Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Girasole e Maranta, scopriamo il fiore e la pianta 2021

Secondo l'e-commerce americano 1800flowers.com, Girasole e Maranta, simbolo di fiducia e gratitudine, ci aiuteranno ad affrontare con ottimismo i prossimi mesi.
- NEWS Piante

Girasole e Maranta, fiore e pianta 2021


L'uno è il fiore del sole, l'altra la pianta della preghiera simbolismo che ha portato l'e-commerce americano 1800flowers.com a decretare il girasole e la maranta come fiore e pianta del 2021. Un invito ad affrontare i prossimi mesi con positività.


Girasole in vaso

Girasole in vaso

Girasole in vaso
L'eliotropismo del girasole

L'eliotropismo del girasole

L'eliotropismo del girasole
Girasole idee déco

Girasole idee déco

Girasole idee déco
Maranta leuconera, da garden.org

Maranta leuconera, da garden.org

Maranta leuconera, da garden.org
La maranta in casa, da djungelrummet.se

La maranta in casa, da djungelrummet.se

La maranta in casa, da djungelrummet.se

Li abbiamo scelti perché rappresentano felicità e gratitudine. Il girasole, con il suo portamento eretto e fiero, esprime lealtà e devozione, mentre la pianta di Maranta leuconeura è stata selezionata per la sua caratteristica di ergere le foglie, a ricordare le mani giunte in segno di riconoscenza. Alfred Palomares, vice presidente merchandising del brand


Un modo per connettersi agli altri, prima ancora con se stessi e con la natura che ci circonda, portandola in casa. Scopriamo come coltivare il girasole e la maranta tra le mura domestiche.


Come coltivare il girasole in vaso e in giardino


Il girasole è una pianta annuale appartenente alle Asteraceae, la famiglia di piante a fiori più grande in natura. Originaria del continente americano, è stata introdotta in Europa alla fine del XVI secolo. È presente anche in Italia, soprattutto nelle regioni centrali.

La specie più diffusa e coltivata è l'Helianthus annuus, dal greco, helios=sole e anthos=fiore.

Girasole eliotropismo
Dal suo nome scientifico e comune si evince la sua caratteristica più suggestiva: quella di seguire il sole. È un fenomeno chiamato eliotropismo e si verifica durante la crescita della pianta. Questo è prodotto dalle auxine, cellule motrici del pulvino, la parte flessibile dello stelo sotto il bocciolo.

Una volta adulta, ovvero dopo la fioritura, lo stelo è ormai rigido e non segue più il sole, fermandosi nella direzione dell'alba.

Semina


La semina si effettua in primavera, tra marzo e aprile, quando le temperature non scendono sotto i 15°C.

I semi possono essere presi dalla corolla quando il fiore si è seccato oppure si possono trovare dal fioraio o al supermercato.

Questi vanno messi a dimora in buche profonde 3-5 cm, in file poste a una distanza di 35-70 cm, a seconda della grandezza della specie, o seminate in vaso e trapiantate in vasi più grandi quando le piantine raggiungono i 10 cm, cercando di non danneggiarne le radici.

I semi di girasole
Si possono scegliere delle varietà nane, la cui altezza non supera i 50 cm, che non richiedono un vaso troppo grande: ne basta uno con un diametro di almeno 20 cm, o uno spazio eccessivo. La germinazione dei semi avviene all'incirca entro una decina di giorni.

Una volta impiantato, il girasole non richiede particolari cure e attenzioni; la potatura va riservata solo nel caso di fiori danneggiati.

Terreno


La pianta del girasole, pur adattandosi a qualunque tipo di terreno, predilige quello fertile, ben lavorato, drenato e a pH leggermente acido.

Si può ottenere un buon substrato mescolando terriccio per piante fiorite con terra da campo e aggiungendo qualche manciata di stallatico.

Terreno girasole
Il terreno ideale deve essere ricco di sostanze nutritive; i risultati migliori si ottengono nei terreni ricchi di materia organica e con una buona quantità di argilla che sia in grado di mantenersi fresca a lungo.

Per quanto riguarda la concimazione, non ce ne dobbiamo preoccupare: il girasole non necessita di particolari fertilizzanti.

Esposizione


Il girasole è una pianta da fiore che ama i luoghi caldi e soleggiati per molte ore al giorno, è importante che abbia a disposizione almeno 4-5 ore di sole.
Non tollera invece le temperature troppo rigide, la temperatura minima suggerita è di 12-14°C.

Bisogna quindi considerare il percorso del sole, evitando che i fiori siano esposti dalla parte sbagliata per gran parte del giorno. Al Centro-Sud, ad esempio, il girasole cresce bene anche in leggera ombra.

Esposizione girasole, da construindodecor.com.br
Nel caso si abiti in zone ventose, è necessario fissare un supporto al fusto (canne di bambù, bastoni, tutori), per sostenerlo. Il consiglio è di usare dei legacci elastici, disponibili nei vivai, senza stringerli però troppo; il rischio è che la pianta si danneggi durante la crescita.

