Il rinzaffo

NEWS DI Restauro edile09 Maggio 2012 ore 15:04
Il rinzaffo è una fase dell'intonacatura finalizzata alla preparazione delle pareti per la posa in opera dell'intonaco: scopriamone insieme le caratteristiche.
rinzaffatura , intonaco , rinzaffo , malte

Che cos'è il rinzaffo?


RinzaffoSi tratta di una particolare procedura dell'intonacatura, atta a preparare le pareti per la posa dell'intonaco finale, che consiste nella stesura di uno strato di malta dall'elevato grado di ruvidità.

Tale strato garantirà una presa migliore e più duratura al secondo strato di rasante, detto arriccio, che verrà successivamente posato ed al velo di malta fine che costituirà la finitura della parete .
Il rinzaffo, quindi, ha lo scopo di assicurare al supporto una buona aderenza per gli strati successivi.

Attualmente si usano le malte premiscelate, che evitano la miscelazione in cantiere garantendo il giusto dosaggio dei componenti ed evitando la presenza di ingombri e sfridi.
Di contro, l'impasto delle malte deve essere realizzato necessariamente in cantiere e può avvenire a mano, servendosi di cazzuole o badili, o più frequentemente, con la betoniera.


Preparazione al rinzaffo


Prima di procedere al rinzaffo, occorre preparare la parete su cui avverrà la lavorazione: intanto, è Betonieraassolutamente necessario che tale parete sia priva di umidità e ben pulita da polvere, efflorescenze e dalle parti inconsistenti affinchè la malta faccia presa, altrimenti si corre il rischio che essa, una volta asciugatasi, si sgretoli o venga via a pezzi.

In alcuni casi può essere utile pulire la parete mediante idrosabbiatura e sabbiatura, sistemi decisamente più aggressivi che, attraverso un forte getto di polveri sottili, permettono di rimuovere impurità, polveri e muffe.
Per rimuovere le tracce più resistenti di precedenti razzaffature è possibile ricorrere all'idrolavaggio, spruzzando acqua ad alta pressione.

Per ottenere un livellamento omogeneo della superficie è necessario effettuare un'operazione chiamata rincocciatura: essa consiste nel riempire aree prive di mattoni e fori con un apposito impasto, anticamente fatto di malta, cocci e scaglie di pietre.
A seguito di questo trattamento, la superficie andrà poi bagnata e lasciata asciugare.


Come realizzare il rinzaffo?


Il rinzaffo può essere realizzato sia a mano che meccanicamente: le razzaffature a mano vengono effettuare in caso di delicati interventi di restauro monumentale utilizzando la tradizionale cazzuola.
PoroMap Rinzaffo di Mapei è una malta premiscelata da applicare a mano, composta da leganti idraulici speciali a reattività pozzolanica, sabbie naturali e speciali additivi, da applicare prima di realizzare l'intonaco: essa è adatta a supporti in pietra, mattone e tufo e la sua resistenza ai sali la rende un ottimo prodotto per contrastare fenomeni di umidità localizzata.

Qualora non vi fossero particolari prescrizioni, è possibile effettuare tale operazione servendosi di una macchina intonacatrice a spruzzo.

Stanza da ristrutturareIn questo caso è possibile usare Rinzaffo Bio di Villaga calce spa: si tratta di un premiscelato da applicare a macchina a base di calce idraulica naturale ed aggregati calcareo-silicei dalla curva granulometrica di 0-3 mm.

Il prodotto può essere applicato, per uno spessore compreso tra 0,5 ed 1 centimetro, in modo totalmente coprente oppure a rosata larga, ovvero in maniera discontinua.


L'arriccio


Una volta asciugato il rinzaffo, si stenderà lo strato di arriccio così che la muratura risulti perfettamente piana ed omogenea, priva di imperfezioni.
Esso ha lo scopo di garantire funzioni di tenuta ed impermeabilità ed il suo spessore non deve essere inferiore al mezzo centimetro per evitare fastidiose crepe superficiali all'intonaco che potranno provocare la caduta di parti della finitura.
Per eseguire un arriccio ad arte è possibile usare Arriccio 40 della linea Pedrabianca di Calcidrata, un prodotto costituito da una miscela di calce idraulica pozzolanica bianca, che deriva dalla cottura di rocce calcaree sarde a 900° C, miscelata con purissimi lapidei naturali macinati ed inerti carbonatici selezionati.

riproduzione riservata
Articolo: Il rinzaffo
Valutazione: 4.43 / 6 basato su 14 voti.

Il rinzaffo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Il rinzaffo che potrebbero interessarti
Intonaco di pomice e calce

Intonaco di pomice e calce

Pavimenti e rivestimenti - In edilizia gli intonaci ecologici in virtù di tutte le loro ottime proprietà si stanno diffondendo sempre di più: ecco l'intonaco di pomice e calce idraulica.
Intonaci in argilla

Intonaci in argilla

Ristrutturazione - Sano, traspirante e naturale, l'intonaco in argilla e' alla base delle costruzioni e delle ristrutturazioni che abbracciano la politica della bioedilizia.
Materiali naturali

Materiali naturali

Materiali edili - Nel campo dell'edilizia possiamo continuare a costruire rispettando il nostro pianeta attraverso l'impiego di materie naturali da costruzione eco-compatibili.

Lavorazioni tradizionali per intonaci a regola d'arte

Pittura e decorazioni - Lavorazioni tradizionali per intonaci a regola d'arte: le ricette dei trattatisti, la pozzolana, il cocciopesto e la corretta sovrapposizione degli strati.

Risanare una muratura dall'umidità con gli intonaci macroporosi

Risanamento umidità - L'intonaco ha un ruolo fondamentale nel risanamento di una muratura dall'umidità di risalita, sia nella fase di asciugatura, che nella successiva protezione.

Sistemi di deumidificazione

Ristrutturazione - Intonaci risananti per il miglioramento del comfort abitativo

Modanature di intonaco sagomato

Facciate e pareti - Un'accorata descrizione di tutti gli strumenti e le tecniche per realizzare gli elementi decorativi a intonaco sagomato, tipici dell'edilizia storica italiana.

Intonaci risananti deumidificanti: consigli per l'applicazione

Fai da te Muratura - Affrontare i problemi di umidità nei muri attraverso l'applicazione di intonaci deumidificanti, richiede conoscenza dei prodotti per evitare errori applicativi.

Consigli per intonacare una parete in fai da te

Fai da te Muratura - Come intonacare una parete in fai da te: preparazione della miscela di sabbia, calce, cemento e posa a muro, per creare un'intonacatura livellata e traspirante.
REGISTRATI COME UTENTE
295.469 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimento in laminato ad incastro milano
    Pavimento in laminato ad incastro...
    35.00
  • Trasforma vasca in doccia firenze e toscana
    Trasforma vasca in doccia firenze...
    2300.00
  • Imbiancatura pareti al mq milano
    Imbiancatura pareti al mq milano...
    5.00
  • Porta in noce tanganica
    Porta in noce tanganica...
    180.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.