Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Intonaci deumidificanti contro l'umidità di risalita

NEWS Risanamento umidità16 Marzo 2020 ore 09:27
L'applicazione di un intonaco deumidificante, scelto a seconda della tipologia di muratura, rappresenta il giusto rimedio alla risalita dell'umidità dal terreno

Risanamento muri umidi con gli intonaci deumidificanti


Una delle cause più comuni del degrado degli edifici è strettamente legata all’acqua che entra in contatto con gli stessi.

Esistono 3 principali modalità di relazione tra acqua-edificio: infiltrazioni d’acqua (dovute ad errori di progettazione o deterioramento delle coperture, a guasti o perdite delle tubature), umidità di condensa (dovuta ad un’insufficiente ventilazione degli ambienti, alla disomogeneità delle temperature superficiali e ai ponti termici) ed infine umidita da risalita capillare nelle murature – la più dannosa e difficile da combattere.

IUmidità di risalita
l fenomeno di umidità da risalita capillare spontanea attraverso la muratura è generalmente più accentuato nelle zone ad elevata umidità, in zone costiere o in prossimità di falde acquifere.

L’acqua, imbibendo la muratura, trasporta con sé i sali solubili (solfati, cloruri e nitrati) raccolti nel terreno o nei supporti murari stessi causando: un degrado fisico, un degrado chimico derivato dall’aggressività dei sali in soluzione che cristallizzando generano tensioni nei materiali ed infine un degrado biologico, conseguenza dei precedenti e causato dallo sviluppo di microrganismi (muffe, funghi e muschi).

Il battente di risalita capillare, ovvero il livello dove si attesta l’evidente degrado della muratura, può essere molto variabile e localizzato in funzione del tipo di muratura e del clima (ventilazione, temperatura e umidità): solitamente si trova in una fascia di altezza compresa tra 1 - 2 m dal terreno.

All’interno di questa fascia è possibile trovare le forme di degrado caratteristiche del fenomeno, come efflorescenze (sali presenti sulla superficie dell’intonaco), sub-efflorescenze (sali presenti nell’interfaccia tra muro ed intonaco), distacchi e sbollature.

Per contrastare questi fenomeni è necessario ricorrere ad un intonaco deumidificante idrofugato e macroporoso che permetta di controllare l’evaporazione dell’acqua e la cristallizzazione dei sali attraverso la realizzazione di un equilibrio termo-igrometrico tra parete e ambiente.

L'adozione di un intonaco deumidificante macroporoso dalla elevata traspirabilità garantisce l’evaporazione dell’acqua dal muro verso l’esterno e permette contemporaneamente la formazione di una barriera all'umidità di risalita, con il risultato di prevenire la formazione di efflorescenze saline e mantenere asciutta la muratura.

Applicazione intonaco deumidificante
Per una corretta eliminazione del problema nel muro umido, l'applicazione di un intonaco anti umidità risalita deve essere preceduta dall'eliminazione e l’asportazione dell'intonaco preesistente ammalorato per almeno 1 metro oltre la fascia di evidente umidità, dalla raschiatura di eventuali giunti e dall'asportazione delle parti di muratura friabile. La superficie va, inoltre, pulita e spazzolata accuratamente, nonché lavata con abbondante acqua pulita la sera precedente l'applicazione.

La stesura dell'intonaco deumidificante può essere eseguita sia manualmente, con betoniera per impasto, cazzuola e staggia ad H, oppure, per interventi particolarmente estesi, con un’opportuna macchina intonacatrice rispettando le indicazioni applicative suggerite dall’azienda.


Intonaci termo-deumidificanti di nuova generazione


Quando, oltre alle efflorescenze tipiche dell’umidità di risalita nella muratura, sono presenti anche muffe e alghe è importante comprendere quali siano le cause di questo spiacevole fenomeno in modo da adottare un prodotto che sia resistente alla loro formazione, non ché migliorativo delle prestazioni termiche globali della muratura. Il fenomeno infatti è strettamente legato all’abbassamento della temperatura superficiale nelle zone interessate dall’umidità, ciò favorisce la formazione di condensa superficiale e quindi la propagazione di microrganismi di facciata.

