Tecniche innovative di impermeabilizzazione del calcestruzzo

Per evitare che il calcestruzzo o la struttura possano subire lesioni o crolli, sono utilizzate delle tecniche di impermeabilizzazione mediante additivi specifici
Pubblicato il / Aggiornato il

Come impermeabilizzare il calcestruzzo


Per garantire una buona durata del calcestruzzo una particolare attenzione va posta alla sua impermeabilizzazione totale. La protezione del calcestruzzo è stata ideata come una sorta di pelle, un rivestimento, da applicare a seconda delle soluzioni.

I diversi metodi utilizzati sono rappresentati da guaine, membrane rinforzate che proteggono e avvolgono il calcestruzzo, rendendolo più forte e resistente.

Miscelazione del calcestruzzo
Un materiale spesso utilizzato è il polietilene, un polimero sintetico.
È una resina termoplastica con ottime proprietà isolanti, molto versatile ed è la più economica tra le materie plastiche.


Rottura delle membrane


Molto spesso però si potrebbe incorrere alla rottura della membrana dovuta al materiale di riempimento. Dopo il getto del calcestruzzo, infatti, avviene il rinterro con pezzi di laterizi e terreni di scavo adiacenti al cantiere.

Per movimenti di assestamento, le parti sporgenti di questi materiali potrebbero danneggiare la protezione e portare alla rottura della guaina, che in seguito favorirà delle infiltrazioni e, come è noto, queste possono portare a danni di vario genere.

Rottura del calcestruzzo
Tali danni si mostrano inizialmente con la formazione di aloni di vario colore, a seconda se l'acqua è pulita oppure sporca. In seguito, se l'infiltrazione viene tralasciata, si arriva a distacchi dell'intonaco con veri e propri crolli della struttura.

Per evitare tutto ciò, è buona norma aggiungere additivi impermeabilizzanti al calcestruzzo.

Additivi impermeabilizzanti


L'effetto impermeabilizzante si può avere o mescolando l'additivo in polvere nella miscela del calcestruzzo, o usando l'additivo per la formazione di una boiacca, un impasto semiliquido di acqua e cemento.

Rottura del calcestruzzo
L'obiettivo finale è quello di ridurre in maniera netta la porosità capillare della pasta di cemento.

Tali additivi sono considerati idrofughi e garantiscono ottimi risultati su muri soggetti a ripetute infiltrazioni di acqua. Esistono molte aziende che si occupano della realizzazione di additivi per la protezione del calcestruzzo, vediamone nel dettaglio due.


Sika: per una protezione duratura del calcestruzzo


L'azienda Sika Italia si occupa di chimica integrata nell'ambito dell'edilizia e ha particolare rilievo nella creazione di additivi per il calcestruzzo che consentono la riduzione di emissioni di CO2.

In particolare Sika FerroGard 903 Plus è un inibitore di corrosione usato come protezione del calcestruzzo armato, basato su componenti organici che forma uno strato protettivo sulla superficie delle armature.

Viene utilizzato per il trattamento anticorrosivo di calcestruzzo che sia soggetto a cloruri o carbonatazione, sia interrato che fuori terra.
Le sue caratteristiche sono molteplici:

  • Protegge a lungo termine;

  • L'applicazione è semplice ed economica;

  • Non modifica l'aspetto del calcestruzzo;

  • Protegge le zone anodiche e catodiche.


Un altro prodotto utilizzato per l'impermeabilizzazione e protezione del calcestruzzo è Sikagard® 740 W un'impregnazione reattiva per calcestruzzo composto da un'emulsione concentrata di silano a bassa viscosità.

Sicaguard 740 W
È usato come trattamento idrofobico per materiali quali calcestruzzo o anche per superfici verticali o orizzontali.

Ha buone proprietà di controllo dell'umidità, aumento della resistività e protezione.
I suoi vantaggi sono:

  • un facile utilizzo economico;

  • la riduzione nell'assorbimento di sostanze aggressive;

  • l'incremento di resistenza del calcestruzzo nei riguardi di cicli gelo-disgelo;

  • la resistenza all'acqua di mare.


