Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Impianto geotermico: prescrizioni e semplificazioni d'installazione

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero della Transizione Ecologica con le prescrizioni per la posa in opera degli impianti geotermici
- NEWS Impianti rinnovabili
Barra Progettazione Online

Prescrizioni impianti geotermici


Lo scorso 14 ottobre 2022, in Gazzetta Ufficiale (n. 241), è stato pubblicato il decreto del Ministero della Transizione Ecologica del 30 settembre 2022.

Al suo interno vengono riportate le varie prescrizioni riguardanti la posa in opera degli impianti geotermici, destinati al riscaldamento e alla climatizzazione degli edifici, nonché le misure di semplificazione per la loro installazione.


Energia geotermica: nel decreto le prescrizioni per l'installazione


Il decreto del MITE - Ministero della Transizione Ecologica si riferisce alle piccole utilizzazioni locali di calore geotermico (D.Lgs n. 22/2010, art. 10, comma 2) realizzate tramite l’installazione di impianti aventi potenza inferiore rispetto a 2 MW, che scambiano solamente energia termica col terreno, mediante un fluido vettore che circola all'interno di specifici impianti collocati a diretto contatto con il terreno, senza bisogno di fare prelievi né immissione di fluidi di vario genere nel sottosuolo.


La geotermia è una delle forme per produrre energia rinnovabile
Più nello specifico, il decreto definisce le prescrizioni per la posa in opera di quegli impianti geotermici aventi potenza termica fino a 100 kW e rientranti nel regime dell’edilizia libera oppure per i quali viene applicata la procedura abilitativa semplificata (D.Lgs. 28/2011, art. 6).


Prescrizioni per impianti geotermici in edilizia libera o tramite PAS


Nel decreto viene specificato che è da considerarsi attività di edilizia libera, ai sensi del d.P.R. n. 380/2001, la realizzazione di impianti che rispondono e rispettano le seguenti condizioni:

  • le sonde geotermiche si estendono a una profondità inferiore ai 2 metri dal piano campagna, se poste in senso orizzontale, oppure a una profondità inferiore agli 80 metri se poste verticalmente;

  • la potenza termica dell’impianto non supera i 50 kW;

  • gli impianti sono realizzati a servizio di edifici già esistenti senza apportare alcun tipo di modifica, come cambi riguardanti la destinazione d'uso, l'aumento delle unità immobiliari, l'incremento dei parametri urbanistici, così come eventuali alterazioni di volumi e superfici.

Gli impianti geotermici sono una risorsa per un futuro più green
La PAS (Procedura Abilitativa Semplificata) viene applicata per la realizzazione di impianti che rispondono a queste seguenti condizioni:

  • le sonde geotermiche si estendono a una profondità inferiore ai 3 metri dal piano campagna, se poste in senso orizzontale, o ad una profondità inferiore ai 170 metri se poste verticalmente;

  • la potenza termica dell’impianto non supera i 100 kW

Inoltre, secondo quanto stabilito nel D.Lgs. n. 22/2010, art. 1, comma 5, gli impianti a sonde geotermiche a circuito chiuso non sono soggette alla disciplina mineraria (Regio decreto n. 1443 del 1927 e art. 826 del Codice Civile).


Riscaldamento geotermico: disposizioni tecniche generiche


La progettazione degli impianti a sonde geotermiche a circuito chiuso con potenza termica compresa tra 50 kW e 100 kW viene effettuata stabilendo i parametri termici del sottosuolo tramite un TRT (Thermal Response Test) o una campagna di indagini specifica volta a determinare la caratterizzazione del terreno dal punto di vista geologico e termico.

La progettazione di impianti a sonde geotermiche necessita di specifiche prescrizioni
Nel caso di impianti a sonde geotermiche a circuito chiuso con potenza termica inferiore a 50 kW, i parametri termici del sottosuolo possono essere ricavati attraverso l'analisi di dati di letteratura o attraverso stratigrafie relativi all’area interessata o dei siti vicini a essa già disponibili.



Per quanto riguarda i materiali utilizzati per installare impianti a sonde geotermiche a circuito chiuso, questi devono presentare adeguate caratteristiche, secondo quanto previsto dalle norme tecniche UNI. Inoltre, non devono modificare le caratteristiche chimico-fisiche dei terreni e degli acquiferi né tanto meno provocare alcuna forma di inquinamento.


Impianti geotermici: indicazioni tecniche sulla perforazione


Anzitutto, il cantiere di perforazione deve essere diretto da un professionista abilitato all’esercizio della professione iscritto al proprio albo professionale, che possieda le opportune competenze riguardanti gli aspetti geologici, idrogeologici, ambientali nonché gli eventuali impatti termici sul sottosuolo secondo quanto previsto dal d.P.R. n. 380/2001.

