Non ti scordar di me: consigli per una corretta coltivazione

NEWS DI Piante16 Ottobre 2018 ore 13:20
Il Non ti scordar di me, o Myosotis, è un fiore dall'elevato potere decorativo. Bellissimo in giardino è adatto anche per terrazze e balconi. Ecco come coltivarlo

Non ti scordar di me


Un fiore noto per essere simbolo dell'amore, come vorrebbe una leggenda di origine austriaca: stiamo parlando del non ti scordar di me, fiore piccolo e tenero che spesso adorna i balconi e i giardini, con il suo delicato colore che vira dal violetto al blu.

Non ti scordar di me fiore violetto
È interessante pensare al significato del Non ti scordar di me: si tratta di un'essenza che sta a simboleggiare la fedeltà eterna tra due amanti e che comprende ben cinquanta diverse specie di piante, che provengono non solo dall'Europa ma anche dall'Africa, dalla Nuova Zelanda, dall'Asia e dall'Australia. Molto numerose anche le sue sottospecie.


Le varietà di non ti scordar di me


Molto utilizzata nei giardini e sulle terrazze è la versione annuale-biennale del non ti scordar di me, molto bella per un utilizzo a scopo decorativo ma anche nelle composizioni floreali. I fiori del non-ti-scordar-di-me detti anche occhi della madonna, si presentano con un colore delicato e molto apprezzato.

Non ti scordar di me fiore azzurrino
Tra le sue caratteristiche principali ci sono una fioritura abbondante e una semplicità di manutenzione. In particolare vi sono delle varietà appositamente selezionate per queste tipologie di utilizzo: si tratta di ibridi derivanti dal myosotis sylvatica, che si presenta in forma di cespuglio, con foglie sottili e leggermente pelose.
Questa varietà, che fiorisce da inizio primavera fino a fine estate, presenta infiorescenze di colore azzurro vivo e giallo, composte in piccolissimi gruppi. Essa trova l'habitat ideale nelle zone boschive e in suoli leggermente umidi.


Seminare il non ti scordar di me in giardino


La semina di questa pianta , detta anche myosotis mirano, va pensata con largo anticipo, e in particolare tra l'estate e l'autunno, o in ogni caso con temperature medie che si aggirano tra i 15 e i 18 gradi, in modo da avere una bella fioritura già dalla primavera successive.


Il fiore di non ti scordar di me

Il fiore di non ti scordar di me

Il fiore di non ti scordar di me
Fiori di non ti scordar di me

Fiori di non ti scordar di me

Fiori di non ti scordar di me
Non ti scordar di me a dimora nel terreno

Non ti scordar di me a dimora nel terreno

Non ti scordar di me a dimora nel terreno
Non ti scordar di me azzurri

Non ti scordar di me azzurri

Non ti scordar di me azzurri
Non ti scordar di me con rose

Non ti scordar di me con rose

Non ti scordar di me con rose
Non ti scordar di me violetti

Non ti scordar di me violetti

Non ti scordar di me violetti
Non ti scordar di me

Non ti scordar di me

Non ti scordar di me

Si consiglia di utilizzare dei vassoi alveolari o dei piccoli vasi e un terriccio piuttosto ricco mescolato a sabbia per favorire il drenaggio. In ogni alveo si dovranno porre due semi, mentre se si utilizza il vaso se ne dovranno mettere tre posizionati a triangolo. Il tutto va coperto con un leggero strato di terriccio e vaporizzato con acqua.

Non ti scordar di me
I vasetti dovranno poi essere sistemati in un contenitore, in cui si dovrà mantenere costantemente un dito d'acqua. La scatola andrà poi coperta con una pellicola trasparente e messa in zona ombreggiata in cui però arrivi luce. La superficie del terriccio andrà vaporizzata di frequente e arieggiata ogni giorno per circa mezz'ora.

Ci vorranno circa due settimane perché spuntino i primi germogli del non ti scordar di me: per ogni vaso si dovrà tenere la pianta che appare maggiormente robusta. Una volta che le piantine si saranno rafforzate potranno essere messe a dimora. In caso si vogliano piantare in giardino si dovrà predisporre un'aiuola posizionandole a circa 30 cm l'una dall'altra scavando delle buche abbastanza grandi e profonde, in cui spargere poi concime granulare per piante fiorite e stallatico. Si dovrà quindi inserire la pianta e coprire tutto con il terriccio, compattando con cura.

Fiorellini di Non ti scordar di me
Poiché la pianta dovrà affrontare il freddo dell'inverno imminente, sarà opportuno coprire la base con una pacciamatura di fogli, stallatico e paglia. L'alternativa sarà effettuare la messa a dimora del non ti scordar di me direttamente la primavera successiva.


Coltivazione e manutenzione della pianta


La pianta del non ti scordar di me si caratterizza per la semplicità di coltivazione.
Sarà bene utilizzare terreni ricchi e in grado di trattenere umidità, come quelli argillosi.

Si possono posizionare sia in piano sole sia in zone di mezz’ombra: nel secondo caso si otterrà una fioritura più lunga e soprattutto permetterà di ridurre le innaffiature.

Fiore di Non ti scordar di me
Bisogna infatti ricordare che per ottenere fioriture ottimali del non-ti-scordar-di-me sarà necessario che il terreno rimanga sempre umido. Le irrigazioni dovranno partire già da metà aprile, soprattutto se si verificheranno periodi di siccità. E' inoltre consigliabile utilizzare un concime liquido che andrà distribuito ogni settimana sulle piante.

Per mantenere il non ti scordar di me al meglio della sua forma, le piante dovranno essere mantenute ben pulite, eliminando i fiori appassiti.


Coltivare il non ti scordar di me in vaso


I non ti scordar di me sono fiori che si prestano bene anche alla coltivazione in vaso, per adornare balconi e terrazze con vere e proprie macchie di colore.

Si dovrà però avere l'accortezza di scegliere contenitori piuttosto profondi, dal diametro di almeno 12 centimetri, e dotati di un buon drenaggio: meglio quindi scegliere un vaso in terracotta, che consente la traspirazione. Prima di mettere a dimora la pianta, si dovrà collocare sul fondo uno strado di ghiaia abbastanza spesso, in modo da drenare. In alternativa andrà bene anche l'argilla espansa.

Non ti scordar di me con ape
Successiamente si dovrà inserire la piantina nel contenitore, insieme a terriccio per piante fiorite mescolato più o meno al 50% con terra da giardino. A questo composto si dovrà aggiungere sabbia e stallatico maturo, nonché poco concime granulare.

Una volta piantato il non ti scordar di me andrà abbondantemente irrigato, quindi si dovrà posizionare il vaso in zone di mezz’ombra.

Non potendo godere della naturale umidità fornita dal terreno di un giardino, le piante in vaso dovranno essere innaffiate frequentemente, soprattutto laddove il terreno risultasse secco.

Da evitare invece il sottovaso, in quanto favorisce il ristagno di acqua e quindi il rischio che le radici possano marcire.

Anche in questo caso una volta a settimana si dovrà utilizzare del concime liquido per piante fiorite, da diluire nell'acqua che si usa per innaffiare. Molto utile anche posizionare un fertilizzante in stick da inserire nel terreno.


Le malattie del non ti scordar di me


Il non ti scordar di me
è soggetto all'oidio e alle limacce. Il primo, detto anche mal bianco, è un parassita che tende a diffondersi in autunno come in primavera, quando le temperature si aggirano sui 20 gradi. È facilmente riconoscibile per la presenza di una sorta di polvere bianca sugli steli e sulle foglie. Questo parassita tende a danneggiare la fioritura ma anche ad uccidere la piantina.

