L'amministratore di condominio e le cause condominiali

NEWS DI Condominio24 Giugno 2011 ore 14:40
Il ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per
amministratore , condomini , appello
Avv. Alessandro Gallucci
AmministratoreIl ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per la cura e la gestione di determinati interessi e affari.Sul punto non ha dubbi la giurisprudenza che nella sua espressione massima ha affermato che l'amministratore del condominio raffigura un ufficio di diritto privato assimilabile al mandato con rappresentanza: con la conseguente applicazione, nei rapporti tra l'amministratore e ciascuno dei condomini, delle disposizioni sul mandato(così dal ultimo Cass. SS.UU. 8 aprile 2008 n. 9148).La cura e la tutela degli interessi del condominio va oltre il profilo stragiudiziale.Tanto si desume dal contenuto dell'art. 1131 c.c. a mente del quale l'amministratore può agire giudizialmente per la tutela delle parti comuni nei limiti delle attribuzioni riconosciutegli dalla legge e/o dal regolamento di condominio.Più problematica la situazione per l'ipotesi in cui è il condominio ad essere convenuto in giudizio.Si tratta della così detta legittimazione passiva che trova riscontro nel secondo comma dell'art. 1131 c.c. a mente del quale il mandatario dei condomini può essere convenuto in giudizio per qualunque azione concernente le parti comuni dell'edificio; a lui sono notificati i provvedimenti dell'autorità amministrativa che si riferiscono allo stesso oggetto.L'interpretazione di questa norma ha scatenato un vero e proprio contrasto che vedeva due tesi contendersi il campo:a) da un lato che diceva che la legittimazione passiva incontrava gli stessi limiti di quella attiva;b) dall'altro chi, invece, riteneva che l'amministratore potesse essere convenuto in giudizio senza doverne dare notizia all'assemblea, in quanto la sua legittimazione a rappresentare il condominio non trovava limiti.A queste visioni opposte della vicenda se n'è sostituita un'altra che potremmo definire mediana secondo cui l'amministratore del condominio , potendo essere convenuto nei giudizi relativi alle parti comuni ma essendo tenuto a dare senza indugio notizia all'assemblea della citazione e del provvedimento che esorbiti dai suoi poteri, ai sensi dell'art. 1131 cod. civ., commi 2 e 3, può costituirsi in giudizio ed impugnare la sentenza sfavorevole senza la preventiva autorizzazione dell'assembleata Amministratoredeve, in tale ipotesi, ottenere la necessaria ratifica del suo operato da parte dell'assemblea stessa, per evitare la pronuncia di inammissibilità dell'atto di costituzione ovvero di impugnazione (Cass. SS.UU. 6 agosto 2011 n. 18331).L'autorevolezza della fonte, le Sezioni Unite della Cassazione, avrebbe dovuto garantire il rispetto del principio espresso.Eppure già nel mese di novembre tornavano alla ribalta quegli orientamenti che negavano qualunque limite alla legittimazione passiva dell'amministratore per le azioni inerenti le parti comuni dell'edificio.La sentenza n. 11159, resa sempre dal Supremo Collegio lo scorso 20 maggio, pare riportare in auge quanto detto dalla massima espressione del giudice nomofilattico.In questo caso la particolarità della pronuncia sta nel fatto che la Corte ha dichiarato l'inammissibilità del ricorso proposto dall'amministratore, che aveva impugnato una sentenza sfavorevole relativa ad una deliberazione condominiale senza l'autorizzazione o la ratifica da parte dell'assise.Fino ad oggi, invece, non v'erano dubbi che proprio in relazione alle controversie riguardanti le deliberazioni condominiali il mandatario avesse ampi poteri traendo gli stessi dal n.1 dell'art. 1130 c.c. che gl'impongono di dare esecuzione alle decisioni assembleari.Una conferma (quella della sentenza delle Sezioni Unite) e una contraddizione, dunque.
riproduzione riservata
Articolo: L'amministratore di condominio e le cause condominiali
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 2 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

L'amministratore di condominio e le cause condominiali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Tabelle Millesimali, Approvazione E Revisione : Condominiale.Lavorincasa.it
    Tabelle Millesimali, Approvazione E Revisione : Condominiale.Lavorincasa.it
    Lunedì 27 Giugno 2011, alle ore 14:56
    [...] breve è stato rilevato un difetto di legittimazione a stare in giudizio in rappresentanza del condominio da lui amministrato. Condividi [...]
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano L'amministratore di condominio e le cause condominiali che potrebbero interessarti
Tutti condomini possono proporre appello contro la sentenza sfavorevole

Tutti condomini possono proporre appello contro la sentenza sfavorevole

S?ipotizzi che un condomino, o anche un estraneo alla compagine, faccia causa al condominio per ottenere un risarcimento del danno o per far valere un altro diritto...
Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri...
Chi decide il compenso dell'amministratore condominiale giudiziario?

Chi decide il compenso dell'amministratore condominiale giudiziario?

L'amministratore condominiale giudiziario ha diritto al compenso come ogni suo collega nominato dall'assemblea. Essa lo dove stabilire in accordo con lui.
Richiesta di convocazione di un'assemblea straordinaria

Richiesta di convocazione di un'assemblea straordinaria

È possibile distinguere due diverse tipologie di assemblea condominiale: assemblea ordinaria annuale e assemblea straordinaria. Come richiederne la convocazione?...
L'amministratore del piccolo condominio

L'amministratore del piccolo condominio

Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è...
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.257 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Manutenzione condomini Monza e Brianza, Milano
    Manutenzione condomini monza e...
    19.00
  • Manutenzione Stabili, Condomini, Uffici Milano
    Manutenzione stabili, condomini,...
    100.00
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Tenda da sole per balcone MILA
    Tenda da sole per balcone mila...
    781.21
  • Rifacimento intonaci Milano e provincia
    Rifacimento intonaci milano e...
    15.00
  • Passatoia tappeto chef
    Passatoia tappeto chef...
    11.00
  • Copertura per terrazzo
    Copertura per terrazzo...
    10810.00
  • Kaldewei piatto doccia rettangolare scona 75x90 a
    Kaldewei piatto doccia...
    449.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.