Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Modifica dei criteri di ripartizione delle spese

Nel condominio Alfa per lunghi anni, in ragion delle disposizioni contenute nel regolamento contrattuale, le spese per il riscaldamento sono state ripartite
16 Gennaio 2012 ore 15:16 - NEWS Condominio
assemblea , assicurazione , privacy , documenti
Ripartizione speseNel condominio Alfa per lunghi anni, in ragion delle disposizioni contenute nel regolamento contrattuale, le spese per il riscaldamento sono state ripartite sulla base di un'apposita tabella. A seguito di alcune variazioni nella composizione della compagine, l'assemblea si riunisce per decidere alcune vicende inerenti la gestione e le spese per i beni comuni. Risultato: tra le varie cose l'assise, a maggioranza, ha deliberato di modificare il criterio di ripartizione delle spese per il funzionamento dell'impianto di riscaldamento. Una storia inventata, quella appena descritta, che però ha una base comune a quella che ha portato la Cassazione ad emettere il 15 dicembre la sentenza n. 27016. Oggetto del contendere: la modifica dei criteri di ripartizione delle spese condominiali. I Supremi Giudici hanno confermato il loro costante pronunciamento in materia che trova, poi, l'addentellato normativo nel primo comma dell'art. 1123 c.c. In sostanza la modifica ai criteri di suddivisione vigenti (siano essi convenzionali o legali) deve essere deliberata con il consenso di tutti i condomini. Ripartizione speseContrariamente, affermano gli ermellini, è affetta da nullità (la quale può essere fatta valere dallo stesso condomino che abbia partecipato all'assemblea ed ancorchè abbia espresso voto favorevole, e risulta sottratta al termine di impugnazione previsto dall'art. 1137 c.c.) la delibera dell'assemblea condominiale con la quale, senza il consenso di tutti i condomini, si modifichino i criteri legali (art. 1123 c.c.) o di regolamento contrattuale di riparto delle spese necessarie per la prestazione di servizi nell'interesse comune, dal momento che eventuali deroghe, venendo a incidere sui diritti individuali del singolo condomino attraverso un mutamento del valore della parte di edificio di sua esclusiva proprietà, possono conseguire soltanto da una convenzione cui egli aderisca (Cass. 15 dicembre 2011 n. 27016). Inoltre, ribadendo un concetto già espresso, la Corte regolatrice ha specificato ricordato che non sono nulle ma annullabili e, come tali, impugnabili nel termine di cui all'art. 1137 c.c., u.c., le delibere con cui l'assemblea, nell'esercizio delle attribuzioni previste dall'art. 1135 c.c., nn. 2 e 3, determina in concreto la ripartizione delle spese medesime in difformità dai criteri di cui all'art. 1123 c.c. (Cass. 15 dicembre 2011 n. 27016). La distinzione, quindi, va rintracciata nel verbale: se si modificano i criteri di ripartizione la delibera è nulla mentre se si ripartisce, in concreto, una spesa in misura differente allora la decisione sarà da ritenersi annullabile.
riproduzione riservata
Articolo: Modifica dei criteri di ripartizione delle spese
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 5 voti.

Modifica dei criteri di ripartizione delle spese: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Roberto
    Roberto
    Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 16:48
    Per dei lavori di pavimentazione dei vari ingressi al condominio che sono anche coperture dei sottostanti boxes, è stato deliberato favorevolmente alla unanimità con assemblea di 580 millesimi.
    Il condominio prevede anche abitazioni con giardino a piano terra che di fatto non utilizzano, se non per servizi (antenna, tetto, ecc) gli ingressi.
    Inoltre oltre alla pavimentazione vi era anche un problema di infiltrazioni di acqua a seguito della pioggia.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.249 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Modifica dei criteri di ripartizione delle spese che potrebbero interessarti


Comunicazione del verbale d'assemblea e la tutela della privacy

Condominio - Il verbale di assemblea condominiale rappresenta la prova di ciò che è stato deliberato, delle dichiarazioni dei condomini e più in generale dello svolgimento dell'assemblea.

Polizza RC professionale dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Se è richiesto dall'assemblea condominiale, l'amministratore della compagine deve stipulare una polizza di responsabilità civile per l'esercizio della professione.

Deliberazioni ed assicurazione dell'edificio

Condominio - Una recente pronuncia della Corte di Cassazione (la n. 16011 del 7 luglio 2010) ci consente di tornare a parlare del contratto d'assicurazione e della competenza a deciderne la stipula.

Assicurazione condominiale

Mutui e assicurazioni casa - Il contratto di assicurazione del condominio non è obbligatorio e può essere firmato dall'amministratore solamente a seguito di un'autorizzazione assembleare.

Svolgimento dell'assemblea condominiale e privacy

Assemblea di condominio - La partecipazione all'assemblea condominiale è riservata solamente ai condomini mentre gli estranei possono partecipare solamente per i motivi di loro interesse.

Polizza assicurativa dell'amministratore per lavori straordinari in condominio

Manutenzione condominiale - In caso di lavori straordinari nell'ambito di un edificio condominiale, l'amministratore deve munirsi di polizza assicurativa con massimale adeguato alla spesa.

Ripartizione spese condominiali e scelta del criterio sbagliato

Ripartizione spese - Che cosa accade se l'assemblea decidesse, erroneamente, di applicare un criterio di ripartizione delle spese errato e le tabelle fossero, anch'esse, errate?

L'assemblea e le spese extra condominiali

Condominio - L?assemblea di condominio, tanto nella sede ordinaria, tanto in quella straordinaria, ha una competenza generale sulla gestione conservazione delle parti

Condominio e Privacy: il vademecum del Garante

Regolamento condominiale - Al fine di dissipare alcuni dubbi e incertezze, il Garante della Privacy ha pubblicato un utile Vademecum per agevolare la tutela della privacy in condominio.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 64brunica
Buon giorno, il registro della contabilità deve essere presente nel luogo dove viene svolta l'assemblea? Il mandato è obbligato a portarlo? C'è una norma o...
64brunica 06 Aprile 2021 ore 15:48 3
Img robertateso
Buongiorno, ho chiesto un preventivo a un geometra per la sanatoria edilizia di alcuni lavori interni. Si è fotocopiato una serie di documenti in mio possesso. Ho pagato il...
robertateso 25 Febbraio 2021 ore 18:07 3
Img rosina p
Buongiorno, abito in un condominio di 2 proprietà ed abbiamo affidato ad uno studio tecnico i lavori per efficientamento energetico in ecobonus 110% con rifacimento infissi...
rosina p 21 Gennaio 2021 ore 09:58 4
Img cristinaguarino
Cerco aiuto. Sono stata nominata, in una assemblea, rappresentante di un condominio in cui sono presenti 4 proprietari più una proprietà indivisa di cui io faccio...
cristinaguarino 04 Dicembre 2020 ore 16:27 3
Img sirimarco
Buongiorno, nel nostro condominio abbiamo effettuato un lavoro straordinario abbastanza costoso, in una prima riunione l'amministratore ha spiegato che la ripartizione spese si...
sirimarco 01 Dicembre 2020 ore 21:43 4