Consigli per il montaggio delle ante prefinite in legno

In che modo realizzare il montaggio fai da te di ante prefinite in legno su un telaio rettangolare o quadrato, da utilizzare per cucine in muratura e non solo.
Pubblicato il

Montare le ante prefinite fai da te


Nella realizzazione in fai da te di cucine in muratura, armadi a muro e in una serie di altre applicazioni, possiamo fare uso dell'ampia gamma di ante prefinite disponibili sul mercato.
Il loro montaggio si effettua su un telaio rettangolare o quadrato di opportune dimensioni che va inserito nell'apertura disponibile.


Vediamo il semplice procedimento per la costruzione del telaio e il montaggio di cerniere e anta al suo interno.


Tipologia di ante prefinite


Modelli differenti di ante prefinite in legnoNella vasta gamma di antine prefinite sono presenti diverse tipologie:

- ante classiche, con telaio diritto o cappello sagomato;
- ante arte povera, con telaio largo e squadrato;
- ante a persiana, con lamelle per passaggio luce;
- ante moderne, completamente lisce, con solo maniglie o pomoli.


Le ante si prestano a qualsiasi tipo di verniciatura, decapata, invecchiata, uniforme, etc , ed è questo il motivo per cui sono sempre fornite all'utente senza trattamento superficiale, dunque grezze.

È possibile che l'apertura in cui va inserita l'anta sia preesistente oppure che debba essere costruita successivamente.

Schema anta struttura preesistente
Nel caso in cui si debbano montare ante su una struttura preesistente con aperture già realizzate bisogna:

1 - Individuare un'antina il cui telaio possa entrare nell'apertura.
2 - Realizzare il telaio, inserirlo nella struttura centrandolo nello spazio disponibile, dotarlo di opportune spessorazioni e quindi collegarlo alla struttura. In questo caso è conveniente utilizzare un'anta a battuta che, essendo più grande del telaio, copre anche l'eventuale spazio tra questo e la struttura. In ogni caso una cornice coprifilo rifinisce il lavoro.

Schema anta struttura da costruire
Nel caso in cui si debbano montare ante su una struttura ancora da realizzare bisogna:

1 -Individuare l'antina di dimensioni adeguate.
2 - Costruire il relativo telaio e successivamente creare la struttura di supporto. In questa situazione tra struttura e telaio non vi sarà alcuna luce. È conveniente in tal caso utilizzare un'anta a filo che entra nel perimetro interno del telaio.

In tutti e due i casi una cornice coprifilo servirà a rifinire il lavoro.


Ante prefinite: taglio e foratura dei pezzi


Per l'installazione fai da te delle ante prefinite dobbiamo disporre dl seguente materiale:

-multistrato da 20 mm largo almeno 90-100 mm per realizzare il telaio;
-viti per legno 4x35 mm e 4x18 mm a testa svasata e colla vinilica;
-cerniere a incasso o a teste piatte;
-antina.

Taglio e foratura dei pezzi

Si tagliano quattro strisce di multistrato, ovvero due elementi orizzontali e due verticali.

Montaggio ante fai da te: taglio e foratura pezzi
Per un telaio le lunghezze sono:
- elementi verticali (A): lunghezza uguale a quella delle antine;
- elementi orizzontali(B): lunghezza pari a quella delle antine - 40 mm.
Le dimensioni dell'anta devono sempre essere uguali alla dimensione esterna del telaio.

Alle estremità dei pezzi A (verticali), a 10 mm dal bordo, vanno praticati tre fori passanti ø 2 mm per il passaggio delle viti. I fori passanti hanno lo scopo di evitare che l'inserimento delle viti causi una fessurazione del multistrato, data la vicinanza delle viti alle estremità dei pezzi verticali.

Un robusto telaio in multistrato riceve le cerniere delle antine e ne permette l'apertura e la chiusura perfettamente in battuta.


Assemblaggio del telaio per le ante prefinite


Preparare un blocchetto di legno duro ben squadrato che serva come guida di precisione per l'accostamento, esattamente a 90°, degli elementi che compongono il telaio.

Si accostano le teste degli elementi A e B (sovrapponendo quelle degli elementi A su quelle dei B) morsettando i pezzi al blocchetto di legno. Un filo di colla vinilica rinforza la loro unione.

Fasi di assemblaggio del telaio
Si procede all'inserimento delle viti e all'avvitatura dopo aver svasato i fori d'invito con una fresetta conica. Si procede nello stesso modo per le quattro giunzioni, realizzando così il telaio.
Si verifica la precisione e la squadratura accostando l'antina da montare.

• Per la creazione del telaio, si possono adoperare legni diversi dal multistrato che di certo rappresenta la soluzione più economica, ma per un lavoro di qualità migliore è possibile anche fare ricorso a listelloni piatti di legno lamellare.


Cerniere per ante prefinite: a incasso o avvitate


A questo punto, se si monta un'anta preforata si passa al montaggio delle cerniere.

Se abbiamo invece optato per l'acquisto di un'anta a retro piatto, bisogna utilizzare una punta Forstner, del diametro pari a quello delle teste delle cerniere da incasso, solitmaente di 35 mm, per creare due ribassi profondi 8 mm nel retro delle antine, a 70 mm dai bordi superiore e inferiore e a 25 mm da quello verticale.

Montaggio delle cerniere
A questo punto si devono inserire le teste delle cerniere e avvitarle in posizione con le viti in dotazione. Di seguito si provvederà ad avvitare i braccetti al telaio.

Per montare antine a retro piatto non preforato è convenente utilizzate le apposite cerniere che non hanno la testa a incasso e quindi non esigono la creazione di ribassi.
Le cerniere vengono semplicemente avvitate in posizione sul retro dell'antina e all'interno del telaio.


Montaggio finale delle ante prefinite


Nel caso in cui la struttura in muratura, oppure in legno, preposta per accogliere il telaio con l'antina sia ancora da realizzare, lo si assembla posizionando il telaio nel punto adeguato, collegandolo con viti o tasselli.

Se invece disponiamo di una struttura già esistente, il telaio può essere contornato da una cornice più o meno spessa, in funzione della luce dell'apertura disponibile.

Tale cornice, per aperture irregolari, può essere sostituita da zeppe o spessorazioni di vario tipo.


La verniciatura delle ante prefinite


Le ante, come già detto, sono in genere fornite grezze; la scelta della rifinitura varia in funzione delle singole esigenze abitative e del gusto personale.
Le finiture possibili, se si considerano anche le soluzioni più creative o quelle che coniugano la modernità con il sapore antico di una struttura in muratura, sono davvero tante.

Verniciature ante prefinite
Le più usuali sono:

- vernice trasparente o mordenzata, lascia visibile la venatura del legno e lo colora secondo la tinta preferita (noce, ciliegio, rovere, colori vari ecc.). Questo tipo di finitura può essere anche trattato a cera o con altri prodotti lucidanti.

- smalto acrilico, colora la superficie nella tonalità preferita e offre una particolare protezione al legno.

Le antine prefinite si adattano a numerose soluzioni d'arredo e di costruzione; tuttavia, sono indicate soprattutto per uso interno in quanto gli agenti atmosferici e la luce solare possono danneggiarle nel tempo.

I prodotti raffigurati sono della ONLYWWOD



riproduzione riservata
Montaggio ante prefinite in legno
Valutazione: 5.29 / 6 basato su 7 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
347.095 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI