Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Come installare un semplice antifurto casa

NEWS Idee fai da te30 Gennaio 2020 ore 17:44
La casa è un bene prezioso ed è giusto metterla in sicurezza e al riparo da ladri e scassinatori: scopriamo come installare un impianto di antifurto fai da te.

Installare un semplice allarme antifurto


I sistemi antifurto, che si basano sull'impiego di allarmi elettrici, sono sempre più diffusi, parallelamente all'aumento della criminalità urbana.

In commercio sono reperibili sistemi d'allarme molto semplici accanto ad altri notevolmente sofisticati, destinati a difendere non solo abitazioni, ma anche negozi, uffici, ecc.


Come mettere in sicurezza la casa

Come mettere in sicurezza la casa

Come mettere in sicurezza la casa
Installare un sistema antifurto fai da te

Installare un sistema antifurto fai da te

Installare un sistema antifurto fai da te
Sistema antifurto fai da te

Sistema antifurto fai da te

Sistema antifurto fai da te
Installazione allarme domestico fai da te

Installazione allarme domestico fai da te

Installazione allarme domestico fai da te
Proteggere la casa da ladri e scassinatori

Proteggere la casa da ladri e scassinatori

Proteggere la casa da ladri e scassinatori

Questi ultimi, però, sono piuttosto costosi e la loro messa in opera non è un lavoro alla portata di un fai da te , a meno che non sia in possesso di un'esperienza specifica.

Antifurto casa
Esistono anche sistemi di allarme più semplici che, oltre a essere di basso costo, sono anche molto facili da installare e funzionano egregiamente. In queste pagine prendiamo in esame il circuito e il metodo di installazione di un sistema di allarme antiscasso che ha la funzione di segnalare l'apertura di una porta o di una finestra da parte di un intruso.


Il circuito di un antifurto casa


Lo schema di base del circuito è estremamente semplice e ricalca quello per l'accensione di una o più lampade da più punti, per mezzo di un relè comandato da pulsanti.
In questo caso, invece, viene azionata una suoneria o una sirena e i pulsanti sono sostituiti dai contatti che si applicano in corrispondenza di porte e finestre.

Il circuito viene collegato alla linea di alimentazione elettrica per mezzo di una scatola di derivazione. Il conduttore di neutro e quello di terra vengono indirizzati verso la suoneria, mentre il conduttore di fase viene inviato a un interruttore. Il ritorno dell'interruttore va collegato ai due morsetti di ingresso, tramite un ponticello, di un relè a 220 volt.

Un morsetto serve per l'alimentazione della bobina del relè, l'altro morsetto è il contatto dell'interruttore interno al relè stesso, che può essere aperto o chiuso.

I contatti che vengono posizionati sulle finestre, qui ne viene indicato solo uno, sono collegati in parallelo: basta aprire una finestra per far scattare l'allarme. Le due uscite del relè sono collegate rispettivamente ai contatti esterni, collegati in parallelo e applicati su porte e finestre, e alla suoneria, vedi schema.

Circuito pratico
II funzionamento è molto semplice. Quando, tramite l'interruttore generale, che è a chiave, viene data tensione al circuito, con tutte le porte e le finestre chiuse il relè non viene eccitato e la suoneria resta muta. Se una sola delle aperture difese dai contatti viene aperta, il relè viene eccitato e aziona la suoneria o altro allarme casa.

C'è da notare che, se la finestra o la porta vengono immediatamente richiuse, la suoneria non smette di suonare, grazie al particolare tipo di relè impiegato. Essa cessa di funzionare solo quando si interrompe il circuito mediante l'interruttore a chiave.
Schema circuito elettrico

Il ritardo


II circuito è dotato di un dispositivo di ritardo regolabile, per mezzo di un'apposita manopolina, in modo da dare il tempo a chi esce di attivarlo e di chiudere la porta prima che esso possa agire, e a chi rientra di aprire la porta e disattivarlo con l'interruttore a chiave prima che esso si metta a suonare. L'installazione non pone particolari problemi: è necessario provvedere alla realizzazione di una scatola di derivazione murata o di tipo esterno.

