Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

La finta lacca cinese

NEWS Fai da te12 Giugno 2008 ore 22:35
Come laccare gli oggetti di casa
stucco


Oggi è possibile l' imitazione di questa rifinitura con della finta lacca. Un'ottima preparazione dell' mobile laccatooggetto da laccare è fondamentale per la resa finale.
Il legno dovrà essere trattato attentamente scartavetrando la superficie del legno in modo da togliere tutte le imperfezioni del legno.

La sera prima di iniziare il lavoro sciogliete una parte di colla di coniglio in grani in sedici parti d' acqua calda.
Riscaldate leggermente la colla e passatela sulla superficie levigata. Lasciate asciugare e scartavetrate.
Di seguito preparate uno stucco mescolando del gesso di Bologna ben setacciato con della colla di coniglio.

Lo stucco deve avere una consistenza semiliquida e si deve poter stendere facilmente senza lasciare il segno delle setole del pennello ma non deve essere liquido al punto tale da risultare trasparente una volta steso.
servito cineseLasciate asciugare e scartavetrate con una carta sottile.
Ripetete l'operazione diminuendo ogni volta la grammatura della carta vetrata fino ad arrivare ad una superficie vellutata senza righe nè buchi.

La lacca vera come anche quella di imitazione può essere colorata aggiungendo pigmenti; quando è secca può essere decorata con intarsi o pitture.

Prima si procede con la preparazione della gommalacca.
Nei colorifici potrete acquistare la gommalacca decerata in scaglie e scioglierla nell' alcool etilico a 95 gradi non colorato, nella proporzione 1:10.
vassoio chinese
I colori tipici della lacca cinese sono principalmente il nero fumo e il rosso cinabro. Il rosso cinabro è un pigmento tossico e quindi bisogna fare attenzione a non inalarlo.
Sciogliete in un piatto di ceramica il colore scelto con otto parti di gommalacca già preparata. Il composto finale non deve presentare grumi e il colore deve essere uniforme.

Sulla superficie preparata con la colla di coniglio e lo stucco si procede con la stesura della lacca con un pennello che non lasci righe. La lacca deve essere applicata in più mani e ogni mano deve essere applicata quando la precedente è ben secca.
Tra un passaggio ed un altro, lavate il vostro pennello con dell' alcool. Per ottenere un effetto laccatura nerafinale più lucido è preferibile aumentare la proporzione di gommalacca rispetto al pigmento.

Una volta che il supporto è perfettamente asciutto e avrete finito con i diversi passaggi di lacca, potrete trasferire il disegno con della carta grafite chiara. L' immagine sarà poi pitturata con la tecnica prescelta.
Passate ancora della gommalacca trasparente e lasciate asciugare.

La lucidatura finale è molto importante e verrà fatta due settimane dopo aver finito la decorazione. La tecnica di lucidatura consiste nel cospargere la superficie con una farina fossile molto sottile la cui composizione principale è la silice. Questo tipo di farina fossile la si conosce con il nome di farina Tripoli.
Passare la polvere con movimenti rotatori e facendo una leggera pressione fin quando la superficie non diventa lucida.

Dopo aver completato questa operazione si passa un batuffolo di cotone bagnato in olio di oliva e altra polvere sempre con movimenti rotatori.


Monica Resta

riproduzione riservata
Articolo: La finta lacca cinese
Valutazione: 4.60 / 6 basato su 10 voti.

La finta lacca cinese: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Richardmayer
    Richardmayer
    Domenica 19 Maggio 2013, alle ore 09:35
    Cara Monica, grazie per la descrizione per ottenere la simil lacca cinese.
    Ora avendo purtroppo tempo, vorrei usare questa tecnica su un vecchio comodino, ma vorrei da te le dosi più o meno giuste.
    So che l'uomo si comprende dalle sue domande e non dalle sue risposte, ma così hai capito che sono proprio alle primissime armi in decorazioni etc.
    rispondi al commento
  • Giuliano Ceretti
    Giuliano Ceretti
    Venerdì 7 Settembre 2012, alle ore 14:49
    Utilizzo la sandracca per i miei decoupage finto-giapponese e comincio ad avere risultati.
    Trovo qualche difficoltà nella tecnica di stesura, potrei avere qualche dritta ?
    Grazie in anticipo e buon lavoro a tutti. Giuliano
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
305.842 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Notizie che trattano La finta lacca cinese che potrebbero interessarti
Stucco antiritiro per il fai da te

Stucco antiritiro per il fai da te

Facciate e pareti - Per chi ama il fai da te sono oggi disponibili sul mercato prodotti che rendono la posa più facile e la una resa finale ottimale, vediamo con questo articolo uno stucco particolare.
Manutenzione dello stucco veneziano

Manutenzione dello stucco veneziano

Pulizia e manutenzione - La pulizia dello stucco veneziano è di fondamentale importanza per preservarne la bellezza e la brillantezza, deve essere delicata, nel rispetto della superficie.

Caratteristiche e utilizzi dello stucco epossidico

Pavimenti e rivestimenti - Lo stucco epossidico utilizzato come collante e riempitivo tra le piastrelle di rivestimento, vanta ottime caratteristiche tra cui elevata igienicità e resistenza.

Applicare stucchi e bordini

Fai da te Muratura - Lo stucco permette di conferire personalità agli ambienti interni e di creare in modo semplice delle decorazioni di grande impatto dal punto di vista estetico.

La stuccatura del legno

Bricolage legno - Dopo aver sverniciato un mobile possono rimanere difetti soprattutto sulle superfici esterne, per questo vi spiegheremo come poter intervenire con degli stucchi adeguati.

Restaurare mobili con uno stucco fai da te!

Bricolage legno - Come realizzare in tempi di crisi economica uno stucco per il legno da restauratore, al fine di recuperare e riutilizzare mobili ammalorati, vecchi o antichi.

Monomix, il nuovo stucco pronto per fughe tra piastrelle

Fai da te Muratura - Lo stucco in pasta pronto all'uso non richiede di essere miscelato come quello in polvere e la sua applicazione è molto semplice, anche per chi non è esperto.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img dunzer
Salve,volevo chiedere un consiglio, visto che non sono esperta in campo.Stanno rifacendo il pavimento del nostro balcone. avevano già messo giù le nuove piastrelle,...
dunzer 13 Gennaio 2011 ore 14:20 3
Img giumar84
Salve a tutti!!Dovrei stuccare un appartamento di circa 120m2  fuga di 1mm, l'indecisione sta nella scelta dello stucco, stucco cementizio o stucco epossidico??Qualcuno mi sa...
giumar84 29 Marzo 2015 ore 13:54 3
Img antoniopaparazzo
Salve a tutti,ho comprato un negozio e voglio fare alcuni lavori.Il primo di tutti è rimuovere lo stucco veneziano e ritinteggiare con pittura normale.Lo stucco presente...
antoniopaparazzo 22 Ottobre 2014 ore 13:42 1
Img godeas78
Ciao a tutti,qualche tempo fa ho deciso di ridipingere il controsoffitto nel salotto di casa.Con l'occasione ho ristuccato un pezzo che si era rovinato.Purtroppo, dopo aver...
godeas78 10 Giugno 2014 ore 15:49 2
Img alfafaidate
E' da tanto che mi cimento nel fai da te in casa ma non sono ancora riuscito a fare una stuccatura decente, cioè lisciata perfettamente che quando do il colore non si vede...
alfafaidate 18 Luglio 2014 ore 01:41 1