Risulta quindi necessario stabilire un equilibrio termo-igrometrico capace di scongiurare l’innescarsi di questo fenomeno, per farlo è opportuno servirsi di un prodotto che combini l’azione deumidificante, che permette alla muratura di traspirare e allontanare l’umidità, con l’azione di isolamento termico in modo da migliorare le prestazioni termiche della muratura umida ed evitare così la formazione di condensa superficiale.

webersan thermo evoluzione
webersan thermo evoluzione
è un intonaco termo-deumidificante di nuova generazione, certificato sia per il risanamento, sia per l’isolamento termico di murature degradate dalla presenza di umidità di risalita e di sali solfatici, cloruri e nitrati. webersan thermo evoluzione è adatto al risanamento di murature di ogni natura e spessore, interne, esterne e di ambienti interrati, purché non sottoposti ad infiltrazioni di acqua continua, e comunque aerati.


Intonaci deumidificanti a base cementizia


A seconda della tipologia di muratura da risanare, che sia in mattone, calcestruzzo, tufo o muratura mista, esistono diverse soluzione con potere deumidificante: sanare le murature umide con Weber garantisce efficacia e durata dell'intervento. Weber è un'azienda leader nel settore, che dagli anni '70 ha sviluppato soluzioni efficaci e durature per risolvere il problema dell'umidità all'interno della muratura, qualunque essa sia.

Per deumidificare le murature umide e saline di qualsiasi natura e spessore, interne, esterne e di ambienti interrati purché non sottoposti a infiltrazioni di acqua e comunque aerati, sono perfetti gli intonaci a base cementizia. Essi risultano ideali per il recupero del centri storici, di vecchie abitazioni, di cascinali, edifici di interesse storico, chiese, ecc.


Intonaco rasato

Intonaco rasato

Intonaco rasato
Stratigrafia intonaci Weber

Stratigrafia intonaci Weber

Stratigrafia intonaci Weber
Webersan thermo evoluzione

Webersan thermo evoluzione

Webersan thermo evoluzione
Finitura intonaco rabbotto di Weber

Finitura intonaco rabbotto di Weber

Finitura intonaco rabbotto di Weber
Weber intonaco applicazione manuale

Weber intonaco applicazione manuale

Weber intonaco applicazione manuale
Intonaco deumidificante weber su facciata

Intonaco deumidificante weber su facciata

Intonaco deumidificante weber su facciata
Applicazione intonaco Weber stratigrafia

Applicazione intonaco Weber stratigrafia

Applicazione intonaco Weber stratigrafia
Umidità di risalita

Umidità di risalita

Umidità di risalita

Il prodotto webersan evoluzione top è un intonaco traspirante deumidificante polivalente in polvere grigia, alleggerito e fibrato, fibrato per prevenire le cavillature e adatto a tutti i casi di salinità e da applicare in spessore non inferiore a 2 cm. La soluzione è integrabile con i sistemi webertherm, primo sistema di isolamento termo-deumidificante, realizzato con un intonaco deumidificante e con un sistema di isolamento termico altamente traspirante, ossia pannelli isolanti in lana di vetro. In alternativa è disponibile webersan evoluzione start, intonaco deumidificante fibrato.


Intonaco deumidificante a base di calce idraulica naturale


webersan evocalce è invece,un intonaco deumidificante di calce idraulica naturale NHL, perfetto per un approccio sostenibile e naturale dell'architettura, adatto a murature di diverso genere e particolarmente indicato per murature storiche e tenere come quelle in blocchi di tufo.

Alleggerito e fibrato per prevenire le cavillature, è idoneo in tutti i casi di salinità, per risanare murature di qualsiasi natura e spessore, sia interne che esterne e di ambienti interrati purché non sottoposti a infiltrazioni di acqua e aerati.

Intonaco deumidificante
Come webersan evoluzione top, il prodotto può essere utilizzato sul supporto prima dell’applicazione del sistema webertherm comfort G3 o webertherm robusto universal.

Per edifici storici e di particolare valore testimoniale interessati dal fenomeno dell'umidità di risalita è importante intervenire con soluzioni non invasive e altamente compatibili con i supporti da trattare, che rispettino quindi la memoria e il passaggio del tempo. webersan evorestauro è un intonaco deumidificante totalmente alla calce idraulica naturale NHL, in polvere beige, completamente privo di cemento, monocomponente e idoneo per tutti i tipi di muratura umida e salina.

