Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Il locatore deve garantire il conduttore anche per danni da beni condominiali

NEWS Condominio14 Dicembre 2013 ore 15:44
Nei contratti di locazione di un'unità immobiliare ubicata in condominio, il proprietario deve garantire il conduttore anche per quanto riguarda le parti comuni.
locazione , conduttore , locatore , condominio

Contratto di locazionePer adempiere alla propria obbligazione di garantire al conduttore il miglior godimento dell'unità immobiliare concessa in locazione, il proprietario deve fare in modo che il conduttore non sia pregiudicato anche da difetti o comunque da danni provenienti dai beni in condominio.

Il Tribunale di Roma, in un causa avente ad oggetto danni provenienti da una colonna di scarico dei liquami (sent. n. 19814 del 4 ottobre 2013), ha ribadito il principio di diritto espresso in più occasioni dai giudici della Suprema Corte di Cassazione.

Insomma mentre se i danni provengono dall'unità immobiliare di un'altra persona, si è di fronte ad un'ipotesi di molestia di fatto sulla quale il locatore non ha alcuna responsabilità, per il caso di danni da parti dell'edificio in condominio, il locatore ne risponde quale comproprietario obbligato a garantire il miglior stato e funzionamento.


Obblighi del proprietario


L'art. 1575 del codice civile individua le principali obbligazioni del locatore.

Recita la norma:

Il locatore deve:

1) consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione;

2) mantenerla in istato da servire all'uso convenuto;

3) garantirne il pacifico godimento durante la locazione.

È chiaro che non è in buono stato di manutenzione una casa in cui mancano le tapparelle o le persiane, oppure le stesse siano mal funzionanti se non addirittura rotte.

Per questa ragione, è fondamentale un approfondito sopralluogo al momento della visita dell'unità immobiliare e sopratutto della sua consegna.


Mantenimento in buono stato locativo


Causa per danniAi sensi dell'art. 1576 c.c.

Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.

Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

Si rompe la lavatrice per ragioni indipendenti dal suo uso? Il locatore deve garantirne il buon funzionamento.

Lo stesso dicasi per porte, finestre ed in genere per tutto ciò che concerne l'appartamento.

Tale cura dev'essere pretesa e garantita anche in relazione alle parti comuni dell'edificio.

In tal senso nella causa decisa dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 19814 si litigava in relazione agli obblighi di manutenzione del proprietario in relazione alle parti comuni dell'edificio.

Secondo il Tribunale di Roma, che sul punto s'è rifatto a giurisprudenza di Cassazione, durante il rapporto di locazione il locatore non può considerarsi dispensato dall'bbligo di vigilanza e di custodia della cosa locata, sia per la parte dell'immobile di sua esclusiva proprietà, sia per le parti comuni dello edificio - nella specie il tetto - trattandosi di un obbligo strettamente connesso con quelli a suo carico, di riparazione e manutenzione dell'immobile locato. Vedi come precedenti specifici, i precedenti di questa Corte 1977 n. 3933 e 1982 n. 1868. Erra dunque la Corte nel ritenere non imputabile agli obblighi contrattuali ed a titolo di inadempimento idoneo a determinare un danno contrattualmente risarcibile, la condotta del locatore che, proprietario dell'intero stabile, si disinteressi di provvedere alla manutenzione del tetto sino al punto da rendere inagibile i locali detenuti da un conduttore a causa di rilevanti infiltrazioni di acqua); v. ancora Cass. n. 3454/2012: l'obbligo del locatore, di effettuare le riparazioni necessarie a mantenere l'immobile nel buono stato locativo riguarda non solo la parte dell'immobile di esclusiva proprietà del locatore, ma anche le parti comuni dell'edificio, trattandosi di un obbligo strettamente connesso con l'immobile locato (Trib. Roma 4 ottobre 2010 n. 19814).

I precedenti non si fermano qui; Cass. n. 16422/2011: malgrado il contratto di locazione comporti il trasferimento al conduttore dell'uso e del godimento sia della singola unità immobiliare sia dei servizi accessori e delle parti comuni dell'edificio, una siffatta detenzione non esclude i poteri di controllo, di vigilanza e, in genere, di custodia spettanti al proprietario-locatore, il quale conserva un effettivo potere fisico sull'entità immobiliare locata - ancorché in un ambito in parte diverso da quello in cui si esplica il potere di custodia del conduttore - con conseguente obbligo di vigilanza sullo stato di conservazione delle strutture edilizie e sull'efficienza degli impianti. Grava, pertanto, sul proprietario, quale custode dei beni e degli impianti condominiali, la responsabilità per i danni subiti da terzi (nel novero dei quali vanno ricompresi anche i conduttori di appartamenti siti nell'edificio) dai detti beni e impianti (Trib. Roma 4 ottobre 2010 n. 19814).

