Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Filtrare gli spazi attraverso gli elementi divisori

Gli elementi divisori moderni aiutano a distinguere angoli di un Open Space con funzioni diverse e a differenziare otticamente la zona living dall'area notte.
- NEWS Complementi d'arredo
elementi divisori , elementi decorativi , zona living

L'utilità degli elementi divisori


L'Open Space è ciò che caratterizza la progettazione della zona living contemporanea, in cui la scelta di unire la cucina al soggiorno è quasi d'obbligo a causa della riduzione dei metri quadri costituenti un appartamento medio.

In quest'ottica tutto è a vista, partendo dall'ingresso principale fino all'angolo cottura, con un corridoio che fa da tramite tra la zona giorno e la notte, ovvero il luogo in cui si affacciano le altre camere, come quelle da letto e il bagno.

Disegno di separé sospeso Gli spazi sono resi, in questo modo, visivamente più ampi e luminosi, a discapito però di un po' di privacy che è bene garantire comunque alla zona notte, agli spazi per la cura personale, agli angoli preposti al relax, allo spazio in cui si colloca il divano e la tv.

Le tradizionali separazioni fatte con tramezzi sono sì efficienti ma alquanto invasive, lì dove è utile solamente introdurre un filtro leggero, un elemento divisorio da poter mettere da parte o inserire al momento opportuno creando un'atmosfera di maggior raccoglimento.

Oggigiorno le tipologie, così come i materiali e le forme presenti sul mercato sono davvero tante, ciascuna adatta a soddisfare una particolare necessità di tipo sia funzionale sia decorativa.


Tipologie di elementi divisori


I tramezzi costituiscono la soluzione più tradizionale, sono difficili da rimuovere una volta costruiti e soprattutto da spostare al variare delle necessità.
Sono realizzati con una serie di blocchi in laterizio, solitamente forati, adagiati l'uno sull'altro con l'aggiunta di strato in calcestruzzo, mascherati oltre che compattati da strati d'intonaco, poi pitturato.

Lo spessore della parete è variabile secondo il laterizio introdotto, di 8 o 10 cm allo stato grezzo, e dunque si aggira, con la rasatura e la successiva pittura, a 10 cm circa nel primo caso e maggiore nel secondo.

Disegno di tramezzi
Un altro tipo di parete, da poter introdurre a servizio della privacy, è in cartongesso, più moderna rispetto alla precedente in laterizio e anche più leggera ma comunque di tipologia fissa, non removibile all'occorrenza.

Il cartongesso è uno dei materiali più utilizzati ultimamente in edilizia per le sue buone proprietà termoacustiche, ignifughe, idrorepellenti, di facile applicazione, pitturabile in vario modo.

Lo spessore delle lastre presenti in commercio è variabile; in Italia il più diffuso è di 12,55 mm, pertanto la sezione del muro può raggiungere gli 8-10 cm, componendolo di due fogli in cartongesso, di un'intercapedine riempita di materiale isolante e/o fonoassorbente.


Le pareti in vetro sono un'altra possibilità per garantire all'ambiente interessanti giochi di luce e di riflessi, di facile lavorabilità e manutenzione, in diverse colorazioni e con svariati effetti decorativi da abbinare allo stile dell'arredo presente.

Tuttora sono molto richieste le pareti in vetrocemento, da sempre ritenute soluzioni adatte a garantire il passaggio di luce senza però compromettere la privacy.
Sono mura versatili, diversamente colorate, composte di vetro-mattoni formati a loro volta da due formelle di vetro pressate tra di loro con camera d'aria interna, impermeabile e isolante, in più legate tra loro mediante giunti di cemento armato.

Le pareti o porte scorrevoli sono adatte a creare delle ambientazioni modificabili e adattabili alle esigenze, come ad esempio ampliare uno spazio per ricevere amici o creare un angolo da letto per l'ospite. La tipologia esterno muro fa scorrere la porta parallelamente alla parete, mentre a scomparsa (la cosiddetta porta a scrigno) la introduce all'interno di un'esatta intercapedine ricavata nella parete.

I separé, invece, elementi mobili e facilmente spostabili, spesso montati su ruote, non raggiungono il soffitto con l'altezza e non riducono di molto la luminosità, sono realizzati in forme e materiali diversi: dalla plastica al bambù, alla carta di riso, al legno o metalli vari.

Le librerie a giorno, a faccia doppia, sono utilizzate per creare dei filtri tra una zona e l'altra poiché, dopo aver disposto libri e oggetti di vario genere, in modo alternato, lasciando alcuni spazi vuoti, la luminosità e la privacy sono garantite da un affascinante gioco di ombre e luci.

Disegno di tendaPoi vi sono i tendaggi, ritornati a essere impiegati come elementi separatori di semplice e rapido intervento, ricchi di fascino per la loro leggerezza, sinuosità d'andamento, in vari tessuti, tonalità e disegni.

La scelta è davvero ampia, la difficoltà maggiore sta nel selezionare il modello adatto all'ambiente, affinché la necessità funzionale sia raggiunta e salvaguardata, così come l'estetica della camera e la luminosità.

Di tendenza le tende a fili liberi, di tipo sia a monofilo sia a doppio filo, sia con sostegno a fascia arricciante sia con attacco velcrato.

Contemporanei sono i separé sospesi, attaccati al soffitto, elementi di arredo che scendono verticalmente creando un effetto vedo - non vedo particolare, caratterizzati da diverse fantasie, da pannelli intercambiabili di vari colori e materiali leggeri e comunque differenti: plastica, carta o bambù.

Naturalmente ,questa tipologia non crea eccessiva privacy ma serve semplicemente a dividere uno spazio ampio in aree connesse tra loro come, ad esempio, collegare l'angolo cottura alla sala da pranzo, l'area notte al soggiorno, un angolo studio all'area che ospita il letto, un armadio a vista da un corridoio, un'area gioco per bambini dal resto della cameretta.

Lasciano passare la luce e dunque sono funzionali e decorativi allo stesso tempo.

Disegno di separé sospeso
Nell'immagine sovrastante è stato disegnato un angolo soggiorno connesso alla cucina per mezzo di un separé sospeso, a caduta libera dal soffitto, dalla creativa decorazione traforata, che consente di intravedere lo spazio di servizio.
La cucina presenta doppio ingresso separato da pilastro: uno è lasciato totalmente libero per il passaggio mentre l'altro semichiuso dal separé sospeso.

I pannelli retro illuminati in marmo, caratterizzati da particolari grafismi, creano un piacevole gioco di luci e ombre grazie all'alternanza di porzioni opache e lucide che contraddistinguono il prodotto.

Altre soluzioni, preposte alla funzione di separare gli spazi o di collegarli tra loro, possono essere gli schemi divisori in metallo, in legno intagliato a mano, in feltro, in policarbonato, penisole, quinte mobili, pannelli girevoli, maxi acquario.

Soluzione dissimile è la separazione ottica degli spazi mediante l'uso di pavimentazioni differenti: il cotto per la zona cucina-soggiorno con il parquet per l'area notte ne sono un esempio.
È una divisione razionale degli spazi che esalta il piano orizzontale della pavimentazione, ma soprattutto crea un collegamento di tipo visivo e non propriamente fisico realizzato con l'introduzione di elementi tangibili.
Insomma, le soluzioni sono davvero tante, dalle più tradizionali alle più creative, da quelle fai da te a quelle in cui è richiesto l'ausilio di un tecnico specializzato nel settore, da quelle fisse a quelle removibili.
Pertanto, non resta che scegliere il modo più adatto a soddisfare i bisogni funzionali, i gusti estetici e continuare a conservare il grado di luminosità utile alla buona vivibilità dello spazio.

riproduzione riservata
Articolo: Gli elementi divisori per filtrare gli spazi
Valutazione: 5.57 / 6 basato su 7 voti.

Gli elementi divisori per filtrare gli spazi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.039 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Gli elementi divisori per filtrare gli spazi che potrebbero interessarti


Open space

Zona living - L'open space è una soluzione progettuale molto usata per gli uffici, ma anche in ambito residenziale per avere una organizzazione ampia e luminosa degli spazi.

Una tenda a fili per dividere con charme gli ambienti di casa

Tende - Una tenda divisoria a fili fa da schermo d'arredo tra l'ingresso di casa e il salotto, demarcando i percorsi tra le zone abitative, a tutto spazio e luminosità.

Divisori per giardino tra le zone funzionali dell'outdoor

Sistemazione esterna - Grigliati divisori da giardino in legno per delimitare un salotto esterno o separare e connettere la zona solarium con la doccia esterna, per outdoor esclusivi.

Distribuzione della zona giorno: come sfruttare ogni volume interno

Zona living - Distribuzione della zona giorno: angolo cottura più spazioso con armadiature a misura e snack di interconnessione con l'area pranzo, salotto e parete attrezzata

Progetto per un bilocale di 38 mq

Soluzioni progettuali - Progetto per bilocale di 38 mq con pareti diagonali, porte a scomparsa e arredi su disegno per aumentare il volume delle armadiature e dare profondità al living.

Muri e divisori con fiori

Fioriere e vasi - Per decorare, nascondere un muro spoglio o dividere idealmente ambienti esterni, esistono dei divisori pratici, in cui inserire verde decorativo e rampicanti.

Un radiatore decorativo per dividere gli spazi del living

Zona living - Un termoarredo divisorio dal disegno asimmetrico, coerente con la parete vetrata diagonale, conferisce charme alla divisione tra ingresso, cucina e zona pranzo.

Tipologie e caratteristiche dei tramezzi divisori per interni

Restauro edile - I tramezzi sono pareti divisorie interne prive di qualsiasi funzione statica, normalmente costruite con mattoni forati, lastre di cartongesso o vetrocemento.

Boiserie in salotto

Zona living - Progettazione a mano libera, per boiserie: rivestimento ligneo alle pareti. Sfondo scenico per un quadro, copritermosifone, e versatile parete attrezzata per il salotto.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img tilly65
Buongiorno, dopo vari ripensamenti ho deciso di creare un ingresso per appoggiare tutto il necessario all'entrata.Il mio soggiorno si trova proprio all'entrata principale. Vorrei...
tilly65 20 Gennaio 2021 ore 11:33 5
Img tilly65
Buongiorno, vorrei chiedere un consiglio in quanto dopo tanti anni sono un po' stanca della stessa disposizione dei mobili della zona living.Attualmente all'ingresso ho un tavolo...
tilly65 23 Giugno 2020 ore 17:19 25
Img giuliamaruccia
Buongiorno, a breve vorrei ampliare la cucina creando uno spazio unico con il salotto formando una specie di open space. Vi allego ovviamente la pianta attuale. La parte in rosso...
giuliamaruccia 23 Dicembre 2019 ore 12:14 3
Img lisagiacometti
Ciao a tutti. Ho da poco acquistato un appartamento di circa 80 mq. Vorrei modificare la disposizione interna e sfruttare al meglio l'entrata che è davvero molto grande,...
lisagiacometti 09 Novembre 2019 ore 11:49 11
Img roby965@outlook.it
Vorrei sapere come arredare la zona living ricavandoci un altro posto letto.Grazie...
roby965@outlook.it 16 Ottobre 2019 ore 22:17 4