È perfetto per il recupero del centro storico, di antiche dimore storiche, ville, cascinali ed edifici di interesse storico come le chiese; ottimizzato per l’applicazione sia mano sia a macchina in spessori non inferiori ai 2 cm.


Finitura minerale compatibile per intonaci deumidificanti


Scegliere una finitura traspirante e compatibile all’intervento di risanamento è l’ultimo step, ma non per questo il meno importante e delicato, infatti un’errata scelta rischia di compromettere l’intero intervento.

Stratigrafia prodotti weber per deumidificare le pareti
A tal proposito, Weber propone webersan evofinitura come strato uniformante di preparazione alla decorazione, ossia una finitura minerale, altamente traspirante ad elevata scorrevolezza, specifica per intonaci deumidificanti ma compatibile anche con intonaci tradizionali e premiscelati.


La barriera chimica orizzontale contro l'umidità di risalita


Intonacare un muro utilizzando intonaci idrorepellenti favorisce l'allontanamento dell'umidità di risalita nelle murature. Tra i prodotti per umidità di riasalita, un sistema che però può aiutare ulteriormente a formare una barriera è webersan evobarriera, una crema per iniezione silanica esente da solventi, da iniettare in fori da trapano praticati alla base del muro; è indicata per tutte le murature con mattoni pieni e sottili.

Il prodotto si diffonde nella muratura realizzando una barriera che consente di ridurre l’umidità di risalita; non forma sali e non danneggia in alcun modo la muratura.



Intonaci deumidificanti: la Redazione consiglia

Risanamento murature e prodotti per umidità quale intonaco scegliere


Saint-Gobain WeberPer sapere come risanare muri umidi, bisogna affidarsi a specialisti nel settore come Saint-Gobain Weber, leader mondiale nella produzione di premiscelati per l'edilizia, con un'ampia gamma di soluzioni che si basano su tecnologie e formulazioni avanzate al fine di soddisfare le più elevate esigenze tecniche.

La messa a punto di soluzioni innovative sviluppate in diretta collaborazione con la clientela garantisce qualità, sicurezza e competitività. 

È diffusissima a livello mondiale, ma il rispetto delle peculiarità locali è garantito da una presenza capillare a contatto con la clientela in ben 57 paesi.
Per ulteriori informazioni visita il sito www.it.weber

riproduzione riservata
Articolo: Intonaci deumidificanti
Valutazione: 5.11 / 6 basato su 46 voti.
Weber leader mondiale nella produzione di premiscelati per l'edilizia, con una gamma completa di soluzioni basata su tecnologie e formulazioni avanzate.

