Le tecniche giuste per sverniciare un mobile

NEWS DI Bricolage legno
La sverniciatura è il procedimento fondamentale che permette di rimuovere dalla superficie di un mobile gli strati di vernice o di pittura applicati su di esso.
06 Dicembre 2013 ore 00:32
Paolo Fertig

La sverniciatura è il procedimento, assolutamente fondamentale, che permette di rimuovere dalla superficie di un mobile gli strati di vernice o di pittura che, nel corso del tempo, sono stati applicati.
In alcuni casi (piuttosto rari) il mobile è coperto unicamente dalla vernice originale.

Sverniciatura faidate

Più spesso sono state applicate mani successive e, a volte, si sono aggiunte pitture colorate allo scopo di mascherare un legno di scarsa qualità o per imporre al mobile un aspetto più originale.
Procedere alla sverniciatura è necessario ogni qualvolta la finitura superficiale del mobile sia deteriorata o quando siano stati usati smalti colorati che nulla hanno a che vedere con l'arredamento di casa .


Sverniciatori chimici
GLI SVERNICIATORI CHIMICI

Vari sverniciatori disponibili sul mercato sono muniti di un doppio sistema di chiusura: un tappo a vite posto esternamente e più all'interno un tappo a pressione.

Occorre fare molta attenzione quando si apre quest'ultimo, in quanto la pressione interna al barattolo potrebbe farlo saltare mentre lo aprite e provocare schizzi di sverniciatore.

Per evitare che ciò accada seguite alcune precauzioni: non agitate il barattolo; non conservatelo in ambienti troppo caldi; indossate sempre i guanti prima di aprire il barattolo.
Se durante il lavoro venite a contatto con lo sverniciatore, lavate la pelle con abbondante acqua corrente.



Sverniciatura chimica di un mobile


La sverniciatura più classica, efficace e contemporaneamente meno rischiosa, è quella che prevede l'impiego di uno sverniciatore chimico da distribuire sulla superficie del mobile in modo da provocare il distacco della vernice per poterla asportare, facendo uso di spatole di acciaio o di legno e di altri strumenti.

Sverniciatura con soda caustica
LA SODA CAUSTICA

In passato era molto diffuso l'impiego della soda caustica per la sverniciatura dei mobili.
Si tratta di un metodo poco consigliabile, in quanto può procurare gravi danni al legno.

Bisogna anche tenere presente che la soda caustica è un preparato estremamente pericoloso da maneggiare, richiede di essere usata in un luogo adatto, vista la grande quantità d'acqua necessaria, inoltre impone di bagnare molto i mobili, azione spesso dannosa.
Ricordate che la soda caustica sbianca considerevolmente il legno, che va sempre mordenzato.

Nella foto: una sedia trattata con soda caustica.


L'azione dello sverniciatore chimico è in grado di arrivare sino al legno, cioè di rimuovere tutti gli strati di vernice, di cera e di pittura presenti sulla superficie del mobile.
Per questo motivo su mobili di particolare pregio, la cui patina originale va salvaguardata a ogni costo, tale procedimento non deve assolutamente essere eseguito.
In tali casi occorre limitarsi alla semplice pulizia superficiale della vernice, in modo che sia pronta per ricevere la nuova lucidatura.


Giusta dotazione per sverniciare


Sono necessari alcuni elementi di protezione: guanti di gomma e occhiali.
Per affrontare la sverniciatura occorre prima di tutto un buon prodotto sverniciante, reperibile in commercio.
Quando si ha poca esperienza con questo tipo di prodotti conviene acquistare il tipo in gel, che risulta molto più facile da usare.
Per applicare lo sverniciatore sulla superficie del mobile vi servirà un pennello piatto, di media grandezza.
Può anche essere di tipo economico in quanto la sua qualità non ha alcuna importanza per il tipo di lavoro in questione.

Spatole e raschietti
SPATOLE E RASCHIETTI

L'azione di asportazione della pittura, ammorbidita con lo sverniciatore, si esegue con una spatola d'acciaio a lama rigida.
Vi sono spatole con lama di diversa larghezza per agire su superfici di varie dimensioni.
Particolarmente pratico risulta il raschietto a lama triangolare verticale che permette di lavorare entro intagli e modanature.


