Installazione di un vano ascensore in un edificio esistente

L'inserimento di un vano ascensore all'interno di un edificio esistente rappresenta un intervento per il miglioramento dell'accessibilità e della mobilità verticale
Pubblicato il

Inserire un vano ascensore in un edificio


L'installazione di un ascensore è diventato un intervento molto diffuso che mira a rendere l'edificio accessibile a chiunque, in particolare alle persone con limitazioni di mobilità.
L'intervento comporta una valutazione attenta delle caratteristiche dell'edificio esistente, al fine di garantire un'integrazione armoniosa e funzionale.


Modifiche da apportare per inserire un vano ascensore


Le modifiche rilevanti per l'inserimento di un vano ascensore coinvolgono principalmente la necessità di effettuare aperture sui diversi piani dell'edificio e, contemporaneamente, garantire la compatibilità dei movimenti tra la struttura esistente e il nuovo ascensore in caso di terremoti.

La compatibilità dei movimenti tra i due elementi può essere affrontata in diverse modalità:

  • una soluzione consta nel creare una struttura autonoma, in calcestruzzo armato o in acciaio, che sostenga l'ascensore, includendo un giunto strutturale adeguato all'edificio preesistente;

  • una seconda soluzione invece consiste nel collegare, tramite piastre metalliche, l'involucro dell'ascensore alle strutture verticali esistenti, includendo meccanismi che consentano di assorbire i movimenti relativi tra gli elementi. Questa scelta permette la diminuzione del carico verticale che l'ascensore esercita sulla struttura.


Un'altra conseguenza della progettazione di un nuovo ascensore è la creazione di asole (aperture) nei piani. La parziale rimozione del solaio può essere considerata un intervento locale solo se non altera in modo significativo il comportamento rigido del piano stesso.

Come installare un vano ascensore
Se si tratta dunque di solai flessibili è molto probabile che l'intervento sia locale.
È fondamentale prestare attenzione all'effetto che le aperture hanno sulla distribuzione dei carichi.

Nel caso in cui si abbia una notevole variazione dei carichi, è necessario eseguire degli interventi di rinforzo.


Ascensore per disabili normativa


Il DM 236/89 è il decreto in cui sono indicate le prestazioni tecniche necessarie atte ad assicurare l'accessibilità e l'adattabilità di edifici privati e pubblici, per superare ed eliminare le barriere architettoniche.

Normativa per l'installazione di un vano ascensore
Questa normativa costituisce il punto di riferimento quando si deve procedere all'installazione di un ascensore.

In base a essa, la realizzazione è consentita solo se vengono soddisfatti requisiti specifici in termini di spazio necessario. Il decreto fornisce le linee guida da seguire in merito alle dimensioni minime.


Tali requisiti variano in base al contesto in cui verranno effettuati i lavori e differenziano uno spazio pubblico da uno spazio privato.

La legge impone il rispetto delle misure minime per l'apertura della porta, ampia a sufficienza da permettere il passaggio di una sedia a rotelle.


Dimensioni ascensore


Affinchè un vano ascensore possa essere installato, come anticipato, bisogna seguire delle norme per le diverse tipologie.

Dimensioni minime ascensore edilizia pubblica


Nei riguardi delle nuove costruzioni di edilizia pubblica l'ascensore deve rispettare le seguenti caratteristiche:

  • la cabina ascensore deve avere dimensioni minime di profondità 1,40 m e di larghezza 1,10 m;

  • la porta deve avere un'apertura netta minima di 0,80 m, posizionata sul lato corto;

  • lo spazio libero di fronte alla cabina deve avere dimensioni minime di 1,50 x 1,50 m.


Inoltre, il vano ascensore deve avere:

  • la capienza di 8 persone;

  • le dimensioni interne nette di 1600 millimetri di larghezza per 1800 millimetri di profondità;

  • la fossa ascensore di 1500 millimetri;

  • la portata di 630 kg;

  • le dimensioni interne della cabina di 1100 millimetri di larghezza per 1400 millimetri di profondità.

Dimensioni minime ascensore condominio


Nei riguardi delle nuove costruzioni di edilizia privata l'ascensore deve rispettare le seguenti caratteristiche:

  • la cabina ascensore deve avere dimensioni minime di profondità 1,30 m e di larghezza 0,95 m;

  • la porta deve avere un'apertura netta minima di 0,80 m, posizionata sul lato corto;

  • lo spazio libero di fronte alla cabina deve avere dimensioni minime di 1,50 x 1,50 m.


Inoltre, il vano ascensore deve avere:

  • la capienza di 6 persone;

  • le dimensioni interne nette di 1500 millimetri di larghezza per 1700 millimetri di profondità;

  • la fossa ascensore di 1500 millimetri;

  • la portata di 480 kg;

  • le dimensioni interne della cabina di 950 millimetri di larghezza per 1300 millimetri di profondità.

Dimensioni minime ascensore edifici esistenti


Nei riguardi di edifici esistenti invece l'ascensore deve rispettare le seguenti caratteristiche:

  • la cabina ascensore deve avere dimensioni minime di profondità 1,20 m e di larghezza 0,80 m;

  • la porta deve avere un'apertura netta minima di 0,75 m, posizionata sul lato corto;

  • lo spazio libero di fronte alla cabina deve avere dimensioni minime di 1,40x1,40 m.


Inoltre, il vano ascensore deve avere:

  • la capienza di 4 persone;

  • le dimensioni interne nette di 1400 millimetri di larghezza per 1600 millimetri di profondità;

  • la fossa ascensore di 1500 millimetri;

  • la portata di 350 kg;

  • le dimensioni interne della cabina di 800 millimetri di larghezza per 1200 millimetri di profondità.


Ascensore casa privata


L'Homelift Vimec Srl rappresenta una soluzione su misura per la mobilità verticale, con un'impronta ecologica ridotta e contraddistinta da uno stile italiano unico.
Grazie alla sua ampia personalizzazione, è in grado di valorizzare l'abitazione, offrendo un elevato livello di comfort e sicurezza.

Vano ascensore Home Lift E20 di VimecVano ascensore Home Lift E20 di Vimec

Home Lift E20 è un ascensore domestico ideale per servire due o tre piani, ma può raggiungere fino a cinque piani. Può essere installato sia all'interno che all'esterno dell'abitazione, garantendo un'esperienza silenziosa e confortevole.

Con l'Home Lift E20 si possono combinare le pedane e le pareti della cabina, scegliendo lo stile che meglio si adatta alla propria casa.
L'Home Lift Vimec è come una stanza aggiuntiva che conferisce prestigio all'abitazione.


Ascensori a risparmio energetico


Mangusta di ARE Srl Ascensori Risparmio Energetico è una piattaforma elettrica alimentata a batteria che sfrutta la tecnologia ARE Smart Power.

Vano ascensore Mangusta di AREVano ascensore Mangusta di ARE

La potenza richiesta è di 130 W, confrontabile a quella per l'uso di un elettrodomestico.
Ciò significa che non bisognerà aumentare la potenza del contatore, ma si potrà continuare a usare la normale linea elettrica monofase da 230V.

Il sistema di alimentazione principale si basa sull'utilizzo di batterie, il che assicura elevati livelli di efficienza energetica e una maggiore sicurezza per gli utenti.
Le batterie permettono l'uso della piattaforma anche in caso blackout.

L'energia generata dalla piattaforma durante il suo utilizzo non viene dissipata, ma viene accumulata nelle batterie, migliorando le performance dell'elevatore e diminuendo i costi di gestione.


Ascensori esclusivi per edifici esistenti


L'ascensore Gen2 Flex di Otis rappresenta un sistema ad alta capacità che si adatta in modo flessibile agli spazi di qualsiasi edificio preesistente.

Gen2 Flex+ si adegua perfettamente a spazi unici e, grazie alle caratteristiche architettoniche salvaspazio, regala massima libertà di progettazione, garantendo ai residenti viaggi confortevoli e veloci.

Vano ascensore Gen2 Flex+ di OtisVano ascensore Gen2 Flex+ di Otis

Progettati per ottimizzare l'utilizzo dello spazio, i componenti dell'ascensore Gen2 Life sono compatti e si adattano all'interno del vano corsa, rimuovendo la necessità di una sala macchine.

Questo permette un risparmio in termini di costi di costruzione e di liberare spazio per la visione progettuale.
Otis propone una vasta selezione di texture e materiali classici per i pacchetti di design esclusivi.

riproduzione riservata
Inserire vano ascensore in fabbricato esistente: è possibile?
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Maria
    Maria
    Venerdì 28 Luglio 2023, alle ore 14:28
    Articolo particolarmente utile
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
347.070 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img giuse05
Buongiorno,avrei bisogno delle delucidazioni sull'installazione di una nuova ascensore.In pratica nel condominio dove abito, nel 2022 anche approffittando dello sconto in fattura...
giuse05 29 Giugno 2023 ore 11:57 4
Img giorgraz
Stiamo dividendo in villa unifamiliare in 3 unità.Dismettiamo l'ascensore presente.Possiamo e se si, con quali indicazioni il vecchio vano per far passare le forniture di...
giorgraz 25 Aprile 2018 ore 12:26 1