Leggere l'etichetta delle lampadine a risparmio energetico

NEWS DI Fai da te19 Dicembre 2013 ore 15:01
Qualche indicazione su come leggere le etichette delle lampadine a risparmio energetico, individuando durata, lumen, numero di accensioni e modalità di smaltimento.
lampadine , risparmio energetico , lettura , etichetta

Lampadine a basso consumo


lampadinaIl fronte delle lampadine a basso consumo si è aperto con l'intervento della Unione Europea che ha messo al bando le vecchie lampade ad incandescenza. A poco a poco le vecchie lampadine stanno scomparendo lasciando il posto a queste luci spesso criticate.

Le lampadine a basso consumo, infatti, sono spesso soggette a critiche riguardanti la velocità con cui si scaldano e la quantità di luce che arrivano a produrre, soprattutto in lampadari di un certo pregio o di una certa epoca, studiati per essere utilizzati in realtà con lampadine a incandescenza.

Questa mossa ha comportato anche una radicale modifica delle nostre abitudini nell'acquisto di lampade, visto che adesso sull'etichetta è indicata la luminosità espressa in Lumen.

La ragione sta nel fatto che le lampadine a risparmio energetico necessitano di circa un terzo dell'energia elettrica utilizzata da una lampadina ad incandescenza.


Lumen, Watt e durata


In questo senso per misurare la luminosità della lampada occorre tenere presente il valore dei Lumen. Se si confrontano, infatti, i Watt con i Lumen, la misurazione della luminosità potrebbe essere forviante visto che una lampada a basso consumo a parità di Watt garantisce una luminosità maggiore.

Altro dato che viene presentato nella etichette della lampadina è la durata. Questa rappresenta il tempo di vita della lampada prima del suo esaurimento. Normalmente una lampada a basso consumo garantisce una durata di circa 5000 ore annue. Questa misurazione è effettuata presupponendo tre accensioni al giorno, tuttavia, sia il numero di accensioni, sia la durata dei periodi in cui la lampada rimane accesa, hanno una incidenza sulla vita del prodotto.

Altra indicazione importante che appare nella etichetta delle lampadine a basso consumo è il colore della luce. In realtà si tratta di una temperatura di colore visto che, a differenza della lampada ad incandescenza che produce sempre un colore bianco caldo, le lampade a basso consumo (fluorescenti compatte o a LED) hanno una grande varietà di temperature di colore.

Questo dato viene normalmente espresso in gradi Kelvin ed è inversamente proporzionale alla temperatura di calore. Ciò significa che all'aumentare di questo valore il calore della luce diminuisce. Una lampada a luce bianca calda ha un valore di 2700k.


Numero di accensioni


lampadinaAltra indicazione che viene riportata sull'etichetta è il numero di accensioni prima che si verifichi un guasto.

Questo dato è particolarmente significativo per le lampadine fluorescenti compatte visto che la media è compresa tra le 3000 e le 6000 accensioni/spegnimenti ma che questo dato è calcolato su cicli che prevedono tre accensioni giornaliere e che l'aumentare delle accensioni può abbreviare la vita della lampada.

Un aspetto decisamente importante per le lampadine fluorescenti compatte è il tempo di accensione. Le lampade standard necessitano di alcuni minuti per raggiungere il massimo dell'emissione luminosa, tuttavia, sul mercato si stanno affermando le lampade dotate del cosiddetto fast start ovvero un tempo di avvio pari a quello che caratterizza le lampade ad incandescenza.


Modulazione della luce


Altro fattore degno di nota è la modulazione della luce. Bisogna, infatti, tenere presente che molte lampade a led o fluorescenti compatte non funzionano con i dimmer normali delle lampade classiche. Per questo sulla etichetta delle confezioni, è riportato sempre un apposito pittogramma che indica o meno questa funzionalità. La temperatura del luogo dove verrà collocata la lampadina influenza la prestazione delle lampade fluorescenti compatte o a led. Per questa ragione sull'etichetta è riportato il range di esercizio della lampada in modo da poter scegliere il prodotto più appropriato alle condizioni di utilizzo.

Sulla confezione, inoltre, devono essere riportate anche le misure di ingombro della lampada in modo che sia chiaro per l'acquirente se la lampadina sia o meno adatta al portalampada.


Smaltimento delle lampadine


Un'ultima indicazione utile, che deve essere riportata sulla confezione delle lampadine di uso comune, riguarda la modalità di smaltimento dell'oggetto, che di regola le assimila ai componenti elettronici, quindi assoggettati a smaltimento differenziato.

riproduzione riservata
Articolo: Leggere l'etichetta delle lampadine a risparmio energetico
Valutazione: 1.00 / 6 basato su 2 voti.

Leggere l'etichetta delle lampadine a risparmio energetico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Leggere l'etichetta delle lampadine a risparmio energetico che potrebbero interessarti
Addio vecchia lampadina

Addio vecchia lampadina

Normative - Le nuove lampadine a fluorescenza consentono un notevole risparmio energetico, durano in media 10 volte in più rispetto alle normali lampadine e consumano fino a 5 volte meno.
Lampadine a risparmio energetico

Lampadine a risparmio energetico

Lampade a sospensione - Vi illustriamo tutti i tipi e le forme delle nuove lampadine a risparmio energetico, con un occhio alla riduzione dei consumi, all'ecologia e al design.
Stop alla vendita di lampade alogene

Stop alla vendita di lampade alogene

Leggi e Normative Tecniche - A partire dal 1 settembre, nell'Unione Europea non sarà più possibile acquistare alcuni modelli di lampade alogene il cui uso sarà sostituito dalle lampade LED.

Lampadine a led

Lampade a sospensione - Per sostituire le vecchie lampadine alogene si stanno rapidamente diffondendo le lampadine a led, apprezzate per le grandi qualità di efficienza e durata.

Uso intelligente dell'energia in casa

Impianti - Oggi l'uso intelligente dell'energia in casa può permetterci di avere un notevole risparmio sulla bolletta. Ecco alcuni semplici accorgimenti da poter adottare.

Satelliti d'utenza per condomini

Condominio - Il primo passo per muoversi in direzione di un concreto risparmio energetico è monitorare costantemente i consumi. Infatti, molte volte si operano inutili

Luce calda o luce fredda

Lampade a sospensione - Scegliere la luce per illuminare la propria casa è molto importante, richiede cura ed attenzione, sia per la posizione che per il tipo di luce, calda o fredda.

Risparmiare l'energia di casa

Impianti - Quello del risparmio energetico è un tema molto diffuso e sentito, anche se solo in pochi lo attuano in concreto. Per risparmiare energia, basta seguire alcune semplici regole nella gestione della propria casa.

Serramenti e risparmio energetico

Infissi - Risparmio energetico ed isolamento termico
REGISTRATI COME UTENTE
295.616 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti risparmio energetico
    Serramenti risparmio energetico...
    220.00
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Tetto
    Tetto...
    49.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.