Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

All'Expo 2020 Dubai: i-Mesh il tessuto tecnico innovativo italiano

In occasione dell'Expo 2020 Dubai è stato presentato il tessuto tecnico italiano innovativo e green che si adatta alle differenti condizioni climatiche locali.
- Architettura
Barra Progettazione Online

i-Mesh tessuto italiano tecnico innovativo protagonista di Expo 2020 Dubai


Presentato all'Expo 2020 Dubai i-Mesh il tessuto tecnico italiano innovativo e green.

Illustrato all'Expo 2020 Dubai l'innovativo tessuto tecnico per l'architettura i-Mesh, realizzato in Italia. Questo tessuto green è stato utilizzato per coprire la promenade, ovvero 2,7 chilometri di coperture retrattili per 52.500 metri quadrati, capace di resistere senza problemi alle condizioni climatiche locali, infatti è rimasto intatto dopo una tempesta di sabbia, sopportando anche forti venti.

Nel dettaglio, sono state installate 2,7 chilometri di coperture retrattili per 52.500 metri quadrati del tessuto tessile e green, che coprono le passerelle di collegamento delle varie aree di Expo Dubai, garantendo la protezione dal caldo eccessivo, senza limitare l'illuminazione naturale.

i-Mesh, tessuto tecnico creato in Italia per l'Expo di Dubai
Sviluppato da un'azienda marchigiana, i-Mesh è il tessuto che grazie alle caratteristiche di innovazione e sostenibilità, ha consentito di ricreare il carattere di una pergola retrattile di grande formato. La sua copertura traslucida e leggera di giorno protegge dal caldo e di notte diventa uno schermo di proiezione. Il tessuto è definito dai motivi caratteristici di una moderna Mashrabiya, lo schermo traforato impiegato nell'architettura dei Paesi arabi.

Per la sua installazione non sono state adoperate travi di sostegno trasversali, comportando un risparmio di 30 chilometri di alluminio estruso e di 31 tonnellate di CO2. i-Mesh, è formato da due elementi, ovvero, sei tipi di fibre (di cui quattro minerali) e un polimero termoplastico che mantiene le sue proprietà nel processo industriale e che dunque può essere separato dalle fibre in caso di riciclo. Il tessuto si presenta leggero, resistente ma soprattutto adatto sia per interni sia per esterni, che viene prodotto in pannelli su misura a seconda delle esigenze progettuali, che possono essere facilmente smontati e riutilizzati.

Il fondatore di i-Mesh, Alberto Fiorenzi ha spiegato che il nuovo materiale per l'architettura è estremamente performante, pensato nell'ottica della circolarità e della massima personalizzazione. Una volta terminato Expo di Dubai parte di questo tessuto verrà utilizzato come esposizione permanente e parte sarà riutilizzato in ottica di economia circolare.

Conclude, Alberto Fiorenzi, che i-Mesh è il materiale per la città del futuro, quando il riscaldamento globale renderà sempre più necessario proteggersi dall'aumento delle temperature. Difatti a suo parere, rappresenta un modo di fare architettura innovativo e sostenibile grazie alla possibilità di proporre nuove soluzioni economiche, ecologiche e personalizzabili.

riproduzione riservata
I-Mesh è il tessuto tecnico innovativo italiano utilizzato all'Expo di Dubai
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

I-Mesh è il tessuto tecnico innovativo italiano utilizzato all'Expo di Dubai: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti