Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Obbligo energie rinnovabili

Dal 1° gennaio 2010 dovranno essere modificati i Regolamenti Edilizi Comunali.
19 Gennaio 2010 ore 10:56 - NEWS Normative
energia

Con l'inizio del 2010 è entrato in vigore l'obbligo, nei casi di nuove costruzioni, di installare impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Tale obbligo era stato inizialmente fissato alla data del 1° gennaio 2009 nella Legge 244/2007, la cosiddetta Finanziaria 2008, all'art. 1, comma 289, che modificava il comma 1-bis dell'art.4 del Testo Unico dell'edilizia DPR 380/2001 introducendo, nella struttura dei regolamenti edilizi comunali, l'obbligatorietà per gli edifici di nuova edificazione, di installare impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili in grado di garantire almeno 1 kW per unità abitativa, pena il mancato rilascio del Permesso di Costruire.

Energie rinnovabiliLa norma in oggetto, sempre nell'ottica del bilanciamento delle risorse energetiche, stabiliva inoltre che, per i fabbricati industriali inferiori ai 100 mq di superficie, l'obbligo di produzione energetica da fonti rinnovabili fosse pari ad almeno 5kW. Successivamente, il noto Decreto MILLEPROROGHE fece slittare tale termine alla data del 1° gennaio 2010. In anticipo sui termini stabiliti, alcune regioni avevano già introdotto norme regionali relative a tale obbligo e, a cascata, anche alcuni comuni all'interno delle stesse regioni si erano già adeguati.

Quali sono, in pratica, le conseguenze e le implicazioni di tale decorrenza? Innanzitutto, ai progetti architettonici allegati alle richieste di permesso di costruire sarà obbligatorio allegare il progetto impiantistico, che dimostri le soluzioni tecniche scelte per ottemperare all'obbligo di legge; si potrà facilmente obbiettare che il capo VI del DPR 380/2001, assimilando norme contenute nella Legge 10/91, introduceva l'obbligo di presentazione allo Sportello Unico del progetto impiantistico relativo ad energie rinnovabili, ma finora era raro il caso di regolamenti edilizi che legassero tale dovere al rilascio del Permesso di Costruire, proprio perché non espressamente prescritto dalle leggi nazionali.

È importante che l'adeguamento dei Regolamenti Edilizi Comunali sia particolarmente attento e dettagliato, magari collegandolo alle NTA dei Piani Urbanistici Vigenti o in itinere, in maniera da specificare con sufficiente dettaglio le zone in cui gli obblighi di istallazione siano chiaramente concessi, e a quali condizioni tecniche, in maniera da ridurre la conflittualità con altri enti deputati al rilascio di autorizzazioni (su tutti le Soprintendenze): l'eventuale integrazione dei Regolamenti con tavole grafiche di individuazione degli isolati e degli interventi accordati, magari preventivamente concertate con tutti i portatori di interessi in una conferenza di servizi, potrebbero facilmente ovviare ad un problema del genere.

Integrazione architettonicaDal punto di vista commerciale, l'esistenza di un obbligo normativo di tale natura apre ulteriormente il mercato delle tecnologie e dei prodotti applicati alle energie rinnovabili, generando un indotto legato contestualmente alle forniture e alla manodopera specializzata, sicuramente positivo dal punto di vista dell'economia del paese. Di contro, valutando le implicazioni paesaggistiche e di impatto sul territorio, per quanto banale possa sembrare, c'è da sperare che i progettisti dei futuri interventi sottoposti alla normativa in oggetto sappiano far diventare tale obbligo uno stimolo per trovare soluzioni di integrazione impiantistica che diventino esse stesse architettura, piuttosto che palesarsi come semplice addizione tecnologica senza legami con il contesto e con il progetto.

Da questo punto di vista, naturalmente, un occhio a quanto realizzato da anni nei paesi del Nord-Europa, in anticipo di decenni rispetto a noi, non può che costituire arricchimento per tutti i tecnici coinvolti, nessuno escluso.


riproduzione riservata
Articolo: Obbligo energie rinnovabili
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Obbligo energie rinnovabili: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.201 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Obbligo energie rinnovabili che potrebbero interessarti


Detrazioni 55% e fotovoltaico

Normative - La Risoluzione 12/E del 7 febbraio 2011 dell'Agenzia delle Entrate chiarisce l'applicabilita'  delle detrazioni Irpef del 55% agli impianti fotovoltaici termodinamici, per quanto riguarda la produzione di energia termica ed acqua calda.

Energia più conveniente

Impianti - L'Autorità per l'Energia Elettrica ed il gas ha lanciato il Trova Offerte, uno strumento per trovare e confrontare le offerte presenti sul mercato.

Contabilizzazione Energia

Impianti - Contabilizzare l'energia è un aspetto significativo degli impianti centralizzati, inoltre con gli optional possono essere risolte anche imperfezioni degli impianti

Vendere Energia Fotovoltaica

Impianti - Le guide al quarto Conto Energia hanno chiarito e disciplinato le possibilità e modalità di vendita dell'energia elettrica prodotta con i pannelli fotovoltaici.

Un elettrodotto sottomarino

Impianti rinnovabili - Un nuovo impianto per sfruttare l'energia eolica.

Impianti e Pannelli Solari

Impianti - Per i moderni edifici o in caso di ristrutturazioni di impianti esistenti, sono semplicemente reperibili in commercio le tecnologie per ridurre la spesa energetica.

Maxi bollette della luce: prescrizione a due anni

Burocrazia e utenze - Stop alle maxibollette della luce; dal 1° marzo riconosciuta la prescrizione breve di 2 anni a tutela dei consumatori. Lo dice l'Arara con una recente delibera.

Nuovi incentivi per fonti rinnovabili

Normative - In arrivo nuove forme di incentivazione per incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Solare ed eolico insieme

Impianti - Greenerator e' un prototipo dell'americano Jonathan Globerson che unisce fotovoltaico ed eolico e si applica sul balcone di casa.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img max.69
Buongiorno volevo una informazione. Abito in un edificio che fino a qualche anno fa era un albergo ristorante ed apparteneva alla mia famiglia da sempre per vari motivi abbiamo...
max.69 13 Ottobre 2017 ore 17:43 1
Img rayden76
Buongiorno a Tutti,ho una domanda sicuramente banale per chi è del mestiere o ha già avuto esperienza in merito ma la questione a me lascia alcuni dubbi.Sto per...
rayden76 20 Ottobre 2015 ore 16:45 4
Img federico7070
Nel 2010 ho preso residenza in una casa di propieta' di mio zio . Al momento c'era un affittuario, e avendo un contatore unico intestato a lui decidemmo di suddivedere le spese...
federico7070 18 Agosto 2015 ore 21:16 1
Img sparviero
Salve a tutti,vorrei delle semplici delucidazioni e/o aiuti su come funziona il fotovoltaico e come meglio sfruttarlo. Premetto che sono crudo in materia.La mia abitazione è...
sparviero 18 Gennaio 2014 ore 15:48 1