Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Come inserire le locazioni brevi nella dichiarazione dei redditi

Le locazioni brevi: come si gestiscono i contratti di locazione breve nella dichiarazione dei redditi? Vediamo in cosa consistono e quali sono le linee guida.
- NEWS Fisco casa

Locazioni brevi e dichiarazione dei redditi 2021


La prima cosa da sapere in tema di locazioni brevi è che se stiamo utilizzando il modello 730 precompilato 2021, i redditi derivanti dalla sottoscrizione di affitti di breve durata saranno già inseriti bel documento, sempre che si sia ricorsi alla prestazione di un intermediario immobiliare.

Ricordiamo che il modello 730 precompilato è disponibile a partire dal 10 maggio scorso sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Locazioni brevi
Dichiarazione precompilata a parte ,dobbiamo ricordare che dal 1° giugno 2017 è stata introdotta un'apposita disciplina fiscale per le locazioni brevi.

Due sono gli aspetti che caratterizzano tale disciplina:

  • La possibilità di beneficiare del regime alternativo della cedolare secca;

  • l'assoggettamento del canone di locazione a una ritenuta d'acconto pari al 21%, a condizione che il contratto sia concluso a seguito dell'intervento di un intermediario immobiliare.

Con circolare del 12 ottobre 2017, numero 14/E/2017 l'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni aspetti fondamentali in merito.


Gli intermediari immobiliari


Tra gli intermediari abilitati a effettuare la ritenuta d'acconto, oltre alla classica agenzia immobiliare, figurano i portali online che gestiscono i contratti di locazioni brevi, soprattutto durante il periodo delle vacanze.

Più genericamente, l'intermediario è colui che interviene per consentire l'incontro tra domanda e offerta, nei pagamenti e negli incassi dei canoni di locazione.

Il compito dell'intermediario è quello di:

  • comunicare i contratti conclusi mediante il loro intervento;

  • applicare una ritenuta d'acconto pari al 21% del canone versato dal conduttore. Al locatore viene rilasciata la certificazione unica, ovvero la dichiarazione con la quale vengono certificate le ritenute operate dall'intermediario.

I dati riportati nella certificazione unica sono inseriti nella dichiarazione dei redditi precompilata.


Che cosa sono le locazioni brevi?


Per locazioni brevi si intendono le locazioni aventi a oggetto immobili ad uso abitativo, situati in Italia, la cui durata non è superiore a 30 giorni e pertanto non soggetti a obbligo di registrazione.

I contratti devono essere stipulati da persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività di impresa.

Il carattere breve è riferito al contratto di locazione e non all'immobile, in riferimento al quale potranno essere stipulati più contratti di locazione.

Locazioni brevi e cedolare secca
Secondo quanto stabilito dall'art. 1 comma 595 della Legge n. 178/2020 si presume la natura imprenditoriale dell'attività, in caso di destinazione alla locazione breve di più di 4 immobili, per ciascun periodo di imposta.


Che cos'è la cedolare secca?


Si tratta del regime alternativo rispetto alla tassazione ordinaria Irpef.
In caso di opzione della cedolare secca si applicherà sul canone di locazione percepito un'imposta sostitutiva pari al 21% del reddito incassato.


La cedolare secca è riconosciuta anche nel caso in cui, oltre al godimento dell'abitazione, vengano proposti attività accessorie o servizi quali la fornitura della biancheria, la pulizia dei locali (come riportato nell'articolo 4 del DL 50/2017).

L'Agenzia delle Entrate, nella circolare citata del 12 ottobre 2017, allarga le possibilità anche all'utilizzo del wifi, aria condizionata e fornitura di utenze.

Sono esclusi invece la somministrazione di pasti, le guide turistiche o la messa a disposizione di auto a noleggio.

A cosa serve la ritenuta del 21%


Dunque, qualora il locatore abbia optato per il regime della cedolare secca, la ritenuta applicata del 21% varrà a titolo di imposta. Diversamente, ove cioè si applichi il regime ordinario Irpef con aliquota minima del 23%, viene considerata a titolo d'acconto.

Ricordiamo, inoltre, che con la nuova disciplina, entrata in vigore a partire dal 1° giugno 2017, la cedolare secca per gli affitti brevi può essere applicata anche ai seguenti casi:

  • contratti di sublocazione stipulati dal sublocatore;

  • contratti di locazione conclusi dal comodatario dell'immobile.


Come inserire le locazioni brevi nella denuncia dei redditi


Come si dichiara il reddito derivante da locazioni brevi di cui al D.L 50/2017?

Dove è indicato il reddito percepito a seguito della stipula di un affitto breve?

La casella utilizzata sarà diversa a seconda che il soggetto che percepisce il canone sia il proprietario (oppure titolare di un diritto reale sull'immobile) o il comodatario.

Nel primo caso il reddito sarà riportato nel quadro B come reddito fondiario se si tratta di una locazione stipulata nel 2020.
Affitti brevi e denuncia dei redditiQualora il soggetto che riceve il canone sia il sublocatore o il comodatario, il reddito sarà indicato nel quadro D come reddito diverso.

Si ricorda che la scelta in ordine alla cedolare secca può sempre essere modificata laddove si ritenga la tassazione ordinaria più conveniente.

Nel rigo F8 viene riportata la ritenuta effettuata dall'intermediario immobiliare.

Su quale cifra deve essere applicata la ritenuta del 21%?


La ritenuta deve essere applicata sull'importo del canone indicato nel contratto di locazione breve. Sono escluse eventuali somme previste a titolo di penale o caparra o deposito cauzionale.


Locazioni brevi stipulate direttamente tra locatore e conduttore


Qualora il contratto di locazione breve sia concluso direttamente tra locatore e conduttore, ovvero senza l'intervento di un intermediario nel pagamento, il locatore dovrà inserire a mano i dati nella dichiarazione dei redditi poiché il Fisco non sarà a conoscenza dei dati necessari, vista l'assenza di registrazione del contratto.

riproduzione riservata
Articolo: Locazioni brevi e dichiarazione dei redditi
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Locazioni brevi e dichiarazione dei redditi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.192 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Locazioni brevi e dichiarazione dei redditi che potrebbero interessarti


730 precompilato: comunicazione delle spese di ristrutturazione del condominio

Fisco casa - L'Agenzia delle Entrate pubblica le istruzioni per inviare al Fisco i dati relativi alle spese effettuate per lavori di ristrutturazione nell'ambito condominiale

Bonus casa: possibile modificare il 730 precompilato 2019

Fisco casa - Disponibile online la dichiarazione dei redditi precompilata 2019: possibile modificare tutti dati presenti e integrare gli importi relativi ai bonus sulla casa.

Proroga delle scadenze fiscali per i lavori di ristrutturazione

Fisco casa - Slitta al 9 marzo il termine per gli adempimenti degli amministratori di condominio che dovranno comunicare i dati relativi agli interventi di ristrutturazione.

Guida al 730 precompilato

Fisco casa - Prorogata la scadenza per la presentazione del nuovo modello di dichiarazione dei redditi, il 730 precompilato dal 7 al 23 luglio 2015 all'Agenzia delle Entrate.

Scadenze fiscali: tutto sugli immobili nel modello 730/2015

Fisco casa - Tra le scadenze fiscali più importanti per il contribuente troviamo quella relativa al modello 730, quest'anno anche in versione precompilata visionabile on line.

Detrazione fiscale 65% nel modello 730/2015

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La detrazione fiscale per interventi di risparmio energetico al 65% è fruibile indicando nella dichiarazione dei redditi, il modello 730/2015, le spese sostenute.

Decreto sostegni: prorogate al 31 marzo alcune scadenze tributarie

Amministratore di condominio - In arrivo, con il Decreto Sostegni, nuove proroghe per alcuni adempimenti tributari in scadenza a marzo. Vediamo quali sono i rinvii che interessano il condominio

Compilare il modello 730, tutto quello che c'è da sapere

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle entrate ha pubblicato le istruzioni per la presentazione e compilazione del Modello 730. In che modo si può usufruire delle detrazioni fiscali?

Scadenze fiscali: 730, Unico, IMU, TASI, TARI

Fisco casa - Dal modello 730 all'Unico, passando per l'IRPEF alle tasse sulla casa, come IMU, TASI e TARI: ecco tutte le scadenze fiscali più importanti per il contribuente.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img jirobatu
Buongiorno a tutti. I miei genitori hanno una casa di proprietà intestata ad entrambi, mia madre è morta ad agosto 2017 quindi ora siamo rimasti mio padre, io e mia...
jirobatu 21 Marzo 2018 ore 20:13 2
Img anto1977
Buonasera,che tipo di documenti bisogna presentare per poter usufruire della detrazione per ristrutturazione?...
anto1977 28 Giugno 2015 ore 08:46 5
Img 64brunica
Salve,in sede della compilazione della dichiarazione dei redditi, ho difficoltà se dichiarare l'abitazione in usufrutto di un mio stretto parente.Ho contattato diversi CAF...
64brunica 21 Maggio 2015 ore 09:59 1