Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Mascheratura degli interni: fase preliminare alla tinteggiatura

La mascheratura è quell'operazione che precede la tinteggiatura o la decorazione di un ambiente: conosciamone i passaggi essenziali e gli strumenti necessari.
28 Aprile 2012 ore 10:38 - NEWS Pittura e decorazioni

Agli occhi del profano la mascheratura sembrerà un'operazione di poco conto, necessaria alla preparazione di ambienti da decorare o semplicemente da tinteggiare.

Per il decoratore, invece, tale operazione assume un valore fondamentale: essa serve a tracciare decori per realizzare i quali occorre davvero molta abilità, soprattutto nella definizione del contorno e della precisione delle linee, dritte o curve che siano.

Per l'imbianchino, infine, mascherare significa innanzitutto proteggere gli angoli di incontro tra muri e solai affinchè l'uno e l'altro possano essere colorati diversamente evitando così di dover poi ritoccare le eventuali sbavature; inoltre la mascheratura serve a preservare da schizzi di pittura quegli elementi che risulterebbero poi difficili da pulire, per esempio zoccolature in marmo o legno o gli stipiti delle porte.

Vediamo quali sono i passaggi essenziali per eseguire al meglio questa operazione.


Preparazione della superficie di lavoro


Nastro TESAPrima di procedere alla decorazione occorre che le superfici siano prive di impurità: pertanto è necessario pulirle bene per far sì che il nastro aderisca perfettamente al piano di lavoro.

Inoltre, prima del fissaggio, bisogna verificare la stabilità di tali superfici poiché potrebbero danneggiarsi durante la fase di rimozione del nastro adesivo.

Per superfici particolarmente delicate, ad esempio profili in stucco o carta da parati , sarebbe opportuno utilizzare un nastro a bassa adesività che non sottoponga le superfici a troppe tensioni.

CONSIGLIATO amazon-seller
Nastro da Mascheratura Tesa
Senza solventi...
prezzo € 5.48
invece di € 6.4 COMPRA


Un esempio di nastro adatto a superfici delicate è dato da Precision Mask Sensitive di Tesa, realizzato in fibra vegetale giapponese che lo rende adatto a tutti i tipi di pittura, senza gocciolamento di vernice e facile da rimuovere.

La stessa azienda, Tesa SpA, produce Flexible, il nastro ideale per bordi curvi studiato appositamente per i lavori decorativi in interni: esso si applica senza problemi sulle superfici lisce o ruvide, si adatta a tutti i tipi di vernice per interni ed è facilmente removibile senza lasciare tracce.

Una volta organizzata la mascheratura, occorre tagliare il nastro con un taglierino: anche in questo caso si tratta di uno strumento il cui acquisto, spesso sottovalutato, va fatto con attenzione.

Il cutter multiuso a ritorno elastico QuickBlade prodotto dalla PHC, azienda americana specializzata nella produzione di lame, coltelli e taglierini, garantisce un alto livello di sicurezza grazie ad un meccanismo che fa sì che la lama si ritragga automaticamente dopo l'uso.


Rimozione del nastro per mascheratura


Anche questa, come accennato prima, è un'operazione da eseguire con attenzione e delicatezza per evitare che con lo strappo possano venire via anche parti di colore: pertanto il consiglio è quello di rimuovere il nastro uniformemente, accertandosi prima che la pittura si sia asciugata.

CONSIGLIATO amazon-seller
Cutter professionale
🎅✂ Il materiale della lama è SK-5, che è nero carbone e ha una lunga durata. In generale, taglierino...
prezzo € 12.99
COMPRA


Taglierino PHC
Occorre rimuovere il nastro partendo dal bordo della pittura e cercando di creare un angolo acuto, così da evitare che rimangano residui.

Tale angolatura può variare qualora ci fossero problemi di rimozione causati da un'applicazione prolungata: un piccolo trucco è quello di scaldare il nastro con un'asciugacapelli prima di rimuoverlo.


Rimedi per problemi frequenti


Nastro PanfilmPuò capitare che, in fase di rimozione del nastro, possano rimanere residui sulla superficie, dovuti forse ad un non corretto uso dello stesso: il consiglio è quello di tamponare più volte con lo stesso nastro, o eventualmente con un altro tipo a presa maggiore, facendo in modo da rimuoverli.

Un altro frequente problema è dato dal progressivo distacco dei bordi del nastro durante le lavorazioni che favorisce la penetrazione del colore anche sulle parti schermate: ciò è dovuto alla scelta di un nastro per mascheratura non adeguato all'applicazione.

CONSIGLIATO amazon-seller
Nastro telato per riparazioni
Nastro telato verde per riparazioni di ogni tipo, rilegatura libri, extra forte...
prezzo € 11.75
invece di € 12.21 COMPRA



Il nastro telato Action Tape prodotto dall'azienda Panfilm potrebbe essere una buona soluzione a questo tipo di inconveniente: si tratta infatti di un nastro dalla potenza maggiore, grazie alla presenza dell'adesivo in tre strati, resistente ad acqua, pressione e temperatura, capace di aderire su tutti i tipi di superfici.

riproduzione riservata
Articolo: Mascheratura per interni
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 6 voti.

Mascheratura per interni: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.912 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Mascheratura per interni che potrebbero interessarti


Washi Tape: decorare la casa con nastro adesivo

Decorazioni - Semplice, funzionale e facilmente sostituibile, e' l'ideale per cambiare aspetto ad ambienti, mobili ed oggetti, in poco tempo e con fantasia.

Semenza primaverile a nastro

Giardino - Tra le tecniche più pratiche per la coltivazione di specie orticole primaverili e non, troviamo la semenza a nastro, ovvero delle strisce di tessuto e semi.

Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Spazio esterno - Bando di concorso indetto da Myplant & Garden per la realizzazione di un giardino pensile che fungerà da palestra a cielo aperto, in una struttura ospedaliera.

Quadri nel quadro

Decorazioni - Un tocco di estro trasforma la parete del salotto, in oggetto decorativo, che domina la scena con i quadri inscritti in una grande cornice che fa da passepartout.

Glossario TV digitale P - V

TV ed elettronica - Questo articolo completa l'ampio glossario sulle trasmissioni dei segnali televisivi digitali o numerici e quanto concerne modelli matematici, algoritmi e tecniche.

Montaggio Pavimento Laminato

Fai da te - Con pochi attrezzi e spese contenute, armati di buona volontà si può rinnovare il pavimento esistente con dei pannelli di laminato dal design classico o stravagante.

Edificio anni sessanta: nuova vita alla scala

Scale - Ristrutturare una scala degli anni sessanta con materiali economici e senza snaturare la struttura esistente della stessa, utilizzando un linguaggio leggero e moderno.

Nastri adesivi per montare mobili

Idee fai da te - Esistono differenti sistemi di fissaggio a muro, per quadri e oggetti, da effettuare con nastro adesivo, per evitare di forare pareti e spiacevoli increspature.

Come realizzare un set da toilette effetto madreperla

Decorazioni - Come creare in poche semplici mosse un prezioso set da bagno con la resina epossidica. Tutto l'occorrente, le fasi di lavorazione e alcune variazioni su tema.