Annaffiature


Il girasole necessita di costanti e frequenti irrigazioni, soprattutto nei periodi di prolungata siccità e in estate, facendo attenzione a evitare di bagnare il fogliame e i ristagni idrici nel sottovaso, per scongiurare il rischio di marciumi radicali.

I primi sintomi di una cattiva irrigazione sono la mancata fioritura dei boccioli.
In una pianta sofferente, spesso vediamo che non riesce a far fiorire più di un fiore alla volta e tutti gli altri boccioli si seccano.

Pianta di girasole, da lavorincasa.it
Per favorire una completa fioritura, occorre fornire alla pianta un terriccio con una buona dose di drenaggio fatto di argilla espansa, sabbia o sassi per impedire il ristagno, causa di marciume radicale.


Pianta maranta cure


La maranta prende il nome da Bartolomeo Maranta, un medico e botanico del XVI secolo, scopritore dell'omonimo genere, il quale comprende alcune decine di piante dalle misure contenute originari dei tropici americani, tra cui la specie leuconeura.

Originaria del Brasile, è una sempreverde adatta a stare in casa sia per l'aspetto decorativo che per le dimensioni ridotte. Le foglie di un verde molto scuro, screziato di venature bianco e argentee, le donano un'allure ricercata.

Oltre alle venature chiarissime a cui deve il suo nome (letteralmente significa striata di bianco) non mancano pigmenti sulle tonalità del rosso e del marrone.

Maranta leuconera, da garden.org
Un caleidoscopio di colori che la rendono ideale in ogni contesto.

Proprio le foglie sono le protagoniste della maranta le quali, durante le ore diurne, si richiudono su se stesse, quasi a simulare le mani giunte, da qui il nome comune di pianta della preghiera. Ciò serve per preservare l'umidità del suo apparato fogliare, in risposta a una maggiore luminosità.

Coltivazione


La maranta è una perfetta pianta da appartamento o da serra. Appena viene portata a casa va rinvasata in un contenitore di una o due misure più grandi.

In breve tempo, occuperà tutto lo spazio disponibile; per tale ragione, bisogna rinvasarla almeno ogni due anni, in un vaso più grande, avendo l'accortezza di eliminare tutte le parti secche o danneggiate.

Coltivazione maranta, da cvetyportal.ru
Il periodo indicato per il rinvaso è la primavera.

Non necessita di potature, ma periodicamente occorre recidere alla base gli steli con foglie essiccate per consentire l'emissione di nuovi giovani steli.

Terreno


Il terreno ideale deve essere poroso e leggero, composto da terra di foglie e torba, uno dei materiali organici più usati nella coltivazione di piante ornamentali, derivante dalla decomposizione progressiva di specie vegetali che vivono in ambienti umidi e freddi, spesso acquatici.

Non dimenticate di aggiungere perlite o sabbia per rendere il composto drenante.
È importante, infatti, evitare i ristagni d'acqua che potrebbero far marcire i piccoli tuberi.

Annaffiatura maranta, da cvetyportal.ru
È consigliato scegliere un terriccio universale che sia soffice e ben concimato.

A proposito di concimazione, questa va fatta in primavera ed estate con del fertilizzante da somministrare ogni due settimane.

Esposizione


La maranta ama gli ambienti caldo-umidi e ombreggiati, lontano da correnti d'aria e dalla luce solare diretta. Un'eccessiva o ridotta esposizione solare provocano lo scolorimento delle foglie.

Non sopporta le temperature rigide e gli ambienti troppo secchi, anche questi causa della perdita di colore dell'apparato fogliare.

Esposizione maranta, da botanic.com
La temperatura ideale non deve scendere al di sotto dei 12-14°C, in inverno, né superare i 27-30°C, in estate.

Annaffiature


La pianta di maranta va annaffiata con frequenza nel periodo compreso tra l'inizio della primavera e quello autunnale; il resto dell'anno va irrigata con moderazione.

È fondamentale mantenere su alti livelli l'umidità ambientale; per farlo, è consigliato mettere il vaso su una terrina riempita di ghiaino tenuto costantemente bagnato.

Pianta maranta cure, da Lavorincasa.it
Per lo stesso motivo, bisogna vaporizzare regolarmente le foglie con acqua non fredda e priva di calcare; si può usare dell'acqua piovana leggermente intiepidita.


Il girasole e la maranta in casa, idee fai da te


I girasoli come fiori recisi si utilizzano in composizioni singole o in gruppo, abbinati a colori sgargianti oppure al bianco, per esaltarne la loro brillantezza e vitalità.
Il fusto si taglia alla base, in diagonale, e si inserisce in vaso con acqua tiepida, arricchita da un prodotto nutriente per fiori.

Girasoli di pannolenci, da todaywecraft.com
Se siete dei pollici neri, ma non volete rinunciare alla possibilità di accogliere gli ospiti con un allegro bouquet di girasoli, non disperate: potete sempre ricorrere a qualche idea fai da te.

In rete, sono tanti i tutorial che permettono di realizzare girasoli di carta pesta o feltro.

Girasoli di carta velina


Occorrente:

- carta velina;

- colori acquarello;

- compasso;

- colla a caldo;

- matita.

