Obbligo di banda larga in vigore dal primo luglio

NEWS DI Impianti domotici09 Luglio 2015 ore 13:51
Dal 1 luglio 2015 le nuove costruzioni e quelle oggetto di ristrutturazione edilizia devono essere predisposte alla connessione a banda larga con la fibra ottica.
banda larga , fibra ottica , cablaggio
Arch. Ilenia Pizzico

Banda larga in edifici nuovi e ristrutturati


Mentre si attende l'approvazione del Decreto Telecomunicazioni, l'Italia tenta di abbattere i costi, oggi troppo alti, per la diffusione capillare delle connessioni a banda larga in fibra ottica, e lo fa predisponendo al cablaggio obbligatorio gli edifici, nuovi e ristrutturati.

Banda largaLa banda larga è un sistema di ricezione e trasmissione simultaneo di dati ad alta velocità, basato sullo sfruttamento di una banda di ampiezza maggiore rispetto ai vetusti sistemi di comunicazione.

Questo sistema risulta fondamentale per garantire rapidità ed efficienza nelle connessioni, nella vita quotidiana e nei luoghi di lavoro, dove lo scambio di informazioni, di dati, le videoconferenze sono fondamentali.

La diffusione della banda larga potrebbe, inoltre, costituire motivo di crescita economica del Paese, nel quale tale sistema di comunicazione è ancora poco diffuso.

A tal proposito, il D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia si dota di un altro articolo, precisamente dell'art. 135 bis, Norme per l'infrastrutturazione digitale degli edifici, introdotto dall'art. 6-ter, comma 2, legge n. 164 del 2014; quest'ultimo articolo prevede che l'operatore di comunicazione, durante la fase di sviluppo della rete in fibra ottica, può installare a proprie spese gli elementi di rete, cavi, fili, ripartilinee o simili, nei percorsi aerei di altri servizi di pubblica utilità sia esterni sia interni all'immobile e in appoggio ad essi, a condizione che sia garantito che l'installazione medesima non alteri l'aspetto esteriore dell'immobile né provochi alcun danno o pregiudizio al medesimo.


Obbligo banda larga negli edificiCiò vuol dire che gli operatori di servizi di comunicazione possono servirsi di proprietà private per l'installazione della rete, utilizzando l'impianto in esse presente e senza opere invasive.

L'obbligo è scattato dal 1 luglio 2015 per tutti gli edifici di nuova costruzione e per quelli oggetto di ristrutturazione edilizia subordinati al rilascio del permesso di costruire; l'obiettivo è quello di facilitare l'installazione degli impianti di comunicazione a banda larga, assicurando in tutto il Paese una rete invisibile di connessioni.

Ma cosa devono fare nel concreto tecnici e imprese per rendere un edificio conforme a tali necessità?


Come predisporre la banda larga


L'art.135 bis del Testo Unico stabilisce che tutti gli edifici di nuova costruzione con autorizzazioni presentate dopo il 1 luglio 2015 devono essere dotati all'interno di un'infrastruttura fisica multiservizio passiva, ossia un complesso delle installazioni presenti all'interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili che permettono di fornire l'accesso ai servizi a banda ultralarga e di connettere il punto di accesso dell'edificio con il punto terminale di rete.

Anche gli edifici sottoposti a ristrutturazione edilizia pesante, il cui inizio dei lavori è subordinato al rilascio del permesso di costruire, devono adeguarsi a tale norma; nello specifico parliamo degli interventi ricompresi all'art. 10 comma 1 lettera c) del Testo Unico: interventi di ristrutturazione edilizia che portano ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportano modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportano mutamenti della destinazione d’uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli...

Data la variabilità nella classificazione degli interventi edilizi, nei prossimi mesi si auspica, però, l'estensione dell'applicazione della norma, anche alle ristrutturazioni edilizie soggette a D.I.A, in quanto interventi similari a quelli sopra descritti.

Banda larga negli edificiMa continuiamo con l'analisi della norma: al comma 2, inoltre, è previsto l'obbligo, sia per nuove costruzioni che per ristrutturazioni, di un punto d'accesso, ossia di un punto fisico, posto all'interno o all'esterno dell'edificio, che sia accessibile alle imprese fornitrici di reti pubbliche di comunicazione; il punto d'accesso garantisce la connessione con l'infrastruttura interna, predisposta per la fibra ottica a banda ultralarga.