Insomma per il Tribunale di Roma, nel caso di danni provenienti da parti comuni, il conduttore può rifarsi sul proprietario che potrà, a sua volta, rivalersi sul condominio.

riproduzione riservata
Articolo: Il locatore deve garantire il conduttore anche per danni da beni condominiali
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 5 voti.

Il locatore deve garantire il conduttore anche per danni da beni condominiali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Lorenzo
    Lorenzo
    Venerdì 27 Gennaio 2017, alle ore 22:44
    Sono conduttore di un bilocale al piano terra,e ho un problema con la condotta della fognatura.
    Il problema va avanti da un paio d'anni, è dovuto ad un cedimento del terreno e il tubo per questo tende a tapparsi.
    Ho chiamato i pozzi neri 4 volte nel frattempo, l'ultima volta 10 giorni fa.
    Il locatore e stato prontamente avvisato ad ogni evento,ed in occasione della terza volta la ditta di spurgo su mia richiesta ha provveduto ad una video ispezione,che ha confermato il cedimento del terreno (visibile anche a occhio).
    Il locatore non sembra intenzionato a procedere,dicendo che e un problema condominiale,scarica la responsabilità sull'amministratore.
    A questo punto, voglio andarmene.
    Posso farlo senza preavviso?
    Posso citarlo per danni morali dato che e la quarta volta che mi trovo nella situazione di aver liquami nella vasca?

    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Lorenzo
      Giovedì 2 Febbraio 2017, alle ore 15:46
      Potresti domandare la risoluzione del contratto e quindi andare via nel giro di un mesetto. La situazione andrebbe valutata con attezione con un legale di tua fiducia.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
306.914 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Progettazione di interni
    Progettazione di interni...
    300.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ristrutturazioni Condomini
    Ristrutturazioni condomini...
    350.00
  • Inferriate blindate di sicurezza
    Inferriate blindate di sicurezza...
    329.00
Notizie che trattano Il locatore deve garantire il conduttore anche per danni da beni condominiali che potrebbero interessarti
Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza
Locazione: il modello RLI nel caso di decesso del locatore

Locazione: il modello RLI nel caso di decesso del locatore

Affittare casa - Cosa succede al rapporto di locazione immobiliare in caso di decesso del locatore; cosa devono comunicare gli eredi all'Agenzia delle Entrate con il modello RLI

Successione nel contratto di locazione

Affittare casa - Il contratto di locazione, come quasi tutti i contratti, vincola solamente le parti che lo sottoscrivono, ma la legge prevede delle eccezioni a questo principio.

Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Fisco casa - Nulla la scrittura privata successiva al contratto che stabilisce un canone di locazione più alto per evadere le tasse(Cassazione, sent.n°18213 del 17/09/2015).

Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione

Affittare casa - Il deposito cauzionale dev'essere restituito al momento della riconsegna dell'immobile e se lo si vuole trattenere per i danni, è necessario intentare una causa.

Riconsegna dell'appartamento dato in locazione

Affittare casa - Alla fine del contratto di locazione, perché non ci siano strascichi, non basta che il conduttore metta a disposizione le chiavi, ci vuole la riconsegna effettiva.

Gravi motivi del conduttore per il recesso dal contratto di locazione

Affittare casa - Il recesso del conduttore per gravi motivi per essere esercitabile senza poter essere contestato deve fondarsi su motivi reali e deve essere comunicato nei modi di legge.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maryquant
Buonasera.Vorrei chiedere come si fa a stipulare un contratto di affitto per l'appartamento di proprietá del condominio.Grazie...
maryquant 27 Agosto 2015 ore 23:09 7
Img elisamts88
Buongiorno, ho un dubbio riguardo la pertinenza di spese per la riparazione di due problemi strutturali verificatisi nell'appartamento (anni '70) in cui sono in affitto. Un...
elisamts88 12 Settembre 2019 ore 14:09 1
Img arcangelo.calo
Salveil mio contratto di locazione scade il 1° luglio 09, a quale indice Istat dovrei aggiornarlo giugno o luglio (che non è ancora stato pubblicati) e qual'è il...
arcangelo.calo 28 Giugno 2009 ore 16:37 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img alexciri
Possiedo un appartamento che ho affittato con un contratto di locazione di 4+4, rinnovabile automaticamente a meno che io avvisi gli inquilini 6 mesi prima con raccomandata A/R...
alexciri 26 Marzo 2014 ore 16:05 1