Procedimento: fase preliminare


Ricaviamo dei cerchi sulla carta velina con il compasso (apertura 8); dalla grandezza del cerchio dipenderà l'ampiezza della corolla. Ritagliamoli in multistrato e dividiamoli in gruppi: quattro servono per la corolla, quattro per formare la parte interna, un paio per quella esterna.

Con i relativi colori acquerello (giallo-corolla, marrone-parte interna, verde-parte esterna), coloriamo i cerchi di carta velina su fronte e retro e lasciamo asciugare.

Creazione delle varie parti


Per creare la corolla, bisogna prendere quattro dischi gialli, sovrapporli, piegarli a metà più volte fino ad ottenere un piccolo triangolo.
Su questo, a circa 2-3 cm, disegniamo due trattini, dai quali tratteggiare il petalo.
Con le forbicine, ritagliamo sia le due ali laterali che il petalo; se qualcuno non si apre, è possibile tagliarlo man mano che apriamo i vari strati.

Apriamo delicatamente i petali e stacchiamo i fogli di carta velina l'uno dall'altro.


Per ideare la parte centrale del girasole, invece, occorre usare i quattro cerchi marroni, piegarli a metà due volte, tagliare la seconda metà lateralmente a formare delle frange.

Per la parte sottostante, utilizziamo due cerchi verdi, pieghiamoli a metà più volte fino a ricavare un piccolo triangolo, sul quale disegnare, quasi a metà, due trattini e un petalo, più piccolo rispetto a quello della corolla, ritagliamolo.

Assemblaggio


Passiamo all'assemblaggio: prendiamo i cerchi marroni, pieghiamoli in due, arrotoliamoli a partire dal centro e incolliamoli sul bordo.

Impiliamo i cerchi con i petali in maniera sfalsata, pieghiamoli a metà due volte, tagliamo la parte del cono finale; si formerà un foro al centro.

Facciamo la stessa operazione con uno dei cerchi verdi.

Girasoli fai da te, da cutehowto.com
Ricopriamo di colla la parte vicino alle frange e infiliamo, a partire dal basso, la corolla ottenuta, abbassando i petali il più possibile, e il cerchio verde forato.

Tagliamo tutte le parti in eccesso e incolliamo il secondo cerchio verde, il girasole è pronto per dare vita a una composizione da mettere a centrotavola oppure, creando il gambo, per formare un allegro bouquet.

Maranta, idee fai da te


Per quanto riguarda la maranta, chi ci sa fare con matita e colori può disegnare un esemplare o parte di esso e incorniciare il disegno ottenuto.

Per essere ancora più creativi, che ne dite di imprimere la particolarità delle sue foglie su un sasso?


In alternativa, è possibile acquistare una stampa già pronta.

Stampa maranta, da Etsy
In questo 2021, in casa, non può mancare una pianta di girasole o di maranta per vivere con positività e gratitudine i prossimi mesi, come simboleggiano questi due esemplari, e, perché no, essere di tendenza.

riproduzione riservata
Articolo: Girasole e Maranta sono il fiore e la pianta del 2021
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Girasole e Maranta sono il fiore e la pianta del 2021: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.178 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Girasole e Maranta sono il fiore e la pianta del 2021 che potrebbero interessarti


Come coltivare il girasole a casa o in giardino

Piante - Il girasole è una pianta che dà allegria e colore al proprio giardino, ma non solo. I suoi semi infatti sono estremamente gustosi e con ottimi valori nutrizionali

Margherita

Piante - Le Margherite sono piante dai fiori coloratissimi e dall'aspetto allegro che appartengono alla famiglia delle Composite, se ne trovano di varie tipologie e colori.

Girasoli di vetro

Arredamento - Un impianto fotovoltaico può essere costituito da un insieme di pannelli dotati di un dispositivo meccanico che permette di orientarli perpendicolarmente

Terreni bonificati mediante fitorimedio

Bioedilizia - Le piante che bonificano il terreno sono realtà. I terreni bonificati per fitorimedio sono la prova che si può utilizzare un metodo non inquinante per la bonifica

Piante viola da appartamento

Piante - Se le solite piante da interni vi annoiano e cercate qualcosa di più originale, potete scegliere piante verdi o succulente con foglie dalle sfumature del viola.

Come decorare cuscini: idee creative fai da te

Idee fai da te - Voglia di dare nuova vita a vecchi cuscini? Armatevi di stoffe colorate, pittura o pon pon: le nostre idee per decorare cuscini in modo originale col fai da te.

Piante alimurgiche, quali sono?

Piante - Piante spontanee, perenni e non, conosciute fin dall'antichità, da raccogliere autonomamente nei campi e da utilizzare in cucina per riscoprire sapori di un tempo.

Coltivazioni in scatola curiose

Giardinaggio - Coltivare in scatola? Dopo i terrari, sembra sia l'ultima moda. E a quanto pare, se ci si vuole sbizzarrire, si trova un po' di tutto, come alcuni kit a metà strada tra un orto e un giocattolo.

Piante in lattina e in sacchetto

Giardino - Avere il proprio piccolo giardino personale non e' mai stato cosi' semplice: ecco due idee per fare buon uso del nostro pollice verde anche in citta'.