Tecniche di posa dei mattoni a vista su letto di malta

NEWS DI Fai da te Muratura27 Agosto 2015 ore 00:25
Malta per murature: caratteristiche, preparazione e tecniche di posa dei mattoni raffigurate con disegni per creare piccole opere murarie in modalità fai da te.

La malta con alto potere legante conferisce resistenza alla muratura


Nella costruzione della muratura la malta è usata per legare tra loro i singoli elementi quali mattoni, blocchi di calcestruzzo o pietre.
La durata della struttura muraria dipende dalla qualità della malta che, se confezionata correttamente, diventa dura quanto la muratura stessa, creando un tutt'uno uniforme e resistente; se i vari componenti sono mescolati in proporzioni sbagliate, ne risulta un legante debole e soggetto alla formazione di eventuali crepe.
Se si aggiunge troppa acqua, la malta tende a fuoriuscire dai giunti a causa della pressione esercitata dal muro stesso; viceversa, se è troppo asciutta non riesce nemmeno ad avere il giusto potere legante.


Ogni componente della malta ha una sua specifica funzione


I costituenti della malta di uso generale sono il cemento, la calce idrata e la sabbia mescolati con acqua sufficiente da ottenere un impasto lavorabile, ovvero con l'appropriata e specifica densità.

MaltaVISTA per murature con mattoni a vista di Vaga Edilizia
Il cemento è l'agente della presa, capace di legare tra loro gli altri componenti.
La calce rallenta il processo di asciugatura impedendo una presa troppo rapida e rendendo l'impasto fluido in modo da riempire bene i vuoti della muratura con un'ottimale adesione alla grana dei mattoni stessi.
La sabbia funziona da inerte fine, conferendo corpo all'impasto impedendone il ritiro.

Un'alternativa sono le cosiddette malte premiscelate, contenenti tutti i materiali fondamentali già mescolati nelle proporzioni corrette, ai quali va solo aggiunta l'opportuna quantità di acqua.
L'immagine in foto rappresenta un esempio di applicazione di MaltaVISTA, legante specifico prodotto dall'azienda Vaga Edilizia, per la costruzione di murature con mattoni faccia a vista.
Si tratta di una malta particolarmente plastica e tipicamente idrofugata, ossia a basso assorbimento di acqua per capillarità, assicurando così il perfetto isolamento della parete dall'acqua piovana.


Preparazione della malta e corretta posa dei mattoni


La malta deve essere usata entro due ore circa dalla preparazione, per cui se ne confeziona solo la quantità adoperabile entro tale lasso di tempo.
Si sceglie un posto piano su cui mescolare i materiali, ad esempio un vecchio pannello in laminato oppure può essere sufficiente un comune secchio di plastica.

Disegno illustrante la tecnica di posa dei mattoni su letto di malta
Si ammucchia metà della sabbia a cui poi si aggiungono gli altri componenti.
Si versa in cima la sabbia restante mescolando accuratamente tra loro tutti i materiali asciutti.
Quindi si scava un avvallamento nel mucchio aggiungendovi acqua di rubinetto.
È necessario spostare man mano il miscuglio secco dai bordi nell'acqua finché ne ha assorbito abbastanza per impastarlo con la pala ad azione fendente.

Bisogna aggiungere altra acqua un po' per volta sino a ottenere una consistenza burrosa: la malta deve scivolare facilmente dalla pala ma deve essere anche piuttosto soda e compatta da conservare la forma quando si comprime l'impasto.
Una volta ottenuta la consistenza idonea, si carica la malta servendosi di una cazzuola e la si stende sullo strato di mattoni, allineando il bordo della spatola all'asse della muratura in costruzione.

Mentre si rovescia la lama per depositare il legante, si tira la cazzuola verso se stessi stendendo il letto di malta su due o tre mattoni all'incirca.
Si forma una riga lungo il letto di malta premendo la punta della spatola lungo l'asse murario.


Si applica la malta a ciascun mattone successivo


Con l'altra mano si prende un mattone poggiando le dita sugli angoli, lo si preme nel letto di malta e si carica la malta eccedente, spremuta dal giunto passando il bordo della spatola lungo il muretto.

Applicazione della malta su ogni mattone successivoQuindi si applica la malta caricata sulla spatola alla testa del mattone successivo: lo si preme contro il mattone adiacente, rimuovendo sempre la malta in eccesso con la cazzuola.

Come ulteriore consiglio ricordo che, soprattutto quando il clima è caldo e asciutto, è opportuno bagnare fondazioni e mattoni, lasciando evaporare l'acqua prima della posa in opera; tale precauzione evita il rischio di un rapido assorbimento dell'acqua d'impasto nella malta, la quale diventerebbe troppo secca e tendente a eventuali fessurazioni.


Livellamento del corso di mattoni


Dopo aver posato almeno tre mattoni si controlla con la livella, appoggiata al bordo esterno, che questi siano perfettamente in orizzontale e, se occorre, li si allinea picchiettandoli leggermente con l'impugnatura della spatola, come ho illustrato nel seguente disegno.

Fase di livellamento dello strato di mattoni
Per ottenere un ottimale allineamento, può essere necessario spostare lateralmente qualche mattone: senza doverlo staccare dal letto di malta, con un tipico movimento si picchietta il suo bordo superiore, sempre con l'impugnatura della cazzuola tenuta stavolta leggermente inclinata a circa 45°.

Alcuni attrezzi specifici quali livella, cazzuola, mazzuolo sono reperibili a prezzi accessibili sul sito Amazon.it in modelli di varie fogge e dimensioni.

Ultimato il lavoro, occorre asportare la malta dagli utensili, lavandoli semplicemente con l'acqua oppure con un apposito pulitore acido per staccare perfettamente la malta indurita, ovviamente proteggendosi con occhiali e guanti in PVC.

Ritengo che, con un po' di pratica, si possa persino diventare veloci nello stendere in modo appropriato il letto di malta e provare la soddisfazione d'aver creato un piccolo capolavoro con le proprie mani, quasi come un muratore provetto!

Se per le piccole opere ci si può sbizzarrire in modalità fai da te , per una professionale e ben studiata distribuzione degli spazi interni ed esterni, è disponibile il nostro esclusivo servizio online di progettazione a mano libera, attraverso cui poter ideare una nuova e più razionale abitabilità in qualsiasi contesto residenziale.

riproduzione riservata
Articolo: Malta per murature: tecniche di posa dei mattoni a vista
Valutazione: 4.22 / 6 basato su 9 voti.

Malta per murature: tecniche di posa dei mattoni a vista: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Malta per murature: tecniche di posa dei mattoni a vista che potrebbero interessarti
Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Materiali edili - Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.
Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Restauro edile - La malta fibronizzata è una soluzione veloce e resistenti. I suoi utilizzi in edilizia sono molteplici dal risanamento di parti degradate, al semplice rivestimento.
Preparare malte di calce e cemento rapido

Preparare malte di calce e cemento rapido

Fai da te Muratura - Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.

Malte fai da te

Fai da te Muratura - Gli impasti di inerti e leganti (le cosiddette malte) sono di vario tipo in funzione dei componenti e delle loro proporzioni. Ecco come vanno preparate in modo opportuno.

Difetti di posa in opera dei mattoni

Facciate e pareti - I muri di mattoni durevoli e belli a vedersi, nascondono tante piccole difficoltà nella loro realizzazione, basta prestare attenzione ed essere molto meticolosi.

Malte di ripristino per calcestruzzo, geomalta e malta tixotropica

Materiali edili - Per ristrutturare e ripristinare la compatezza di strutture realizzate e rifinite con il calcestruzzo, oggi esistono delle malte di ripristino specifiche tixotropiche.

Leganti per opere murarie

Progettazione - Costruire opere in muratura è un lavoro che richiede perizia ed abilità tecnica però, per piccole opere si possono cimentare anche i dilettanti, con dovuti accorgimenti.

Composizione, caratteristiche e uso della malta bastarda

Materiali edili - La malta bastarda si caratterizza per la presenza di due leganti, generalmente calce e cemento o gesso e calce, e viene utilizzata per costruire muri e intonaci

Muri traforati per recintare e decorare

Sistemazione esterna - I muri traforati sono costruiti mediante la sovrapposizione di mattoni usuali, spesso in laterizio, disposti in modo diverso e con l'aiuto di elementi speciali.
REGISTRATI COME UTENTE
295.672 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Controsoffitto malta 60x60
    Controsoffitto malta 60x60...
    3.95
  • Blocco rettificato Porotherrm PLANA+ 44 - 0.06
    Blocco rettificato porotherrm...
    250.00
  • Pannelli isolanti calcio-silicato
    Pannelli isolanti calcio-silicato...
    75.00
  • Laterizio da tamponamento  Porotherm PLANA+ 38 - 0.06
    Laterizio da tamponamento ...
    250.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.