Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Quanto consuma una lavastoviglie?

Le moderne lavastoviglie sono già pensate per rispettare l'ambiente, mediante il contenimento dei consumi, ma possono essere supportate da un utilizzo oculato.
20 Maggio 2017 ore 10:09 - NEWS Lavastoviglie

La lavastoviglie: che grande invenzione!


Addio pile di piatti incrostate di sporco e cattivi odori: per fortuna l'evoluzione della tecnologia ha fatto sì che la lavastoviglie sia un elettrodomestico alla portata di tutte le tasche!

La lavastoviglie
La lavastoviglie è oggigiorno un aiuto indispensabile allo svolgimento delle faccende domestiche e grazie alla produzione di modelli sempre meno rumorosi, efficienti e con una drastica riduzione dei consumi, sia energetici che d'acqua, rispetto al passato è sempre più diffusa.

Non più rivolta solo a famiglie numerose; sono presenti sul mercato anche modelli con un numero ridotto di coperti, adatti a un pubblico di single o una giovane coppia.


Tipologie di lavastoviglie e lavaggi


Una lavatrice standard di tipo autonomo, da accostare ai mobili della cucina, ha dimensioni di cm 60x60x85h ed è in grado di lavare fino a dodici coperti.

I modelli più moderni hanno spesso anche il meccanismo del mezzo carico e possono quindi essere facilmente utilizzate anche da un piccolo nucleo familiare.

È possibile adoperare diversi programmi di lavaggio, a seconda del grado di sporco:

- il ciclo rapido, per le stoviglie appena usate;
- il ciclo energico, per le pentole incrostate;
- il ciclo delicato, per la cristalleria;
- il ciclo biologico, permette di sfruttare i detersivi ecologici.

Ci sono anche programmi di solo risciacquo, per rinfrescare le stoviglie appena impolverate.

Con l'elettronica si può programmare l'accensione per farla partire in una fascia di minor consumo e il sistema fuzzy regola la quantità d'acqua secondo il bisogno.

Per i maniaci dell'estetica, che tengono ad avere ogni complemento in coordinato, è possibile optare per una lavastoviglie ad incasso. Queste sono del tutto simili, nelle dimensioni e nella tecnologia, a quelle a libera installazione ma permettono di mimetizzare completamente l'apparecchio nei mobili o lasciare a vista il solo quadro comandi, a seconda che siano a integrazione totale o parziale.


Stenterete a crederci ma anche le mini cucine possono essere attrezzate con una lavastoviglie piccole: parliamo di modelli mini da 45 cm, progettate per otto coperti.
Il vantaggio è duplice: si risparmia sia nei consumi sia nello spazio.

Tuttavia, per un single o una coppia otto coperti possono essere troppi e per evitare sprechi si dovrebbe ricorrere a un lavaggio effettuabile solo dopo aver accumulato un po' di stoviglie, rischiando però di lasciare per qualche giorno nel cestello delle stoviglie sporche qualcosa che potrebbe servirci.

La soluzione ideale, in questo caso, è una lavastoviglie mini, dotata anche della funzione a mezzo carico.


I consumi delle lavastoviglie moderne


Tra gli elettrodomestici , le lavastoviglie sono quelle che maggiormente incidono sulla spesa energetica nelle comuni abitazioni, spesa che può essere ridotta con un'oculata scelta dell'elettrodomestico e un uso smart dello stesso.

Anche l'evoluzione tecnologica ha contribuito e continua a contribuire al miglioramento delle prestazioni delle lavastoviglie, con riduzione dei consumi elettrici e prodotti migliori per i lavaggi; nell'ultimo decennio, ad esempio, la quantità di acqua da riscaldare mediamente necessaria per un lavaggio si è più che dimezzata, riducendosi fino a circa venti litri; analogamente i tempi richiesti per un lavaggio medio hanno avuto una drastica riduzione con i cosiddetti programmi ecologici.

La lavastoviglie da incasso
In termini di consumi e di impatto ambientale le caratteristiche di una lavastoviglie, così come per gli altri comuni elettrodomestici, sono descritte in maniera sintetica e inequivocabile in due etichette, presenti ormai da più di dieci anni in Europa: quella energetica e l'ecolabel.

