Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Gloriosa superba: consigli utili per la coltivazione e cura

La Gloriosa superba è una pianta ideale per decorare balconi e giardini, grazie alle sue fioriture multicolore. Scopriamo insieme come coltivarla e curarla
- NEWS Piante

Gloriosa Superba: come coltivarla e curarla


La Gloriosa superba (nota anche come Giglio rampicante) è una pianta bulbosa originaria dell’Africa e dell’Asia meridionale, appartenente alle famiglie delle Colchicaceae o delle Liliaceae (a seconda delle classificazioni).


Giglio rampicante - Foto: Unsplash

Giglio rampicante - Foto: Unsplash

Giglio rampicante - Foto: Unsplash
Supporto rettangolare per rampicanti - Foto: Obi

Supporto rettangolare per rampicanti - Foto: Obi

Supporto rettangolare per rampicanti - Foto: Obi
Pianta di Gloriosa superba - Foto: Pixabay

Pianta di Gloriosa superba - Foto: Pixabay

Pianta di Gloriosa superba - Foto: Pixabay
Fiore di Gloriosa superba - Foto: Pixabay

Fiore di Gloriosa superba - Foto: Pixabay

Fiore di Gloriosa superba - Foto: Pixabay
Traliccio rettangolare per rampicanti - Foto: Obi

Traliccio rettangolare per rampicanti - Foto: Obi

Traliccio rettangolare per rampicanti - Foto: Obi

Questa pianta produce fusti lunghi fino a 180-200 cm circa e fioriture colorate, caratterizzate da tepali in nuance rosso, giallo, fucsia ed arancione, i quali, aprendosi progressivamente, donano al fiore una forma particolare.

È proprio grazie a quest’ultima che la Gloriosa viene denominata anche Giglio di fuoco.

Gloriosa superba - Foto: PixabayGloriosa superba - Foto: Pixabay

Il tubero della Gloriosa ha una forma allungata, piuttosto insolita.
Per ottenere una pianta resistente e vigorosa, occorre prediligere bulbi di buona qualità: questi, devono infatti essere rigidi, avere una misura medio-grande, e infine, possedere una gemma integra.

La selezione più diffusa in commercio è la Gloriosa superba rothschildiana, importata in Europa dall’Uganda. Tuttavia, è possibile acquistare anche varietà differenti, come la Gloriosa aurea, la Gloriosa sessilifolia e la Gloriosa modesta.


Coltivazione della Gloriosa rothschildiana


La Gloriosa Superba rothschildiana può essere coltivata sia in vaso che in piena terra. Per un buon risultato, è importante avere a disposizione un terreno fertile composto da elementi drenanti.

Pianta di Gloriosa superba rothschildiana - Foto: UnsplashPianta di Gloriosa superba rothschildiana - Foto: Unsplash

Il periodo ideale per la messa a dimora dei bulbi di Gloriosa è la primavera.
La pianta inizia a ingiallire durante i mesi autunnali ed è opportuno non reciderla prematuramente, bensì, lasciar terminare il suo ciclo vitale in modo naturale.

Ciò è fondamentale per consentire al bulbo di assorbire gli elementi nutritivi necessari alla sua sopravvivenza.

Coltivare la Gloriosa in vaso


Tra i metodi più apprezzati e semplici per coltivare la Gloriosa, vi è l’utilizzo dei vasi.
Le dimensioni dei contenitori dove sistemare i bulbi del giglio rampicante devono essere di almeno 20 cm.

Gloriosa superba di colore rosso - Foto: UnsplashGloriosa superba di colore rosso - Foto: Unsplash

Sullo store online di Leroy Merlin è possibile acquistare vasi di ogni tipo, anche in terracotta, un materiale naturale e salubre. I prezzi dei contenitori da 20,8 cm e 27 cm variano da 4,50€ a 9,00€.

Una delle particolarità della Gloriosa, è la tipologia di messa a dimora dei tuberi: questi, infatti, vanno piantati in posizione orizzontale e ricoperti da circa 20 cm di terra.
È consigliabile piantare un solo bulbo per ogni vaso.

Coltivare la Gloriosa in piena terra


Per coltivare la Gloriosa in piena terra, oltre ad avere un suolo ricco e drenante, è necessario che le temperature esterne non siano inferiori a 5 °C.

Piantare la Gloriosa in piena terra - Foto: UnsplashPiantare la Gloriosa in piena terra - Foto: Unsplash

Se si opta per la messa a dimora in piena terra ma il clima è troppo rigido, è opportuno estrarre i tuberi dal terreno, pulirli per bene e riporli all’interno di un sacchetto contenente torba o vermiculite.

In tali condizioni, i bulbi devono essere conservati a temperature superiori a 5 °C, fino alla primavera successiva.


Crescita e sistemazione del giglio rampicante


La crescita della Gloriosa avviene in circa due mesi, dopodiché, iniziano a spuntare le prime fioriture.

Per far sì che questo vegetale rimanga in posizione eretta, è necessario utilizzare dei sostegni, come ad esempio, reti metalliche o recinzioni in legno, alle quali i viticci delle foglie possono ancorarsi agevolmente.

