Come eliminare efficacemente muschi, licheni e croste nere

NEWS DI Pulizia casa11 Luglio 2018 ore 16:17
Consigli per pulire i manufatti esposti alle intemperie e soggetti alla formazione di patine biologiche verdi e nere o incrostazioni causate dalle piogge acide.

Degrado dei parapetti esterni: muschi e licheni


Parapetti di balconi e muretti in giardino, se non sono ben riparati da portici e gronde oppure da un elemento con gocciolatoio posizionato sulla loro sommità, sono soggetti a tutti gli inconvenienti legati all'esposizione ad ambiente esterno e alle piogge.

Degrado di un parapetto  causato da muschi, licheni e croste nere
Le tipologie di degrado più diffuse su questi manufatti sono la formazione di una patina biologica composta da muschi e licheni e di un particolare tipo di incrostazione detta crosta nera. Vediamo allora le caratteristiche di queste patologie e proviamo a riportare un esempio su come possiamo eliminarle.


Patina biologica di muschi e licheni


La patina biologica è un insieme di varie essenze vegetali appartenenti alle famiglie di muschi e licheni. Queste due famiglie hanno caratteristiche molto diverse tra loro, pur essendo spesso associate nelle tipologie di degrado.

I muschi si presentano quando c'è abbondanza di acqua e possono diventare di colore nero quando c'è scarsa illuminazione, mentre in caso contrario diventano verdi. Sulle murature e sui manufatti in genere, hanno un comportamento simile ad altre specie vegetali, poiché procurano degrado fisico quando l'apparato radicale penetra in profondità producendo crepe e un degrado chimico mediante le sostanze secrete dalle radici.

Muschi su superficie murale
I licheni invece derivano dall'unione di un fungo con un'alga e a differenza dei muschi possono proliferare anche in assenza totale di luce, poiché questa associazione costituisce una catena chiusa. Il fungo fornisce nutrimento all'alga, che con questo sostentamento non ha bisogno di fotosintesi clorofilliana. L'alga a sua volta fornisce nutrimento al fungo.

Lichieni e croste sulla superficie di un muretto
La formazione dei licheni avviene però solo in condizioni molto particolari poiché il fungo sopravvive solamente con determinati valori di umidità. I licheni si distinguono dai muschi per l'aspetto. Solitamente si presentano a placche rotonde e crostose, di colore variabile in base alle specie che li generano.

Nella maggior parte dei casi la presenza di patina biologica non è particolarmente dannosa di per sé, se non a volte dal punto di vista estetico. Al contrario, la diffusione di muschi e licheni può essere indice di presenza d'acqua, che in alcuni casi può portare danni notevoli, soprattutto quando si parla di muri di edifici.


Crosta nera e inquinamento atmosferico


La crosta nera tParapetto incrostato: prima e dopo la puliziarova origine nell'inquinamento e nelle piogge acide.

Le sostanze inquinanti, prevalentemente materiale carbonioso e anidride solforica, vengono veicolate dalle piogge e si stratificano sul manufatto formando in superficie una pellicola compatta scura.

La crosta, avendo una dilatazione termica differente dalla muratura sottostante, tende a provocare fessurazioni del manufatto. Successivamente, l'azione chimica delle sostanze all'interno delle fessure rischia di provocare un degrado ulteriore, in particolare fenomeni di disgregazione delle rocce calcaree.


Pulizia fai da te per muschi e licheni


Riportiamo di seguito un esempio su come è stato ripulito un parapetto in cemento.
Ricordate che per eseguire queste operazioni fai da te , seppure molto semplici, è sempre opportuno badare alla nostra sicurezza. Quindi procuriamoci dei guanti, una mascherina e degli occhiali per proteggerci da sostanze chimiche e inalazione di polveri.

In primo luogo è necessario ammorbidire la patina mediante un lavaggio con acqua nebulizzata. È preferibile effettuare queste operazioni d'estate, o per lo meno quando la temperatura non scende sotto i 15°C, in modo che l'acqua utilizzata evapori in breve tempo e non provochi inutili danni.

Per il lavaggio utilizzeremo solamente acqua priva di impurità o sali in soluzione.
Un consiglio è far bollire quella del rubinetto e aspettare che si raffreddi lasciando depositare i sali sul fondo. Riempiamo quindi un nebulizzatore e cominciamo col lavaggio.

Spruzzino per acqua deionizzata
Prestiamo però attenzione a non utilizzare troppa acqua: infatti, l'efficacia del lavaggio non dipenderà dalla quantità d'acqua utilizzata, ma dal fatto che essendo nebulizzata avrà maggiore superficie di contatto con le parti da pulire.

Inoltre, è buona regola non spruzzare l'acqua direttamente sulla patina, ma è meglio direzionare lo spruzzo verso l'alto. Le particelle finiranno così sul muretto da pulire durante la loro caduta.

CONSIGLIATO
Spazzola di saggina COTTAM BHB00007
20,3 cm spazzola in legno...
prezzo € 11,73
COMPRA


Quando le croste saranno sufficientemente ammorbidite, prendiamo una spazzola di saggina e cominciamo a spazzolare via la patina, partendo dall'alto e procedendo verso il basso.
Si tratta di un'operazione molto semplice, ma bisogna valutare al momento quanto essere energici per non rovinare il muro.

Se il lavaggio con spazzolatura non fosse sufficiente e il problema si riproponesse con facilità, potete provare anche dei trattamenti biocidi, ma è utile ricordare che non tutti sono efficaci. Infatti in base al tipo di patina si dovrà individuare il biocida più indicato.