La capacità di una lavastoviglie è espressa dal numero di coperti che può trattare, con il più comune compreso tra dieci e quindici, e per queste capacità il lavaggio richiede circa 1,5 kW/h, che si riducono anche a 1/3 con i cicli ecologici e con quantità di detersivi comprese tra i 15 e 20 grammi.

In ogni caso, la scelta di una lavastoviglie compatibile con le reali esigenze degli utilizzatori è il primo passo per un corretto utilizzo della stessa.

Una lavastoviglie sovradimensionata non lavorerà quasi mai a pieno carico e consumerà, comunque, acqua corrente e prodotti detergenti, ben oltre le quantità minime necessarie; viceversa, una lavastoviglie sottodimensionata lavorerà quasi sempre in affanno con sollecitazioni elettromeccaniche eccessive e continue, assorbimenti di corrente elettrica eccessivi e qualità dei lavaggi mediocre.

Tra le caratteristiche degne di nota delle moderne lavastoviglie c'è la possibilità di lavare direttamente con acqua calda e di conseguenza la possibilità di sfruttare l'energia solare termica; l'acqua calda prodotta da pannelli solari termici, come accade nella maggior parte degli impianti solari, può essere integrata da una caldaia, se troppo fredda, prima di raggiungere la lavastoviglie; se troppo calda, come può facilmente accadere nella stagione estiva, l'acqua prodotta dai pannelli solari termici viene opportunamente miscelata con quella fredda.


Sale e addolcitori per la lavastoviglie


Le prestazioni delle moderne lavastoviglie sono spesso salvaguardate dalla presenza di un addolcitore interno che, riducendo l'accumulo di calcare sulle resistenze, ne permette i bassi consumi elettrici; le prestazioni dell'addolcitore sono a loro volta garantite dalla somministrazione di sale nella lavastoviglie, secondo le indicazioni della casa costruttrice.

L'esigenza del sale viene segnalata elettronicamente dalla maggior parte delle lavastoviglie ed è naturalmente correlata alle caratteristiche intrinseche dall'acqua nella località di riferimento; inoltre, senza la giusta quantità di sale le stoviglie, a lungo andare, risulteranno lavate ma non belle a vedersi perché deficitarie in brillantezza.

Il carico della lavastoviglie
La scelta di una lavastoviglie a bassi consumi, sia in termini di assorbimenti elettrici che di acqua e detergenti, è il primo passo per il contenimento della spesa energetica dell'elettrodomestico e della spesa complessiva dell'edificio nel quale si trova; il contenimento della spesa energetica della lavastoviglie, nella pratica, dipende fortemente anche dall'utilizzo e dalla manutenzione della stessa.

L'utilizzo, il più possibile, dei lavaggi ecologici o economici, privi della fase di asciugatura e la rimozione dei residui più grandi, contribuiscono al corretto funzionamento e alla riduzione dei consumi della lavastoviglie; invece, i lavaggi più intensi possono essere utilizzati solo quando realmente necessari e, in ogni caso, il lavaggio viene massimizzato facendo lavorare lavastoviglie a pieno carico.


Uso intelligente della lavastoviglie


L'utilizzo del cosiddetto prelavaggio o lavaggio rapido ad acqua fredda, permette di prolungare la presenza delle stoviglie nella lavastoviglie fino alla realizzazione del pieno carico per la massimizzazione dello sfruttamento dei lavaggi; la fase di asciugatura è tra quelle energeticamente più esosa ma l'asciugatura elettronica può essere facilmente sostituita da una asciugatura naturale, tenendo semplicemente socchiusa la porta dell'elettrodomestico.

Con riferimento alle suddette tipologie di lavaggi, i consumi per una lavastoviglie di media capacità, con un carico dell'ordine della decina di piatti, possono oscillare da poco meno di 1kWh a circa 2,5 kWh.

Consumi della lavastoviglie
Una ulteriore riduzione dei consumi ed un impatto contenuto ed immediato sull'ambiente, possono essere ottenuti con l'utilizzo delle giuste quantità di detersivi, secondo le indicazioni delle case produttrici, e la verifica della continua presenza del sale, nello specifico contenitore, per limitare la formazione di calcare che lede il corretto funzionamento dell'elettrodomestico.

La qualità dei lavaggi di una lavastoviglie può essere inficiata da una distribuzione non uniforme dell'acqua durante i lavaggi stessi a seguito dell'otturazione dei fori di distribuzione della stessa e una presenza eccessiva di calcare, che si manifesta con l'opacità delle stoviglie appena lavate.

I consigli finalizzati alla riduzione della spesa energetica, a un utilizzo corretto della lavastoviglie d al rispetto dell'ambiente, sono generalmente riportati nel libretto di istruzione fornito dalla casa produttrice. È bene osservare che la presenza contemporanea di acqua ed elettricità in un elettrodomestico, spesso integrato nelle moderne cucine, rende particolarmente significativi gli aspetti inerenti alla sicurezza per le lavastoviglie.

In relazione a ciò, tra le verifiche più semplici che si possono fare periodicamente, magari a cadenza mensile, c'è il test del salvavita o differenziale coordinato con l'impianto di terra, al quale deve essere collegata la carcassa della stessa lavastoviglie; è una buona norma, inoltre, disattivare i collegamenti elettrici e idrici della lavastoviglie, quando sono previsti lunghi periodi di inattività.

riproduzione riservata
Articolo: Lavastoviglie: consumi
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 5 voti.

Lavastoviglie: consumi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
323.101 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Lavastoviglie: consumi che potrebbero interessarti


Lavastoviglie in tripla classe A

Lavastoviglie - Ad incasso o free standing: la scelta della tipologia di lavastoviglie in tripla classe A non influisce sulle sue prestazioni e caratteristiche.

Risparmio con gli elettrodomestici

Impianti - Per avere bollette meno salate gli elettrodomestici, oltre ad avere una classe energetica efficiente, devono essere usati in maniera intelligente.

Incentivi per elettrodomestici

Normative - Per la proroga degli incentivi per mobili, elettrodomestici e PC e' previsto un apposito decreto da varare in gennaio.

Ancora incentivi per cucine ed elettrodomestici

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con la rimodulazione dei fondi da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, dal 3 novembre sarà ancora possibile acquistare a condizioni agevolate cucine ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica.

Gas o Elettricità

Progettazione - Nella realizzazione di una moderna casa si deve tenere conto delle spese necessarie per i consumi energetici e spesso si deve scegliere tra gas ed elettricità.

Forni e fornelli, garantire la sicurezza in cucina

Forni e piani cottura - La sicurezza in cucina va garantita come quella di qualunque ambiente di lavoro tenendo conto delle attrezzature presenti, degli spazi minimi ed interferenze.

Etichetta energetica prodotti

Normative - L'obbligo di etichetta energetica è stato esteso dagli elettrodomestici a tutti i prodotti che abbiano un impatto diretto o indiretto sui consumi energetici.

Risparmiare energia con forno e lavastoviglie

Forni e piani cottura - Qualche consiglio utile per evitare sprechi di energia elettrica quando utilizziamo gli elettrodomestici in cucina e alcuni suggerimenti per i nuovi acquisti.

Lavastoviglie molto capienti

Lavastoviglie - Le dimensioni e la capienza delle lavastoviglie sono state accuratamente studiate ed integrate nel design, con in alcuni casi del 40% di spazio interno in più.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gafforoberto
Salve, ho acquistato un appartamento in un condominio all’asta, l’appartamento era l’unico in cui non erano stati installati i ripartitori sui termosifoni...
gafforoberto 22 Dicembre 2020 ore 11:58 9
Img giodeco
Buonasera, avrei un dubbio in merito al mio impianto di riscaldamento; quest'ultimo è stato fatto di recente e presenta una centralina con 6 testine termostatiche (una per...
giodeco 24 Novembre 2020 ore 22:19 1
Img elisalivorno
Vorrei installare una lavastoviglie nella mia cucina con mobili con gambe senza frontale, quindi sotto ci posso pulire, esiste una lavastoviglie da poter inserire in un mobile...
elisalivorno 21 Ottobre 2020 ore 11:09 11
Img farad
Sono proprietario di appartamento, l'intero condominio a breve farà rifacimento terrazze degli appartamenti e pittura finale esterna. Posso comprare elettrodomestici con il...
farad 02 Febbraio 2020 ore 20:06 2
Img sonny11330
Buonasera a tutti, Volevo chiedere agli esperti, se in cucina può essere posizionato il piano induzione sotto la manopola del gas.Nel caso positivo volevo anche chiedere se...
sonny11330 28 Dicembre 2019 ore 12:21 4