Come progettare l'impianto idraulico in cucina

NEWS DI Impianti idraulici21 Novembre 2014 ore 17:29
Quando si progetta una nuova cucina è necessario prevedere contemporaneamente sia la disposizione dei mobili che degli impianti, tra cui quello idraulico.

In cucina viene prima il progetto degli impianti o il progetto dell'arredo?


progetto cucinaSpesso capita di progettare l'arredamento della cucina quando ormai gli scarichi e le prese elettriche sono realizzati.

Il progetto dell'arredo si adatta quindi ad un ambiente già definito e può capitare di ricorrere a costosi elementi fuori misura per ottenere un arredo che soddisfi le reali esigenze.

Ciò avviene perché nella maggior parte dei casi il posizionamento di scarichi e prese elettriche non segue un progetto preciso, ma avviene su indicazioni fornite frettolosamente in cantiere senza una vera e propria consapevolezza progettuale.

La procedura più corretta sarebbe invece progettare contemporaneamente l'arredo della cucina e gli impianti .

In questo articolo vorrei soffermarmi sull'impianto idraulico, analizzando alcune questioni tecniche da tener presente quando si progetta una cucina.


Impianto idraulico in una cucina contro parete


Di fondamentale importanza nel progetto di una cucina è la posizione del lavello. Se la cucina è collocata contro una parete, le uscite delle tubazioni per l'alimentazione dell'acqua e lo scarico andrebbero preferibilmente realizzate in corrispondenza della base del lavello, che è l'unica ispezionabile.

vuoto sanitario cucinaSe proprio non riusciamo a collocare lavello e derivazioni dell'acqua nello stesso punto della stanza, si può ricorrere al cosiddetto vuoto sanitario (o canale attrezzato), che molte ditte produttrici di cucine propongono già da qualche tempo. Infatti le basi dei mobili dispongono nella parte posteriore verso il muro di uno spazio vuoto della profondità variabile dai 6 ai 20 cm, in cui si possono far passare gli impianti. Lo vediamo bene in questo disegno che ho trovato su una scheda tecnica di Snaidero e sul quale ho indicato l'elemento che ci interessa. Se decidiamo di sfruttare il vuoto sanitario è preferibile installare il tubo dello scarico ad una quota più bassa rispetto al tubo di alimentazione dell'acqua per evitare interferenze in caso di perdite.

Considererei però questa opzione come caso estremo, poiché fa venir meno quell'ispezionabilità dell'impianto che risulta molto comoda quando lavello e derivazioni sono posti nello stesso punto. Preferisco invece utilizzare il canale attrezzato per tubazioni dell'acqua che riguardano alcuni elettrodomestici della cucina, come ad esempio la lavastoviglie, per far convogliare i loro scarichi in quello del lavandino.

altezza da terra scarico cucinaOltre alla posizione in pianta degli attacchi del lavello, bisogna pensare alla loro altezza da terra. L'altezza dipende esclusivamente dal modello di cucina che scegliamo. I mobili per il lavello sono dotati di un'apertura sul retro, all'interno della quale trovano spazio gli attacchi. Se scegliamo un modello di cucina che poggia a pavimento e con zoccolo, generalmente non si pongono particolari problemi per l'altezza in cui posizionare gli scarichi a parete. Diverso è se scegliamo un modello sempre appoggiato a terra ma senza zoccolo e con le gambe a vista, oppure un modello sospeso. In tal caso bisognerà verificare a che altezza posizionare gli scarichi in modo che non sbuchino fuori al di sotto del mobile.


Impianto idraulico in una cucina ad isola


cucina con isolaSe desideriamo collocare il lavello in un'isola al centro della stanza bisogna prima verificarne la fattibilità tecnica soprattutto per quanto riguarda lo scarico. Dobbiamo infatti fare dei ragionamenti di carattere geometrico, che devono tenere in considerazione:
- la posizione del lavello;
- la posizione della colonna di scarico posta su una parete della casa che convoglierà le acque verso la fognatura;
- lo spessore del sottofondo del pavimento.

Lo spessore del sottofondo dovrà essere tale da ospitare il diametro del tubo di scarico (4-5 cm) più una pendenza sufficiente per garantire il completo allontanamento delle acque senza provocare ristagni (consiglierei una pendenza del 2%, quindi 2 cm di spessore di sottofondo per ogni metro da percorrere in lunghezza).

Se lo spessore del sottofondo non è sufficiente, si può valutare in alternativa la realizzazione di una pedana rialzata in cui alloggiare le tubazioni e ricavare le adeguate pendenze per gli scarichi.