Penetron: protezione del calcestruzzo per cristallizzazione


Il sistema di protezione ed impermeabilizzazione del calcestruzzo mediante cristallizzazione è una delle soluzioni più innovative proposte da PENETRON ITALIA srl.

Essa viene considerata una tecnologia integrale e molto avanzata poiché interessa l'edificio in toto, così da assicurare la durabilità dell'opera in tutta la fase di esercizio.
Gli elementi contenuti nel prodotto creano un complesso cristallino impermeabile che penetra per tutto lo spessore, sigillando i pori.

additivi impermeabilizzanti calcestruzzo
Il Penetron resta inerte nel momento in cui non c'è l'umidità, ma si riattiva all'istante quando l'umidità si ripresenta, rinnovando il processo di cristallizzazione, per assicurare impermeabilità della struttura nel tempo.

Può essere utile anche quando si hanno delle lesioni e quando si ha bisogno di protezione dalla spinta dell'acqua. I benefici sono molteplici, specie contro l'umidità del sottosuolo, i cicli di gelo-disgelo, la corrosione da agenti atmosferici.

Penetron Admix: un particolare additivo per calcestruzzo


Penetron Admix® viene usato come additivo nella fase di confezionamento del mix design del calcestruzzo per un'impermeabilizzazione integrale mediante cristallizzazione delle strutture in calcestruzzo fin dalle origini, quando si effettuano i getti.

Penetron Admix è costituito da cemento Portland, sabbia silicea e diversi componenti chimici che, insieme ai composti del cemento e all'umidità, formano una serie di cristalli che chiudono i pori e le fessurazioni.

Penetron
La struttura in calcestruzzo si appresta quindi a diventare impermeabile all'acqua e protetta dagli agenti contaminanti. Questo sistema, grazie alle sue caratteristiche di prestazione, permette di risolvere problemi di vario tipo, anche in ambito industriale, grazie alla resistenza alle aggressioni chimiche.

I benefici sono molteplici:

  • Protegge il calcestruzzo e l'armatura;

  • Non è tossico;

  • Resiste agli agenti chimici;

  • Resiste a grandi pressioni idrostatiche;

  • Aumenta la durabilità del calcestruzzo.


Si può quindi affermare che l'impiego di prodotti Penetron o Sika sono soluzioni all'avanguardia, rispetto alle tecnologie tradizionali, che garantiscono caratteristiche di qualità, risparmio di tempi e manodopera.

riproduzione riservata
Impermeabilizzazione totale del calcestruzzo
Valutazione: 4.13 / 6 basato su 24 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
347.061 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img a011015
Buonasera,ho completato da poco la copertura di un tetto giardino delle dimensioni di circa 350 mq.Premetto che sono il proprietario dell’edificio e nonostante sia anche...
a011015 15 Maggio 2024 ore 00:40 1
Img giorgio1990
Buongiorno a tutti, scrivo il mio primo post per chiedere un consiglio.Vorrei fare una copertura che sia sia funzionale e esteticamente presentabile di una gettata di calcestruzzo...
giorgio1990 19 Marzo 2024 ore 16:21 4
Img gianluca s
Buongiorno sul balcone ho il problema che si vede in foto sono in un piano alto e il fatto è che ho già tolto e riverniciato ma dopo alcuni mesi si riformano le...
gianluca s 12 Marzo 2024 ore 12:22 3
Img luzdr
Buongiorno, devo rifare lastrico solare e logge e dato che non me ne intendo, chiedo gentilmente un parere sul lavoro che mi hanno proposto:Rimozione pavimento vecchio e del...
luzdr 26 Febbraio 2024 ore 18:31 6
Img sypher01
Buonasera a tutti,volevo informazioni su quanto posso fare riguardo quanto mi è accaduto.Ho rifatto le intere fognature esterne alla casa (un abitazione privata), e una...
sypher01 27 Novembre 2023 ore 14:50 6