Il cavo di terra prosegue per la suoneria come il cavo di neutro, ma quest'ultimo verrà intercettato in una scatola di distribuzione successiva, da cui dovranno poi partire le diramazioni verso i contatti di porte e finestre.

Il cavo di fase, marrone nella sequenza fotografica, va a un morsetto dell'interruttore a chiave; dall'altro morsetto realizzate il ritorno, in rosso nella foto, alla scatola di derivazione entro la quale viene anche installato il relè. Il ritorno del cavo di fase va fissato a uno dei quattro morsetti del relè, che con un ponticello, bianco nelle foto, viene collegato anche a quello adiacente.

Sul relè è indicato chiaramente quali sono i morsetti che devono essere collegati alla fase. Collegate quindi agli altri due morsetti il cavo che va alla suoneria, illustrato in colore marrone, e quello di neutro, ritorno dagli interruttori, in colore blu.


L'interruttore a chiave per l'impianto di allarme


Dopo aver realizzato tutta la canalizzazione sottotraccia o esterna dell'impianto, inserite l'interruttore a chiave nell'incavo della placca. A un morsetto dell'interruttore viene collegato il conduttore di fase derivato dalla linea.

Interruttore a chiaveRicordate di usare i colori giusti per i cavi. All'altro morsetto applicate il cavo di ritorno al relè. Esso dovrebbe essere marrone in quanto vi circola la fase; nella foto è rosso per una sua migliore individuazione.


Gli interruttori-contatti



Come si è detto, gli interruttori sono tutti in parallelo e sono collegati al cavo di neutro blu e al relè.

Chiamati usualmente contatti, sono costituiti da due parti: una, l'interruttore vero e proprio, va collocata sulla cornice della porta o della finestra, solitamente in alto, in prossimità della battuta di chiusura.

L'altra viene montata sull'anta della porta o della finestra appena sotto quella fissa, in modo che, quando l'anta è chiusa, disti da questa soltanto pochi millimetri.

L'elemento montato sull'anta altro non è che una normale calamita; quando questa viene accostata alla parte fissa, essa attrae una lamina che, posta all'interno di quest'ultima, tiene aperto il circuito. Quando l'anta viene aperta e quindi la calamita si allontana, la lamina scatta e chiude il circuito di eccitazione del relè che, di conseguenza, fa suonare l'allarme.


Il montaggio dei contatti


Il montaggio dei due elementi è molto semplice, come si rileva dalla sequenza fotografica, e può essere effettuato anche con colla a caldo, sia su legno sia su metallo.

A ogni contatto fisso pervengono due fili e da esso partono due fili verso il successivo, e così via fino all'ultimo che riceve solo due fili.

In commercio vi sono numerosi sistemi d'allarme in kit di montaggio, anche molto semplici, di tipo diverso da quello descritto. Dovete valutare, caso per caso, quale dei sistemi può essere più adeguato alle vostre esigenze.


Cavi e ponticello al relè


Inserite la placca nella cassetta murata e provate la rotazione della chiave. Nella cassetta di derivazione collegate il ritorno dell'interruttore a un morsetto del relè.

Cavi e ponticello
Su di esso è indicato chiaramente quale morsetto bisogna collegare.
Per alimentare la bobina interna del relè, inserite un ponticello di cavo isolato che·parte da un morsetto al quale giunge la fase e va all'altro.


Il relè nella cassetta


A un altro morsetto deve essere collegato il cavo di fase in uscita che va verso la suoneria dell'allarme.

Relè nella cassettaAll'ultimo morsetto, infine, dovete collegare il cavo blu di ritorno dai contatti.

Verificate attentamente l'esattezza di tutti i collegamenti.

