• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Imu e Tari: chi paga quando si vende l'immobile?

Tra gli adempimenti previsti a seguito di un atto di compravendita c'è il pagamento della tassa sulla casa e sui rifiuti. Chi paga, il venditore o l'acquirente?
Pubblicato il

Chi paga Imu e Tari


Sono tante le cose da fare quando si acquista o si vende una casa.

È importante, pertanto essere a conoscenza di come funziona il meccanismo relativo al pagamento delle tasse sull'immobile e sui rifiuti che si sono prodotti o che si dovranno produrre.

Con una compravendita sicuramente si è compiuto un passo importante in quanto una parte sarà finalmente riuscita ad acquistare una casa propria e l'altra invece si è liberata di un immobile acquisendo la liquidità di cui aveva bisogno.

Tasse sulla casa
Attenzione a non farsi prendere dalle emozioni e a non dimenticare di portare a termine le ulteriori incombenze connesse all'atto di compravendita.

Le incombenze di carattere fiscale non sono tutto. Si ricordano anche a titolo di esempio la voltura di luce e gas, il cambio di residenza nonché le eventuali operazioni connesse al mantenimento delle agevolazioni fiscali.

In sostanza, sia chi acquista casa che chi la vende, dopo la sottoscrizione del rogito, dovrà provvedere ad una serie di adempimenti.

In questa sede ci occuperemo in particolare di quegli che sono gli aspetti fiscali, certamente tra le incombenze più rilevanti.


Imu: chi paga?


L'Imu (Imposta municipale unica) è l'imposta dovuta sugli immobili che spetta al possessore o proprietario dello stesso.

L'imu non è dovuta sull'abitazione principale nella quale il contribuente ha fissato la residenza anagrafica. Nell'esonero rientrano anche le relative pertinenze.

Non fanno parte dell'esclusione gli immobili riconducibili alle categorie catastali A1, A8 e A9, ovvero gli immobili di lusso (case signorili, ville, castelli).


Imu in caso di vendita dell'immobile


Cosa succede al momento della vendita dell'immobile?

L'Imu dovrà essere ripartita tra venditore e acquirente sulla base dei mesi di proprietà.

Come?

Genericamente il mese in cui viene stipulato l'atto è a carico del venditore se ha posseduto l'immobile per almeno 15 giorni.

Imu
Distinguiamo le varie ipotesi. Nel caso in cui il mese della cessione sia di 28 giorni, esso sarà imputabile all'acquirente qualora il possesso inizi entro il 15 del mese.

Nel caso in cui il mese abbia 29 giorni esso è in capo a chi acquista qualora il possesso abbia inizio entro il 15 del mese.
Per i mesi costituiti da 30 giorni, il mese è in capo a chi acquista se il possesso incominci entro il giorno 16 del mese in questione. Lo stesso dicasi per i mesi di 31 giorni.

Il venditore non dovrà effettuare alcuna comunicazione in merito all'Imu poiché a sancire il passaggio di proprietà vale l'atto di registrazione della compravendita presso l'Agenzia delle Entrate effettuato dal notaio.


Come si paga l'Imu


L'Imu è dovuta in due rate con scadenza rispettivamente il 16 giugno (acconto) e il 16 dicembre (saldo) mediante modello F24. Vediamo meglio come calcolare l'importo ai fini dell'acconto da versare a giugno, nel caso in cui la casa sia stata venduta nel corso del primo semestre dell'anno.

Ai fini della rata di giugno, che ormai si avvicina, si dovranno applicare le aliquote e le detrazioni relative all'anno 2022. A questo punto si dovranno contare i mesi di possesso dei primi 6 mesi dell'anno. Il nodo cruciale è come considerare il mese durante il quale è avvenuta la compravendita.


Pagamento Tari: come funziona in caso di vendita


La Tari è il tributo con il quale vengono finanziati i costi relativi alla raccolta e smaltimento dei rifiuti. È dovuta da chiunque occupi o abbia la conduzione dell'immobile, a qualsiasi titolo, a prescindere dall'uso cui venga adibito.

Per quanto concerne tale imposta, è bene ricordare che in caso di alienazione dell'immobile il venditore deve ricordarsi di darne comunicazione al Comune in cui è collocato l'immobile.

Occorre pertanto effettuare la denuncia di cessazione dell'immobile che dovrà avvenire entro 90 giorni, salvo che lo specifico Comune non abbia previsto un termine diverso.

Tari
Dal suo canto anche all'acquirente spetterà un'incombenza da portare a termine.

Egli dovrà effettuare la denuncia di nuova occupazione presso il Comune in cui l'immobile acquistato è situato. Ci si deve ricordare altresì di inviare la dichiarazione di cessazione dell'immobile in precedenza occupato.


Tari: come si calcola


Dopo aver visto che la Tari, in caso di vendita della casa, è dovuta dai nuovi occupanti, tuttavia è bene precisare che sussiste anche l'obbligo di estinguere il debito relativo alla tassa in capo al precedente occupante.

Una parte dunque potrebbe spettare anche al venditore.

Con la denuncia di occupazione il nuovo acquirente deve indicare al Comune una serie di dati:

  • i dati anagrafici;

  • il codice fiscale;

  • la data in cui si è acquisito il possesso dell'immobile;

  • i dati catastali;

  • il numero delle persone che occupano l'immobile;

  • i metri quadrati dell'immobile.


Si tratta di un adempimento per il quale si può provvedere accedendo al sito del Comune, qualora sia disponibile la modalità online, oppure recandosi negli uffici comunali.

Una volta effettuata la dichiarazione al Comune sarà possibile effettuare il calcolo dell'importo del tributo da corrispondere.

Quali sono gli elementi per il calcolo della tassa rifiuti?

Gli elementi utili per il calcolo della Tari sono i seguenti:

  • superficie in metri quadri e dati catastali, se disponibili;

  • periodo di riferimento;

  • nucleo familiare;

  • quota fissa;

  • quota variabile;

  • quota provinciale 5 per cento.

riproduzione riservata
Imu e Tari: chi paga con la vendita dell'immobile?
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.604 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simonecet
Buongiorno,sto in un piccolo cortile e recentemente ho acquistato un monolocale che sta al piano terra esattamente sotto la mia abitazione, e però ha un ingresso...
simonecet 16 Dicembre 2016 ore 12:16 4
Img arkyarky
Sono proprietario di un locale commerciale.Esso è diviso in catasto in due unità, una come categoria C/1 dove attualmente esiste un'attività commerciale,...
arkyarky 27 Luglio 2015 ore 11:32 1
Img campana
Dovrei traslocare in luglio,attualmente vivo in un appartamento in affitto.Vorrei sapere gentilmente sia per la tassa dei rifiuti che per le spese condominiali devo pagarle...
campana 07 Maggio 2015 ore 11:05 2