Intonaci deumidificanti: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Danielestevoli
    Danielestevoli
    Venerdì 27 Gennaio 2017, all or 09:17
    L'intonaco non è un rimedio difatti la risalita non si arresta dopo la posa, distinguendo tra i macroporosi ed i deumidificanti, i macroporosi assorbiranno sali finchè nei pori vi sarà spazio e poi cominceranno a cadere, invece i deumidificanti (nella maggioranza dei casi) fanno evaporare l'acqua sotto forma di vapore rendendo così il muro ancor più umido, in questo caso la risalita può raggiungere un livello ancor più e i sali invece intaseranno ogni minimo poro del muro rendendo insanabile il manufatto.  
    rispondi al commento
  • Xgardo
    Xgardo
    Martedì 20 Dicembre 2016, all or 16:13
    Anche se si applica il miglior intonaco "risanante" il rimedio è temporaneo se non si estraggono e rimuovono i vecchi cristalli di sali dalla superficie prima di re-intonacare: ciò perché continueranno ad agire. Invece, estratti e tolti i vecchi sali accumulati con un bio-estrattore tipo Cocoon si potrà risparmiare il costo di intonaci speciali vedi http://www.mangiasali.com/problematiche/reintonacare 
    rispondi al commento
  • Alicecasa78
    Alicecasa78
    Lunedì 4 Luglio 2016, all or 16:06
    Buonasera, io ho avuto un problema simile qualche anno fa nella mia casa di campagna.Trai diversi prodotti, ho visto che OIKOS è risultato il migliore, e da quando ho risolto il problema non si sono più verificati incubi con questo pesante problema!
    rispondi al commento
    • Husby550
      Husby550 Alicecasa78
      Lunedì 4 Luglio 2016, all or 17:43
      Probabilmente ha sbagliato articolo, la Oikos produce ottime pitture ma non intonaci deumidificanti !
      rispondi al commento
      • Alicecasa78
        Alicecasa78 Husby550
        Mercoledì 6 Luglio 2016, all or 10:00
        Ciao,non credo di aver sbagliato articolo, si parla di ?Umidità di risalita e intonaco deumidificante?, a casa mia ho applicato una pittura Oikos che mi ha consigliato un applicatore e da vari anni il muro è rimasto integro facendo uscire l?umidità. Non ricordo il nome esatto del prodotto ma la linea si chiamava Decorsil e mi dicevano che si trattava di prodotti molto traspiranti e idrorepellenti.Non è stato necessario applicare intonaci deumidificanti.Ci avevano prospettato la demolizione dell?intonaco e la ricostruzione con speciali malte deumidificanti???abbiamo speso l?80% di meno ed abbiamo avuto un ottimo risultato??..magari può essere un suggerimento utile per gli altri utenti?? Ciao
        rispondi al commento
    • Danielestevoli
      Danielestevoli Alicecasa78
      Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 17:46
      La smettiamo con queste autoreferenzazioni? Per noi del settore è osceno leggere commenti  in cui si afferma che si arresta la risalita con dei prodotti terminali come vernici o idrofobizzanti
      rispondi al commento
  • Xgardo
    Xgardo
    Lunedì 24 Febbraio 2014, all or 11:06
    Salve, non lo dice nell'articolo, ma mi sembra implicito nel suo commento del 24 Feb. Ad ogni modo, scusi, ma mi sembra che concettualmente mette il carro avanti ai buoi! L'intonaco speciale non serve se non ci sono danni da cristalli già formatisi. Rimetterli in soluzione bloccandoli nel muro, veda http://www.edpgconsult.com/cocintosali.htm vuol dire mandare la risalita, l'evaporazione ed il danno più in alto. Cordiali saluti
    rispondi al commento
    • Anonymous
      Anonymous Xgardo
      Lunedì 24 Febbraio 2014, all or 11:25
      Forse non ha capito il mio commento (magari non è scritto nella maniera giusta). All'utente Lini che scrive: "Ma non pretendiamo che questi interventi tengano il loro bell'aspetto per sempre, credo che doverci rimettere mano dopo 20 o 30 anni non sia affatto un fallimento, anzi!" ho risposto: "un prodotto in grado di assicurare un risultato che non richieda interventi per 20 anni può dirsi davvero un grande successo!". (continua)
      rispondi al commento
    • Anonymous
      Anonymous Xgardo
      Lunedì 24 Febbraio 2014, all or 11:26
      Intendevo dire: se esistesse davvero, potrebbe dirsi un grande successo (vedasi punto esclamativo). Non mi sono riferita ai prodotti indicati, nè ho detto che lo sono.
      rispondi al commento
  • Xgardo
    Xgardo
    Sabato 22 Febbraio 2014, all or 20:40
    Questa è pura propaganda commerciale miracolosa sponsorizzata, basterebbe dirlo da qualche parte invece di proporlo come "la verità"! Che non è certo, anzi. Crederò ad una durata di 20 anni quando la vedrò scritta in una garanzia. La principale causa di degrado delle murature NON è costituita dalla presenza di "umidità," ma dai cristalli dei sali che si formano nella superficie, portati in soluzione. Vedi www.edpgconsult.com
    rispondi al commento
    • Anonymous
      Anonymous Xgardo
      Lunedì 24 Febbraio 2014, all or 10:16
      Scusi, mi può indicare dove ho scritto che si tratta di una soluzione miracolosa garantita per 20 anni? Inoltre le faccio presente che nell'articolo è scritto: "Nel trattamento di muri soggetti ad umidità di risalita, si verifica la solubilizzazione di quei sali che, se cristallizzassero, causerebbero il deterioramento dell?intonaco.".
