Il collante

NEWS DI Ristrutturazione22 Aprile 2012 ore 14:21
In commercio esistono diversi tipi di collanti per l'edilizia: l'utilizzo più frequente è per la posa di pavimenti e di rivestimenti interni.
collante , collanti , resina , resine

Stanza da ristrutturareIl collante è quella sostanza che permette di tenere uniti o, per meglio dire, incollati più oggetti. Detta così può sembrare un po' generica come definizione: in realtà l'argomento è un tantino più complesso e tale complessità è dovuta al fatto che in commercio ne esistono diversi tipi per l'edilizia a seconda dell'uso che se ne deve fare. Andiamo con ordine.

La maggior parte dei collanti oggi in commercio è di natura sintetica ed è usato per la posa di pavimenti e di rivestimenti: essi vengono usati anche per lavorazioni che prevedono l'uso di compensati, legno lamellare, parquet e pannelli multistrato.

La norma UNI EN 12004 stabilisce una classificazione degli adesivi per ceramica e materiali lapidei attraverso una serie di parametri quali la definizione di requisiti minimi del prodotto, metodi di prova e prestazioni fornite. Ogni collante poi viene fornito di un simbolo di conformità - presente sia sulla confezione che nella documentazione relativa al prodotto - collegato al tipo di applicazione. La normativa inoltre riporta sinteticamente per ciascun collante la classe di prestazione, le caratteristiche opzionali e la composizione chimica.

I collanti più noti sono:

- Collanti sintetici a dispersione, detti anche idrosolubili, di solito usati per l'incollaggio di parquet;

- Colle contenenti leganti quali resine acriliche o viniliche, usate principalmente per il fissaggio e la protezione di decorazioni a tempera o acrilico su muri, legno, pietra;

- Collanti a base di resine naturali, solitamente utilizzati per l'incollaggio di carta da parati.

Esistono poi i collanti a reazione, chiamati così poiché induriscono a seguito di una reazione chimica tra i loro componenti.

Tra i collanti a reazione troviamo:

- I Collanti epossidici: in edilizia si usano per realizzazione di riprese di getto monolitiche tra Incollaggio pavimenticalcestruzzo fresco e calcestruzzo vecchio e per sigillatura monolitica di fessure di massetti.

- I Collanti poliuretanici: risultano particolarmente adatti per pavimenti e pareti in ceramica di bagni e docce poiché hanno un'ottima resistenza all'umidità.

- I Collanti a base di resine fenoliche e melamminiche: usati per incollare elementi in legno lamellare.

In realtà i collanti a reazione, come abbiamo potuto vedere, posseggono una elevata resistenza al calore e all'umidità pertanto sono utilizzati anche per l'incollaggio di moquettes, pavimenti in gomma e piastrelle su sottofondi solidi e per incollare materiali porosi o non resistenti ai solventi quali, ad esempio, i pannelli EPS per i sistemi di isolamento termico a cappotto. Per l'acquisto di collanti sintetici sarebbe opportuno scegliere quelli a basso contenuto di solventi, cioè meno del 5%.

Da quanto abbiamo visto fin qui si evince che l'acquisto di un collante deve essere effettuato in relazione all'uso che se ne deve fare: ecco qualche riferimento.

Incollaggio piastrelleKeralastic di MAPEI è un adesivo reattivo migliorato indicato per l'incollaggio di piastrelle ceramiche, pietre naturali e artificiali ma anche per superfici in metallo, legno, fibrocemento, gomma, PVC, linoleum. Applicato in strato continuo realizza una perfetta impermeabilizzazione su cui applicare le piastrelle: grazie all'ottima resistenza all'umidità esso risulta adatto a superfici sottoposte a contatti accidentali con acqua, per esempio piani di cucine in legno.

Per l'incollaggio di moquettes può essere indicato l'adesivo per pavimenti n. 654 di Saratoga: si tratta di un collante acrilico in dispersione acquosa, privo di solventi e caratterizzato da un'alta presa iniziale. Le sue caratteristiche lo rendono idoneo ad essere usato anche per incollare pavimenti e rivestimenti in PVC.

Un buon esempio di colla da parati a base di resine naturali è data da AK Paper di Gattocel, collante concentrato in polvere che, una volta sciolto in acqua, diventa pasta adesiva inodore e facilmente lavorabile: con una confezione si possono posare dai 30 ai 50 mq di carta da parati.

mapei

saratoga

gattocel

riproduzione riservata
Articolo: Il collante
Valutazione: 4.25 / 6 basato su 4 voti.

Il collante: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Il collante che potrebbero interessarti
Collanti a base cementizia

Collanti a base cementizia

Materiali edili - Il prodotto collante che si utilizza per posare in opera un rivestimento sicuramente influenza la durata e la resa dello stesso, ecco il collante a base cementizia.
Come usare collanti ed ancoranti

Come usare collanti ed ancoranti

Fai da te - Criteri di scelta per effettuare incollaggi ed ancoraggi.
Come realizzare un set da toilette effetto madreperla

Come realizzare un set da toilette effetto madreperla

Decorazioni - Come creare in poche semplici mosse un prezioso set da bagno con la resina epossidica. Tutto l'occorrente, le fasi di lavorazione e alcune variazioni su tema.

Adesivo per il parquet

Fai da te - Per la posa del parquet con colla, si consiglia di utilizzare i prodotti in grado di migliorare la salute e la qualità della vita, oggi disponibili sul mercato.

Materiali naturali

Materiali edili - Nel campo dell'edilizia possiamo continuare a costruire rispettando il nostro pianeta attraverso l'impiego di materie naturali da costruzione eco-compatibili.

Vetro cellulare cos'è e come si utilizza

Progettazione - Il vetro cellulare come materiale termoisolante naturale: ecco come dal riciclo di semplici bottiglie di vetro, si genera un versatile materiale ecosostenibile.

Distacchi dei rivestimenti di facciata

Ristrutturazione - Difetti di posa dei rivestimenti di facciata.

Pavimenti con fibre ottiche integrate

Soluzioni progettuali - Con le fibre ottiche si possono creare dei pavimenti che al buio brillano di luce propria, con effetti simili a un cielo stellato o un tappeto cosparso di arabeschi.

Tassello chimico

Materiali edili - Funzionamento e caratteristiche dell'ancoraggio tramite tassello chimico: attrito e adesione si ottengono grazie a speciali resine ad indurimento veloce e duraturo.
REGISTRATI COME UTENTE
295.791 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Bagno in resina, pareti in resina
    Bagno in resina, pareti in resina...
    75.00
  • Rivestimenti in resina
    Rivestimenti in resina...
    75.00
  • Resina pavimenti
    Resina pavimenti...
    75.00
  • Pavimento resina trasparente
    Pavimento resina trasparente...
    90.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.