Se li trovate, acquistate i praticissimi pennelli usa e getta che costano pochissimo e non esigono di essere puliti a fine lavoro.
In ogni caso il pennello andrà lavato con un normale solvente sintetico.
Per rimuovere la vernice e la pittura dopo aver applicato lo sverniciatore sono necessarie alcune spatole metalliche.
Le spatole vanno utilizzate con particolare cautela (specialmente quelle con lama di acciaio) in quanto, se vengono maneggiate in modo maldestro o se la lama presenta delle irregolarità, si corre il rischio di graffiare il legno del mobile.
È utile avere a disposizione spatole di diverse dimensioni, per poter arrivare anche nelle fessure e nei punti meno accessibili.
Dopo l'uso le spatole vanno pulite sfregandole con la spazzola d'acciaio.
Sono anche reperibili spatole di legno duro con cui non si rischia di segnare il legno.
Inoltre, per asportare anche le ultime tracce di vernice dal mobile, dopo un primo intervento con la spatola, occorre avere a disposizione la lana (o paglietta) d'acciaio.


Procedimenti di sverniciatura


Per questa operazione conviene aerare il più possibile l'ambiente, ma è una buona idea lavorare all'aperto in una giornata calma e non al sole.

Applicate lo sverniciatore con il pennello, stendendone uno strato piuttosto abbondante su una porzione limitata di superficie (es. 20x20 cm).
Se in alcuni punti lo strato risultasse troppo sottile effettuate un secondo passaggio con il pennello.
Se applicate poco sverniciatore la vernice potrebbe avere delle difficoltà a distaccarsi e questo potrebbe indurvi a forzare eccessivamente l'azione abrasiva con la spatola, col rischio concreto di danneggiarlo.

Dove la vernice oppone maggiore resistenza ed appare fortemente ancorata applicate una quantità maggiore di prodotto.

Mille modi per sverniciare
PER LAVORARE BENE

Fate sempre in modo che le superfici su cui lavorate siano disposte orizzontalmente, ad esempio ponendo le parti del mobile su due solidi cavalletti.
In questo modo lo sverniciatore non cola ed è più agevole agire con spatola e raschietto.


Alcuni tipi di vernice richiedono parecchio tempo prima di distaccarsi: sono particolarmente tenaci le vernici a due componenti, per eliminare le quali vanno impiegati sverniciatori appositi.
Un buon sistema per raggiungere le parti più sagomate consiste nel tamponare col pennello, piuttosto che farlo scorrere.


Asportazione della pittura


Se lo strato di vernice risulta piuttosto spesso dovete agire con la spatola, per asportarne la maggior parte.
Ponete grande attenzione in questa fase del lavoro in quanto la spatola, se è troppo pressata o tenuta con un angolo troppo grande rispetto alla superficie, può causare dei segni anche profondi.
La spatola non può asportare tutta la vernice: lascia sempre delle striature o delle sbavature.
Potete, allora, applicare una seconda mano di sverniciatore e, quando questo ha fatto effetto, passate sulla superficie un batuffolo di paglietta d'acciaio del tipo più grossolano.
Se, invece, la vernice da asportare non ha una grande massa, potete rimuoverla direttamente con la paglietta.

Asportazione della pittura

A sinistra: Lo sverniciatore si applica con un pennello sulla zona da trattare.
Se la superficie è ricca di sagomature e rientranze è meglio usare un pennello rotondo e applicare lo sverniciatore tamponando ripetutamente.

A destra: Quando la pittura (o la vernice) si arriccia e forma delle bollicine, agite con la spatola d'acciaio per asportare lo strato più esterno.
Tenete la spatola con un angolo basso per non farla impuntare nel legno, incidendolo.


Conviene agire lavorando sempre nello stesso senso, con passate successive in modo da asportare a poco a poco tutta la vernice.
Va ricordato che si tratta di un lavoro estremamente paziente: dalla sua corretta esecuzione dipende in gran parte il buon risultato del restauro.
Fate sempre attenzione allo stato della paglietta: quando è completamente impregnata di vernice e ha perduto il suo potere abrasivo provvedete a sostituirla.
Una volta ultimata la sverniciatura passate su tutte le superfici la paglietta sottile: questo modo di procedere permette di eliminare le ultime impurità e di rendere liscia la superficie del mobile.
Le parti molto sagomate o variamente elaborate vanno sempre lavorate con la paglietta: prima quella più grossolana poi quella più fine.