Gli edifici che vengono dotati di questi sistemi possono esporre un'etichetta volontaria con la dicitura Edificio predisposto alla banda larga.

A seguito dell'installazione degli impianti per la connessione a fibra ottica, l'etichetta viene rilasciata da un tecnico abilitato per gli impianti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera b), del Regolamento di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37, e secondo quanto previsto dalle Guide CEI 306-2, Guida per il cablaggio per telecomunicazioni e distribuzione multimediale negli edifici residenziali, e 64-100/1, 2 e 3, Guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici, elettronici e per le comunicazioni.


Vantaggi derivanti dalla presenza di impianti per la banda larga negli edifici


La banda larga è oramai fondamentale per garantire ai cittadini una connessione rapida e in linea con gli standard europei: lo stile di vita e il lavoro richiedono di essere sempre più rapidi e connessi.

Impianti per la banda largaL'obbligo di predisposizione di sistemi per la banda larga consentirà ai fornitori di servizi di comunicazione di utilizzare non solo zone ed elementi pubblici, come ad esempio i pali della luce, ma anche aree private per il passaggio di cavi per la fibra ottica: edifici pubblici, nonchè case singole o condomini costituiranno punto di accesso per lo sviluppo di un moderno sistema di comunicazione.
La diffusione capillare della banda larga, con questi presupposti, sarà meno onerosa, più agevole e non invasiva.


Inoltre l'obbligo costituirà occasione di aggiornamento e crescita professionale per imprese e tecnici, nonchè ulteriore spinta al mercato dell'edilizia, purtroppo caratterizzato da un lungo periodo di difficoltà.

riproduzione riservata
Articolo: Obbligo di banda larga per edifici nuovi e ristrutturati
Valutazione: 5.58 / 6 basato su 12 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Obbligo di banda larga per edifici nuovi e ristrutturati: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Obbligo di banda larga per edifici nuovi e ristrutturati che potrebbero interessarti
Obbligo banda larga su edifici esistenti

Obbligo banda larga su edifici esistenti

La banda larga: dopo l'obbligo per gli edifici nuovi e ristrutturati, con il D.Lgs. n. 33/2016 arriva la regolamentazione dell'obbligo per gli edifici esistenti...
Fibra ottica in plastica

Fibra ottica in plastica

Da diversi anni sono disponibili in commercio anche fibre ottiche in plastica, più economiche di quelle in vetro, ed ottime anche in applicazioni per la sicurezza.
Fibra Ottica

Fibra Ottica

Le fibre ottiche rispondono ai requisiti del mondo formato web di trasmettere grandi quantità di dati in modo molto veloce e su distanze intercontinentali.
Cablaggio dei palazzi e Decreto Sviluppo bis

Cablaggio dei palazzi e Decreto Sviluppo bis

Il Decreto Sviluppo-bis, nell'intento di favorire la digitalizzazione del Paese, ha facilitato la posa in opera della fibra ottica. Non senza dubbi di oppprtunità.
Arrestata la banda della chiave bulgara, specializzata in furti d'appartamento

Arrestata la banda della chiave bulgara, specializzata in furti d'appartamento

Arrestata la banda della chiave bulgara, un pericoloso clan malavitoso di origine georgiana specializzato nella pianificazione e realizzazione di furti in casa.
usr REGISTRATI COME UTENTE
271.222 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Compo spectro diserbante 1 lt
    Compo spectro diserbante 1 lt...
    35.53
  • Compo spectro diserbante selettivo 100 ml
    Compo spectro diserbante selettivo...
    11.28
  • Cicoria rossa di verona selez s ambrogio
    Cicoria rossa di verona selez s...
    2.75
  • Compo rasen floranid concime con diserbante 15
    Compo rasen floranid concime con...
    65.45
  • Arieggiatore manuale di superficie con ruote
    Arieggiatore manuale di superficie...
    29.46
  • Angoliera italiana in legno dipinto
    Angoliera italiana in legno dipinto...
    1013.00
  • Asta manovra tapparelle
    Asta manovra tapparelle...
    20.17
  • Dessamor flacone 20 ml
    Dessamor flacone 20 ml...
    10.49
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Tende.online
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 229.00
foto 1 geo Lecce
Scade il 31 Maggio 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 299.00
foto 4 geo Roma
Scade il 31 Maggio 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.