110% e documenti da conservare
Per quanto concerne il pagamento dei lavori, dovranno essere conservati:

  • la ricevuta del bonifico bancario o postale. Attenzione a non intestare la ricevuta del bonifico a persona diversa da quella che richiederà la detrazione fiscale, onde evitare la perdita del beneficio;

  • le fatture e le ricevute relative alle spese sostenute per l’esecuzione dei lavori.

Altri documenti da conservare sono:

  • la domanda di accatastamento, qualora l’immobile non risulti ancora censito;

  • la ricevuta dell’avvenuto pagamento dell’IMU qualora si tratti di un immobile per il quale è dovuta. Si ricorda che il pagamento può avvenire mediante il modello F24, online o tramite intermediari finanziari;

  • la delibera assembleare con la quale viene votata l’esecuzione dei lavori, unitamente alla tabella millesimale di ripartizione delle spese per i relativi interventi;

  • il consenso alla realizzazione dei lavori prestato dal possessore dell’immobile, nel caso in cui a sostenere le spese per l’intervento sia il detentore dell’immobile, se diverso dal familiare convivente;

  • i titoli abilitativi necessari per l’esecuzione dei lavori in base alla legislazione vigente a seconda dei lavori effettuati, come concessioni e autorizzazioni, ecc. Nel caso in cui l’abilitazione amministrativa non sia richiesta, sarà necessario produrre una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà nella quale si dovrà riportare la data di inizio dei lavori e attestare che i lavori eseguiti rientrino tra quelli agevolabili.

Infine, per evitare di incorrere nella perdita della detrazione fiscale e nel conseguente recupero delle somme rimborsate, è necessario, ove richiesto, effettuare la comunicazione dei lavori all’ASL competente.

I documenti per i lavori in condominio


Qual è la documentazione necessaria nel caso in cui i lavori siano effettuati sulle parti comuni di stabile condominiale?

Il contribuente, al posto della documentazione menzionata dovrà procurarsi una certificazione rilasciata dall’amministratore di condominio, in cui lo stesso debba indicare la somma da portare in detrazione e attestare l’adempimento degli obblighi su di lui gravanti per la fruizione del bonus fiscale.


In conclusione


Dall'esame sopra effettuato in merito alla documentazione che l'Agenzia delle Entrate ha riportato nella Guida fiscale, per quanto concerne il Bonus ristrutturazioni, la conservazione delle ricevute di pagamento dell’IMU, qualora sia dovuta, figura tra gli obblighi cui adempiere affinché il contribuente possa aver diritto alla detrazione del 50%.

Di conseguenza la mancata disponibilità degli stessi, per omesso versamento del saldo o dell’acconto, possono implicare la decadenza dal beneficio.


Mancato pagamento dell’IMU: si perde il diritto al Superbonus 110%?


In base ai chiarimenti effettuati dall’Agenzia delle Entrate, con la circolare 20/E del 2020, anche per accedere al Superbonus 110% sono necessari gli adempimenti ordinariamente previsti per il bonus relativo agli interventi di recupero del patrimonio edilizio.


Per quanto concerne la documentazione da conservare, per il riconoscimento della maxi detrazione, il contribuente deve conservare:

  • le fatture o le ricevute fiscali comprovanti le spese effettivamente sostenute per la realizzazione degli interventi e la ricevuta del bonifico bancario, ovvero del bonifico postale, attraverso il quale è stato effettuato il pagamento;

  • la dichiarazione del proprietario di consenso all’esecuzione dei lavori se gli stessi sono effettuati dal detentore (inquilino o comodatario) dell’immobile;

  • copia della delibera assembleare e della tabella millesimale di ripartizione delle spese nel caso in cui gli interventi sono effettuati su parti comuni degli edifici.


Tale documentazione può essere sostituita dalla certificazione rilasciata dall’amministratore del condominio.


Le asseverazioni dei requisiti tecnici e della congruità delle spese


È necessario, altresì, conservare una copia dell’asseverazione trasmessa all’ENEA per gli interventi di efficientamento energetico, nonché, per gli interventi antisismici, da parte di un tecnico professionista abilitato.

Nel caso in cui il contribuente abbia optato per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, è altresì necessario il rilascio del visto di conformità dal parte del commercialista o consulente del lavoro.