Impianto idraulico per gli elettrodomestici della cucina


Per definire l'impianto idraulico non è necessario fissare solamente la posizione del lavello. Ci sono infatti alcuni elettrodomestici che hanno bisogno di un carico e di uno scarico per l'acqua.

scarico lavastoviglieAd esempio dovremo inserire nel progetto dell'impianto idraulico una predisposizione per la lavastoviglie, che sarà costituita da un rubinetto per il tubo di carico dell'acqua ed uno scarico. Lo scarico può essere fatto direttamente a parete, oppure lo si può far passare nel vuoto sanitario per collegarlo allo scarico del lavello.

Prima di realizzare l'impianto è opportuno capire che modello di lavastoviglie intendiamo installare, in particolare se vogliamo un modello tradizionale o un modello a doppio attacco (quest'ultimo fabbricato da ditte quali Bosch o Smeg). La differenza tra i due sta nel fatto che il modello tradizionale necessita di un solo attacco per l'acqua fredda, che viene caricata all'interno della lavastoviglie e portata alla temperatura desiderata dall'elettrodomestico stesso, mentre il modello a doppio attacco necessita di un attacco per l'acqua fredda ed un attacco per l'acqua calda, in modo che l'acqua non sia riscaldata dalla lavastoviglie mediante energia elettrica ma sia preventivamente riscaldata dalla caldaia o dai pannelli solari e opportunamente miscelata all'interno della lavastoviglie con acqua fredda per arrivare alla temperatura desiderata.

La vera conseguenza che si ottiene con il modello a doppio attacco consiste nel risparmio economico per il riscaldamento dell'acqua, che non avviene tramite energia elettrica (più costosa) ma tramite metano o irraggiamento solare. Per quanto riguarda l'impianto idraulico della cucina, se desideriamo un modello a doppio attacco dovremo prevedere un attacco per l'acqua fredda, uno per l'acqua calda e ovviamente uno scarico.

Altro elettrodomestico a cui prestare attenzione per l'impianto idraulico è il frigorifero. Se si desidera un frigorifero di tipo americano con dispenser automatico di acqua e ghiaccio è necessario prevedere anche per questo un rubinetto di carico e scarico dell'acqua. Per collegarci allo scarico del lavandino sfrutteremo il vuoto sanitario.

riproduzione riservata
Articolo: Impianto idraulico: progettare la cucina
Valutazione: 4.29 / 6 basato su 7 voti.

Impianto idraulico: progettare la cucina: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Impianto idraulico: progettare la cucina che potrebbero interessarti
Lavello sottofinestra: spunti progettuali

Lavello sottofinestra: spunti progettuali

Lavelli e rubinetti - La possibilità di utilizzare la luce naturale per la zona lavello valorizza la cucina, ma prima di procedere è bene effettuare alcune verifiche preliminari.
Cucina in linea

Cucina in linea

Cucina - La cucina in linea rappresenta la soluzione ideale per arredare non solo un locale lungo e stretto, ma anche stanze dove si vuole lasciare spazio ad una zona living.
Come realizzare un impianto elettrico in cucina

Come realizzare un impianto elettrico in cucina

Impianti elettrici - La disposizione delle prese elettriche di servizio e di comando richiede una progettazione accurata al fine di garantire una buona funzionalità degli spazi.

Lavello innovativo

Cucina - Un lavello che riduce la produzione di scarti domestici.

Come effettuare la manutenzione ordinaria degli scarichi

Pulizia casa - Eseguire la pulizia periodica degli scarichi, di pezzi sanitari e del lavello cucina, permette di prevenire la comparsa di eventuali intasamenti nelle tubazioni.

Installare il tritarifiuti

Pulizia casa - Il tritarifiuti consente di ridurre il volume degli scarti domestici in pochissimi attimi e senza sforzo, occupando uno spazio minimo al di sotto del lavello.

Impianti errori da evitare

Impianti - Una pratica elencazione degli errori più comuni relativi alla realizzazione degli impianti energetici domestici, causati da posizionamenti errati o mal rifiniti.

Impianto idraulico

Impianti idraulici - L'impianto idraulico domestico deve svolgere tre funzioni: procurare l'acqua, distribuirla ai vari locali della casa, smaltire le acqua nere, quelle di scarico.

Quando progettare un lavello in pietra per la cucina

Lavelli e rubinetti - Lavello in pietra: spunti progettuali per inserirlo a incasso o in accosto al mobilio della cucina, dando un tocco d'estro e di artigianalità all'ambientazione.
REGISTRATI COME UTENTE
295.617 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ristrutturazioni. imbiancature, impianto idraulico a Milano
    Ristrutturazioni. imbiancature,...
    1000.00
  • Impianti cucina Roma
    Impianti cucina roma...
    1200.00
  • Impianto idraulico
    Impianto idraulico...
    1100.00
  • Paini miscelatore lavello cucina cromo canna alta
    Paini miscelatore lavello cucina...
    68.20
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.