Poiché esso si presenta in situazioni di particolare umidità, si dovrà innanzitutto evitare di bagnare i fiori e le foglie durante le irrigazioni e utilizzareprodotti a base di zolfo o bicarbonato di sodio.

Piantina di Non ti scordar di me
Laddove invece il parassita avessi già intaccato la pianta, si dovranno eliminare le parti che ne sono state colpite e utilizzare dei prodotti curativi specifici.

La seconda minaccia per il non ti scordar di me sono le limacce, una sorta di lumache, che si possono prevenire spargendo nel terreno circostante della cenere che le ostacola, oppure mettere delle trappole a base di birra per attirarle altrove. Nei casi più estremi si dovranno utilizzare dei lumachicidi.


Gli utilizzi del non ti scordar di me


Il non ti scordar di me è uno dei fiori più utilizzati per i lutti, e quindi per i fiori da presentare a un funerale. Ma il suo impiego è anche legato ad alcune proprietà curative: questo fiore ha un utilizzo come pianta officinale. La sua essenza può infatti aiutare chi soffre di insonnia o altri problemi legati a disturbi del sonno.

riproduzione riservata
Articolo: Non ti scordar di me: come coltivarlo e averne cura
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 4 voti.

Non ti scordar di me: come coltivarlo e averne cura: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Non ti scordar di me: come coltivarlo e averne cura che potrebbero interessarti
Lavori in giardino di maggio

Lavori in giardino di maggio

Giardinaggio - Il mese di maggio segna il risveglio vegetativo di varie specie di piante ed inizia un periodo di intensa attività per chi si dedica alla cura degli spazi verdi.
L'Orto delle Donne

L'Orto delle Donne

Giardino - L?Orto delle Donne è un?interessante iniziativa promossa dall?associazione di volontariato Donne del Sud, realizzata con il patrocinio dell?Ufficio
Lavori in giardino di Luglio

Lavori in giardino di Luglio

Giardinaggio - Luglio è un mese molto caldo e di questo caldo risentono tanto le piante che chi deve occuparsene con i lavori in giardino, che vanno eseguiti nelle ore più fresche.

Coltivare il caffè in casa: ecco cosa sapere

Giardinaggio - Coltivare la Coffea Arabica in ambiente domestico e in clima mite, grazie a poche e semplici regole, ottenendo così una bellissima pianta ornamentale e insolita

Coltivare Orchidee

Giardino - Attraggono da sempre per l'eleganza delle forme e la delicatezza dei colori, i loro fiori sono particolarmente spettacolari, appartengono alle orchidaceae.

Coltivazioni in scatola curiose

Giardino - Coltivare in scatola? Dopo i terrari, sembra sia l'ultima moda. E a quanto pare, se ci si vuole sbizzarrire, si trova un po' di tutto, come alcuni kit a metà strada tra un orto e un giocattolo.

Orto sociale urbano

Giardino - Nasce in Sardegna, a Settimo San Pietro, in provincia di Cagliari, il primo orto sociale urbano, costruito cioè su terreno cittadino, della regione, battezzato

La terrazza, luogo da arredare e coltivare

Arredamento - Tra blocchi del traffico, targhe alterne e provvedimenti anti-smog ? il più recente è quello messo in atto a Milano il 16 gennaio dall?amministrazione

Come realizzare il Potager

Giardinaggio - In pochi semplici passi vediamo come realizzare l'orto-giardino Potager, famoso soprattutto in Francia ma, ultimamente, di grande tendenza anche in Italia.
REGISTRATI COME UTENTE
295.698 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pompa a pressione volpi garden 8 lt
    Pompa a pressione volpi garden 8 lt...
    31.72
  • Pistola garden
    Pistola garden...
    11.10
  • Zoccoli verde oliva stocker per orto e
    Zoccoli verde oliva stocker per...
    9.46
  • Carriola stampata in metallo muratore
    Carriola stampata in metallo...
    43.31
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.