Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Imu e Tari: esenzioni per gli immobili oggetto di rigenerazione urbana

Presentato ddl concernente la rigenerazione urbana. In piano l'esenzione dal pagamento dell'Imu e della Tari per gli immobili inutilizzati che saranno risanati.
- Fisco casa

Stop al pagamento di IMU e TARI per immobili risanati


Sul fronte Imu e Tari in arrivo novità per gli immobili inutilizzati e in stato di degrado.
Chi provvederà a risanare gli edifici che si trovano in tali condizioni potrebbe beneficiare dell'esenzione dal pagamento di Imu (imposta municipale unica) e Tari (tassa sui rifiuti).

La misura è allo studio a seguito della presentazione del testo del ddl sulla Rigenerazione urbana depositato in Commissione Ambiente del Senato.

Il testo definisce quelli che sono i princìpi fondamentali in materia di rigenerazione urbana e i correlati incentivi per gli interventi, da realizzarsi in via prioritaria nelle aree già urbanizzate soggette a degrado che dovranno essere riqualificata, nei limiti della competenza legislativa concorrente Stato-Regioni in materia di governo del territorio.

Niente IMU per immobili da risanare
L'obiettivo della norma è la riduzione degli edifici fatiscenti, mediante l'incentivo al risanamento degli stessi, attraverso una politica di abbassamento delle imposte. Attraverso il recupero degli immobili rimasti inoccupati e in condizioni di degrado si migliorerà altresì l'immagine delle nostre città.

Lo stop al pagamento di Imu e Tari non è la sola novità. Quali sono gli altri vantaggi previsti?

Ecco una serie di sconti e agevolazioni:

  • la riduzione, in misura superiore al 50%, dei tributi e canoni di qualunque natura, dovuti per l'occupazione del suolo pubblico;

  • la riduzione del 10% del contributo per il rilascio del permesso di costruire;

  • imposte di registro, ipocaria e catastale fissate nella misura pari a 200 euro, in caso di trasferimento di immobili sui quali si effettueranno interventi di risanamento;

  • detrazione fiscale pari al 65% per lavori di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica su immobili rientranti nel piano comunale di rigenerazione urbana.


Dal lato opposto potrà essere penalizzato chi non collabora alla messa a punto del progetto, poiché il Comune potrà prevedere un incremento dell'Imu in caso di abbandono degli immobili. Tale misura verrà adottata su unità immobiliari o edifici inutilizzati da oltre 5 anni. Inoltre, le Regioni potranno aumentare l'aliquota dell'addizionale irpef dello 0,2%.

riproduzione riservata
Articolo: Esenzioni Imi e Tari per immobili sottoposti a rigenerazione urbana
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Esenzioni Imi e Tari per immobili sottoposti a rigenerazione urbana: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News