Manutenzione sistema autoclave

NEWS DI Impianti idraulici09 Settembre 2012 ore 11:45
I problemi di pressione dell'acqua, soprattutto per le abitazioni in edifici con diversi piani, sono solitamente risolti con l'utilizzo di sistemi ad autoclave.

L'acqua fornita dalla rete pubblica alle abitazioni ha generalmente una pressione dell'ordine di alcuni bar, con variazioni legate alle località ed al numero di utenze serviti.

pressione acquaLa pressione di 1 bar corrisponde alla pressione esercitata da un peso di 1 kg su una superficie di un centimetro quadrato ed è pressoché equivalente alla pressione esercitata da una colonna di acqua alta dieci metri.

I problemi di pressione dell'acqua, soprattutto per le abitazioni in edifici multipiano, sono solitamente risolti con l'utilizzo di sistemi ad autoclave.

Nei sistemi ad autoclave gli elementi basilari sono i seguenti: un serbatoio, per immagazzinare una quantità di acqua correlata alle esigenze degli utenti; una pompa elettrica con portata e prevalenza, in funzione dell'impianto idrico da servire; un vaso di espansione ed un pressostato. Un pressostato è un attuatore in grado di attivare la pompa elettrica in funzione della pressione dell'acqua nell'impianto.

Il pressostato attiva la circolazione della pompa dell'impianto quando la pressione dell'acqua in esso è inferiore ad una soglia di riferimento, di conseguenza la stessa pompa viene spenta quando la pressione è al di sopra di un valore utile. In tal modo, cali di pressione della rete pubblica di adduzione acqua vengono compensati in maniera immediata, attraverso l'adduzione dell'acqua dal suddetto serbatoio.

Il vaso di espansione contribuisce a mantenere l'acqua in pressione nell'impianto ed attenua eventuali colpi di ariete in esso.

Un sistema come quello descritto può essere programmato per funzionare solo nelle ore di punta o di giorno e disattivato di notte, quando la richiesta di acqua è minima.

È bene sottolineare che non è permesso aspirare acqua dalla rete pubblica, eventuali esigenze legate ad una pressione superiore di quella di rete possono essere soddisfatte con serbatoi o contenitori che operano a pressione ambiente, ossia riempiti rispetto ad essa a pelo libero. Il livello di tali serbatoi può essere mantenuto costante attraverso l'utilizzo di un galleggiante.

Manutenzione sistema con autoclave


Come tutti i sistemi impiantistici anche quelli con autoclave hanno bisogno di manutenzione, in particolare occorre verificare periodicamente la pressione del vaso di espansione.

La perdita di pressione comporta continui cicli di accensione e spegnimento della pompa di circolazione.

Tali cicli continui, a loro volta, possono deteriorare la stessa pompa di circolazione e lo stesso vaso di espansione può danneggiarsi o letteralmente rompere il suo componente essenziale, la membrana che ne costituisce la camera ad aria. In quest'ultimo caso è necessario sostituire il vaso di espansione.

manometro sistema autoclaveAltre esigenze di manutenzione sono quasi sempre generate dalle impurità presenti nell'acqua proveniente dalla rete, e sono particolarmente deleterie per il pressostato.

Le impurità, infatti, accumulandosi nello stesso pressostato ne possono provocare uno stato di blocco della commutazione, nel quale il pressostato resta permanentemente aperto o chiuso, compromettendo l'efficacia dell'intero sistema.

I detriti possono anche semplicemente alterare il funzionamento del pressostato.

Quest'ultimo, infatti, può continuare a commutare al variare della pressione dell'acqua nell'impianto ma il flusso dell'acqua non è più regolare per gli utenti a causa dei detriti che tendono ad occluderne il passaggio.

Per la pulizia del pressostato occorre dis-alimentarlo elettricamente e scaricare l'impianto in termini di pressione. Questa operazione è realizzabile semplicemente aprendo il rubinetto idrico posto più in basso rispetto agli altri.

Il corpo del pressostato può essere smontato svitando il dado che blocca il coperchio e le viti della calotta, avendo cura di effettuare una semplice foto con un cellulare telefonico per poter successivamente ricordare il collegamento dei fili elettrici che devono essere scollegati e delle viti.

Pressostato e relativo condotto devono essere accuratamente puliti rimuovendo tutti i detriti e l'eventuale sabbia in essi accumulati, poi si può procedere alla pulizia per la quale possono essere sufficienti un filo di ferro o un semplice cacciavite, ricordando, inoltre, di prestare attenzione a non danneggiare la membrana del pressostato.

Rimontato il pressostato e i vari altri componenti ripuliti, occorre successivamente verificare il funzionamento dell'impianto.

riproduzione riservata
Articolo: Manutenzione sistema autoclave
Valutazione: 4.43 / 6 basato su 28 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Manutenzione sistema autoclave: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ross1
    Ross1
    Venerdì 27 Ottobre 2017, alle ore 18:20
    In una casa al mare dove posseggo un autoclave ho notato che lascio l'autoclave pieno e chiudo l'acqua dal contatore e spengo il motore ma quando ritorno dopo una settimana trovo l'autoclave quasi completamente vuoto.
    Preciso che ho controllato bene e non mi risultano perdite nè nell'autoclave e nè nel motore.
    Mi potete aiutare a risolvere questo mistero?
    Ross
    rispondi al commento
  • Khicco
    Khicco
    Venerdì 2 Settembre 2016, alle ore 19:00
    Vorrei sapere se l'autoclave da 25 litri va bene per una abitazione di 80 m3 e se l'acqua esce continua senza sbalzi ce la fa a riempirsi in tempo senza che mi singhiozzi mentre faccio la doccia.
    rispondi al commento
  • Marcello Ferrante
    Marcello Ferrante
    Giovedì 7 Marzo 2013, alle ore 11:10
    Un'autoclave di 30 anni quali problemi igienici e di manutenzione può presentare? grazie
    rispondi al commento
  • Luis 68
    Luis 68
    Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 18:11
    Salve, ho un problema con la mia autoclave.
    Ho una pompa sommersa nel pozzo a 20 m, da un paio di giorni nn tira più acqua.
    Ho sostituito pressostato, condensatore, controllato sfera e pressione ma niente.
    Non vorrei tirare fuori la pompa.
    Chi mi può dare un consiglio?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Lidia
    Lidia
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 00:34
    Salve, io da un mese circa ho un grave problema con la mia autoclave, ogni mattina si allaga tutta la stanza dove si trova la stessa, ho cambiato la palla, ho messo un motore nuovo ma nessuno riesce a capire quale sia il problema ho speso molti soldi perchè gli idraulici ogni volta che la vengono a vedere cambiano qualcosa...
    scusate se non uso termini tecnici, sono disperata sino a poche ore fa ero con la scopa a spazzare l'acqua.
    Aiutatemi
    rispondi al commento
    • Pasqualequarto
      Pasqualequarto Lidia
      Martedì 30 Agosto 2016, alle ore 13:02
      Ha controllato qualcuno il galleggiante della cisterna,dovesse essere acqua che vien fuori dal troppo pieno?
      rispondi al commento
  • Ing.granato
    Ing.granato
    Mercoledì 12 Settembre 2012, alle ore 18:14
    Per Tenderini: inizia ad eleiminare il problema dei detriti con un sistema di filtraggio a monte dell'impianto, molto probabilmente hai bisogno anche di un addolcitore nello stesso punto.
    rispondi al commento
    • Costantino Valente
      Costantino Valente Ing.granato
      Martedì 20 Settembre 2016, alle ore 03:43
      Può darsi che manchi l`acqua.
      rispondi al commento
  • Cesostanza
    Cesostanza
    Domenica 9 Settembre 2012, alle ore 15:09
    Dopo anni di manutenzione, con la sostituzione delle membrane in butilene e/o sostituzione di alcuni vasi (forati),con relativo ripristino delle pressioni (go end stop) alternati delle 2 pompe,questa volta non riesco a dominare i pressostati (sono insensibili alle regolazioni).
    Ho il sospetto che dipenda dal pressostato/galleggiante contro la marcia a secco, (che non riesco ad individuare) essendo stati svuotati i 2 serbatoi per scaricare numerosi detriti.
    Stando alle istruzioni, detto pressostato/galleggiante si autoripristina, dopo il riempimento e lo stacco/riattacco della tensione.
    Al momento non individuando detto pressostato,più volte al giorno,eccito manualmente le pompe per garantire un ricambio dell'acqua nei 5 vasi d'espansione (altrimenti l'acqua statica in essi contenuta imputridisce).
    Potete darmi una dritta? Grazie.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Manutenzione sistema autoclave che potrebbero interessarti
Come posizionare un autoclave

Come posizionare un autoclave

Consigli pratici per un corretto impianto di autoclave.
Installazione di un'autoclave

Installazione di un'autoclave

L?impianto di sollevamento dell?acqua, più spesso detto autoclave (termine che tecnicamente indica il solo serbatoio in pressione facente parte dell?intera installazione)...
Presscontrol e autoclave

Presscontrol e autoclave

Per un corretto funzionamento dei dispositivi installati nella rete idrica degli alloggi, occorre mantenere costante la pressione del circuito impiantistico.
Funzionamento, regolazione e pulizia del Pressostato nell'impianto Autoclave

Funzionamento, regolazione e pulizia del Pressostato nell'impianto Autoclave

Il pressostato è un elemento importante dell'impianto autoclave, comanda l'azionamento e lo spegnimento della pompa elettrica in base alla pressione dell'acqua.
Sicurezza e controllo acqua in casa

Sicurezza e controllo acqua in casa

Il controllo dell'acqua in casa è possibile grazie all'utilizzo di una vasta serie di dispositivi e di accessori, sia per l'acqua potabile che non potabile.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.234 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Bonifica serbatoio gasolio
    Bonifica serbatoio gasolio...
    1200.00
  • Pompe Stocker a zaino elettriche
    Pompe stocker a zaino elettriche...
    132.37
  • Oasis system ricambio completo claber
    Oasis system ricambio completo...
    41.48
  • Abbeveratoio a livello costante con serbatoio zincato
    Abbeveratoio a livello costante...
    35.75
  • Mobile bagno Jolly 90
    Mobile bagno jolly 90...
    418.00
  • Ombrellone deluxe 3x3
    Ombrellone deluxe 3x3...
    349.00
  • Persiana alluminio eclissa scuro
    Persiana alluminio eclissa scuro...
    200.00
  • Icma detentore a squadra 837 3-8 per
    Icma detentore a squadra 837 3-8...
    2.14
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.