      rispondi al commento
      • Xgardo
        Xgardo Anonymous
        Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 19:10
        Bene! il che dimostra che confusione mentale c'è. Se i sali sono in soluzione nella risalita (vero) come fa a "solubilizzarli" Questi intonaci contengono (senza dirlo, li chiamano "additivi speciali") dei banali idro-repellenti che mantengono la soluzione salina nel muro senza farla entrare nell'intonaco e formare cristalli quando evapora in esso!!
        Peccato che questo vale solo finchè il muro rimane bagnato!!
        Il che non può essere in eterno, anzi!! vedi foto.
        In sostanza, si confermano rimedi "temporanei" perché comunque mantegono i sali nel muro
        rispondi al commento
    • Marcoauteri
      Marcoauteri Xgardo
      Mercoledì 29 Giugno 2016, all or 21:01
      Basterebbe davvero poco per fare un'affermazione corretta !! Cioè basterebbe informarsi.. La storia del "WEBERSAN" è in assoluto, la più antica d'Italia nel settore degli intonaci deumidificanti, e sfido chiunque a smentire questa mia affermazione ! Oltre 40 anni di lavori fatti, e milioni di mq. Posati del suddetto intonaco, partendo da Venezia, luogo in cui è partita la storia dell'intonaco in questione, con la INTO e la ORSAN, successivamente confluite in Weber. Non pura propaganda commerciale miracolosa, ma il lavoro di gente seria, che garantisce con i fatti e l'esperienza ! I 20 anni di qui parla lei li abbiamo ampiamente doppiati !!!
      rispondi al commento
      • Danielestevoli
        Danielestevoli Marcoauteri
        Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 17:49
        Io ho visto situazioni in cui non ha resistito più di qualche anno, i 20 anni si raggiungono se viene applicata prima una barriera chimica o un impianto elettrosmotico, l'intonaco da solo fa poco o nulla
        rispondi al commento
        • Marco
          Marco Danielestevoli
          Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 18:40
          Niente di più falso !!
          L'intonaco deumidificante WEBERSAN in tutte le sue varianti dal '73 ad oggi ha garantito certezza di risanamento dai sali e dall'umidità in situazioni limite come nella città di Venezia!
          Documentati prima di scrivere cose non vere !!
          I 20 anni li abbiamo più che doppiati senza l'utilizzo di barriere chimiche o elettro osmosi!! 
          rispondi al commento
    • Danielestevoli
      Danielestevoli Xgardo
      Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 17:59
      Ha proprio ragione ingegnere, scrivono commenti per farsi referenze gratis, farebbero bene a studiare un pò di chimica visto che non conoscono ancora i danni dai sali
      rispondi al commento
  • Anonymous
    Anonymous
    Mercoledì 24 Febbraio 2010, all or 09:17
    Concordo con lei: un prodotto in grado di assicurare una risultato che non richieda interventi per 20 anni può dirsi davvero un grande successo!
    rispondi al commento
  • Lini
    Lini
    Martedì 23 Febbraio 2010, all or 18:14
    Giusta precisazione! ma la mia era una frase provocatoria per dire che con i prodotti di risanamento si fanno lavori molto belli e, fosse per me, non abbatterei proprio nulla ma risanerei e ridarei vita a ciò che può essere sfiorito. Ma non pretendiamo che questi interventi tengano il loro bell'aspetto per sempre, credo che doverci rimettere mano dopo 20 o 30 anni non sia affatto un fallimento, anzi!
    rispondi al commento
  • Anonymous
    Anonymous
    Martedì 23 Febbraio 2010, all or 16:07
    Per muro "vecchio e malmesso" intende anche quelli di edifici di architettura storica di pregio?In questo caso non credo che l'unica soluzione sia abbatterlo e rifarlo di nuovo...:-)Non sono un'esperta di restauro, ma penso che gli specialisti del settore possano comfermarmelo. Sarebbe bello sentire anche un loro parere sul blog.
    rispondi al commento
  • Lini
    Lini
    Martedì 23 Febbraio 2010, all or 15:08
    Se il muro è vecchio e malmesso non possiamo chiedere un miracolo senza abbatterlo e rifarlo nuovo...Comunque per esperienza diretta di applicazione posso dire che in tanti casi il sale non è un problema prima e non lo sarà neppure dopo. Quindi con prodotti premiscelati si risparmiano tempo e denaro. In certi interventi molto complessi servono sicuramente anche prodotti complementari ma le aziende citate sono in grado di appoggiare qualunque richiesta. Io ho visto che in Edilteco sono stato seguito con attenzione.
    rispondi al commento
    • Danielestevoli
      Danielestevoli Lini
      Venerdì 13 Gennaio 2017, all or 17:52
      Basterebbe conoscere le lavorazioni gentile signor Lini, se si abbinano elettrosmosi ed estrattori di sale si possono risanare mura molto malmesse.mi permetto di correggerla ma il sale è l'origine di tutti iproblemiinvece, l'acqua in se non porta nessun danno, i sali che passano dalla forma in soluzione alla forma secca invece si
      rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Intonaci deumidificanti che potrebbero interessarti