Inoltre, per l'installazione di sonde geotermiche, oltre a rispettare le norme tecniche UNI, vanno altresì applicate anche le seguenti altre prescrizioni:

  • le operazioni di scavo o perforazione del terreno non devono in alcun modo provocare alcun tipo di inquinamento né al sottosuolo né alle acque;

  • durante la procedura di installazione degli scambiatori geotermici occorre mettere in atto opportuni specifici accorgimenti per evitare qualunque dispersione di liquidi che possono risultare inquinanti o dannosi sul suolo o nel sottosuolo;

  • occorre adottare precauzioni tecniche al fine di evitare il contatto idraulico tra le falde e il loro rimescolamento;

  • gli sbancamenti per la posa di sonde orizzontali non devono compromettere la stabilità dei terreni.


Impianti geotermici: gli installatori devono essere professionisti qualificati


Coloro che sono chiamati a eseguire e realizzare installazioni di impianti geotermici a circuito chiuso devono essere professionisti specializzati che operano nell'ambito della perforazione e dello scavo dei terreni.

Per la realizzazione di impianti geotermici a circuito chiuso vanno incaricati professionisti specializzati operanti nel settore della perforazione e dello scavo dei terreni
La normativa di riferimento per i requisiti e le modalità per la certificazione di qualità delle imprese operanti nel settore della installazione delle sonde geotermiche, è la UNI 11517:2013: Sistemi geotermici a pompa di calore - requisiti per la qualificazione delle imprese che realizzano scambiatori geotermici.


Il Registro telematico degli impianti geotermici


Una volta installato un impianto geotermico, questo deve essere iscritto, a cura del proponente, in un apposito Registro telematico delle piccole utilizzazioni locali per controllare e verificare gli effettivi obiettivi di risparmio energetico.
I dati relativi ad un impianto geotermico vanno inseriti in un apposito registro telematico
I dati di progetto vanno inseriti nel Registro telematico 30 giorni prima dell'inizio dei lavori; in seguito, i dati di collaudo vanno poi inseriti entro i 30 giorni successivi alla data di fine lavori.

Entro il termine di giorni 180 dalla data di entrata in vigore del Decreto, le Regioni hanno l'obbligo di:

  • istituire o modificare in maniera apposita tutte le procedure telematiche per la registrazione e il monitoraggio delle piccole utilizzazioni locali che rientrano nell’ambito d'applicazione del decreto e che ricadono nel territorio di propria competenza;

  • precisare le modalità di esecuzione di controlli a campione in modo da poter verificare la rispondenza dei dati inseriti all'interno del Registro telematico delle piccole utilizzazioni locali con gli impianti che sono effettivamente stati realizzati

Ogni anno, attraverso i dati raccolti in questi Registri, le Regioni eseguiranno il monitoraggio circa la diffusione degli impianti che producono calore sfruttando la risorsa geotermica, per poi comunicare tali dati al Mite in modo da calcolare il quantitativo di energia rinnovabile prodotta.

riproduzione riservata
Impianto geotermico: ecco le prescrizioni per l'installazione
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Impianto geotermico: ecco le prescrizioni per l'installazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.120 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Impianto geotermico: ecco le prescrizioni per l'installazione che potrebbero interessarti

Geotermia, energia gratuita dal sottosuolo

Impianti rinnovabili - Il sottosuolo offre con la geotermia un serbatoio, teoricamente illimitatato e costante nel tempo, di energia che può essere utilizzata nei cicli frigoriferi.

Novità nel Decreto Bollette per fotovoltaico e autoconsumo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'utente potrà utilizzare l'energia prodotta da un impianto a fonti rinnovabili presente in altri luoghi purché il contatore presenti la medesima intestazione.

Leggi Energie Rinnovabili

Normative - Da oltre dieci anni si sussegunono in Italia una lunga serie di Leggi e Decreti relative agli obblighi ed ai vantaggi legati all'uso di Energie Rinnovabili

Condominio a costo zero

Impianti - A Follonica e' stato realizzato il primo condominio ecocompatibile in Italia, grazie a geotermia, fotovoltaico e materiali efficienti.

Il tampone idraulico a servizio delle rinnovabili

Impianti rinnovabili - Il tampone idraulico è una tecnologia che garantisce lo stoccaggio dell'energia prodotta da fonti rinnovabili in maniera affidabile e a costi non proibitivi.

Lo sfruttamento del calore terrestre mediante impianto geotermico

Impianti rinnovabili - Un esempio considerevole di intervento nel campo residenziale della geotermia è quello che la Geothermal International Italia ha proposto in un progetto di teleriscaldamento geotermico.

Tutto quello che c'è da sapere sul riscaldamento geotermico

Impianti di riscaldamento - Il funzionamento di un impianto geotermico, che sfrutta il calore presente nel sottosuolo: un quadro completo per conoscere tipologie, impieghi e caratteristiche

Rimedio ai rincari bollette: è possibile con le fonti rinnovabili?

Impianti rinnovabili - Un'azione utile a contrastare gli aumenti in bollette dell'energia elettrica, è data dal processo di sviluppo delle risorse rinnovabili, in Italia e nel mondo.

Una casa ricaricabile

Impianti - Una casa ricaricabile alimentata a pioggia.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stratoboom81
Ciao a tutti,ho un appartamento in un condominio di nuova costruzione. La peculiarità è avere la completa classe A anche grazie all'impianto geotermico per il...
stratoboom81 05 Novembre 2018 ore 11:58 2