Sostegni per rampicanti - Foto: ObiSostegni per rampicanti - Foto: Obi

Presso gli store di OBI si possono trovare strutture realizzate appositamente per le piante rampicanti, come la rete in polietilene da 0,5mx5m (11,95€) oppure, i tralicci fissi in legno ad arco e rettangolari (da 29,95€ e 49,95€).

La Gloriosa può essere posizionata in pieno sole o a mezz’ombra.

Quando la gemma non è ancora spuntata, la soluzione ideale consiste nel sistemare il vaso in modo che il terriccio rimanga sempre all’ombra. Dopo la nascita della pianta, è bene esporre alla luce del sole le parti verdi della stessa.


Preparazione del terreno drenante


La Gloriosa necessita di un terreno ben drenato, poiché non è resistente ai ristagni idrici (i principali nemici di tutti i bulbi).

Per preparare un terriccio adatto a questa pianta, occorre quindi utilizzare la pietra pomice o altri materiali drenanti, quali l’argilla espansa, la sabbia e la ghiaia, e mischiarli alla terra di cui si dispone.

CONSIGLIATO amazon-seller
COMPO Concime per Ciclamini e Bulbose
Concime liquido ad alto tenore di potassio e fosforo, Specifico per ciclamini e bulbose e piante floreali e ornamentali...
prezzo € 5.7
COMPRA


Per la coltivazione dei gigli rampicanti, è sufficiente usare un terriccio universale e arricchirlo con fertilizzanti biologici appositi, come ad esempio il prodotto Compo (specifico per bulbose) e il concime liquido Gesal, acquistabili su Amazon al costo rispettivo di 5,70€ e 10,99€.


Seminare e propagare la Gloriosa


Generalmente, per propagare la Gloriosa, è possibile impiegare i semi, oppure, suddividere il bulbo principale della pianta e i gambi.

Tepali colorati - Foto: PixabayTepali colorati - Foto: Pixabay

Dopo la morte dei fiori si può formare il frutto, il quale contiene, appunto, i semi.
Dato che la coltivazione dei semi è piuttosto complessa ed è necessario attendere alcuni anni per lo sviluppo del tubero, tendenzialmente, è più conveniente propagare la pianta dividendo il bulbo stesso.


Manutenzione della Gloriosa


Per la corretta manutenzione del giglio rampicante è necessario svolgere alcuni interventi specifici, come ad esempio, il taglio dei fiori secchi (in modo da irrobustire il tubero).

Inoltre, è opportuno innaffiare la Gloriosa regolarmente, soprattutto quando il terriccio è completamente asciutto, così da evitare i ristagni idrici.



Un altro metodo efficace per non rischiare di causare il marciume radicale della pianta, consiste nel non utilizzare i sottovasi e nell’impiegare contenitori forati.

riproduzione riservata
Articolo: Gloriosa superba coltivazione e cura
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Gloriosa superba coltivazione e cura: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
340.066 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Gloriosa superba coltivazione e cura che potrebbero interessarti


Festival dei Giardini

Giardino - Ortogiardino è il più importante Salone del Nord Est d?Italia dedicato ai settori della floricultura e del giardinaggio, la cui 33esima edizione si

Ortogiardino 2010 e Flor Art

Giardino - Dal 6 al 14 marzo Pordenone si trasforma nella capitale del giardinaggio, ospitando la trentunesima edizione di Ortogiardino, la principale manifestazione

Kit originali per il giardinaggio

Giardino - Moda e design investono anche il gardening, con set firmati e accorgimenti curiosi.

Piante ricadenti

Giardino - Esiste una tipologia di piante che riesce a donare un effetto scenografico anche all'arredamento più essenziale: esse sono dette ricadenti. Conosciamole meglio.

Orchestra di ortaggi

Giardino - Siamo abituati a vederli nel nostro piccolo orto o  al supermercato. Li utilizziamo tutti i giorni per preparare molti piatti e ricette casalinghe

Pacciamatura

Giardinaggio - Che cosa è la pacciamatura? Meglio eseguirla con cortecce, paglia riciclata o telo juta? Perché eseguire questa tecnica, a quale scopo e va bene per le aiuole e vaso?

Frutteti in città

Giardino - Di orti urbani ne abbiamo sentito parlare parecchio.Di community sulle coltivazioni libere

Verdi Passioni: un weekend all'insegna di piante e fiori

Giardinaggio - Il 2 e 3 marzo a ModenaFiere si terrà un'esposizione dedicata alla cura dell'orto e del giardino; ricca esposizione di piante e fiori per chi ha il pollice verde

Laboratori di giardinaggio per bambini

Giardino - I bambini di oggi vivono quasi sempre in città e sono ben poche le occasioni, per loro, di svolgere quelle attività all?aria aperta che erano una consuetudine
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img valeria.vitali.84
Buongiorno a tutti,avrei bisogno di qualche consiglio per il giardino, devo partire da zero, al momento si presenta invaso da erbe infestanti, qualche consiglio per...
valeria.vitali.84 31 Gennaio 2014 ore 20:24 1