Pulizia fai da te per croste nere


Il lavaggio con acqua nebulizzata e scrostamento con spazzola di saggina è di solito indicato anche per le croste nere. In caso di croste particolarmente resistenti, si può provare con degli impacchi di cellulosa. La polpa di carta è reperibile in un qualsiasi negozio di belle arti oppure online attraverso siti come Restauro online che commercializzano prodotti specifici per il restauro.

Polpa di cellulosa, dal sito Restauro online
Il procedimento che prevede la pulizia dalle croste nere tramite impacchi è più elaborato del primo, ma sempre attuabile col fai da te. Diluite la cellulosa con un po' d'acqua fino a renderla lavorabile. Applicatela poi sulla patina e, succesivamente, fate aderire sulla cellulosa dei teli di garza e sopra di questi del cotone idrofilo.

Coprite poi con dei teli di nylon per evitare che l'acqua della cellulosa evapori, lasciando però delle piccole aperture verso l'alto.Lasciate a questo punto agire l'impacco per 2-3 giorni o più in base alla resistenza della crosta. Infine togliete i teli, lasciate asciugare la cellulosa e asportatela, lavando poi il manufatto con dell'acqua deionizzata.

La crosta dovrebbe essere così debellata.

Per casi estremi si possono applicare degli agenti chimici e dei solventi.
Ma anche per queste situazioni sarà da studiare bene la composizione chimica della crosta per comprendere quali sostanze siano più idonee a trattarla.

Ricordiamo infine che la presenza di patina e croste è un segnale di presenza d'acqua, che se eccessiva, rischia di procurare danni notevoli a un muro. Pertanto, i metodi di pulizia indicati restano validi, ma non dimentichiamo di provvedere anche a trovare una soluzione efficiente per allontanare l'eccesso d'acqua, agendo così alla radice del problema.

riproduzione riservata
Articolo: Eliminare muschi, licheni e croste nere
Valutazione: 3.86 / 6 basato su 125 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Eliminare muschi, licheni e croste nere: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Antonia Berardi
    Antonia Berardi
    Lunedì 28 Gennaio 2013, alle ore 16:00
    Ho una scala di tufo, di 50 gradini, che si è ricoperta di muschio verde molto pericoloso quando scendo perchè è diventata scivolosa.
    Grazie per la collaborazione
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli
      Arch.martinelli Antonia Berardi
      Mercoledì 30 Gennaio 2013, alle ore 12:28
      Per Antonia Berardi: Speriamo che le indicazioni suggerite possano aiutarla a risolvere il problema.
      Qualore trovasse qualche difficoltà nella pulizia ci faccia eventualmente sapere quali sono e in che modo eventualmente è stata in grado di risolverle.
      rispondi al commento
      • Cappino
        Cappino Arch.martinelli
        Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 09:24
        Per rimuovere muschi e licheni si può utilizzare l'acqua di condensa del climatizzatore?L'ammoniaca non va bene?Grazie,Claudio.
        rispondi al commento
    • Maria.l.cicero.3
      Maria.l.cicero.3 Antonia Berardi
      Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 17:23
      Sul mio terrazzo per distruggere il muschio verde uso candeggina e scopa. Il trattamento è efficacissimo e abbastanza duraturo. Candeggina pura che distribuisco con la scopa. Faccio riposare un pò e poi lavo. Ottimo anche per il tufo.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Eliminare muschi, licheni e croste nere che potrebbero interessarti
Degrado dei prospetti

Degrado dei prospetti

Il processo di deterioramento delle facciate degli edifici, incide principalmente sull'estetica dell'immobile ed obbliga ad immediati interventi manutentivi.
Pulitura delle superfici di pregio

Pulitura delle superfici di pregio

I manufatti architettonici di pregio storico-artistico necessitano, per una adeguata conservazione, di una pulitura delle superfici del materiale che li riveste.
L'uso dell'aceto bianco in casa

L'uso dell'aceto bianco in casa

L'aceto bianco è un valido sostituto di prodotti chimici per rimuovere efficacemente incrostazioni e odori sia dentro che fuori casa, senza nuocere all'ambiente.
Eliminare i cattivi odori: Attenzione!

Eliminare i cattivi odori: Attenzione!

Se desideriamo mantenere per lungo tempo nelle nostre abitazioni una sensazione di fresco e di pulito, dobbiamo fare molta attenzione ai deodoranti che decidiamo di utilizzare.
Caffettiera: come pulirla e igienizzarla con rimedi naturali

Caffettiera: come pulirla e igienizzarla con rimedi naturali

Periodicamente è opportuno trattare la caffettiera e pulirla in profondità. Aceto bianco, bicarbonato e sale sono ottimi ingredienti naturali utili a igienizzarla.
usr REGISTRATI COME UTENTE
291.144 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Muri contenimento in tufo
    Muri contenimento in tufo...
    150.00
  • Pensilina in policarbonato
    Pensilina in policarbonato...
    398.00
  • Asciugatura locali bagnati da perdite acqua
    Asciugatura locali bagnati da...
    12.00
  • Ristrutturazione appartamento 100 mq a Roma
    Ristrutturazione appartamento 100...
    25500.00
  • Antico dipinto francese figliol prodigo del xix
    Antico dipinto francese figliol...
    1650.00
  • Accessori smiletop nobil
    Accessori smiletop nobil...
    28.00
  • Ideal standard sedile termoindurente chiusura tradizionale per
    Ideal standard sedile...
    59.00
  • Haier climatizzatore condizionatore inverter 18000 btu classe
    Haier climatizzatore...
    1005.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 900.00
foto 5 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 50.00
foto 3 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 50.00
foto 3 geo Torino
Scade il 30 Luglio 2018
€ 100.00
foto 2 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.