Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Fatture e bonifici Conto Termico

In allegato alla domanda per accedere al Conto Termico è necessario fornire copia delle fatture e delle ricevute dei bonifici, compilati rispettando alcune regole.
10 Dicembre 2013 ore 18:40 - NEWS Impianti rinnovabili
conto termico , fatture , pagamenti , bonifico

pannelli solariIl Conto Termico è stato introdotto dal D.M. 12 dicembre 2012 ed è un incentivo che si può chiedere per particolari interventi che incrementano l'efficienza energetica di edifici esistenti o per interventi finalizzati alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Conto Termico non è una detrazione fiscale, come invece lo sono quella sul risparmio energetico (65%) e quella sulle ristrutturazioni edilizie (50%), ma è un contributo che viene erogato dal GSE (l'ente Gestore dei Servizi Energetici), previa accettazione di una domanda e secondo una particolare regolamentazione.
Il Conto Termico è quindi tutt'altra cosa rispetto alle detrazioni fiscali.



In seguito al Decreto Attuativo del D.M. 12 dicembre 2012, il Decreto Legislativo 3 marzo 2013 n.28, il G.S.E. ha pubblicato sul suo sito le regole applicative per il Conto Termico.

Negli ultimi giorni, in particolare il 4 dicembre 2013, sempre il G.S.E. ha pubblicato un'integrazione a tali regole, introducendo indicazioni importanti relative alle fatture e ai bonifici per interventi di cui si intende beneficiare del Conto Termico.

È chiaramente espressa, ai fini dell'ammissione all'incentivo, la necessità di produrre copia delle fatture attestanti il costo sostenuto e copia delle ricevute dei bonifici bancario o postale con cui tali spese sono state pagate.


Fatture per Conto Termico


fattureLe fatture devono descrivere con precisione la tipologia di intervento eseguito e oggetto dell'incentivazione.

Qualora gli interventi incentivabili siano più di uno, è necessario scorporare le fatture e i pagamenti per ogni singolo intervento.

Le fatture devono riportare la partita IVA del soggetto che le emette ed essere intestate al Soggetto Responsabile del Conto Termico (ossia colui che sostiene le spese per l'esecuzione degli interventi), di cui bisogna specificare il codice fiscale o partita IVA.

Nel caso in cui il soggetto abbia fatto ricorso alla locazione finanziaria, la fattura va intestata alla società di leasing e bisogna fornire anche copia del contratto di leasing.

Si presti poi attenzione a far combaciare la somma totale degli importi delle fatture con la spesa totale consuntivata indicata nella scheda di ammissione.


Bonifici per Conto Termico


È importante segnalare che i pagamenti di interventi per i quali si intende accedere al Conto Termico non vanno fatti mediante l'apposito modello di bonifico previsto per le detrazioni fiscali sul risparmio energetico e sulle ristrutturazioni edilizie, pena la non accettazione della richiesta.

Si dovrà utilizzare invece il modello di bonifico ordinario.

Nel bonifico è molto importante inserire alcune informazioni nella causale:
- il riferimento al Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012;
- il riferimento al numero di fattura e alla relativa data.

Qualora nel modello di bonifico non vi siano campi appositi, nella causale andranno riportati anche:
- partita IVA/codice fiscale di chi riceve il pagamento;
- partita IVA/codice fiscale del soggetto responsabile.


pagamento con bonificoIn caso di locazione finanziaria o di finanziamento diverso dal leasing (es. credito al consumo tramite società finanziaria), la causale del bonifico effettuato dalla società di leasing o dalla società finanziaria deve riportare i riferimenti del soggetto responsabile (nominativo e partita IVA/codice fiscale).


Se il pagamento viene effettuato da un soggetto diverso dal soggetto responsabile e non riconducibile ai casi appena descritti (leasing, credito al consumo) la causale dovrà riportare questa frase: pagamento effettuato per conto di… (nominativo e codice fiscale del soggetto responsabile).

Nell'eventualità in cui la fattura non venga emessa al momento del pagamento, sul bonifico si può riportare, anziché il numero di fattura, il numero d'ordine.

Importante ricordarsi però di inviare poi al GSE tutta la documentazione (copia della fattura emessa successivamente e copia della ricevuta del bonifico entrambe riportanti il numero d'ordine).


Casi particolari di esenzione dalla presentazione di fatture e ricevute di bonifici


È fatta esenzione dal presentare fatture e ricevute di bonifici per gli interventi realizzati su edifici delle Amministrazioni Pubbliche per i quali sia stato stipulato un contratto di rendimento energetico tra PA ed ESCO.

Ricordo che le ESCO sono società che eseguono interventi mirati a migliorare l'efficienza energetica, assumendo il rischio dell'iniziativa e liberando il cliente da oneri organizzativi e di investimento.

I risparmi economici ottenuti con l'intervento vengono poi condivisi tra ESCO e cliente con diverse tipologie di contratto.

Sono inoltre esonerati dall'obbligo di presentazione delle fatture e delle ricevute dei bonifici gli interventi realizzati su edifici privati per i quali è stato stipulato un contratto di prestazione/servizio energetico tra soggetto privato ed ESCO.

riproduzione riservata
Articolo: Fatture e bonifici Conto Termico
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 8 voti.

Fatture e bonifici Conto Termico: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Anto6
    Anto6
    Martedì 31 Luglio 2018, alle ore 11:52
    Ho installato una pompa di calore dopo un anno e passa non ho ricevuto nessun rimborso.
    Ho chiamato la ditta e mi hanno detto che la pratica è stata respinta perché la fattura era data 14 luglio e il bonifico è stato fatto in data 20 settembre, è possibile che sia per questo motivo? 
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.394 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Fatture e bonifici Conto Termico che potrebbero interessarti


Conservare bollette e fatture

Normative - Per quanto tempo bisogna conservare le attestazioni di pagamento? In questo articolo cercheremo di rispondere per quello che riguarda le spese relative alla casa.

Detrazioni fiscali per locazione solo con pagamenti elettronici

Affittare casa - In partenza il piano del Governo per la lotta all'evasione. Detrazioni fiscali possibili solo utilizzando mezzi di pagamento tracciabili: ecco le misure future.

Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sui bonifici per le detrazioni banche e poste devono operare una ritenuta a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori

Maxi bollette della luce: prescrizione a due anni

Burocrazia e utenze - Stop alle maxibollette della luce; dal 1° marzo riconosciuta la prescrizione breve di 2 anni a tutela dei consumatori. Lo dice l'Arara con una recente delibera.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Contabilità e fatture per detrazioni 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si eseguono lavori che possono beneficiare di detrazioni fiscali è utile stilare contabilità e fatture distinte per agevolare pagamenti e archiviazione.

Incentivi per rinnovabili, caldaie e pompe di calore

Impianti - Attualmente ci sono diverse incentivazioni per le rinnovabili e le riqualificazioni energetiche, novità anche per caldaie standard, pompe di calore e pannelli solari.

Contratto tipo per Conto Termico

Normative - L'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas, ha reso disponibile lo schema di contratto tipo che dovrà stipulare chi vuole accedere agli incentivi del Conto Termico.

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img veronicapr
Buonasera, pongo un quesito a cui non sono riuscita a trovare risposta sul sito dell'Agenzia delle Entrate: il termine dei 90gg dalla fine lavori è tassativo per i...
veronicapr 20 Aprile 2021 ore 15:26 10
Img giodeco
Salve, La ditta che sta eseguendo i lavori di ristrutturazione provvederà a fare le varie pratiche per le detrazioni e l'invio dei documenti a ENEA. I lavori in questione...
giodeco 15 Febbraio 2021 ore 11:35 3
Img debbs
Buongiorno, nel 2019 ho acquistato un terreno con rudere che sto ristrutturando. La ristrutturazione è iniziata nel 2019 e terminerà nel 2020. Si tratta di una...
debbs 26 Maggio 2020 ore 11:59 1
Img giannicilli
Salve, si deve pagare un professionista che ha redatto la tabella dei millesimi di una palazzina con 8 appartamenti, 4 garage ed 1 mansarda. Come si dovrà effettuare la...
giannicilli 29 Agosto 2019 ore 15:26 5
Img paolazangari
Buongiorno e complimenti per il forum! Ho provato a fare una ricerca ma non ho trovato risposte al mio dubbio: sto per avviare una ristrutturazione completa (con SCIA) prima casa,...
paolazangari 30 Luglio 2019 ore 17:24 1