Malte fai da te

NEWS DI Fai da te Muratura10 Ottobre 2013 ore 10:21
Gli impasti di inerti e leganti (le cosiddette malte) sono di vario tipo in funzione dei componenti e delle loro proporzioni. Ecco come vanno preparate in modo opportuno.

Malte fai da teModerati quantitativi di malta servono per vari lavori di riparazione delle opere murarie o per costruzioni di dimensioni ridotte.
Per quantità fino a 10-15 kg conviene prepararle utilizzando il secchiello da muratore; per quantità che vanno da 15 a 50 kg si possono preparare impastandole in terra col badile.

Per esigenze superiori conviene servirsi di una piccola betoniera (si possono anche affittare presso i centri più forniti di materiale edile). Alcuni modelli, particolarmente piccoli e silenziosi, possono lavorare all'interno di un locale.
I leganti vanno sempre conservati all'asciutto e acquistati nei quantitativi necessari per l'utilizzo.


(1) - Malta di calce


Si utilizza per realizzare intonaci, ma è anche un ottimo legante per mattoni (in interni).
Si lavora facilmente, ma non è molto resistente. Le proporzioni, in volume, di calce, sabbia e acqua sono: 1-3-1.
Malte fai da te
Per la preparazione si versa la calce nel secchio e si aggiunge la sabbia asciutta.
Quindi si mescola accuratamente. Si aggiunge acqua a piccole dosi, sempre mescolando, fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo.


(2) - Malta di cemento


Si usa per lavori di muratura in esterno e interno, in riparazioni e come legante di mattoni in esterno. Le proporzioni, in volume, di cemento, sabbia e acqua sono: 1-4-1.
Malte fai da te

Si prepara come la malta di calce.

Se serve un quantitativo maggiore conviene impastare col badile, lavorando su una superficie piana e pulita (a terra su un robusto foglio di nylon).
Si mescolano accuratamente i componenti e si crea, col badile, un ampio cratere in cui si immette l'acqua.
Quindi si allarga il cratere impastando fino a ottenere una malta morbida, ma compatta.



(3-4) - Calcestruzzo


Serve per realizzare fondazioni e strutture portanti di vario tipo.
Può essere anche armato con tondini di ferro. Le proporzioni, in volume, di cemento, sabbia, ghiaia e acqua sono: 1-2-4-1.
Si mescolano sabbia e ghiaia ben asciutte per evitare la formazione di grumi.
Si aggiunge poi il cemento formando una miscela asciutta e ben omogenea.
Malte fai da te
Si aggiunge l'acqua a poco a poco e si impasta fino a ottenere una malta consistente.


(5) - Impasto con la betoniera


Si versano nel bicchiere della betoniera gli inerti e si mescolano per bene.
Quindi si aggiunge il cemento. Bisogna porre cura a non superare i 2/3 della capacità del bicchiere della betoniera.
Malte fai da te
Quindi si aggiunge l'acqua, facendo sempre ruotare il bicchiere.
Per prelevare l'impasto si colloca una carriola sotto la bocca del bicchiere ruotandolo verso il basso. Se il lavoro ha necessità di tempi piuttosto lunghi si lascia il bicchiere in rotazione.
A lavoro terminato si lava l'interno del bicchiere prima che l'impasto indurisca.


(6) - Malta bastarda


La malta bastarda è adatta per realizzare intonaci in esterno e come legante, sia in interno sia in esterno.
È costituita da un particolare impasto in cui si utilizzano due leganti: la calce e il cemento.
Le proporzioni, in volume, di cemento-calce-sabbia e acqua sono: 1-3-10-3.
Malte fai da te


(7-8) - Cemento rapido


Serve per bloccare in brevissimo tempo (pochi minuti) sostegni diversi, mensole e altri corpi e strutture murarie.

È ideale quando non si ha la possibilità (o il tempo) di tenere fermo l'oggetto murato durante l'indurimento della malta. Bisogna organizzarsi bene in quanto appena l'impasto è pronto bisogna porlo in opera rapidamente altrimenti indurisce e non è più utilizzabile.
Occorre, quindi, prepararne e utilizzarne poco per volta: in caso contrario non si ha il tempo di applicarlo tutto.
Malte fai da te

Data questa sua caratteristica è bene dotarsi di una speciale scodella in gomma perché, indurendo rapidamente, il cemento rapido rovinerebbe i contenitori rigidi, mentre un contenitore morbido può essere schiacciato e deformato per rompere i residui.


Il Primo sito sul Fai da te


Le proporzioni del cemento rapido, in volume, sono: 1 parte di acqua e 2 di cemento.
Si versa tutta l'acqua disponibile nel contenitore e poi si immette il cemento, a poco a poco (a fontanella) mentre con una cazzuola si mescola rapidamente.
Bisogna utilizzare l'impasto nei primi 2/3 minuti.
Se è necessaria una breve interruzione del lavoro conviene collocare l'impasto nel freezer, per rallentare il processo di presa.

riproduzione riservata
Articolo: Malte fai da te
Valutazione: 4.77 / 6 basato su 35 voti.

Malte fai da te: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Malte fai da te che potrebbero interessarti
Preparare malte di calce e cemento rapido

Preparare malte di calce e cemento rapido

Fai da te Muratura - Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.
Leganti per opere murarie

Leganti per opere murarie

Progettazione - Costruire opere in muratura è un lavoro che richiede perizia ed abilità tecnica però, per piccole opere si possono cimentare anche i dilettanti, con dovuti accorgimenti.
La malta: caratteristiche e utilizzo

La malta: caratteristiche e utilizzo

Materiali edili - La malta è un impasto di acqua, legante e inerte usato per realizzare murature portanti e di tamponamento o per il loro rivestimento, sotto forma di intonaco.

Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Materiali edili - Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.

Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Restauro edile - La malta fibronizzata è una soluzione veloce e resistenti. I suoi utilizzi in edilizia sono molteplici dal risanamento di parti degradate, al semplice rivestimento.

Tecniche di posa dei mattoni a vista su letto di malta

Fai da te Muratura - Malta per murature: caratteristiche, preparazione e tecniche di posa dei mattoni raffigurate con disegni per creare piccole opere murarie in modalità fai da te.

Il consolidamento

Ristrutturazione - Il consolidamento ecosostenibile è una prassi diffusa per ripristinare la coerenza ed eliminare le fessurazioni delle murature, facendole nel contempo respirare.

Malte compatibili per i restauri

Restauro edile - Per non favorire situazioni di degrado, nella manutenzione degli edifici storici è necessario servirsi di prodotti compatibili con le materie prime tradizionali.

Composizione, caratteristiche e uso della malta bastarda

Materiali edili - La malta bastarda si caratterizza per la presenza di due leganti, generalmente calce e cemento o gesso e calce, e viene utilizzata per costruire muri e intonaci
REGISTRATI COME UTENTE
295.627 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Controsoffitto malta 60x60
    Controsoffitto malta 60x60...
    3.95
  • Pannelli isolanti calcio-silicato
    Pannelli isolanti calcio-silicato...
    75.00
  • Laterizio con lana di roccia Porotherm PLANA+ 50 - 0.06
    Laterizio con lana di roccia...
    250.00
  • Laterizio rettificato Porotherm BIO PLAN 38-25-19.9 T - 0.09
    Laterizio rettificato porotherm...
    125.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.