Imu: differenze tra superbonus e bonus ristrutturazioni


Sulla base delle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate, ai fini della fruizione del Superbonus 110%, non è richiesta l’esibizione della ricevuta di pagamento dell’Imu dovuta sull’immobile oggetto dei lavori agevolati.

La detrazione è prevista a prescindere dal fatto che il contribuente abbia o meno delle pendenze con il fisco.

Se dunque ai fini del bonus ristrutturazione la ricevuta di pagamento dell’Imu costituisce la prova dell’esistenza dell’immobile sul quale verranno effettuati i lavori, non alla stessa conclusione si deve giungere in tema di Superbonus 110%.

A confermare quanto sopra la circolare 30/E del 2020 nella quale la ricevuta del pagamento Imu continua a non essere menzionata in caso di superbonus 110 %.

riproduzione riservata
Articolo: Pagamento imu e bonus ristrutturazioni
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Pagamento imu e bonus ristrutturazioni: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.715 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Pagamento imu e bonus ristrutturazioni che potrebbero interessarti


Bonus casa: proroga con la Manovra 2021

Fisco casa - In attesa del testo definitivo della Legge di Bilancio, arriva la notizia della conferma, nel Documento programmatico di bilancio, dei bonus casa per il 2021.

Sì alla proroga Bonus mobili e bonus verde ma con dei limiti

Leggi e Normative Tecniche - Bonus mobili e bonus verde sono i grandi assenti dalle previsioni del Decreto Rilancio in ambito di sconto in fattura e cessione del credito. Ammessa la detrazione.

Ristrutturazioni: previsto in Sardegna un bonus aggiuntivo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nella Regione Sardegna in caso di esecuzione di interventi di ristrutturazione è allo studio la previsione di un bonus aggiuntivo del 40%. Ecco di cosa si tratta

Superbonus 110%: proroga fino al 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità introdotte col pacchetto di emendamenti alla Legge di Bilancio figura la proroga del Superbonus 110%. Più tempo per fruire della detrazione fiscale

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Bonus facciate: come funziona la cessione del credito col Decreto Rilancio?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile la cessione del credito d'imposta o lo sconto in fattura anche per il Bonus facciate al 90%. Lo afferma il Decreto Rilancio approvato a maggio 2020.

Superbonus 110%: ci si avvia all'estensione alle seconde case e proroga al 2022

Fisco casa - Novità in tema di superbonus 110% a fronte di alcuni emendamenti al Decreto Rilancio: si preannuncia estensione al 31 dicembre 2022, alle seconde case e alle imprese

Superbonus 110: è ammesso per immobili ad uso promiscuo?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile accedere al Superbonus 110% anche in caso di uso promiscuo dell'immobile? Si avrà diritto all'agevolazione fiscale solo in alcuni casi specifici.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img geneshys
Gentillissimi, Vi scrivo per avere delucidazioni in merito a una questione che per me non risulta pienamente chiara. Magari è solo un mio limite d'interpretazione. Sto per...
geneshys 02 Marzo 2021 ore 23:27 7
Img luisolp
Salve, il condominio in cui abito dovrebbe effettuare dei lavori di coibentazione sfruttando il superbonus 110 e cedendo il credito ad una Esco. Contemporaneamente io vorrei...
luisolp 28 Febbraio 2021 ore 11:12 3
Img marianne
Buongiorno a tutti, non so se qualcuno di voi può essermi d'aiuto in questa situazione abbastanza complessa da capire al fine di ottenere il famoso superbonus110:Trattasi...
marianne 25 Febbraio 2021 ore 20:34 2
Img .matteo
Buongiorno, ragazzi sono nuovo. Volevo delle delucidazioni essendo ignorante. In pratica la parete nord presenta muffa e ogni inverno mi tocca spruzzare prodotti per eliminarla.
.matteo 28 Gennaio 2021 ore 10:23 1
Img micky1977
Buongiorno a tutti, abito in un condominio di 4 piani senza ascensore degli anni '50. Ho letto che, effettuando lavori che ottengono la detrazione del 110%, avrebbero la stessa...
micky1977 25 Gennaio 2021 ore 22:06 4