Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Impianto di riscaldamento, uso e spese

NEWS Condominio15 Novembre 2010 ore 15:13
Con l?autunno, come d?abitudine, si ripropongono tutte le tematiche inerenti l?uso dell?impianto di riscaldamento ed i relativi costi.Vediamo le
RiscaldamentoCon l'autunno, come d'abitudine, si ripropongono tutte le tematiche inerenti l'uso dell'impianto di riscaldamento ed i relativi costi.Vediamo le questioni di maggiore importanza in relazione a tale argomento.Prima d'ogni cosa tuttavia, vale la pena ricordare che il momento dell'accensione varia a seconda della zona del territorio italiano.Così ai sensi dell'art. 9 d.p.r. n. 412/93:L'esercizio degli impianti termici è consentito con i seguenti limiti massimi relativi al periodo annuale di esercizio dell'impianto termico ed alla durata giornaliera di attivazione:Zona A: ore 6 giornaliere dal 1° dicembre al 15 marzo;Zona B: ore 8 giornaliere dal 1° dicembre al 31 marzo;Zona C: ore 10 giornaliere dal 15 novembre al 31 marzo;Zona D: ore 12 giornaliere dal 1° novembre al 15 aprile;Zona E: ore 14 giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile;Zona F: nessuna limitazioneAl di fuori di tali periodi gli impianti termici possono essere attivati solo in presenza di situazioni climatiche che ne giustifichino l'esercizio e comunque con una durata giornaliera non superiore alla metà di quella consentita a pieno regime .L'inclusione in ciascuna delle suddette zone è operata da un allegato al medesimo decreto.L'orario di accensione è stabilito nell'ordine:a) dal regolamento;b) dall'assemblea;c) dall'amministratore.RiscaldamentoQuanto ai costi per l'utilizzazione dell'impianto bisognerà distinguere tra impianti dotati di un dispositivo di contabilizzazione e quelli che ne sono sprovvisti.Per la prima tipologia ogni condomino contribuirà alle spese in via principale per quanto effettivamente consumato ed in parte residuale sulla base dei millesimi di proprietà o delle tabelle d'uso, salvo diversa convenzione, le così dette spese fisse (es. energia elettrica per il funzionamento della centrale elettrica).In assenza di contabilizzatori tutte le spese dovranno essere ripartite tra i condomini sulla base delle tabelle millesimali redatte ad hoc in relazione all'uso dell'impianto di riscaldamento.Molto spesso ci si domanda se non utilizzare, nà personalmente, nà tanto meno per interposta persona, un'unità immobiliare dia diritto ad una riduzione della partecipazione alle spese, quanto meno a quelle d'uso.La risposta, in linea generale, è negativa.La Cassazione, d'altronde, ha ben specificato che una cosa è l'uso effettivo, un'altra quello potenziale ed a questo bisogna fare riferimento ai fini della suddivisione delle spese d'uso (cfr. Cass. n. 13161/91).Per quanto riguarda il riscaldamento, a parte eventuali deroghe contenute in un regolamento d'origine contrattuale, può essere utile fare riferimento alle raccolte degli usi e delle consuetudini conservate presso le locali camere di commercio, le quali potrebbero contenere delle indicazioni in merito alla riduzione delle spese per unità immobiliari non utilizzate.
riproduzione riservata
Articolo: Impianto di riscaldamento, uso e spese
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Impianto di riscaldamento, uso e spese: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
309.022 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Caldaia SAVIO SuperEVOdens 24 S*
    Caldaia savio superevodens 24 s*...
    798.00
  • Riscaldamento a pavimento Schluter-BEKOTEC-THERM
    Riscaldamento a pavimento...
    55.00
  • Termostufa a pellet La Nordica Extraflame Iside Idro 2.0
    Termostufa a pellet la nordica...
    3020.00
  • Impianti elettrici, idraulici, riscaldamento e gas Milano
    Impianti elettrici, idraulici,...
    50.00
  • Termostato wi-fi bticino
    Termostato wi-fi bticino...
    139.99
  • Termostato digitale wi-fi per caldaia a gas
    Termostato digitale wi-fi per...
    44.99
Notizie che trattano Impianto di riscaldamento, uso e spese che potrebbero interessarti


Riscaldamento: autonomo o centralizzato?

Ripartizione spese - L'impianto autonomo consente di impostare le temperature in base alle esigenze individuali, tuttavia non è detto che questo tipo di impianto porti sempre a dei consumi inferiori rispetto a quello centralizzato.

Impianto di riscaldamento condominiale, messa in esercizio, verifiche e ripartizione delle spese

Parti comuni - L'impianto di riscaldamento condominiale, come tutti gli impianti di riscaldamento deve rispettare precise norme in materia di messa in esercizio e manutenzione

Impianto termico centralizzato

Impianti - L'impianto di riscaldamento centralizzato: come funziona? Perchè sceglierlo? Eccone illustrati funzionamento, vantaggi e svantaggi all'interno di uno stabile.

Come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato?

Ripartizione spese - Ecco alcuni motivi e alcune informazioni su come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale, ma per farlo bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.

Distacco dall'impianto centralizzato del condominio

Assemblea di condominio - Una argomentazione in assemblea di condominio è la spesa relativa alla centrale termica da parte dei condomini che hanno effettuato il distacco dall'impianto centralizzato.

Guida al riscaldamento

Impianti di riscaldamento - Come scegliere il sistema più adatto per riscaldare al meglio la tua casa.

Impianto di riscaldamento e temperatura dell'abitazione

Impianti di riscaldamento - In tema di temperatura della casa, il mancato raggiungimento delle temperature può essere dovuto al cattivo funzionamento dell'impianto di riscaldamento. Che cosa fare?

Strisce Radianti

Impianti - Tra i vari tipi di sistemi di riscaldamento ad irraggiamento, uno caratterizzato da coefficienti di emissione particolarmente elevati sono le strisce radianti.

Distacco dall'impianto di riscaldamento condominiale, spese e autorizzazione dell'assemblea

Parti comuni - La legge consente a ciascun condomino di distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale purché siano rispettati determinati requisiti tecnici. Quali sono?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img clemirek
Ciao a tutti,avrei bisogno di un parere su un problema di malfunzionamento di un termosifone (quello in bagno) dell'appartamento, un monolocale, in cui vivo in affitto a Milano. ...
clemirek 27 Novembre 2014 ore 23:42 3
Img paologiulio.dabbene@yahoo.it
Ho una casa in montagna in condominio e recentemente hanno sostituito le valvole dei termosifoni con regolazione e contabilizzazione.Adesso quando raggiungo la montagna al...
paologiulio.dabbene@yahoo.it 06 Gennaio 2014 ore 02:02 1
Img robigra
Buon giorno,vorrei comprare un appartamento in condominio al secondo piano più una mansarda ristrutturata.Il problema è che al piano sotto c'è il...
robigra 03 Giugno 2014 ore 15:27 1
Img vergine70
Salve a tutti,volevo porre una nuova discussione:Un appartamento di classe b con riscaldamento a pavimento in provincia di Treviso, volevo sapere quanto all'incirca corrispondono...
vergine70 16 Ottobre 2014 ore 09:24 6
Img faror
Buonasera,abito in un appartamento con riscaldamento a pavimento con impianto condominiale centralizzato.Il mio contabilizzatore della Siemens contabilizza il consumo in KWH.Quale...
faror 13 Aprile 2014 ore 20:38 1