• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Come leggere la nuova etichetta energetica

La nuova etichetta di classe energetica è già in vigore dal marzo 2021 e renderà molto più facile la lettura delle specifiche energetiche degli elettrodomestici
Pubblicato il

Nuova etichetta energetica


La vecchia etichetta energetica è andata in pensione, almeno sulla carta.
Infatti non tutti i produttori si sono già messi in regola e continuano a utilizzare quelle vecchie.

La nuova etichetta è stata voluta dall'Unione Europea, per motivi di chiarezza, con lettere che vanno dalla G (classe energetica più energivora) alla A (prodotti tecnologicamente all'avanguardia).

Sono state eliminate le vecchie classificazioni con tutti i vari +, considerate un linguaggio poco chiaro per gli utenti.

Etichetta energetica vecchia e nuova
Tra gli obiettivi di questo progetto troviamo appunto la facilitazione di lettura della classe energetica degli elettrodomestici, stimolando il compratore ad acquistare prodotti sempre migliori dal punto di vista dei consumi.

Questo per contro dovrebbe anche incoraggiare i produttori nel miglioramento dei loro apparecchi, promuovendo investimenti e innovazioni tecnologiche.

I relativi regolamenti delegati sono stati pubblicati a inizio dicembre 2019 (vedi Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea n. L 315 del 5 dicembre 2019) e modificati col Regolamento Omnibus sull'etichettatura energetica.


Come leggere la nuova etichetta energetica


La vecchia etichetta energetica, immessa nel 1994, era diventata desueta a causa dell'avanzare della tecnologia che in 30 anni ha fatto passi da gigante.

L'obiettivo della UE è quello di rendere tutto molto più immediato e leggibile.

Nuova classe energetica
Come prima novità è stato inserito un pratico QR code che, tramite tablet e smartphone potrà far accedere in pochissimo tempo a tutte le specifiche del prodotto in termini di consumi. Oltre a questo, viene anche indicato chiaramente il consumo in termini di kWh del prodotto che si sta acquistando.

Infine, sono presenti dei pittogrammi, ovvero dei simboli che forniscono ulteriori informazioni su altre caratteristiche del prodotto. Consumo di acqua, rumorosità, tempi di fine ciclo (ad esempio di un lavaggio), capacità di carico e tanto altro.


La classe energetica G


Classe di efficienza energetica che occupa l'ultimo gradino della scala.

Secondo i nuovi parametri questa è la classe che ha in assoluto il consumo energetico più alto.

CONSIGLIATO amazon-seller
Frigorifero classe a
€ 928.97
invece di € 1999 COMPRA


Dal punto di vista ecologico sono gli apparecchi che inquinano di più e, secondo la vecchia scala, potrebbero ricaderci anche alcuni vecchi elettrodomestici prima presenti in una delle classi A.

A meno di non essere costretti, meglio lasciar perdere questa classe energetica perché a lungo andare potrebbe incidere molto sui costi in bolletta.


La classe energetica F


Classe leggermente meno energivora, ma considerata ancora a basso risparmio energetico. In linea di massima potrebbe considerarsi la vecchia classe A+.

Alcuni elettrodomestici energivori
Se possibile, evitare di comprare anche questi elettrodomestici perché, anche se una volta erano considerati all'avanguardia, attualmente sono alla stregua dei dinosauri e non gioverebbero a portafoglio e ambiente sul lungo periodo.


La classe energetica E


Classe color arancione chiaro corrisponde alla vecchia classe A++.
Siamo già a un livello di buon risparmio energetico e, in linea di massima, in questa classe rientrano tantissimi dei principali elettrodomestici presenti nelle nostre case.


La classe energetica D


Corrispondente alla vecchia classe A+++ si parla già di elettrodomestici con ottime performance dal punto di vista energetico.

Saranno presenti in questa categoria anche elettrodomestici una volta considerati i migliori della vecchia generazione ma, come detto, l'avanzare della tecnologia ha chiaramente cambiato le carte in tavola.


Classi energetiche C, B, A


Qui siamo nell'elite degli elettrodomestici dotati di tecnologie all'avanguardia.
Basso consumo energetico vuol anche dire un sostanziale risparmio in termini di bolletta strizzando l'occhio anche al benessere dell'ambiente.

Sostenibilità energetica
Attualmente i prodotti di questo tipo sono ancora abbastanza pochi: questa nuova classificazione difatti è stata creata per durare parecchio nel tempo.

Molti prodotti smart ne fanno comunque attualmente parte, come alcune lavastoviglie e lavatrici di ultimissima generazione.

CONSIGLIATO amazon-seller
Ferro da stiro classe a
€ 29.9
invece di € 34.99 COMPRA


Per rientrare nella classe A un elettrodomestico oltre che consumare poco dovrà essere perfettamente in linea con la sostenibilità ambientale.


Entrata in vigore della nuova etichetta energetica


Per alcuni elettrodomestici questa nuova etichetta è già entrata in vigore da marzo 2021. I prodotti che ne hanno subito beneficiato sono congelatori, frigoriferi, lavasciuga, lavastoviglie, TV e lavatrici.

Lampadina

Da settembre 2022 è entrata in vigore anche per asciugatrici, condizionatori, smartphone, aspirapolvere e notebook.


Come calcolare i kWh degli elettrodomestici?


Ora, potrebbe anche essere utile capire che formula utilizzare per calcolare i kilowattora.


Per prima cosa, al fine di conoscere la potenza disponibile, si dovrà aggiungere il 10% alla potenza impegnata. Ad esempio, se nel contratto si hanno 4 kW, può arrivare fino a una capacità di 4,4 kW senza che salti la luce.

Ora, per calcolare il consumo degli elettrodomestici di casa bisognerà ovviamente, conoscerne la potenza e moltiplicarla per il tempo di utilizzo.
In sintesi, il kilowattora è il risultato della moltiplicazione di due variabili: potenza e tempo.

Calcolo kWh
Bisognerà moltiplicare la potenza in Watt (ad esempio un Phon da 2000 W) per le ore di utilizzo. Il risultato poi andrà diviso per 1000 in modo da ottenere i kWh.

Questo valore poi, bolletta alla mano, andrà moltiplicato per il costo unitario che il fornitore avrà applicato per ottenere la spesa totale che arriverà in bolletta.

Per il consumo annuo, basterà moltiplicare il consumo giornaliero per il numero di giorni di utilizzo degli elettrodomestici l'anno e moltiplicare, infine, il risultato per il costo dei kWh presenti sempre in bolletta.

riproduzione riservata
Nuova etichetta energetica
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.589 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img paolo iacono
Buongiorno a tutti,Ho acquistato una casa con già all'interno una caldaia a condensazione con pompa di calore della cosmogas modello HKS24 senza pannelli solari per...
paolo iacono 27 Aprile 2022 ore 11:27 1