Norme Ventilazione Climatizzazione

NEWS DI Normative04 Aprile 2012 ore 00:32
Le norme di riferimento per il trattamento dell'aria negli ambienti e la relativa climatizzazione sono la UNI 10339 e la UNI 13779, esse non sono cogenti.
norma , norme , uni , 10339

Le norme di riferimento per il trattamento dell'aria negli ambienti e la relativa climatizzazione sono la UNI 10339 e la UNI 13779. Le normative tecniche come noto non sono cogenti, cioè hanno valore di riferimento, ma non obbligatorietà di applicazione, questo fino al momento in cui le stesse normative tecniche non siano recepite all'interno di una legge o di un regolamento. Poco meno di un anno fa è stata aggiornata la normativa UNI 10339 che fornisce indicazioni sui requisiti minimi degli impianti e dei valori delle grandezze di riferimento durante il funzionamento.

La normativa UNI 10339 viene applicata agli impianti aeraulici destinati al benessere delle persone, installati in edifici chiusi. L'impianto aeraulico deve consentire di raggiungere e mantenere le condizioni di qualità e movimento e le condizioni termiche ed igrometriche richieste per i vari ambienti come la filtrazione, il riscaldamento, il raffrescamento, l'umidificazione e la deumidificazione.

L'impianto, in generale, deve garantire un'immissione di aria esterna pari o maggiore ai valori minimi, per ciascun tipo di destinazione d'uso, tenendo conto del numero delle persone presenti, o alla superficie in pianta, o al volume dell'ambiente con la relativa filtrazione minima tramite l'impiego di filtri di classe appropriata, anche per la velocità di immissione dell'aria negli ambienti serviti ci sono delle precise indicazioni.

Per gli edifici adibiti a residenza ed assimilabili, come le abitazioni civili, i collegi, i luoghi di ricovero, le case di pena, le caserme, i conventi, gli alberghi e le pensioni, la velocità dell'aria m/s in riscaldamento deve assumere un valore compreso tra 0,05 a 0,15 metri al secondo. Mentre nelle stesse condizioni , per il rinfrescamento la velocità di immissione dell'aria deve assumere un valore compreso tra 0,05 e 0,20 metri al secondo. Le stesse condizioni sono valide anche per gli uffici in genere, locali riunione, centri elaborazione dati ossia gli uffici e gli ambienti assimilabili in generale.

Per quanto riguarda le portate di aria esterna e di estrazione da adottare per le diverse tipologie edilizie esse sono riferite alle condizioni normali di 15°C, 101,325 kPa. Per gli edifici adibiti a residenze ed ambienti assimilabili, come soggiorni, camere, cucine, bagni, servizi, collegi, luoghi di ricovero, case di pena, caserme, conventi, sale riunioni, dormitori/camere, cucine, l'indice di affollamento previsto per metri quadrati varia tra 0,04 e 0,1, la portata di aria esterna espressa in litri al secondo è generalmente pari ad 11.

Direttiva EPDB

Dal 2003, il quadro normativo europeo ha subito notevoli cambiamenti dettati dalle esigenze del settore energetico, in particolare con la introduzione della direttiva EPDB (Energy Performance of Building Directive) si è determinata la messa in cantiere di numerose nuove norme europee EN.

Molte di queste hanno influenzato e continueranno ad influenzare significativamente le normative tecniche nazionali. La stessa certificazione energetica degli edifici deriva dall'EPDB (Energy Performance of Building Directive) focalizzata su concetto di prestazioni degli impianti e degli edifici. La guideline progettuale legata al concetto di prestazione, rappresenta il tratto che più caratterizza l'insieme delle norme espresse dall'EPBD.

Nel rispetto del concetto di prestazioni i progettisti europei possono mettere in campo tutte le soluzioni tecniche ritenute opportune, al fine di mantenere un determinato insieme di prestazioni, in base al livello qualitativo degli ambienti che devono essere serviti dagli impianti di climatizzazione e trattamento dell'aria.

Un altro punto di notevole interesse, introdotto dalla direttiva, è stato rappresentato dalle condizioni di comfort che necessita garantire negli edifici. Sulla scia di quest'ultima considerazione hanno avuto una notevole diffusione i sistemi radianti, con le relative indicazioni di progetto al fine di evitare situazioni di discomfort localizzato negli ambienti.

riproduzione riservata
Articolo: Norme Ventilazione Climatizzazione
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 3 voti.

Norme Ventilazione Climatizzazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Norme Ventilazione Climatizzazione che potrebbero interessarti
Norme Solare Termico

Norme Solare Termico

Normative - Tra le norma piu' significative ed importanti per gli impianti solari termici ci sono le UNI EN 2975 e le UNI EN 12976 che disciplinano la conformità dei pannelli.
Norme e Specifiche Tecniche gas

Norme e Specifiche Tecniche gas

Normative - Per un nuovo impianto o la modifica di uno esistente è bene verificare l'insieme delle norme di riferimento, nella dichiarazione di conformità, D.M. 37/08.
Norme Sistemi Fumari

Norme Sistemi Fumari

Normative - Per i sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione dei generatori termici ci sono precise norme circa le caratteristiche, l'installazione e la manutenzione.

Norme Controlli Gas

Normative - Da oltre un decennio nel settore degli impianti tecnologici è avvenuta una vera e propria rivoluzione che ha coinvolto anche l'impiantistica gas ad uso civile.

Norme UNI EN ISO in edilizia

Leggi e Normative Tecniche - Le norme tecniche non sono esattamente obblighi di legge ma prescrizioni riguardanti le caratteristiche di un prodotto, di un processo produttivo o di un servizio.

Prese Elettriche, V3 CEI 64-8

Impianti - La variante V3 della norma CEI 64-8 detta condizioni specifiche con le quali devono essere realizzate e protette le prese in casa.

Norma UNI TS 11300

Normative - Dopo diversi anni dall'obbligo della certificazione energetica degli edifici, lo scorso mese di Maggio è stata pubblicata la parte quarta della norma UNI TS 11300.

Centralino Casa, Norma CEI 64-8, V3

Impianti elettrici - La nuova variante V3 della norma CEI 64-8 descrive come deve essere il centralino domestico.

Norma UNI 10738

Normative - La UNI 10738/2012 descrive i criteri aggiornati per verificare la sicurezza degli impianti a gas per uso domestico e similari con potenza non superiore ai 35 kW.
REGISTRATI COME UTENTE
295.510 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Haier barriera d'aria cm 90 tangenziale con
    Haier barriera d'aria cm 90...
    230.00
  • Haier barriera d'aria cm 60 tangenziale con
    Haier barriera d'aria cm 60...
    183.00
  • Caminetti ad aria ventilata
    Caminetti ad aria ventilata...
    1210.00
  • Brofer aspiratore d'aria elettrico bagno Ø100
    Brofer aspiratore d'aria elettrico...
    25.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.