Prodotti alla calce: caratteristiche e modalità di impiego

Materiali edili - La calce è il prodotto alla base di malte e intonaci; scegliere la giusta tipologia di prodotto significa contribuire alla resa finale degli spazi che abitiamo.

Il miglior sistema di isolamento termico a cappotto

Soluzioni progettuali - I prodotti innovativi di Saint-Gobain Weber per l'isolamento termico e acustico trasformano la casa in un luogo accogliente e con un ottimo comfort abitativo.

Rischio sismico: consolidamento e rinforzo strutturale

Restauro edile - Evitare la formazione di lesioni e dissesti negli edifici in muratura esistenti collocati in zone sismiche, con i sistemi di rinforzo e consolidamento di Weber.


Come scegliere la giusta pittura per facciate esterne

Pittura e decorazioni - La pittura da esterno rappresenta lo strato superficiale della facciata, colpita da agenti atmosferici, sollecitazioni esterne e l'inesorabile scorrere del tempo.

Consigli per cimentarsi in piccoli lavori in casa in fai da te

Idee fai da te - I lavori in casa fai da te consentono di rinnovare elementi del proprio ambiente domestico, con poco, soprattutto nei tempi desiderati e secondo i propri gusti.

Rinzaffo

Facciate e pareti - La finitura di una parete è costituita da più strati di intonaco. Il primo tra questi è anche il più grossolano e si chiama rinzaffo, noto anche come abbozzo.

Intonaci macroporosi per combattere l'umidità

Risanamento umidità - Per combattere i problemi di umidità sulle murature vi sono varie soluzioni, tra cui l'applicazione di intonaci macroporosi, che favoriscono la traspirazione.

Intonaco premiscelato

Materiali edili - Gli intonaci premiscelati sono prodotti in azienda e portati in cantiere in cantiere gia' pronti per essere applicati sulle murature.

Isolare e deumidificare con malte e intonaci a base di sughero

Materiali edili - La diathonite è un termointonaco a base di sughero, adatto per isolare termicamente un ambiente. È un materiale versatile, facile da applicare ed ecosostenibile.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img chiaretta81
Buongiorno,avrei bisogno di avere un'informazione prima di chiamare direttamente la padrona di casa.Sono in affitto in una mansarda con due balconi.Entrambi i balconi evidenziano...
chiaretta81 16 Settembre 2014 ore 00:08 2
Img nicolatenente2
Salve, nel limite dello spazio interno (2-4 mm) come dovrebbe essere costituito lo strato interno di intonaco per dare benessere termico e igroscopico?Ho provato a mettere calce...
nicolatenente2 09 Marzo 2020 ore 20:17 2
Img annalisafranceschini
Ciao a tutti, mi chiamo Annalisa. Vi chiedo un consiglio riguardo all'intonaco del terrazzo. Ho un terrazzo di 30mq al primo piano. Dopo le forti piogge ci sono state delle...
annalisafranceschini 11 Marzo 2019 ore 16:34 3
Img bakugan90
Salve, da qualche giorno o anzi qualche mese forse, nella mia camera ci sono diversi rigonfiamenti nel muro. Premetto che è adiacente al bagno, e ho notato che all'interno...
bakugan90 29 Marzo 2020 ore 15:51 24
Img fabriodcasa@gmail.com
Buonasera a tutti, vorrei ripristinare l'intonaco distaccato/ammalorato del balcone con ferro "a vista", premetto che con il bricolage me la cavo un pò, ma lavori di...
fabriodcasa@gmail.com 31 Marzo 2020 ore 18:05 7