Raschietto elettricoIL RASCHIETTO ELETTRICO

Se la superficie da sverniciare è abbastanza ampia può essere conveniente utilizzare, al posto della spatola manuale, un raschietto elettrico.

Si tratta di un apparecchio su cui si monta una punta a forma di spatola.

Quando lo si aziona esso muove rapidamente la spatola avanti e indietro facilitando moltissimo il lavoro di distacco della vecchia pittura.


Se sono presenti modanature o sagomature che si ripetono frequentemente potete anche intagliare su una lamina di metallo un profilo adeguato in modo da farla correre su di esse ed asportare facilmente la vernice, in ogni caso terminate con la paglietta.

Mille modi per sverniciare

A sinistra: In genere è necessario applicare lo sverniciatore più volte per poter eliminare tutti gli strati di pittura.
In particolare sono molto difficili da eliminare alcune vernici epossidiche, come la “cementite”: ci vuole pazienza.

A destra: I residui di pittura vengono eliminati mediante alcuni passaggi con la paglietta di acciaio passata nel senso delle fibre.
Se la pittura è in un solo strato potete agire fin dall'inizio con la paglietta, evitando l'uso della spatola.



Con la striscia sverniciante


Per lavori su mobili pitturati con pitture molto spesse e in più mani può essere utile impiegare, al posto dello sverniciatore in gel, quello in polvere.

Angolo giusto per sverniciareANGOLO GIUSTO

Per evitare di “impuntare” la spatola nel legno, incidendolo in modo visibile, non alzate la lama più di 30 gradi rispetto alla superficie da sverniciare.


Si tratta di un particolare composto chimico che si scioglie nell'acqua e si applica a pennello, in abbondante strato, sulla pittura da eliminare.
Questa operazione si compie dopo avere smontato e tolto dal mobile ogni elemento metallico, in modo che esso non sia danneggiato dall'azione dello sverniciante.
Con il pennello si insiste particolarmente nei punti in cui sono presenti modanature, perché in tali zone la pittura è più spessa.

La paglietta d'acciaio
LA PAGLIETTA D'ACCIAIO

Si acquista nei colorifici in grossi rotoli.
La grossolanità della paglietta d'acciaio viene definita da un numero composto di più zeri.
Più alto è il numero di zeri e più fine è la lana d'acciaio.
Dotatevi di pagliette di almeno due diverse finezze: una più grossolana per le asportazioni maggiori ed una più fine per i ritocchi.


Dopo qualche ora la sostanza depositata è indurita (assume una consistenza collosa molto tenace) e ha incorporato con grande forza la pittura.
A questo punto la si strappa, a strisce, in modo da asportare anche la pittura sottostante anche se applicata in più mani.
Si può anche agire con la spatola o con le mani protette da guanti, specialmente su zone ampie e piane, mentre in quelle lavorate si può agire con sgorbie e scalpelli, senza, però, incidere il legno.
Ad operazione terminata, eliminate le piccole tracce di vernice con un'energica spazzolata con acqua e aceto.

La striscia sverniciante

A) La cosiddetta “striscia sverniciante” si applica con il pennello sulla parte da trattare.
Bisogna fare attenzione a coprire con uno strato spesso e continuo tutta la zona da sverniciare.

B) Quando la sostanza è indurita ed ha incorporato la pittura, la si distacca molto lentamente con una spatola.
Conviene trattare una parte di mobile per volta (una fiancata, un piano, ecc.) per eseguire un buon lavoro.

C) Se si nota che la copertura ha fortemente inglobato la pittura e che questa viene via facilmente, è possibile afferrare un lembo della sostanza e tirarla via lentamente con le mani.
Il lavoro risulta rapidissimo.


Se sono rimaste delle tracce di pittura, dopo la spazzolatura potete procedere a una sverniciatura con sverniciatore in gel e paglietta, come descritto in precedenza.
Le sverniciature chimiche si concludono con una accurata spazzolatura finale e con l'uso di un buon aspiratore che elimina gli ultimi residui.