Ordinate accuratamente ciascuno dei conduttori e posizionate il relè all'interno della cassetta di derivazione, quindi chiudete il coperchio serrandolo con le vitine.


Collegare i contatti


In posizione opportuna collocate una scatoletta di distribuzione dalla quale partono i due conduttori di neutro per raggiungere i diversi contatti. I due conduttori vengono collegati all'interruttore a piastrina.
Come collegare i contattiSe è il caso applicate anche un blocchetto di legno sulla cornice della finestra per fissarvi l'interruttore. Avvitate l'interruttore sul blocchetto di legno in modo che si trovi il più vicino possibile all'anta senza intralciarne l'apertura.

Fissare i contatti


Il piccolo magnete va applicato sull'anta. Se il supporto è di legno, lo si può semplicemente avvitare. Se invece è di metallo, applicate un poco di colla a caldo.
Fissare i contattiPremetelo quindi in posizione fin quando la colla non ha fatto presa. Il magnete deve trovarsi molto vicino all'interruttore e centrato rispetto a esso.

Collegate i conduttori di fase neutro e terra agli appositi morsetti della suoneria, quindi fissate il braccio di sospensione e agganciatela.

riproduzione riservata
Articolo: Installazione antifurto casa
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Installazione antifurto casa: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Michelelanzarone
    Michelelanzarone
    Lunedì 6 Aprile 2020, all or 19:21
    Non so che tipo di relè devo utilizzare.
    rispondi al commento
  • Fabio29
    Fabio29
    Domenica 5 Aprile 2020, all or 16:07
    Volevo sapere che tipo di relè devo usare , mi potete dare un modello specifico?
    Poi volevo sapere se il tutto potevo farlo a 12v .
    Fabio
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.540 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Installazione antifurto casa che potrebbero interessarti


Impianti antifurto

Impianti di sicurezza - Per garantire sicurezza e protezione alla propria casa e' bene dotarsi di un impianto antifurto affidabile.

Antifurto domestico parlante

Impianti di sicurezza - Balconi o finestre facilmente accessibili sono motivo d'incentivo per i balordi che vogliono rapinare gli appartamenti.

Antifurto casa: quale modello scegliere sfuttando le detrazioni fiscali al 50%

Impianti di sicurezza - Proteggere la propria casa in modo sicuro con i moderni sistemi di antifurto adesso è ancora più semplice, grazie alle tante tipologie presenti sul mercato.

Mettere in sicurezza la propria abitazione con un antifurto casa wireless

Impianti di sicurezza - Al momento di scegliere quale tipo di antifurto installare per la propria casa, ci si trova davanti alla prima opzione: impianto di allarme via cavo o wireless?

Antifurto per la casa

Impianti di sicurezza - Con l'arrivo delle ferie, torna il problema di difendere la propria casa da eventuali intrusioni, con alcuni escamotage da integrare con potenti sistemi di allarme.

Antifurto per esterni

Impianti di sicurezza - Per difendersi dalle intrusioni dei ladri, è possibile ampliare i sistemi di antifurto interni con particolari dotazioni esterne che impediscono l'avvicinamento.

Migliorare la sicurezza in casa utilizzando l'antifurto nebbiogeno

Impianti di sicurezza - La sicurezza in casa è uno dei problemi più frequenti; scegliere il sistema di protezione migliore non è facile. L'antifurto nebbiogeno è un'ottima alternativa.

Antifurti Wireless: cosa c'è da sapere

Impianti di sicurezza - Il kit antifurto wireless si compone di vari elementi: i sensori, la centralina antifurto, e la sirena da esterno anch'essa wireless, allarmi locali o a distanza

Antifurto casa wireless, perchè sceglierlo

Impianti di sicurezza - Un impianto di antifurto wireless ha il compito di proteggere la casa sia dall'esterno che all'interno, ecco alcuni consigli come sceglierlo e come progettarlo.