• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Canone Rai: chi non deve pagarlo e come fare?

Ancora pochi giorni per chiedere l'eventuale esenzione dal pagamento del canone Rai. Il termine per presentare l'apposita domanda scade il prossimo 31 gennaio.
Pubblicato il

Canone Rai 2021: tutte le ipotesi di esenzione


Come ogni anno, nel mese di gennaio vi è la corsa a capire se e quando si deve provvedere al pagamento del canone Rai.

Proviamo a chiarire i principali dubbi, soprattutto in ordine alla possibilità di richiesta di esonero del canone tv 2021.

Ormai da tempo, precisamente dal 2016, ogni titolare di bolletta di energia elettrica, con residenza anagrafica, si vede generalmente addebitato, di default, l'importo complessivo pari a euro 90.

Televisore e canone Rai
Il presupposto per il versamento di tale canone è la presunzione che i titolari di un'utenza di fornitura elettrica detengano anche un apparecchio televisivo nell'abitazione di residenza.

Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi detenuti dai componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni in cui sono presenti i televisori.

Per apparecchio televisivo si intende l'apparecchiatura munita di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall'antenna radiotelevisiva.

Devono, pertanto, ritenersi esclusi dal pagamento del canone Rai i possessori di soli computer.


Come procedere al pagamento?


Al riguardo non vi sono sostanziali modifiche rispetto al pagamento del canone Rai 2020. Il versamento del canone può essere eseguito:

  • in un'unica soluzione annuale, entro il prossimo 31 gennaio, con il pagamento one shot dell'intero importo pari a euro 90,00;

  • in due pagamenti semestrali, rispettivamente entro il 31 gennaio e il 31 luglio (euro 45,94 a rata);

  • in quattro rate trimestrali, rispettivamente entro il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre.


pagamento canone Rai
Se nessun componente del proprio nucleo famigliare è titolare di contratto di fornitura di energia elettrica di tipo domestico residenziale, il canone deve essere versato con il modello F24 entro il 31 gennaio di ogni anno.


Chi deve pagare il canone Rai e chi no?


Come rilevato è tenuto a pagare il canone Rai chiunque detiene un apparecchio televisivo.

Sono però previste specifiche esenzioni per determinate categorie di soggetti che non sono tenuti al pagamento del canone per il 2021, previa presentazione di una dichiarazione sostitutiva.

esenzione canone Rai
Tali soggetti che potranno, dunque, risparmiare non pagando il canone Rai sono:

  • anziani over 75, titolari di reddito annuo proprio e del coniuge non superiore a 8.000 euro, senza conviventi titolari di un reddito proprio (a eccezione di collaboratori domestici, colf e badanti). Se il compimento del 75° anno avviene nel periodo intercorrente dal 1° febbraio al 31 luglio, l'esonero spetta per il secondo semestre, con la conseguenza che si dovrà pagare solo metà del complessivo importo previsto;

  • invalidi civili degenti in un casa di riposo;

  • militari delle Forze Armate Italiane, ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate;

  • militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;

  • agenti diplomatici e consolari, solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani;

  • coloro che non posseggono un apparecchio televisivo.


Come non pagare il canone Rai?


Per la maggior parte dei soggetti che rientrano nelle ipotesi di esonero (a eccezione dei non possessori di tv), il modulo per l'esenzione del canone Rai da compilare è il medesimo ed è reperibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.


Si tratta di una dichiarazione sostitutiva nella quale devono essere indicati i dati del dichiarante e compilata la Sezione I relativa alla Dichiarazione sostitutiva ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Coloro i quali non possiedono un televisore sono tenuti, invece, a compilare la Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato, anch'essa disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.


Quando presentare la domanda di esonero ?


Come precisato, la richiesta per il riconoscimento dell'esonero deve essere presentata dagli aventi diritto sopra individuati, entro il prossimo 31 gennaio.

Come rilevato, le domande presentate dal 1° febbraio al 30 giugno 2021 si considerano presentate per le richieste di esonero dal canone dovuto per il secondo semestre.

Infine, le domande presentate dopo il mese di giugno si considerano considerate come richieste di esenzione per l'anno 2022.

Tale domanda è valida con esclusivo riferimento al 2021, con la conseguenza, che il soggetto che ritiene di essere esonerato deve presentare, ogni anno, l'apposita dichiarazione, a eccezione degli ultra settantacinquenni.


Casi particolari


I soggetti utrasettantenni esentati dall'obbligo di versamento del canone Rai, se hanno presentato la dichiarazione sostitutiva e se le condizioni che giustificano l'esenzione (reddito non superiore a euro 8.000 e senza conviventi titolari di un reddito proprio) permangono anche nelle annualità successive, non sono tenuti a procedere alla presentazione di nuove dichiarazioni.

Nelle ipotesi in cui, viceversa, una delle condizioni di esenzione venga meno (a esempio per superamento del reddito massimo previsto), sono tenuti a presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti (sezione II del modello di dichiarazione sostitutiva).


Come presentare la dichiarazione di esonero?


Diverse sono le modalità previste per la presentazione della richiesta di esonero e, in particolare, si può:

  • utilizzare l'applicazione web del sito dell'Agenzia Entrate. Qualora si scegliesse tale modalità, si precisa che occorre, in primis, registrarsi ed essere abilitati ai servizi telematici;

  • presentare tramite un intermediario abilitato, come i Caf (centri di assistenza fiscale) e commercialisti;

  • inviare una lettera raccomandata, con ricevuta di ritorno senza plico, ovverosia senza busta, all'ndirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. In tal caso occorre allegare anche un documento di riconoscimento in corso di validità;

  • inviare una Pec munita di firma digitale del richiedente e trasmessa all'indirizzo:
    [email protected]

riproduzione riservata
Esenzione canone rai: ecco come fare
Valutazione: 5.80 / 6 basato su 5 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.966 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img claudio saltarelli
Buonasera ho un quesito da esporvi ho affittato una stanza con regolare contratto 3+2 con cedolare secca dove c'è scritto di pagare attraverso bonifico, mandando un...
claudio saltarelli 12 Luglio 2023 ore 18:48 4
Img farlocco antonia2
Buongiorno,abito in um mini condominio dove a giorni inizieranno i lavori.L'impresa mi ha comunicato che la società con cui ha un accordo quadro che gli acquisterà...
farlocco antonia2 08 Febbraio 2023 ore 15:10 2
Img gialu_x
Buongiorno, vi chiedo aiuto in quanto mi trovo nella seguente situazioneIl condominio di mia zia ha deliberato ed iniziato lavori di ristrutturazione facciate e riqualificazione...
gialu_x 07 Agosto 2022 ore 19:18 2
Img giosue78
Buonasera, sto usufruendo del Bonus mobili ed in particolare per l'acquisto di grandi elettrodomestici ossia dei Condizionatori climatici per un immobile oggetto di...
giosue78 30 Giugno 2022 ore 15:23 5
Img veronicapr
Buonasera, pongo un quesito a cui non sono riuscita a trovare risposta sul sito dell'Agenzia delle Entrate: il termine dei 90gg dalla fine lavori è tassativo per i...
veronicapr 28 Aprile 2022 ore 09:16 15