Sverniciare con la pistola ad aria calda


Una rapidissima sverniciatura, con ottimi risultati, si ottiene con la pistola ad aria calda.
Conviene procedere con questo sistema su superfici molto ampie (ad esempio: porte e serramenti pitturati con smalti ostinati).

Pistola ad aria calda

La pistola ad aria calda è in grado di riscaldare e soffiare aria alla temperatura di 600°.
A tale temperatura la pittura rammollisce e si distacca facilmente.


Essendo un sistema molto energico non conviene adottarlo per sverniciare mobili di qualità, con impiallacciature o lastronature delicate.
Si tratta di utilizzare un potente soffiatore dotato di resistenze interne, che produce un getto d'aria calda (a diverse centinaia di gradi).

CONSIGLIATO
Pistola termica BLACK+DECKER...
2 velocità di flusso d'aria calda e regolazione variabile della temperatura...
prezzo € 55,00
invece di € 79,11 COMPRA



Quest'aria, diretta contro una zona ricoperta da pittura, ne provoca l'ammorbidimento ed il parziale distacco.
Con una spatola è facile, a questo punto, asportare la pittura.

Pistola ad aria calda

A sinistra: Si accende la pistola tenendone la bocca vicino alla superficie da sverniciare.
Man mano che la pittura si ammorbidisce si agisce con la spatola inserita sulla bocca della pistola.

A destra: Lungo incavi e modanature si agisce con il raschietto triangolare.
La pistola non va diretta su uno stesso punto troppo a lungo per non bruciare il legno.


Non dovete insistere sullo stesso punto per non bruciare il legno, ma muovere in continuazione la bocca della pistola avanti e indietro fino a riscaldare uniformemente tutta la parte, prima di intervenire con la spatola.
Fate attenzione a non dirigere il getto sui vetri, nel caso di serramenti, perché potrebbero “esplodere”...
Per salvaguardare le mani indossate un paio di guanti protettivi.
Lavorate in un ambiente aerato o all'aperto perché durante il lavoro si formano fumi poco salubri.
Concludete il lavoro con ritocchi di sverniciatore chimico in gel ed una spazzolatura accurata con una spazzola di saggina appena inumidita in acqua tiepida e aceto.


Il Primo sito sul Fai da te

riproduzione riservata
Articolo: Sverniciare un mobile
Valutazione: 5.52 / 6 basato su 21 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Sverniciare un mobile: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Sverniciare un mobile che potrebbero interessarti
Tecniche per sverniciare il legno

Tecniche per sverniciare il legno

Volete ridipingere un vecchio mobile? La prima cosa da fare è eliminare la pittura rovinata attraverso l'operazione di sverniciatura. Ecco le tecniche più note.
Interventi di riparazione di vecchi mobili

Interventi di riparazione di vecchi mobili

I mobili datati possono portare su di sé i segni del tempo trascorso ma è possibile ridare loro nuova vita attraverso interventi di riparazione semplici e mirati.
La pulizia dei mobili

La pulizia dei mobili

Esistono due tipi di pulizia: la prima, è quella di fondo che deve sempre essere effettuata; la seconda, si esegue su un mobile che ha bisogno solo di una finitura.
Come usare i trabattelli nei lavori faidate

Come usare i trabattelli nei lavori faidate

L'uso corretto dei trabattelli durante i lavori.
Colorare il legno

Colorare il legno

Il legno riportato al vivo dopo la sverniciatura va colorato per ripristinare l'aspetto originario del mobile; la sua colorazione andrebbe effettuata solo se necessario.
accedi al social
Visibilità AziendeRegistrati
21.229 Aziende Registrate
img azienda img preventivi aziende img redazionale
img impresa img marketing img banner
barra aziende
SERVIZI UTENTIRegistrati
283.966 Utenti Registrati
img mypage img ristrutturazione img preventivi utente
img progettazione img consulenza img mercatino
img cadcasa img forum img computo
img riscaladamento img clima img imu
barra utenti
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Makita mt m3600 fresatrice verticale 12mm 1650w
      Makita mt m3600 fresatrice...
      157.38
    • Signs-unique john deere na 2030 pt - targhetta decorativa in metallo, con scritta only used here
      Signs-unique john deere na 2030 pt...
      11.95
    • Veneziani gel aquastrip verde 2,5 lt
      Veneziani gel aquastrip verde 2,5...
      50.18
    • Milwaukee utensili trapano avvitatore percussione milwaukee m18 bpd-402c
      Milwaukee utensili trapano...
      270.84
    • Yamato midi - pistola termocolla, 55w
      Yamato midi - pistola termocolla,...
      9.00
    • Black+decker pistola termica/sverniciatore kx1650-qs
      Black+decker pistola...
      36.90
    • Scaffale in legno abete faidate
      Scaffale in legno abete faidate...
      25.00
    • Casetta garage in legno fai-da-te
      Casetta garage in legno fai-da-te...
      2399.00
    • Garage in legno fai-da-te
      Garage in legno fai-da-te...
      1329.00
    • Parquet iroko fai-da-te
      Parquet iroko fai-da-te...
      22.00
    • Pergolato in legno lamellare fai-da-te
      Pergolato in legno lamellare...
      500.00
    • Casetta addossata fai-da-te
      Casetta addossata fai-da-te...
      319.00
    • Asturo aerografo mod.e70 lt.0,5 ugello 1,8 - spedizione assicurata e pagamento in contrassegno
      Asturo aerografo mod.e70 lt.0,5...
      28.99
    • Newton fresatrice newton
      Newton fresatrice newton...
      49.90
    • Bosch pistola per sigillante bosch pkp 18 e
      Bosch pistola per sigillante bosch...
      36.00
    • Bosch psb 18 li-2 - avvitatore a batteria, senza batteria, 18v
      Bosch psb 18 li-2 - avvitatore a...
      119.90
    • Rigo aerografo multicolori mba
      Rigo aerografo multicolori mba...
      77.03
    • Makita hp1631 trapano a percussione 13 mm mandrino autoserrante
      Makita hp1631 trapano a...
      71.98
    • Pavimentazione in legno da esterno
      Pavimentazione in legno da esterno...
      32.00
    • Tavola lamellare in abete alessandria
      Tavola lamellare in abete...
      3.00
    • Steccato in legno fai-da-te
      Steccato in legno fai-da-te...
      36.00
    • Cuccia in legno completa di kit montaggio
      Cuccia in legno completa di kit...
      79.00
    • Pavimento in laminato dpl senza colla
      Pavimento in laminato dpl senza...
      10.50
    • Armadio ripostiglio resistente e conveniente
      Armadio ripostiglio resistente e...
      229.00
    • Oneplus one plus 800452 pellicola protettiva in vetro temperato per samsung galaxy s6
      Oneplus one plus 800452 pellicola...
      5.95
    • Rigo turbina multirigo tmr80/6 con aerografo mrs serbatorio superiore
      Rigo turbina multirigo tmr80/6 con...
      239.10
    • Makita df457dwe - trapano/avvitatore a batteria, 18v
      Makita df457dwe -...
      167.53
    • Alubox giove inox
      Alubox giove inox...
      141.79
    • Air val air-val star wars surprise bag 9.5 ml profumo, pen, adesivi, book mark, 1er pack (1 x 4 pezzi)
      Air val air-val star wars surprise...
      16.76
    • Dremel traforo moto-saw 70w+valigetta+goniometro+5 lame.
      Dremel traforo moto-saw...
      108.90
    • Parquet prefinito flottante in rovere
      Parquet prefinito flottante in...
      33.90
    • Cancelletto di sicurezza in faggio grezzo
      Cancelletto di sicurezza in faggio...
      54.00
    • Eliminazione condensa
      Eliminazione condensa...
      17.00
    • Cassapanca legno non verniciato fai-da-te
      Cassapanca legno non verniciato...
      28.00
    • Casetta in legno con sistema easy block
      Casetta in legno con sistema easy...
      459.00
    • Ante cucina in pino massello
      Ante cucina in pino massello...
      11.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Onlywood
  • Officine Locati
  • Policarbonato online
  • Immobiliare.it
  • Weber
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Ceramica Rondine
MERCATINO DELL'USATO
€ 500.00
foto 6 geo Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 800 000.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 290.00
foto 3 geo Roma
Scade il 31 Gennaio 2018
€ 180.00
foto 3 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 150.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 800.00
foto 3 geo Taranto
Scade il 31 Dicembre 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
104541
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok