Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Come combattere le malattie fungine

Le malattie fungine sono estremamente pericolose per la salute delle nostre piante. Vediamo come riconoscerle e prevenirle e quali sono i prodotti per curarle.
30 Novembre 2012 ore 17:14 - NEWS Giardinaggio
muffa , oidio , sclerotinia , muffa grigia

Le malattie fungine delle piante , ovvero causate da funghi patogeni, sono tra le più diffuse e pericolose, sia tra le colture floricole che tra quelle orticole, ornamentali e da frutto.


Tali patologie si manifestano solitamente attraverso la formazione di spore riconoscibili da macchie di colore e consistenza diversi.

Tra le cause più frequenti delle patologie fungine, troviamo senza dubbio l'elevata umidità, le temperature miti ma anche irrigazioni troppo abbondanti e ristagni d'acqua tra le piante.
Vediamo quindi quali sono le principali malattie fungine che attaccano le nostre piante, come combatterle e prevenirle.


Malattie fungine e trattamento


Le malattie fungine che attaccano le nostre piante, in giardino, nell' orto o negli ambienti domestici, sono numerose e presentano spesso caratteristiche diverse tra loro, sia per la forza con cui aggrediscono le specie vegetali che nel modo in cui si manifestano.

Alcune ad esempio attaccano principalmente le zone aeree delle piante, specialmente le foglie, mentre altre tendono a diffondersi sul fusto, sul colletto o sull'apparato radicale, spesso con intensità diversa.
Nel caso di specie vegetali produttive, invece, ad essere colpiti gravemente sono soprattutto i frutti.

Muffa grigiaTra le principali malattie che colpiscono le parti aeree sia delle specie erbacee che di quelle arboree, tra le più diffuse troviamo senza dubbio l'oidio detto anche mal bianco.

Si tratta di una patologia fungina che si sviluppa soprattutto in primavera e che si manifesta sulla parte superiore della foglia attraverso larghe macchie biancastre e polverulente, simili alla farina.

La causa principale del diffondersi di questa patologia sono le irrigazioni eseguite direttamente sulle foglie, specialmente in presenza di un'elevata escursione termica.
L'oidio si evolve gradualmente provocando la decolorazione, l'ingiallimento e successivamente il disseccamento delle foglie.
Sullo strato superficiale delle macchie, si formano inoltre delle spore ibernanti che favoriscono la sopravvivenza dell'oidio anche a cavallo tra un anno e l'altro.
Per evitare la diffusione del mal bianco sulle nostre piante, è di fondamentale importanza una buona prevenzione.

Questa consiste soprattutto nel non esporre le piante ad un'eccessiva umidità, evitando le irrigazioni dirette sulle foglie e distanziando per bene tra di loro le piante così da non creare ristagni d'acqua. Se invece ormai la malattia è in fase di sviluppo, sarà bene utilizzare dei prodotti specifici per debellarla.

Tra i più efficaci, troviamo i Pirimidinici, a base di Fenarimol e Nuarimol, i Fosforganici, a base di Pirazofos ed i Triazoli, a base di Diclobutrazolo, Propiconazolo e Tetraconazolo.
Muffa su fragole
Tra le patologie che invece si diffondono facilmente sulla parte bassa del fusto ed in particolar modo sul colletto, una delle più pericolose è senz'altro la sclerotinia.
Questa malattia fungina comporta l'imbrunimento e la graduale marcescenza delle parti colpite.

Le macchie scure si formano a ridosso di una superficie biancastra e sono chiamate sclerozi. Estremamente resistenti, gli sclerozi sono capaci di propagarsi anche attraverso il terreno ed i semi della pianta stessa, rendendo quindi la patologia altamente contagiosa.

La sclerotinia colpisce soprattutto le colture orticole ed il girasole. Per prevenirla, è molto importante evitare un'eccessiva umidità e distruggere tempestivamente le specie colpite per evitare il contagio nei confronti di quelle sane.
Molto importante è poi verificare se i semi della pianta sono stati colpiti dalla malattia ed utilizzare solo quelli sani per le nuove colture.
Particolarmente insidiosa poiché colpisce qualsiasi parte della pianta e si adatta a qualsiasi condizione ambientale, è poi la Botrys cinerea, meglio conosciuta come muffa grigia.
Funghi su tronco
Questa infezione colpisce maggiormente le colture floricole, come ad esempio il crisantemo, la rosa ed il ciclamino, di cui attacca e distrugge soprattutto i fiori , ma miete spesso vittime anche tra le specie orticole, come il pomodoro e la fragola, quelle da frutto, per esempio melo, pero, pesco e susino, e la vite di cui attacca pesantemente i grappoli.

La malattia si manifesta in ogni parte della pianta attraverso uno strato feltroso e di colore grigiastro.
A favorire la muffa grigia sono le temperature elevate e l'eccesso di umidità.Vista l'adattabilità dei suoi patogeni, la muffa grigia va trattata attraverso prodotti specifici ossia degli appositi antibotritici, come ad esempio il Procimidone, l'Iprodione e la Vinclozolina. In alternativa, possono essere utilizzati anche prodotti per così dire generici.

Tra questi, sono molto efficaci i Nitrili, gli Anilidi e gli Ftalimmidici.
Trattamento su specie orticole
I prodotti per il trattamento delle malattie fungine sono facilmente reperibili sul mercato.

La Cifo, ad esempio, offre una vasta gamma di fungicidi, specifici per ogni tipo di patologia, sia delle piante ornamentali che delle specie orticole.

La Biofarm mette invece a disposizione fungicidi di natura biologica, pensati sia per uso professionale che per quello domestico.

Attiva da sempre nella produzione di antiparassitari è la Bayern, che con la sua linea specifica per il giardino offre un'ampia possibilità di scelta.
Nel catalogo sono infatti presenti fungicidi specifici per ogni tipo di patologia e disponibili in diverse forme, dallo spray all'aerosol, adatti sia per le specie ornamentali che per quelle orticole e da frutteto.

riproduzione riservata
Articolo: Malattie fungine
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 5 voti.

Malattie fungine: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.101 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Malattie fungine che potrebbero interessarti


Come arrestare la formazione di muffa e condensa

Risanamento umidità - Alcune dritte su come ridurre e limitare la formazione di muffa e conseguente umidità all'interno dei nostri ambienti, per effetto della condensa.

Pericolo muffa da umidità di condensa

Risanamento umidità - Le nuove abitazioni o quelle con recente ristrutturazione sono sempre più iperisolati, da qui la controindicazione è che questa eccessiva impermeabilità comporta la formazione di muffe.

Prevenzione della muffa

Risanamento umidità - Prevenire la muffa ed intervenire con prodotti specifici nei casi più semplici: qualche consiglio per evitare che le nostre case siano invase dalle muffe.

Muffa in bagno: come togliere la muffa dalla doccia

Risanamento umidità - La muffa si forma e si annida facilmente negli angoli del bagno per l'elevata presenza di umidità. Ecco i consigli per riconoscerla, prevenirla ed eliminarla.

Debellare la muffa con specifici prodotti spray

Pulizia casa - Per far sparire le odiate macchie di muffa presenti negli angoli più umidi di casa, sono efficaci trattamenti spray: facili e veloci offrono risultati duraturi!

Ecco come togliere la muffa dai muri

Pulizia casa - L'umidità di condensa e una serie di altri fattori possono provocare il diffuso fenomeno della muffa in casa. Ecco un metodo efficace e risolutivo per debellarla

Un metodo semplice ed efficace per eliminare la muffa in casa

Pulizia e manutenzione - Il ventilatore con scambiatore di calore, con un semplice foro nel muro è il modo più immediato e meno invasivo per risolvere il problema dell'umidità da condensa

Begonia Elatior: consigli per la coltivazione indoor

Piante - La Begonia Elatior, con i suoi fiori grandi e dai colori vivaci, è una pianta adatta alla coltivazione indoor, in grado di adornare qualsiasi angolo della casa.

Combattere l'umidità

Risanamento umidità - La presenza di un eccesso di umidità in casa, che si riconosce dalla presenza di condensa, muffa e odori sgradevoli, può ingenerare danni per la salute.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img .matteo
Buongiorno, ragazzi sono nuovo. Volevo delle delucidazioni essendo ignorante. In pratica la parete nord presenta muffa e ogni inverno mi tocca spruzzare prodotti per eliminarla.
.matteo 05 Maggio 2021 ore 15:22 3
Img ahmedmanuguerra
Salve a tutti. Sono proprietario di un appartamento mansardato di un edificio anni 70. Sono in possesso dell'immobile da neanche un anno. E prima di mettere mano ai lavori, ho...
ahmedmanuguerra 28 Gennaio 2021 ore 10:46 3
Img gavino84
Ciao a tutti mi chiamo Gavino faccio l'operaio in una ditta di manutenzione industriale presso una centrale termoelettrica quindi non ho esperienza nel settore edile. Inizio a...
gavino84 10 Gennaio 2021 ore 09:18 5
Img gavino84
Ciao a tutti.. Abito in una villetta singola al piano inferiore ho una stufa a pellet il calore rimane sui 23 gradi..il problema c'è l'ho al piano superiore. Li non ho...
gavino84 04 Gennaio 2021 ore 12:53 4
Img sha38
Ciao a tutti, Mi sono trasferito da poco in una casa comprata ormai 2 anni fa, la casa è un appartamento di 8 abitazioni e io sto al primo piano, il venditore ha fatto un...
sha38 21 Dicembre 2020 ore 17:44 3